L'ultima ora

Media utenti
Titolo originale: L'heure de la sortie
Anno: 2018
Genere: thriller (colore)
Note: Soggetto tratto dal romanzo omonimo scritto da Christophe Dufossé pubblicato nel 2002.
Numero commenti presenti: 6

LE LOCATION

I COMMENTI

In attesa di comparire nel box Ultimi commenti: Cinecologo (24/11/20 19:53)
TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/07/19 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 26/07/19 09:47 - 7599 commenti

I gusti di Cotola

Un supplente finisce in una classe d'elité dopo che il precedente collega aveva tentato il suicidio: il rapporto coi ragazzi sarà molto difficile e riserverà non poche sorprese. Notevole opera prima, interessante e dalla regia semplice, sobria e senza fronzoli. Ma la riuscita del film è soprattutto merito di una bella sceneggiatura (dello stesso regista) che sa creare una tensione crescente che si mantiene alta fino alla fine, coinvolgendo lo spettatore. Riuscita anche la colonna sonora. Il film mette anche sul tavolo temi importanti ma è gustoso anche solo come film di genere.

Daniela 27/01/20 08:14 - 9621 commenti

I gusti di Daniela

Chiamato a sostituire un collega dopo che questi ha tentato il suicidio, un supplente scopre che alcuni tra i più dotati allievi della sua classe si comportano in modo non conforme alla loro età e praticano segretamente rituali sado-masochistici... Originale thriller di ambientazione scolastica in cui, nascosta dietro riflessi fanta-horror alla Villaggio dei dannati, emerge una visione inquietante del futuro che trova nella raggelante sequenza conclusiva la sua rappresentazione plastica. Regia asciutta, tensione costante sostenuta da una magnetica colonna sonora, cast in parte.

Galbo 25/01/20 16:05 - 11444 commenti

I gusti di Galbo

In apparenza un film su una classe di allievi più dotati della media, in realtà un efficace thriller psicologico (con una forte componente ecologista) su un gruppo di personalità disturbate (o apparentemente tali), e su un docente che attraversa un percorso di stress emotivo e di paranoia. Ben scritto, interpretato e diretto, un film dalla tensione crescente ben sottolineata da una colonna sonora ipnotica. Efficace finale all'insegna del pessimismo.

Kinodrop 3/02/20 20:01 - 1589 commenti

I gusti di Kinodrop

Un supplente ancora laureando si ritrova a "combattere" con una classe di "studenti modello" concentrati sul proprio ego e sul disprezzo e sul rifiuto degli altri. Alcune inquietanti circostanze daranno l'avvio a un thriller dai connotati morbosi tra ecologismo intransigente e rituali crudeli. Inizia con una buona dose di suspense e un'atmosfera ambigua e coinvolgente che purtroppo alla lunga non regge per alcune inutili digressioni, compreso il finale "futuribile". Restano comunque una buona sceneggiatura, la prova attoriale di Lafitte e la OST.
MEMORABILE: Le indisponenti facce dei sei "genietti"; La collezione dei DVD ecologisti; Le insopportabili esibizioni del coro; I riti.

Capannelle 25/10/20 01:25 - 3741 commenti

I gusti di Capannelle

Il professore contro il gruppetto di ragazzi: qual è il confine tra realtà e paranoia, chi ha le armi giuste per prevalere? Lafitte nel ruolo del professore è molto bravo, la sceneggiatura lo assiste almeno per la prima parte del racconto ma al momento di tirare le somme si perde il capitale accumulato tra confronti esagerati e un finale che non soddisfa granché. La regia è volutamente senza fronzoli ma attenta ai caratteri e con la sua personalità; tuttavia qualcosa in più si poteva osare.

Cinecologo Oggi 15:20 - 46 commenti

I gusti di Cinecologo

Greta Thunberg incontra i Sex Pistols di "No future". Di fronte all'imminenza della catastrofe, la folle consapevolezza delle nuove generazioni matura un nichilismo post-moderno: non urlato ma trattenuto, silenziosamente e arrendevolmente autolesionistico. Così questi giovani crescono in un ambiente in cui la morte si respira già dalla prima inquadratura (di animali impagliati), in cui l'adultità si dimostra peterpanesca quando non totalmente folle, in cui l'angoscia è la quotidiana sirena di esercitazioni antiterroristiche. Peccato per il finale: troppo didascalico e moralistico.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daniela • 26/01/20 21:15
    Consigliere massimo - 5284 interventi
    Film disponibile sulla piattaforma Amazon Prime.
    Ultima modifica: 27/01/20 08:12 da Zender