LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Capostipite delle mille commediacce scollacciate che vedevano poliziotte, supplenti, liceali eccetera abbandonarsi alle voglie di giovani in fregola, L’INSEGNANTE ha nel suo valore “storico” una delle poche frecce al suo arco. Ed è un peccato, perché diretti da Nando Cicero (tra i più dotati specialisti della serie B) troviamo un folto gruppo di ottimi caratteristi, tutti inseriti in quel contesto scolastico che diverrà ben presto irrinunciabile: ci sono Mario Carotenuto (il preside), Enzo Cannavale (il bidello), il redivivo Carlo Delle Piane (il supplente), l'immancabile Alvaro Vitali (lo studente pestifero), Gianfranco D'Angelo (il professore di ginnastica nonché fidanzato della...Leggi tutto Fenech) e persino, in una piccolissima parte, quasi una comparsata, il futuro regista Michele Soavi: lo riconosciamo con i capelli tinti di biondo tra i compagni di classe, subito dietro Vitali nella scena delle testate sul banco e con i cerini in mano mentre “accende” il peto devastante dello stesso Vitali. Ma i protagonisti veri purtroppo sono altri, cioè il poco reattivo Vittorio Caprioli (l'onorevole) e soprattutto la coppia Edwige Fenech (bellissima e a seno perennemente scoperto)/Alfredo Pea (il giovane pennellone imbarazzato, figlio di papà aveva destinato a goderne le grazie). Cicero prende spunto dal MALIZIA di Samperi amplificandone gli elementi di contorno, arrivando inevitabilmente a svilire la componente erotica, che risulta posticcia e insoddisfacente. D'altro canto non siamo ancora dalle parti dello sbracatissimo filone che presto si inaugurerà: le battute sono contenute (il film si svolge a Messina e i ragazzi, Vitali compreso, mostrano uno spiccato accento siculo), si ride poco e per merito dei soli D’Angelo e Carotenuto. Francesca Romana Coluzzi finisce doppiata da Oreste Lionello (!): se ne andò prima del doppiaggio.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 5/03/07 01:38 - 4935 commenti

I gusti di B. Legnani

Nel genere c'è decisamente di meglio. I conflitti fra i vari personaggi partoriscono solo qualche isolata risata che spunta qua e là, ma il film troppo spesso si impantana in situazioni un po' ripetitive. Alla fine dei conti si guarda con vero piacere solo l'ampia zona toracica della Fenech. Nel cast c'è anche Stefano Amato.

Caesars 22/01/08 08:38 - 2976 commenti

I gusti di Caesars

Rivisto dopo 32 anni: devo dire che ne avevo un ricordo (leggermente) migliore. La commedia non riesce a divertire e le uniche cose veramente notevoli sono le grazie, abbondantemente mostrate, di Edwige Fenech. Peccato, perché gli attori di contorno sono tutti ottimi caratteristi (Caprioli, Carotenuto, Delle Piane), ma la loro prova attoriale si perde in un marasma di sciocchezze che rendono non troppo agevole guardare il film senza usare l'avanzamento rapido. Darà il via ad un numero non trascurabile di "cloni".

Il Gobbo 23/01/08 18:35 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Meno riuscito di quanto il cast poteva far ventilare. Edwige è immensa, ma il resto si trascina un po' a fatica, quasi che le carte, pur buone, fossero state distribuite male: per esempio D'Angelo è talmente fuori parte da risultare insopportabile. Pea invece fa sempre il solito personaggio. Il filone pubblica istruzione conoscerà numerose altre prove, nessuna memorabile.

Homesick 24/01/08 17:56 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Modesta commedia sexy che trae spunto dal samperiano Malizia e dalle goliardate felliniane per dare il via al nutrito filone delle insegnanti. Funziona discretamente soltanto all'inizio, quando vengono introdotti i vari personaggi con relative caratteristiche (tra cui Vitali che si esibisce in un peto lanciafiamme, presago di Pierino); il resto è inutile ripetitività.

