LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/03/07 DAL BENEMERITO FABBIU
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 3/03/07 19:45 - 2003 commenti

I gusti di Fabbiu

Renzo Montagnani è bravo e molto simpatico; interpreta il ruolo di un ricco industriale che, ossessionato dai sequestri di persona, si trasferisce in un paese meridionale (Martina Franca provincia di Taranto, con stupendi scenari antichi) e si finge povero su consiglio del suo assistente Lino Banfi (personaggio molto di contorno e poco comico, molto contenuto e quasi inutile). Nel frattempo se la fa con la Fenech, professoressa del figlio, che non manca di mostrare qualche nudo integrale. Brutto.

Undying 9/08/07 00:00 - 3833 commenti

I gusti di Undying

Film strettamente legato a L'insegnante viene a casa, quest'ultimo realizzato l'anno seguente con un medesimo cast artistico e cambio di regia (firmerà Tarantini). C'è un motivo di continuità con il titolo precursore (ed apripista) diretto nel '75 da Nando Cicero, e non è solo la presenza, nei panni discinti dell'insegnante, della Fenech, quanto la co-sceneggiatura di Francesco Milizia (assieme a Tito Carpi). Al di là del sempre piacevole aspetto della divina Edwige, i dialoghi rasentano l'idiozia, pur essendo funzionali alla grezza comicità.

Daidae 16/02/09 16:36 - 2839 commenti

I gusti di Daidae

Tra i film sul genere "insegnante sexy" della commedia all'italiana è uno dei migliori. Stupenda la Fenech con capigliatura rossiccia, divertentissimi Montagnani, D'angelo e Vitali. Si ride parecchio soprattutto nella prima parte. Sposito sordo ne La liceale nella classe dei ripetenti è qui cieco come una talpa, tanto da scambiare una vacca per una signora. Ottimo Dino Emmanueli nella parte di un severo prete-direttore.

Belfagor 21/12/09 10:31 - 2635 commenti

I gusti di Belfagor

Flm grezzo nella più celebre tradizione degli anni '70, ma che ha almeno due punti a favore: la bellissima e maliziosa Fenech e l'ironia di Montagnani & Vitali. Il ritmo leggero lo rende migliore del successivo L'insegnante viene a casa e le gag degli studenti strappano più di una risata. Peccato che Banfi sia defilato in un ruolo di poco conto. Divertenti, invece, Sposito ed Emmanueli.
MEMORABILE: Vitali che recita "Il passero solitario".

Funesto 3/04/10 10:24 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Molti punti in comune con L'insegnante viene a casa (ci sono il riccone che mette le corna alla moglie e alla fine rimane solo, la prof che affitta un appartamentino e il caratterista Carlo Sposito) e con L'insegnante (lo studente che ama la prof, gli scherzi al prof più ingenuo, la presenza di D'Angelo sempre nel ruolo del prof di motoria) non lo rendono certo un buon film; anzi, fa ridere poco (nonostante il cast stellare) e non valorizza a dovere il giunonico corpo della Fenech (che mostra solo due fugaci nudi). Delude, anche se non annoia.
MEMORABILE: Tutte le volte in cui Sposito non entra nel bagno ma... in sala professori!

Pinhead80 14/05/10 14:56 - 4070 commenti

I gusti di Pinhead80

Divertentissima commedia casereccia che vede come indomiti mattatori la coppia Montagnani (nei panni di un ricco industriale) e Banfi (il suo segretario), alle prese con intrighi e corna. Non manca nulla, dalle scene di doccia alla prorompente Fenech all'immancabile Vitali. Si ride di buon gusto. Consigliata la visione in una calda serata estiva.
MEMORABILE: L'insegnante "orbo" di italiano che continua a scambiare l'aula professori per il wc.

Mco 28/12/10 18:03 - 2177 commenti

I gusti di Mco

Solito Montagnani viveur allo stato brado, in cerca di avventure torbide, qui con una splendida Fenech. Il paese dove la franco-algerina svolge la sua mansione è travolto dalla bellezza di costei e sia i grandi che i meno grandi perdono la tramontana. Immancabili qualche nudo sfuggente con bella mostra dei seni torniti alla perfezione e le prestazioni attoriali del mitico Alvaro Vitali. Banfi non è al centro dell'attenzione, peccato...

