La kryptonite nella borsa

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/03/12 DAL BENEMERITO PAULASTER
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 14/03/12 15:51 - 4467 commenti

I gusti di Puppigallo

Sono quei film un po' fuori tempo massimo, che nascono già con retrogusto di celluloide datata. Detto ciò, i protagonisti si impegnano e risultano anche abbastanza simpatici, nonostante il regista sembri non avere le idee chiare sulla direzione da prendere (favola-comica-drammatica...). Qua e là si sorride. Ma quando si tenta di andare sul serio, o di trovare una morale, il tutto scivola nel facile facile, rallentando la pellicola. Un'occhiata gliela si può anche dare, ma senza avere troppe pretese. Nota di merito per la causa della prematura dipartita di "Superman" Gennaro (sotto il 111/).
MEMORABILE: Il cugino Gennaro "Superman" al protagonista: "Devo incontrare Thor. Quello ci tiene, ma poi mi parla solo del suo martello".

Paulaster 12/03/12 10:53 - 2615 commenti

I gusti di Paulaster

Sceneggiatura dal sapore retrò ambientata negli anni 70, con felici caratterizzazioni napoletane. Tra i soliti temi familiari si inseriscono gli ideali del periodo, incluso il femminismo con punto di vista nostrano, anche se in fondo l’unica cosa da seguire sarebbero le parole di un supereroe cialtronamente attuale. Cotroneo ha buone idee ed anche la regia ne beneficia, forse la trama non è fluida fino in fondo e rallenta decisamente nella seconda parte.
MEMORABILE: Il balletto in camera.

Galbo 26/03/12 16:39 - 11269 commenti

I gusti di Galbo

Classico racconto di formazione, in una colorata (e in parte insolita) cornice partenopea. L’esordio di Ivan Cotroneo come regista è promettente. L’autore dirige un film tratto da un suo romanzo e ne deriva una storia non certo originale ma ben raccontata e che si avvale di un'adeguata ricostruzione ambientale e in generale di uno spirito leggero anche nel raccontare le solitudini e il disagio della crescita del protagonista. Una buona prova del cast, nel quale spicca un’ottima Valeria Golino.

Mota 1/04/12 18:36 - 59 commenti

I gusti di Mota

Commedia che racconta "la storia di un supereroe, di una famiglia e di un bambino con gli occhiali" ambientata agli inizi degli anni settanta in una Napoli fuori dai soliti clichè. L'esordio alla regia di Cotroneo è più che buono e fa ben sperare. Il cast è ottimo: Zingaretti e Golino bravissimi, così come Capotondi e De Rienzo; buona anche l'interpretazione del bambino protagonista e soprattutto del giovane Nemolato nei panni di un superman napoletano che ci regala varie risate. Un buon film.

Capannelle 7/05/12 08:44 - 3667 commenti

I gusti di Capannelle

Film grazioso, dove trova posto un simpaticissimo superman dei poveri e si intrecciano le storie di diversi personaggi tra il generazionale e il grottesco napoletano. Non tutte le trame hanno la giusta profondità e originalità e questo è il punto debole di un film che propone comunque validi interpreti e una buona fotografia, adatta a sottolineare il gusto retrò dell'ambientazione.

Neapolis 7/05/12 14:02 - 174 commenti

I gusti di Neapolis

Il film si avvale certamente di ottime ambientazioni e anche di eccellenti interpretazioni tra cui spicca la Golino, che, dopo la Guerra di Mario, sembra particolarmente ispirata quando recita a Napoli. Ha anche il pregio di non agganciarsi al disgustante filone neomelodico in voga sugli schermi ma... ma sembra più una occasione perduta: la sceneggiatura appare piuttosto scialba e il film man mano si perde senza riuscire a prendere una direzione convinta; anche il finale indefinito ne è un esempio.

Ilcassiere 7/06/12 14:09 - 283 commenti

I gusti di Ilcassiere

Stravagante storia "di un supereroe, di una famiglia e di un bambino con gli occhiali". Il primo lavoro di Cotroneo alla regia è uno strano mix tra commedia a tratti onirica e dramma che risulta tutto sommato piacevole, senza eccessi e senza pretendere di tracciare una morale conclusiva. Buona la ricostruzione dell'epoca e ottima la Golino, interprete di una solitudine molto vera ed intensa.