Lovejoy 25/01/08 18:04 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

È il film che diede il via ad una lunga serie di pellicole similari, alcune riuscite e altre da dimenticare. Questo funziona in parte, grazie soprattutto al sempre eccellente cast di caratteristi. Nomi di grande spicco quali Caprioli, D'Angelo e sopratutto il mai dimenticato Mario Carotenuto. Splendido anche Cannavale. Bellissima la Fenech. Più erotico dei successivi capitoli.

Tarabas 22/01/09 21:19 - 1773 commenti

I gusti di Tarabas

Modestissima commedia capostipite di un genere (nonchè di vari sottogeneri), che scopiazza Malizia di Samperi, non fa praticamente mai ridere (salvo un paio di gag con Vitali e D'Angelo) e si ricorda solo per la presenza di Edwige Fenech, qui mora e bellissima. Film di formazione (nel senso che molti adolescenti si sono formati un'idea del genere femminile vedendo questo film). Giustamente maltrattato dalla critica.

Markus 18/06/09 10:03 - 3410 commenti

I gusti di Markus

Un film piuttosto noioso e lento, malgrado dei siparietti comici di D’Angelo-nazi e Vitali con accento siculo. Il film è ancora legato agli schemi del sexy-familiare, ed è in ogni caso precursore delle future commedie "scolastiche". Alfredo Pea incarna piuttosto bene un ragazzo timido ma in preda ad una capibile tempesta di ormoni, vista la presenza in casa sua della bella Fenech-insegnante. C’è pure un Carlo Delle Piane nella fase più bassa della sua carriera, prima che un regista di nome Pupi Avati gli salvasse la vita artistica.

Ilfigo 22/08/09 16:52 - 75 commenti

I gusti di Ilfigo

Chi ama la Fenech non può non aver visto questo film. Che pur se manca di logica, si fa apprezzare per le "doti" dell'attrice francese. Il resto del cast è buono per il genere (anche se c'è Caprioli che merita altri palcoscenici) ma, anche se porta alla risata, ci si annoia di brutto. Poi ci pensa Edwige...

Funesto 18/09/09 15:41 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Celebre commedia degli anni 70 che consacrò quella bonazzona della Fenech come una delle protagoniste assolute della commedia pecoreccia e, nella fattispecie, come insegnante sexy per eccellenza (sarà anche ne L'insegnante va in collegio) e L'insegnante viene a casa). Forte di un cast d'ottimi carattesisti (D'angelo, Cannavale, la Fenech di cui sopra, Carotenuto), si lascia vedere da tutti. Non si ride moltissimo, è vero, ma ha anche un certo valore storico. **!

Pinhead80 15/12/10 18:52 - 4089 commenti

I gusti di Pinhead80

Classico film della commedia sexy all'italiana che vede protagonista una grande Edwige Fenech come docente di italiano, latino, greco che deve dare ripetizioni al figlio del senatore di turno. Da segnalare anche l'ottima prova di Carlo delle Piane nel ruolo di supplente. La trama è molto semplice, ma si ride di gusto. D'Angelo professore di ginnastica è qualcosa di fantastico.

Nando Cicero HA DIRETTO ANCHE...

Cicero 2/01/11 12:30 - 2 commenti

I gusti di Cicero

Film assolutamente da riconsiderare. Ottima regia e ottima sceneggiatura. Che dire poi di attori di prim'ordine come Mario Carotenuto e Vittorio Caprioli? E le storiche battute come quella del figlio che in testa non ha i complessi, ma l'orchestra, ripresa poi da Troisi?er non parlare poi che questo film e i suoi succedanei hanno contribuito a modificare la bigotta morale che imperava in quei tempi.

Stefania 8/08/11 02:40 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

La Tempesta (ormonale) Perfetta, senza alibi né scuse: un film fantasy, una lunga fantasia (o utopia) masturbatoria, senza ritegno e senza limiti come i sogni erotici di un adolescente foruncoloso. Non si può negare l'audacia del regista, che deforma i personaggi fino alla caricatura, fino allo scarabocchio: si salva dallo sfregio solo la Fenech, una bellissima che alloggia dalle Orsoline ed è fidanzata con D'Angelo che la trascura!!! Ma lei è un sogno, appunto. Delle Piane ha faccia e fisico malinconici: deliziosamente incongruo in un siffatto film!
MEMORABILE: La cameriera, un mostro mitologico: volto di strega, corpo di fata! Vitali in jeans rosso fuoco. Il sesso nella vasca da bagno, col succo di pomodoro.

