La città del vizio

Media utenti
Titolo originale: The Phenix City Story
Anno: 1955
Genere: gangster/noir (bianco e nero)
Note: I fatti raccontati nel film si ispirano a vicende realmente avvenute nella cittadina di Phenix in Alabama durante gli anni '50. In particolare, i personaggi interpretati da John McIntire e Richard Kiley corrispondono a quelli dell'avvocato Albert L.Patterson e suo figlio John.
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/04/13 DAL BENEMERITO MAX RENN
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Max renn 8/04/13 22:25 - 80 commenti

I gusti di Max renn

Coinvolgente gangster movie anni 50 nel quale l'attenta regia di Karlson descrive con stile semidocumentaristico la dura realtà di Phenix City, cittadina dell'Alabama in cui spadroneggiano corruzione e gioco d'azzardo. Alla visione disincantata/cinica tipica del noir, il film aggiunge alcune componenti decisamente in netto anticipo sui tempi. Infatti, l'esplicita rappresentazione della violenza e l'analisi della struttura malavitosa sembrano essere precorritrici di quel filone gangsteristico anni 70 inauguarato dal Mean streets di Scorsese. Notevole.

Cotola 4/04/20 12:50 - 7455 commenti

I gusti di Cotola

Noir, ispirato ad eventi reali, dallo stile realistico-documentaristico, si veda ad esempio tutta la parte iniziale, che si segnala, a tratti, per la sua crudezza: per quei tempi alcune situazioni narrative, non dovevano essere affatto leggere per il pubblico. Un plauso va quindi fatto alla sceneggiatura che sa anche creare un buon grado di coinvolgimento nello spettatore. Il finale è un po' affrettato, ma all'epoca i film non "eccedevano" in durata: qui si va dritti al sodo (un po' troppo), senza fronzoli. Ottima la prova di John McIntire.

Daniela 8/02/20 10:22 - 9206 commenti

I gusti di Daniela

La città del titolo è Phenix in Alabama che negli anni Cinquanta era dominata dalla malavita organizzata che controllava sale da gioco e prostituzione con la complicità della polizia corrotta e la compiacenza di politici interessati. Ispirandosi a fatti reali, Karlson racconta la storia di come i cittadini onesti riuscirono a liberarsi dal gioco con uno stile semi-documentario, secco e talvolta brutale nell'ambito di un film corale in cui spicca l'umanità di un avvocato che vorrebbe farsi i fatti propri ma non può tirarsi indietro di fronte al crimine, interpretato con finezza da McIntire.
MEMORABILE: L'omicidio fuori campo della bambina nera, il cui corpo è gettato nel giardino del reduce come "ammonimento" su quel che potrebbe accadere ai figli.

Nicola81 15/02/20 19:41 - 1924 commenti

I gusti di Nicola81

Sembra incredibile che in un paese che ha sempre preteso di impartire lezioni di democrazia al mondo intero esistessero autentiche zone franche in cui a dettare legge era la criminalità. Lontano dal buonismo tipico di certo cinema americano (la violenza non risparmia nemmeno i bambini e anche il finale, per quanto ottimista, è tutt'altro che trionfalistico), Karlson realizza uno dei suoi film migliori, coniugando il rigore dell'inchiesta con le atmosfere del gangster movie e la tensione del thriller. Adeguati gli interpreti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Daniela • 8/02/20 10:41
    Consigliere massimo - 5068 interventi
    I fatti raccontati nel film si ispirano a vicende realmente avvenute nella cittadina di Phenix in Alabama durante gli anni '50.
    In particolare, i personaggi interpretati da John McIntire e Richard Kiley corrispondono a quelli dell'avvocato Albert L.Patterson e suo figlio John.

    A seguito dell'assassinio del primo, avvenuto nel giugno 1954 mentre era in corsa per essere eletto come procuratore generale, le autorità fino ad allora reticenti ed omissive furono costrette ad intraprendere misure drastiche contro le attività dei criminali che gestivano sale da gioco, prostituzione, spaccio di stupefacenti.
    Questa politica di rigore venne poi continuata da John Patterson una volta che questi venne eletto Procuratore generale.

    Fonte (inglese): https://phenixcityal.us/our-community/history/
  • Curiosità Daniela • 8/02/20 10:48
    Consigliere massimo - 5068 interventi
    I titoli di testa del film sono preceduti da un prologo (non doppiato in italiano) di circa 14 minuti a carattere strettamente documentario che inquadra storicamente la vicenda e contiene alcune interviste ai reali protagonisti e a cittadini comuni.