LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/05/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 3/05/07 00:41 - 4860 commenti

I gusti di B. Legnani

Tanto strepito per nulla. Grande delusione. Enorme costruzione scenografica, spesso barocca, con cast iperstellare. Il film affonda nella sua ipertrofia e nella mancanza di vero umorismo. Deliziosa Natalie Wood ma, per quanto lei sia bellissima, ciò è troppo poco per risorbirsi il polpettone.

Lovejoy 12/12/07 14:31 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Splendida epopea comico/avventurosa messa in scena con brio dal grande Blake Edwards. Il meglio di sè la pellicola lo dà soprattutto nella prima parte fino alla distesa polare. La seconda metà, con l'entrata in scena del sosia di Lemmon, si incarta un poco per poi riprendersi nello scoppiettante finale. Alcune scene sono memorabili e il cast è a dir poco eccellente. Dominano su tutti la diabolica coppia Lemmon/Falk, davvero strepitosa. Il film è dedicato a Stan Laurel e Oliver Hardy.
MEMORABILE: Tutte quelle in cui compaiono Lemmon e Falk e in particolare quelle iniziali.

Matalo! 10/12/08 12:48 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Slapstick d'antan per un film da me considerato meraviglioso in gioventù e che però con gli anni si è andato via via ridimensionando. Resta molto divertente e brillante nel suo andirivieni di auto e casini vari. Nel pauroso cast svetta per perfidia e divertimento Jack Lemmon assortito con il vice Walter Matthau. Da questo film trasse ispirazione il celebre cartoon della Warner con Penelope Pitstop e Dick Dastardly (ispirato proprio al personaggio di Lemmon).

Pigro 9/12/08 10:34 - 8223 commenti

I gusti di Pigro

Gara automobilistica da New York a Parigi in piena Belle Époque. Edwards si sbizzarrisce in un tripudio di scene comiche ispirate ai temi dell'epoca rievocata (come le rivendicazioni delle donne) o delle terre attraversate. Ottimi complici del regista sono i quattro protagonisti, soprattutto Lemmon e Falk in piena emulazione delle grandi coppie delle comiche d'antan. La prima parte, più propriamente legata alla corsa, è fulminante, la seconda - rallentata da un incongruo episodio di congiura reale - ammoscia tutto.

R.f.e. 10/05/09 09:51 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Aveva colpito molto la mia fantasia di bambino quando lo vidi, tanto che mi ricordo che a scuola (invece di studiare, ehm...) disegnavo sul quaderno le macchine che avevano colpito la mia immaginazione infantile (il razzo coi dentoni che usava Lemmon, ecc.). Negli anni l'ho molto ridimensionato, ma rimane divertente e piacevolissimo da vedere. E poi adoro Dorothy Provine (dappertutto, persino in "FBI Operazione gatto" e in "Se tutte le donne del mondo"...).

Homesick 17/08/09 08:12 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

La dedica a Laurel e Hardy riportata nei titoli di testa faceva temere uno slapstick ripetitivo e stantio; invece, il ritmo irrefrenabile della poliedrica sceneggiatura, la verve degli interpreti e il polso fermo di un signore della commedia come Edwards concepiscono un’opera spiritosa ed avvincente che regge senza intoppi per tutti i 150 minuti. Al volante della loro auto “00”, i diabolici pasticcioni Lemmon e Falk prefigurano due loro altrettanto scalognati epigoni del mondo dei cartoons: Dick Dastardly e Muttley!
MEMORABILE: Il sosia regale di Jack Lemmon. Il finale a Parigi.

Giacomovie 28/08/09 22:09 - 1359 commenti

I gusti di Giacomovie

Il divertimento è assicurato grazie a una miriade di trovate comiche, sketch brillanti e paradossali ispirati alla coppia Laurel-Hardy. Tranne un periodo interlocutorio verso i tre quarti della durata, il film non fa soffrire la sua lunghezza. I colori sono impeccabili e le svariate ambientazioni hanno richiesto un lavoro scenografico notevole. I titoli di testa sono particolari e verso la fine c’è uno dei principali festival di torte in faccia visto al cinema. Il personaggio di Lemmon deriva da quello di Peter Falk in Angeli con la pistola.