Saintgifts 17/08/11 00:13 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

La Fenech aveva già girato più di 30 film, passando anche per il Medioevo, prima di arrivare a questo L'insegnante (che inizierà una serie di professioniste, come la dottoressa, la poliziotta, la pretora e altre insegnanti) e non si mostra poi neanche tanto, il suo ruolo è più psico-sentimentale. Il film mi sembra più fatto dai grandi caratteristi presenti (dal politico al bidello passando per il preside) e da tutti i vizi italiani di sempre (corruttela, raccomandazioni ecc.). Buttato tutto in commedia leggerina, ma ora fa poco ridere.
MEMORABILE: Vitali che si fa masturbare dalla venditrice di fichi d'india, con quel che ne consegue.

Nando 12/05/12 07:31 - 3554 commenti

I gusti di Nando

Il filone scolastico esordisce con questa pellicola in cui i pruriti erotici degli alunni emergono in maniera preponderante. Situazioni grottesche e boccaccesche il cui solo scopo è mostrare le grazie della Fenech, unica nota positiva del film. Il resto, nonostante il ricco cast, si perde nel marasma di una trama scontatissima.

Cloack 77 20/06/12 10:11 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Uno dei primi esempi di omicidio del cinema: una trama inesistente buona per un porno, un'attrice (?) con un'unica missione, spogliarsi; una regia che per dare addirittura un tono al nulla azzarda scene autoriali incorniciando finestre con corone di fiori; comprimari allo sbando, Vitali che fa il siciliano senza alcuna "giustificazione", D'Angelo con la condanna del professore di ginnastica ecc. Tutti ingredienti venefici per una sceneggiatura allucinante dalla morale deprimente.

Multimic80 19/11/12 15:24 - 48 commenti

I gusti di Multimic80

Una Fenech ancora acqua e sapone e un giovane Alfredo Pea (che trenta anni dopo ritroveremo nella serie televisiva R.I.S.) nei panni del perfido "uomo delle bombe", almeno simpatico nel suo ruolo rispetto ai suoi successori, sono i protagonisti di uno dei capostipite del filone commedia sexy. La storia si salva grazie ai siparietti comici in primis di Cannavale (Peppino, sempre vittima di scherzi), D'Angelo (prof. Puntiglio) e Carotenuto (il severo preside che si inchina ai potenti). Da non trascurare Caprioli, sottotono Delle Piane.
MEMORABILE: Alvaro Vitali che spacca una tavoletta di legno a testate; Gli scherzi giocati a Peppino e al professor Puntiglio; Delle Piane in mutande.

Mco 17/12/12 18:09 - 2186 commenti

I gusti di Mco

Per conoscere il cinema boccaccesco "scolastico" non si può che passare per questa visione. Al sol leggere il cast a un qualsiasi amante del bis italico l'acquolina in bocca vien lesta: Carotenuto, Cannavale, D'Angelo, Vitali e via sbavan... pardon elencando. La Fenech si muove come una dea del peccato e regala mostra di sé da far invidia ai musei di arte moderna, con ampi indugi sulle sue nudità così come sulla sua nonchalance nell'ars educandi. Pea è imbambolato ma gli si perdona tutto innanzi a codesta beltà. A suo modo un capisaldo.
MEMORABILE: L'accentuata dizione sicula del Caprioli.

Rogerone 8/02/13 19:48 - 55 commenti

I gusti di Rogerone

Peccato, perchè il cast era di tutto rispetto: Carotenuto, Cannavale e Caprioli sono tre caratteristi straordinari, ma la sceneggiatura non li supporta al meglio. Sia chiaro, il film è gradevole, guardabile in spensieratezza (**), ma c'erano le potenzialità per fare più del solito film scollacciato. Resta un caposaldo: è il film campione d'incassi del filone (3 miliardi nel '75!) e archetipo di tutto il sottogenere scolastico. La Fenech qui è inarrivabile: dolce, candida, meravigliosa, bella come mai nei suoi film.
MEMORABILE: Alvaro Vitali che con un peto fissa il nuovo record scolastico di fiamma anale...