Gugly 28/10/12 18:32 - 1006 commenti

I gusti di Gugly

Se i personaggi presi singolarmente sono efficaci e simpatici (su tutti il superman partenopeo), lo stesso non si può dire del plot narrativo, indeciso tra bozzettismo, tocchi surreali e dramma morale, o meglio moralistico. Rimane uno spaccato di "come eravamo" alla fine degli anni 70, percepibile da quelli della mia età (le macchine, i maglioni, il borsello maschile!) e una messa in scena napoletana non completamente stereotipata. Ma è un po' pochino, per il cinema italiano moderno. Bravi Golino e Gifuni.
MEMORABILE: I poveri pulcini Primo, Seconda e Terzo....

Nando 21/11/12 17:11 - 3440 commenti

I gusti di Nando

Napoli fa da ambientazione per questo film in cui s'intrecciano le vicende di una famiglia in cui il protagonista è un ragazzino di 9 anni. Discreta la ricostruzione e simpatici alcuni momenti anche allegorici. Interessante il messaggio finale di Superman. Cast appropriato con l'affascinante Golino e un simpatico Di Rienzo; insulsa la Capotondi.

Pumpkh75 1/12/12 12:41 - 1273 commenti

I gusti di Pumpkh75

Rilettura onirica e delicata di uno spaccato d'Italia pulsante che oggi sembra lontano secoli e film. La struttura corale alterna naturalmente momenti riusciti ad altri meno, ma la prova degli attori in toto è assolutamente promossa, compresa la Capotondi e la regia, per essere di un esordiente, sorprendetntemente valida. Tra i classici momenti da commedia all'italiana e le contaminazioni pop da LSD, forse ci si aspettava qualche risata in più, ma è un difettuccio ampiamente perdonabile. Superiore a tante produzioni nostrane del periodo.
MEMORABILE: Il pulcino Terzo sul balcone; I rantoli di Superman di fronte alla borsa della Golino.

Pigro 15/01/13 11:28 - 7666 commenti

I gusti di Pigro

Quella del ragazzino riccioluto e occhialuto alle prese con una famiglia in cui convivono personaggi strambi e drammi quotidiani è la solita classicissima storia di educazione alla vita e al tempo stesso di rispecchiamento di un momento esistenziale e di un’epoca storica recente (qui Napoli primi anni 70). Ma la variante di Cotroneo è davvero deliziosa, intima e divertente, con personaggi (il cugino-Superman), situazioni e dialoghi azzeccati. Un film di ricordi spiritoso e intelligente, fatto col cuore, in cui risalta una Golino davvero ‘vera’.

Homesick 12/11/13 08:22 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

La trama, esile e piana, non espone nulla di nuovo: le solite fantasie dell’infanzia e il controverso approccio di questa al difficile mondo di adulti confusi, immaturi e incomunicanti. L’esordiente alla regia Cotroneo dirige però con garbo e professionalità, evitando cadute nel lezioso e nel volgare mentre i suoi attori, giovani e meno giovani, plasmano macchiette che suscitano simpatia e inducono al sorriso. La Napoli degli anni Settanta è ridipinta dall’abile Luca Bigazzi con toni vivaci e a tratti irreali e fumettistici. Ma il grande cinema italiano è ancora trapassato remoto.
MEMORABILE: Zingaretti che vuol far fare il bagno ai pulcini.

Cangaceiro 2/01/14 12:48 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Solito racconto di formazione che nel finale svela velleità da apologo sulla diversità, anche quella sessualmente intesa. La storia praticamente non c'è, è tutto un susseguirsi di strambi quadretti familiari in una Napoli settantiana che così com'è proposta non è granchè veritiera. L'unico momento riuscito e gioioso è la traversata aerea sopra la città sulle note di Life on Mars di Bowie. Fin lì i momenti fiabeschi erano stati tutti improponibili, buoni solo ad appesantire il film. La Golino è sempre stata così: sospesa tra biascicamento e recitazione.