Stefania 14/08/11 03:27 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Deludente rispetto al capostipite, L'insegnante di Cicero, che era un ottimo esemplare di Cinema dell'Assurdo. Qui, si introduce quello che in seguito diverrà un tòpos del genere: la rivalità tra padre e figlio per la conquista della stessa donna, ma direi che in questo film il figlio è un adolescente troppo tormentato, geloso e... quasi innamorato. Troppo, per non rendersi un po' pesante. Per fortuna ci sono Banfi e D'Angelo, perché anche Vitali è troppo nelle righe, e Montagnani, come al solito, non ha poi una grande vis comica: è solo simpatico. Come il film, nel suo insieme.
MEMORABILE: L'insegnante semicieco e i disastrosi esercizi ginnici di D'Angelo.

B. Legnani 12/07/12 16:32 - 4908 commenti

I gusti di B. Legnani

Terribile commediaccia sul solito soggetto di Milizia. Non si sorride praticamente mai, figuriàmoci le risate. Decisamente inferiore ad altre pellicole del medesimo filone. L'ambientazione negli interni dell'alberghetto è pure un po' deprimente. Bravi attori, ma qui senza sbocco, per il livello infimo della sceneggiatura. Alla fine dei conti si ricordano volentieri solo volto, tettine e vocina di Niki Gentile.

Cinefolle 5/08/12 18:48 - 21 commenti

I gusti di Cinefolle

Abbastanza divertente, ma tra i più sciatti del filone, almeno come location, fotografia, tutto ciò che attiene al profilmico... Devono averlo girato a novembre, visto che per tutto il film domina un grigiore pauroso. Più fedele al modello della commedia sexy scolastica, compresi i professori assurdi (lo scorreggione orbo è fantastico). Vitali c'è e non c'è, Montagnani strappa qualche sorriso, ma niente più. La Fenech al massimo splendore.
MEMORABILE: Vitali che per errore palpeggia Montagnani sotto la doccia.

Gianfranco D'Angelo HA RECITATO ANCHE IN...

Motorship 23/11/12 17:23 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Non male! Diciamo che è molto divertente, anche se poi si vede che è un film realizzato un po' all'acqua di rose, come tanti film di questo genere. Merito anche delle belle performance dei mattatori all'interno del film: Renzo Montagnani, Lino Banfi (nonostante sia solo di contorno), Alvaro Vitali e Gianfranco D'Angelo danno luogo a schetch e gag davvero esilaranti (notevoli i duetti con Banfi e Montagnani). La Fenech è bellissima come sempre, anche se non si spoglia molto. Tra i caratteristi spiccano Emanuelli e Sposito. **!

Rogerone 9/02/13 18:10 - 55 commenti

I gusti di Rogerone

Inferiore al predecessore: il risultato è una farsa che fa poco ridere (si salva solo Alvaro Vitali, che a scuola è sempre divertente guardare) con una sceneggiatura piatta e gag poco riuscite. Erotismo quasi nullo, a differenza che nel precedente capitolo. La Fenech è sempre un incanto, ma rimaniamo nei confini del filmetto. Montagnani e Banfi sono mal sfruttati. Si girò nell'autunno 1977 e uscì nella primavera del 1978 con risultati accettabili al botteghino. Ma il risultato è scarso, molto scarso *
MEMORABILE: Edwige sotto la doccia con le poppe insaponate vale il prezzo del biglietto.

Herrkinski 17/01/14 03:46 - 5683 commenti

I gusti di Herrkinski

La Fenech riprende il ruolo classico dell'insegnante sexy, contornata da un buon numero di classici mattatori del genere e con un esperto in regia come Laurenti. Nonostante l'accoppiata Montagnani-Banfi (più l'immancabile Vitali) non tutte le gag vanno a segno; anche D'Angelo, che riprende il ruolo del prof di ginnastica, non fa ridere come nel prototipo L'insegnante. Tra scherzi scolastici, qualche doccia e qualche equivoco, si procede sui binari del genere senza troppa verve, anche se nel complesso il film si lascia vedere senza problemi.
MEMORABILE: Montagnani a Vitali: "Vai a casa, abbraccia la tazza del cesso e canta 'Non son degno di te!".

