L'uomo senza paura

Media utenti
Titolo originale: Man without a star
Anno: 1955
Genere: western (colore)
Regia: King Vidor
Note: Soggetto dal romanzo omonimo di Dee Linford pubblicato nel 1952.
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/07/09 DAL BENEMERITO SAINTGIFTS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Saintgifts 22/07/09 14:26 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

È il filo spinato il protagonista di questo buon western. Kirk Douglas è molto credibile come cow boy vissuto e in cerca di terre libere. Il suo personaggio passa da momenti di umore festaiolo a momenti di grande rabbia e crudeltà, passando attraverso situazioni eroticamente piccanti aiutate anche da una protagonista spregiudicata sia negli affari come nell'amore. La regia di Vidor è eccellente e il film scorre appassionando lo spettatore. Ci sono anche buone trovate e i cow-boy fanno veramente i cow-boy! Canzone cantata da Frankie Laine.
MEMORABILE: La meraviglia di Douglas quando vede la stanza da bagno completa di vasca, all'interno dell'abitazione della "padrona".

Giùan 9/05/11 12:19 - 3179 commenti

I gusti di Giùan

Bel western classico dal ritmo rapido, incisivo, senza fronzoli. King Vidor dirige la sua mandria (pardon troupe) da gran Capoccia qual è sempre stato permettendosi di tratteggiare con vigoria non esente da umana simpatia i suoi personaggi e stabilendo tra loro originali relazioni: un Kirk Douglas dal fisico scolpito nella roccia in fuga dal filo spinato e dai ricordi, il bel bamboccio Will Campbell, la sinuosa e magnetica Jeanne Crain, Claire Trevor matrona sì per professione ma Signora vera.
MEMORABILE: La scena del bacio allo scrittoio tra Kirk e la Crain: satura di erotismo trattenuto. La lezione da pistolero fromboliere che Douglas dà a Campbell.

Daniela 14/04/17 02:00 - 9963 commenti

I gusti di Daniela

Cowboy trova lavoro presso un ranch di proprietà di una donna ben decisa a trarre tutto il profitto possibile dai suoi allevamento, anche se questo vuol dire mettersi contro i proprietari delle altre mandrie... Douglas al top della forma fisica e del fascino virile, scanzonato ma segnato da un intimo tormento: uno spirito libero che vede nell'avanzata del filo spinato la fine degli spazi sconfinati della frontiera ma nello stesso tempo è consapevole dell'inevitabilità di quanto sta accadendo, tanto da passare dall'altra parte della barricata. Bel western classico, arioso, ben dosato nei toni.
MEMORABILE: La mandria lanciata contro il filo spinato e lo scontro a fuoco al galoppo

Puppigallo 24/02/21 09:26 - 4563 commenti

I gusti di Puppigallo

Calza a pennello a Douglas il ruolo di veloce pistolero scanzonato, sbruffone, ma anche capace di impartire lezioni di vita a un giovane inesperto e facilmente influenzabile. L'istrionico attore ruba la scena a tutti, bella e caratterialmente forte compresa di turno. Gli ingredienti ci sono: i vasti pascoli, i cowboy, la feccia umana e una donna capace di ammaliare e mettere zizzania. Non sarà un caposaldo del western, ma di certo non annoia, grazie anche agli scambi verbali tra Douglas, la proprietaria e la carogna e agli insegnamenti al ragazzo. Riuscito.
MEMORABILE: "Odio il filo spinato e chi ne fa uso"; Al ragazzo "Lascia le briglie al cavallo, lui sa che fare"; "E' grave?". "Mi riduco peggio col rasoio".

Jay C. Flippen HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Digital • 12/03/18 13:40
    Segretario - 3154 interventi
    Dvd A&R disponibile dal 06/04/2018.