Giùan 10/03/14 11:44 - 2817 commenti

I gusti di Giùan

L'esordio in regia di Cotroneo ha il valore aggiunto d'uno script sotto la cui superficie accattivante (e magari pure furbetta) penetra una sfaccettata complessità, cormai inusuale per la commedia italiana. Se ne vive così una visione ambigua, che ci attrae nel suo zuccheroso cono d'ombra ma ci lascia onestamente il tempo di soffermarci su questa serie di personaggi in cerca d'Autore. L'impressione personale ultima comunque è quella che questo Radio days sugli anni '70 si accontenti un po' troppo d'esser com'è. Commendevole la prova d'ensemble del cast.
MEMORABILE: Vincenzo Nemolato, il Superman nasone; Il tormentone dei pulcini morti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Galbo • 4/04/12 17:20
    Gran Burattinaio - 3735 interventi
    Disponibile in BR per Lucky Red con le seguenti specifiche tecniche (fonte dvd-store.it) Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano 5.1 DTS HD: Italiano Sottotitoli Italiano NU Inglese extra Scene tagliate Backstage Interviste Provino Foto Trailer Commento audio Contributi musicali Videoclip
  • Discussione Didda23 • 5/05/12 15:07
    Comunicazione esterna - 5687 interventi
    Va bene che la foto di Nemesi è molto bella, ma se posso esprimere la mia opinione mi sembra un tantino illogico avere la foto antecedente il fotogramma.
    Ultima modifica: 5/05/12 15:07 da Didda23
  • Discussione Zender • 5/05/12 16:39
    Consigliere - 43745 interventi
    E' illogico, ma qui proveniva da un altro film per cui è stata riutilizzata.
  • Discussione Gugly • 28/10/12 18:34
    Segretario - 4678 interventi
    Sinceramente mi aspettavo di più: in certe scene mancava poco all'effetto Bellavista.
  • Discussione Galbo • 29/10/12 06:59
    Gran Burattinaio - 3735 interventi
    A mio parere si tratta di un buon film, considerato che si tratta di un'opera prima. L'ambientazione è piacevole e gli attori bravi. Nel deprimente panorama attuale italiano, mi sembra già tanto...
  • Discussione Gugly • 29/10/12 13:18
    Segretario - 4678 interventi
    Non dico che non sia piacevole, questo no, ma il rischio bozzettismo a mio parere non è del tutto scongiurato: la Golino è bravissima ma, per esempio la Capotondi e Rienzo sono appena delineati e al limite del sopportabile.
  • Discussione Gugly • 29/10/12 15:14
    Segretario - 4678 interventi
    Al cast andrebbe aggiunto perlomeno Fabrizio Gifuni, che interpreta il ruolo breve ma importante del medico che prende in cura il personaggio interpretato dalla Golino; poi, se proprio vogliamo strafare, si potrebbe aggiungere Anita Caprioli, che recita il ruolo della Madonna nell'ideale classifica dei ruoli femminili importanti nella vita del piccolo protagonista :-) e anche Sergio Solli,antico sodale di Eduardo, qui nei panni del padre dei tre personaggi della Golino, di Rienzo e della Capotondi.
  • Discussione Galbo • 29/10/12 15:42
    Gran Burattinaio - 3735 interventi
    Gugly ebbe a dire: Al cast andrebbe aggiunto perlomeno Fabrizio Gifuni, che interpreta il ruolo breve ma importante del medico che prende in cura il personaggio interpretato dalla Golino; poi, se proprio vogliamo strafare, si potrebbe aggiungere Anita Caprioli, che recita il ruolo della Madonna nell'ideale classifica dei ruoli femminili importanti nella vita del piccolo protagonista :-) e anche Sergio Solli,antico sodale di Eduardo, qui nei panni del padre dei tre personaggi della Golino, di Rienzo e della Capotondi. concordo, e aggiungo che spesso nell'inserimento delle schede noto una certa "pigrizia": nel cast vengono inseriti pochi nomi e si tralasciano attori importanti che fanno ruoli magari piccoli ma significativi.
  • Discussione Zender • 29/10/12 16:18
    Consigliere - 43745 interventi
    Ok, aggiunto tutto. Sì, ogni tanto c'è della pigrizia, ma meglio pochi e presi da Imdb che tanti presi da altri siti.
  • Discussione Gugly • 29/10/12 16:26
    Segretario - 4678 interventi
    Grazie mille :-)