Saintgifts 20/05/14 09:16 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Non bastano i peti del professore "cecato", i fugaci nudi della Fenech (bella fin che vuoi, ma sempre sopravvalutata) o le trovate di Vitali (che in questo caso finalmente arrivano a conclusione) per far crescere il punteggio di un film che non riesce a raggiungere il suo unico scopo, quello di divertire. Film da vedere in compagnia dove forse le risate possono venire da qualche battuta sagace di uno spettatore in vena.

Gabrius79 13/06/14 01:49 - 1253 commenti

I gusti di Gabrius79

Scollacciata commedia della serie dedicata all'insegnante con una bella Edwige Fenech che mostra le sue grazie a fronte di una sceneggiatura pecoreccia e poco accattivante. Alcune gag sono comunque riuscite grazie a Montagnani e Banfi che sono sotanzialmente poco utilizzati. Carlo Sposito impagabile nel ruolo del professore miope. Vitali e D'Angelo se la cavicchiano.

Markus 25/06/14 12:36 - 3400 commenti

I gusti di Markus

D'ambientazione pugliese, il film continua la saga de L'insegnante la cui prorompente avvenenza (Edwige Fenech nei panni di una professoressa d'inglese) turba la vita a scolaretti indisciplinati e insegnanti gaudenti; insomma, i bassi istinti primordiali prendono il sopravvento generando situazioni “pochadistiche”. Un po' volgare - ma ci sta, nel genere - il film conta su un ricco stuolo di caratteristi e comici che, grazie alla loro vitalità, in parte compensano la flebile sceneggiatura.

Homesick 9/01/16 11:04 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Si ride di gusto e il tempo scorre veloce senza pensieri o pretese, quindi si può dire che la commedia di Laurenti abbia eseguito bene il suo compito. Il merito è da ascriversi in primo luogo ad un cast comico di prima grandezza, che plasma vivaci figure provinciali di cummenda (Montagnani), segretari furbastri (Banfi), preti venali ed intrallazzatori (Emanuelli) e macchiette scolastiche di studenti (il pestifero Vitali) e professori (il miopissimo Sposito e il maldestramente ginnico D'Angelo). La Fenech partecipa con la consueta finezza e i pochi nudi a lei riservati.
MEMORABILE: L'incontro di Montagnani con lo spazzino Jimmy il Fenomeno; La visione dello spogliarello "inglese" della Fenech; La gita; La recita dell'Otello.

Minitina80 30/08/16 16:49 - 2512 commenti

I gusti di Minitina80

Non riuscitissima commedia che cerca un senso tra le solite battute triviali, scherzi piuttosto risibili e qualche seno nudo fine a se stesso. Tra le tante del filone sexy non è tra le più divertenti e ci si annoia a morte, soprattutto per le vicende tra l’insegnate e l’alunno innamorato. Si conclude gigioneggiando l’Otello sperando di chiudere in stile, ma così non è perché ormai si è arrivati saturi a certi tipi di sketch. Un episodio decisamente dozzinale e sotto tono su cui è meglio non perdere troppo tempo.
MEMORABILE: La macchina targata Cartagine!

Pessoa 17/09/17 22:55 - 1484 commenti

I gusti di Pessoa

Commedia sexy di Laurenti fra i peggiori esempi del periodo. I canoni del genere ci sono tutti, per carità, e anche il cast vede la presenza di molti fra i maggiori esponenti del genere; quello che manca è una storia che sia una e una sceneggiatura degna di questo nome. Vedere bravi attori come Montagnani e Banfi in film di questo livello sa davvero di occasione sprecata. Confezione molto arrangiata che cerca (senza trovarla) la risata per le strade più ovvie. Si salva qualche bella immagine della Puglia e poco altro. Evitabilissimo!

