La collezionista

Media utenti
Titolo originale: La Collectionneuse
Anno: 1967
Genere: drammatico (colore)
Note: E' il quarto dei Six contes moraux: sei film aventi tutti la stessa struttura (innamoramento per una donna; tentazione per un'altra; ritorno alla prima)
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/12/07 DAL BENEMERITO MFISK
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Mfisk 3/12/07 12:47 - 127 commenti

I gusti di Mfisk

Un film sulla bellezza, sul desiderio e sull'egotismo. Una costruzione puramente e freddamente intellettuale ravvivata dalla bellezza delle immagini e dei protagonisti, che a dispetto della sua cerebralità diventa appassionante, tanto che nel momento decisivo si sobbalza sulla poltrona. Adrien è in vacanza con Daniel in una casa dove è ospite anche Haydée, una collezionista di uomini. Pian piano il disprezzo di Adrien si trasforma in desiderio, che egli proietta sulla ragazza per non venir meno alla propria autostima.
MEMORABILE: La rottura del vaso e il successivo bacio tra Haydée e Adrien.

Homesick 25/09/12 18:13 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Nel prologo la macchina da presa indugia sui dettagli del giovane corpo della Politoff in bikini sulla spiaggia: è lei “la collezionista” (di uomini), il centro da cui si diparte l’analisi di Rohmer sui sentimenti e la conquista amorosa, qui negata dal non conciliarsi tra la razionalità dell’intelletto – e la coerenza interiore - e l’istintività della passione che attraversano l’intellettuale Bauchau. Il caldo paesaggio mediterraneo dipinge un placido clima vacanziero mentre i dialoghi scorrono lievi come nelle pagine di un romanzo, intervallati dalle considerazioni dell’io narrante. Aulente.
MEMORABILE: L’invettiva di Pommereulle contro la Politoff.

Giùan 2/02/13 10:57 - 3045 commenti

I gusti di Giùan

Raro anello debole nella massiccia catena cinematografica del più entomolog(ic)o dei registi francesi. Terzo dei 6 contes moraux, è lontano dalle vette filosofico teoretiche de La mia notte con Maud come dal vertiginoso intreccio di intelligenza e caso de Il ginocchio di Claire. Resta l'inconfondibile tratto rohmeriano, chirurgico nella costruzione delle inquadrature quanto arguto nel "muovere" personaggi e situazioni. A mancare però è l'altrettanto tipica naturalezza del suo cinema. C'è un che di stucchevole affettazione, particolarmente in Bauchau.
MEMORABILE: L'arrivo di Hertzberg (il ricco collezionista) che punzecchia Bauchau; La scena in cucina con Daniel che improvvisa in italiano con la domestica.

Daniela 28/11/19 12:22 - 9631 commenti

I gusti di Daniela

Un maturo antiquario passa un periodo di vacanza presso un amico che possiede una villa in Costa Azzurra. Ospite della casa è anche una ragazza dai costumi molto liberi, da cui l'uomo è attratto suo malgrado... Anche in questo "racconto morale" rohmeriano il legame con una donna trova alimento dalla tentazione di tradirla: stessa struttura quindi, ma minor leggerezza rispetto agli altri capitoli. Le disquisizioni del protagonista, che è anche voce narrante, suonano non solo letterarie, come del resto accade anche nelle sue opere più riuscite, ma artificiose oppure banali.

Kinodrop 19/08/20 20:26 - 1592 commenti

I gusti di Kinodrop

La vicenda è quasi inesistente e rappresenta solo un pretesto per verbose considerazioni pseudofilosofiche e pseudomoraleggianti da parte di un protagonista che, anche come voce narrante, ricopre il tutto con una rete di argomentazioni e di cavillosità intellettuali di stampo settecentesco, fuori tempo e fuori luogo. L'unico personaggio autentico è Haydée, che con la sua naturalità e sensualità si fa scivolare addosso tutti i puntigli e i giochi verbali che avrebbero voluto condizionarne la spontaneità e la forza vitale, rimanendo però con un pugno di mosche.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.