Saintgifts 22/01/12 10:55 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Oltre alla dedica alla famosa coppia Laurel-Hardy, in questa divertente commedia si omaggiano altri generi e film come i western (notevole la rissa)e i cartoons. C'è un evidente richiamo al Prigioniero di Zenda, Tony Curtis in un certo senso rifà il suo Houdini del '53. Era anche il momento per lavori del genere (dello stesso anno è Quei temerari sulle macchine volanti), mentre notevole peso viene poi dato alla donna e alla sua emancipazione. Gli anni non hanno giovato a questo film, che rimane tuttavia un buon lavoro e con ottime interpretazioni.
MEMORABILE: Le torte in faccia. La grande sensualità di Natalie Wood in guêpière.

Dannywilde 11/07/12 14:28 - 1 commenti

I gusti di Dannywilde

L'ho visto durante l'infanzia e me ne sono innamorato (tanto da rivederlo ogni anni o quasi). Pellicola immensa per durata (quasi 3 ore... ma passano in un fulmine) e dispendio di mezzi. Tutto è coloratissimo e surreale. Gli interpreti sono azzeccatissimi e ben assortiti e anche le parti di contorno sono superbe (guardare il pistolero interpretato da Larry Storch). È un cult perché il Grande Leslie (Curtis) è il nonno di Danny Wilde e la coppia Lemmon/Falk è Dustardly e Muttley. Bonvi ne farà un remake a strisce nei '70 (Marzolino Tarantola).
MEMORABILE: Le imprese del Prof. Fate; Cipolla e il piccione; L'inizio della corsa con le manomissioni di Carmelo; La faccia di K. Wynn al ballo con la racchia.

Rambo90 11/05/15 16:45 - 6597 commenti

I gusti di Rambo90

Divertente commedia che si ispira alla comicità slapstick in molte occasioni (non a caso è dedicato a Laurel e Hardy) senza però rinunciare a un sottotesto da commedia romantica. Nonostante la durata eccessiva non ci si annoia, grazie a un ritmo scatenato che Edwards impone fin dall'inizio, con molte gag che sembrano uscire da un cartone animato. Lemmon è fantastico nel suo doppio ruolo, più ingessato Curtis, splendida la Wood. Notevole.

Tony Curtis HA RECITATO ANCHE IN...

Berto88fi 8/02/19 14:20 - 206 commenti

I gusti di Berto88fi

Il rivedere oggi, dopo anni, un classico per l'infanzia ne affievolisce inevitabilmente la magia, ma grazie al ritmo sempre alto resta un prodotto godibilissimo, nonostante più di 50 anni sulle spalle (e un'eccessiva lunghezza). Sopra le righe in tutto: dai personaggi (l'immenso Lemmon e il simpatico Curtis) alle macchine in corsa, tra le quali risalta la mitica Hannibal 8 del Prof. Fate, zeppa di congegni sleali, in cerca di vittoria a tutti i costi. Indimenticabili le ottime musiche di Henry Mancini.

Lupus73 22/04/20 22:57 - 797 commenti

I gusti di Lupus73

Spumeggiante, poliedrica e sfarzosa commedia-kolossal. 1908, una corsa da N. Y. a Parigi con vari scenari come tanti frizzanti episodi passando per il west, i ghiacci d'Alaska e la Carpazia. Tony Curtis è lo stereotipo dell'eroe, vestito di bianco, vincente; mentre Jack Lemmon è il "nero" prof. Fate un villain, che col suo caricaturale assistente siculo (Falk), i suoi sinistri marchingegni, la sua oscura villa simil castello, sembra uscito da un fumetto darkeggiante (temi burtoniani ante litteram). Ispirò il cartoon Wacky races. Memorabile.
MEMORABILE: La tappa tra i ghiacci d'Alaska; Le invenzioni dell'oscuro prof. Fate; Gli intrighi al trono in Carpazia con doppio ruolo di Jack Lemmon.