Giacomovie 6/10/17 18:59 - 1362 commenti

I gusti di Giacomovie

In una scuola si susseguono equivoci comici banali ma simpatici, specie dopo l'arrivo di una nuova insegnante. Il cast è affiatato ma in questa occasione non si esprime al meglio, il lato sexy è assicurato (anche se ridotto rispetto ad altri film dello stesso filone) ma non si va oltre la simpatia verso un prodotto di semplice evasione demenziale.

Mariano Laurenti HA DIRETTO ANCHE...

Rufus68 28/10/19 23:19 - 3343 commenti

I gusti di Rufus68

Lo snodo centrale della trama (la Fenech insegnante e il teenager innamorato) è poco più d'un pretesto eppure toglie spazio e ossigeno ai comprimari e ai caratteristi che dovrebbero costituire il vero film. D'Angelo, Montagnani, Banfi e Vitali agiscono, infatti, col freno a mano tirato e le loro sparate sono estemporanee e tutto sommato inconsistenti. Solo il Lino nazionale riesce a regalare qualche frizzo verbale ("gli Apascioli" con la "pirogola"), ma è poca cosa.

Siska80 29/04/20 10:20 - 1200 commenti

I gusti di Siska80

Trama noiosa a base di complotti e corna che si concede persino clamorose sponsorizzazioni di celebri marche. Banfi e Montagnani incredibilmente sotto tono e messi a disagio da gag banali. La Fenech è sempre un bel vedere, ma ovviamente non basta da sola a salvare un prodotto che ha i suoi unici momenti esilaranti quando le scene si concentrano su professori e alunni.
MEMORABILE: La gita al santuario, con Petruzzelli schiaffeggiato di continuo senza un perché dal professore con la faccia da pazzo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Markus • 7/04/09 09:01
    Scrivano - 4808 interventi
    ...direi un volto drammatico! con quelle guanciotte rosse...
    Che poi è una donna o un uomo? bah...

    X chi vuole vedere la curiosità:

    https://www.davinotti.com/forum/curiosita/l-insegnante-va-in-collegio/40005426#100022626
  • Discussione Geppo • 7/04/09 17:15
    Addetto riparazione hardware - 4166 interventi
    il volto (in fondo) a destra sembra quello di Ugo Fangareggi!
  • Discussione Zender • 7/04/09 17:19
    Consigliere - 44424 interventi
    E'vero Geppo, ci avevo pensato subito anch'io!
  • Curiosità R.f.e. • 6/10/09 14:13
    Call center Davinotti - 853 interventi
    Doppiatori italiani:

    *Micaela Esdra (*): Edwige Fenech
    *Sandro Acerbo: Leo Colonna
    *Michele Gammino: Jacques Stany

    doppiaggio: C.D.


    (*) - Micaela Esdra ha doppiato la Fenech, se non vado errato, soltanto due volte, in questo film e in Il vizio di famiglia. Indubbiamente una delle voci femminili più belle in assoluto del doppiaggio italiano - in un intervista, mi raccontò che uno dei suoi primi doppiaggi importanti da bambina, aveva 10 anni all'epoca, fu quello della piccola Diana [Diane Sansoi] in Ti-Koyo e il suo pescecane diretto da Folco Quilici nel 1962 - secondo me è comunque inadatta per dare la voce a una donna formosa come la Fenech. Le dona un tono "da adolescente" che stona parecchio con il fisico dell'attrice.
  • Curiosità Fabiodm102 • 26/10/10 01:25
    Disoccupato - 347 interventi
    R.f.e. ebbe a dire:
    Doppiatori italiani:

    *Micaela Esdra (*): Edwige Fenech
    *Sandro Acerbo: Leo Colonna
    *Michele Gammino: Jacques Stany

    doppiaggio: C.D.


