L'uomo della guerra possibile

Media utenti
Anno: 1984
Genere: drammatico (colore)
Note: Tratto da "Il diario di un provocatore" di Dario Paccino. Filmato nel 1979, distribuito al Festival di Venezia del 1984 col titolo di "Una notte di pioggia", infine distribuito col titolo "L'uomo della guerra possibile" nel 1986.
Numero commenti presenti: 6

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/02/10 DAL BENEMERITO FAUNO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fauno 12/02/10 16:05 - 1955 commenti

I gusti di Fauno

Tutt'altro che trascurabile. Fatto molto bene nella concatenazione e drammaticità sugli esperimenti per un eventuale conflitto atomico. Suggestionanti la comunità sul Gran Sasso e il monologo testamentario del protagonista. Se vi capita vedetelo e tenetelo nella vostra collezione.
MEMORABILE: Pure i sommozzatori possono avere grossi problemi...

Schramm 31/10/20 17:18 - 2483 commenti

I gusti di Schramm

Un vaccino anti-radiazioni, nientemeno, ed è subito Alfred. C/c filmico in rosso per Costantini, lesto nel sbagliare ogni virgola: del ritmo, il perenne stand by; dell'assetto registico-produttivo, il 100% di precarietà organizzativa; della tecnica, il soldo mancante per arrivare a un cent; dello script, il naufragio senza relitti cui aggrapparsi; degli spunti narrativi, lo stadio pupale; del sostrato attoriale, ogni imbarazzo; dell'impegno militante, il mutismo selettivo. Ok, tira brezza avatiana nella sinistra autarchia di Roccamara, ma nei restanti 70' si trangugia aria mangiata.

B. Legnani 30/11/20 23:59 - 4836 commenti

I gusti di B. Legnani

Incredibile film complottistico. Ambizione quanto mai spropositata rispetti ai mezzi (scarsi), alla trama (folle), alle interpretazioni (mediocri), alle ambientazioni (la Zona super-riservata della Centrale sembra uno scantinato). Si aggiungono snodi faciloni o inesatti (il sommozzatore che decifra le indicazioni delle diapositive; un luogo identificato con una sola coordinata, che peraltro non è esatta né come latitudine, né come longitudine rispetto al luogo poi definito!), personaggi che spariscono inspiegabilmente, raccordi mancanti. C'è, per chi si contenta, Adriana Falco.
MEMORABILE: "Come fai a dire che si tratta di una esplosione?" "Perché è l'ipotesi più probabile": ma in base a cosa??? L'incredibile telefonata alla giornalista.

Markus 2/12/20 20:07 - 3364 commenti

I gusti di Markus

Spionistico con complotto, davvero un classico. Stavolta siamo nel sottobosco del cinema bis italico per pochi: un film del 1979 uscito una manciata di giorni al cinema... nel 1986 (!). Esordio dietro la macchina da presa per Romeo Costantini, che sceglie la via non semplice d'un film che negli intenti vorrebbe avere qualche velleità autoriale ma che in realtà subisce la piaga di dialoghi poco curati e una storia che fa acqua da tutte le parti. Le discrete interpretazioni in parte risollevano le sorti della pellicola.

Panza 10/12/20 14:44 - 1523 commenti

I gusti di Panza

C'è più voglia di raccontare che capacità di farlo e i risultati si vedono: struttura narrativa sconnessa, didascalismo a go go, inconsapevole retorica, regia ingessata. Opera ingiustificatamente lenta, dove gli spunti di critica all'energia nucleare e di fantapolitica vengono annacquati in un racconto confuso con riempitivi e code di scene tranquillamente eliminabili, mentre paradossalmente mancano le scene necessarie a chiarire alcuni passaggi che restano invece impliciti. Talmente confusionario da suscitare uno strano fascino, anche se è necessario avere pazienza nella visione.
MEMORABILE: La visita al paese abitato dai vecchietti.

Cotola 7/01/21 22:14 - 7692 commenti

I gusti di Cotola

Terribile. Non tanto per la povertà di mezzi con cui è girato che non è certo una colpa, quanto per l'incapacità di raccontare una storia dalle ambizioni spropositate. Cade più volte nel ridicolo a volte nei dialoghi, a volte nelle situazioni e negli snodi narrativi in alcuni casi lacunosi per lo sviluppo della storia quando non totalmente inverosimili o buttati lì. Manca anche di quel fascino malsano che a volte hanno queste operazioni, nonché di ritmo (che si rivela lentissimo), di divertimento o anche di un solo momento azzeccato o minimamente riuscito. Insomma manca di tutto.  

Andrea Aureli HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Kanon • 13/08/17 07:58
    Fotocopista - 818 interventi
    Filmato nel 1979 ma distribuito nel 1986