Caesars 24/02/21 09:21 - 2865 commenti

I gusti di Caesars

Peccato, perché le premesse per qualcosa di meglio c'erano. Un ottimo cast attoriale (davvero spassosa la coppia Lemmon/Falk), la voglia di tributare i grandi Laurel & Hardy (a loro il film è dedicato) e i cartoon: molte idee divertenti. Però l'eccessiva lunghezza danneggia pesantemente il risultato finale. Tutta la parte relativa al complotto nel "principato" poteva essere evitata, o quantomeno accorciata drasticamente, con effetti positivi. La sequenza "torte in faccia" pare essere la più lunga (e quindi la più noiosa) mai realizzata in tale categoria.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 26/11/09 11:29
    Scrivano - 5618 interventi
    A Charlton Easton fu offerto il ruolo del grande leslie.
    Alla fine dovette rifiutare per altri progetti cinematografici.

    Fonte:Imdb
  • Musiche Columbo • 18/04/11 11:07
    Magazziniere - 1102 interventi
    Jack Lemmon, nei panni del tenebroso Dr. Fate, "suona" la Toccata e Fuga in Re min. di Bach su un organo Wurlitzer.
  • Homevideo Buiomega71 • 9/03/14 16:20
    Pianificazione e progetti - 22400 interventi
    In dvd per la Golem, disponibile dal 22/04/2014

    http://www.amazon.it/Grande-Corsa-Tony-Curtis/dp/B00IJJ9WGM/ref=sr_1_75?s=dvd&ie=UTF8&qid=1394378342&sr=1-75
  • Homevideo Xtron • 3/06/14 16:30
    Servizio caffè - 1846 interventi
    Ecco il dvd GOLEM

    Audio italiano-inglese
    Formato video 2.35:1 anamorfico
    Durata 2h28m09s

    Un'immagine dal dvd (si trova al min. 30:13)

    Ultima modifica: 3/06/14 16:37 da Zender
  • Homevideo Caesars • 5/12/19 13:55
    Scrivano - 12021 interventi
    Domani dovrebbe uscrire il bluray edito da A&R. Probabilmente si tratterà (come per il precedente Sentieri selvaggi) di un supporto masterizzato e non stampato. Per chi comunque fosse interessato lo stesso all'acquisto segnalo che su Mondadori Store si può prenotare a 9.90€ (la cifra più bassa che io abbia visto in rete)

    https://www.mondadoristore.it/La-grande-corsa-Blu-Ray-na/eai802356201742/
    Ultima modifica: 5/12/19 13:58 da Caesars
  • Homevideo Caesars • 20/01/20 12:14
    Scrivano - 12021 interventi
    Al link qui sotto si può leggere un commento al bluray targato A&R

    http://www.dvdessential.it/blu-ray/la-grande-corsa-1965-di-blake-edwards-t47568.html

    Giudizio generale positivo, unica pecca è la conferma che si tratti di disco masterizzato e non stampato.
  • Discussione Caesars • 24/02/21 09:39
    Scrivano - 12021 interventi
    Questa è una delle prime pellicole che vidi al cinema nella mia infanzia, motivo per il quale provo un certo legame "affettivo" verso di essa. Sicuramente ha frecce al suo arco che resistono alla prova del tempo (attori, colori, alcune trovate), ma alla lunga risulta sfiancante: difficile, se non impossibile, reggere il ritmo per 2h 40'. Credo che almeno 30' di tagli (davvero nel 1965 si poteva pensare che un'interminabile sequenza dedicata alle "torte in faccia" potesse divertire?) avrebbero giovato molto al risultato finale.
  • Homevideo Caesars • 24/02/21 09:43
    Scrivano - 12021 interventi
    Nel 1965 il film fu proiettato in URSS, ma tutta la parte ambientata in Russia venne tagliata, in quanto le autorità sovietiche ritennero che si facesse beffa della popolazione locale.
     
    Nel 1996 ila pellicola ebbe una "riedizione" in Francia. Anche in questa occasione vi fu un'amputazione dell'opera. Infatti tutta la parte, dopo la partenza della gara, ambientata nella redazione del giornale fu tagliata, perché ritenuta lesiva nei confronti delle suffragette, e del movimento di liberazione della donna, francesi.

    [fonte: Imdb]
    Ultima modifica: 24/02/21 09:44 da Caesars