    (*) - Micaela Esdra ha doppiato la Fenech, se non vado errato, soltanto due volte, in questo film e in Il vizio di famiglia. Indubbiamente una delle voci femminili più belle in assoluto del doppiaggio italiano - in un intervista, mi raccontò che uno dei suoi primi doppiaggi importanti da bambina, aveva 10 anni all'epoca, fu quello della piccola Diana [Diane Sansoi] in Ti-Koyo e il suo pescecane diretto da Folco Quilici nel 1962 - secondo me è comunque inadatta per dare la voce a una donna formosa come la Fenech. Le dona un tono "da adolescente" che stona parecchio con il fisico dell'attrice.
    Infatti Micaela Esdra di solito doppiava Gloria Guida... Mentre la voce che più sposava Edwige Fenech era quella di Vittoria Febbi (grandissima), ma è stata doppiata anche da Solveig D'Assunta.
  • Homevideo Rogerone • 20/12/12 15:45
    Galoppino - 178 interventi
    Anche qui - come nel precedente capitolo - l'edizione in dvd è affidata alla NoShame.

    Il film viene presentato nel suo corretto formato cinematografico 16:9 1:85:1.
    Sottolineo - questo riguarda per tutte le mie recensioni - che quando parlo di corretto formato è sottinteso che sia anamorfico.

    La qualità audio/video è uguale a quella che passa in tv. Quindi un po scarsetta. Però (io che guardo i dvd su tv Hd con riproduttore Blu-Ray, quindi upscalato) a me non dispiace, nel senso che il film è guardabilissimo e presenta quei tipici difetti da film anni '70 che tutto sommato rendono l'atmosfera del periodo, senza disturbarne più di tanto la visione.

    I menu sono bellissimi, in tinta con il film e nel giusto formato 16:9 anamorfico. Assenza di extra ad eccezione del trailer.

    Questione cut/uncut, anche qui chiedo aiuto.
    La durata cinematografica originale è di 92 minuti, la durata effettiva del dvd è di 86 minuti e 29 secondi.

    La NoShame dichiara il film integrale (anche se abbiamo visto che forse - attendiamo il prezioso lavoro di Undying - L'insegnante potrebbe esser stato lievemente tagliato a dispetto dell'annuncio contrario sul retrocopertina).

    Personalmente non ricordo a memoria scene tagliate, leggendo in giro su internet non ho trovato segnalazioni su presunti tagli.
    La durata potrebbe coincidere (anche se ci sarebbe spazio per una piccola sforbiciata vista la differenza di 5 minuti circa tra il dvd e la versione originale).

    Mi sentirei di dichiararlo integrale, anche se per accertarlo definitivamente magari la verifica di Geppo o qualcun'altro in possesso di qualche VHS sarebbe l'ideale.
    Ultima modifica: 20/12/12 15:48 da Rogerone
  • Homevideo Geppo • 21/12/12 12:48
    Addetto riparazione hardware - 4166 interventi
    La versione della SSV STAR VIDEO è identica a quella del DVD NoShame.
  • Homevideo Rogerone • 21/12/12 19:11
    Galoppino - 178 interventi
    Grazie Geppo, quindi sistemata l'integralità del film anche per questo dvd. Ottimo.

    Ah un altra cosa : do per scontato l'integralità del dvd quando vedo la tua fascetta VHS senza sotto il tuo riscontro su eventuali tagli? oppure no?

    Perchè ho visto che quando hai notato dei tagli l'hai subito fatto presente. Non è che che (nei film in cui c'è la tua VHS) se non c'è scritto nulla vuol dire che sia scontato l'uncut del dvd?
    Come in questo caso, mi sembra come se già sapevi dell'uncut.

    Se è cosi, mi risparmio di chiederti ogni volta se ho dei dubbi :)
    Ultima modifica: 21/12/12 19:12 da Rogerone
  • Homevideo Geppo • 22/12/12 19:17
    Addetto riparazione hardware - 4166 interventi
    Sì, assolutamente, le informazioni su eventuali tagli sono segnalate sotto la fascetta.
    Grazie ancora per le tue preziose informazioni!
  • Discussione Geppo • 12/09/17 15:30
    Addetto riparazione hardware - 4166 interventi
    Rispolverando le vecchie VHS...
    "L'insegnante va in collegio" registrazione da "V3 VIDEOTRE".(fine anni '80, se ricordo bene).

    Ultima modifica: 12/09/17 16:49 da Zender