Uboz 20/05/13 18:30 - 6 commenti

I gusti di Uboz

L'unico interesse dovrebbe essere la presenza di Edwige Fenech e bisogna aspettare 30 minuti per l'entrata in scena. Poco sfruttata, funziona di più il cast secondario, composto da ottimi caratteristi, Carotenuto e Cannavale su tutti, che strappano qualche isolata risata. I siparietti di Vitali sono spesso deprimenti. Fotografia poco impegnata, con cambi di luce e scene sovraesposte. Colonna sonora composta da un'unica melodia riproposta, il resto sono ritornelli.
MEMORABILE: I ragazzi che spiano le ragazze al bagno della scuola; Caprioli al ristorante racconta al figlio le sue avventure amorose; Gli ambienti messinesi.

Ramino 10/10/13 19:38 - 127 commenti

I gusti di Ramino

Che si voglia o no, dopo Malizia questo film sancisce l'inizio della commedia - oggi denominata "scollacciata" - di metà anni '70. La trama, nonostante possa sembrare un po' banale, non è poi così male: l'alunno che si innamora dell'insegnante diventerà un classico soprattutto nell'immaginario collettivo delle generazioni a venire. Ottima squadra di attori-caratteristi, buona regia di Nando Cicero, che darà alla luce altre avventure più o meno simili. La Fenech bellissima come sempre. Ruolo di tutta una vita per il giovane Pea.

Enzo Cannavale HA RECITATO ANCHE IN...

Herrkinski 17/01/14 03:40 - 5783 commenti

I gusti di Herrkinski

Con un soggetto di base non troppo dissimile da Malizia e dal contemporaneo Grazie... nonna (con la stessa Fenech), una commedia sexy che ha il merito di avere iniziato il vero e proprio filone "scolastico" del genere. Il cast raggruppa tanti dei migliori caratteristi storici, con Carotenuto e D'Angelo sugli scudi; la Fenech è al top della forma e in generale ci si diverte abbastanza. Rispetto a tanti prodotti che seguiranno si denota ancora una certa freschezza e il film è scorrevole e ben fatto, confermandosi tra i migliori di Cicero.

Pessoa 10/04/17 22:51 - 1520 commenti

I gusti di Pessoa

Pietra miliare dell'italica commedia erotica, il film gode di fama acquisita nell'operazione di recupero del cinema B. In una trama elementare si intervallano alcuni tra i migliori caratteristi di quegli anni che rendono l'esigua sceneggiatura pressoché pleonastica. Interessante la tempesta ormonale del bravo Pea, ben sorretto dalla divina Fenech che qui mostra il suo lato meno scollacciato, nonostante le premesse. Bene anche Caprioli e Carotenuto, ma nessuno del cast sfigura. Ma la pochezza di mezzi non lo libera purtroppo dalla mediocrità...
MEMORABILE: Caprioli (parlando del figlio, Pea): "Ma il ragazzo si deve soddisfare", Fenech "Ma proprio con me si deve soddisfare?", "E vabbé, ma lei è bbòna!"

Deepred89 27/09/17 10:22 - 3385 commenti

I gusti di Deepred89

Film ben diretto ma totalmente inconsistente, che spreca un team di caratteristi eccellenti per una serie di sketch raramente efficaci del punto di vista comico. Le risate scattano infatti solo nei momenti più viscerali, dalla visita medica di Pea ai suoi duetti con Caprioli, mentre le gag scolastiche lasciano il tempo che trovano. Simpatiche, però, le scene erotiche, condite col giusto senso dello humour. A uscirne vincenti, oltre alla Fenech, abbiamo il bravo Piero Umiliani, che compone uno score orecchiabile e perfettamente in tema.

Rufus68 16/08/18 10:08 - 3367 commenti

I gusti di Rufus68

Una sorta di Malizia senza troppa malizia in cui i vecchi leoni girano a vuoto e il resto semplicemente non esiste. L'unica cosa memorabile è l'orrida coppiola Amato-Vitali che trova il proprio culmine estetico nello spetezzo incendiario di Alvaro (35 centimetri, record liceale), il che è tutto dire. La Fenech sembra svogliata e anche certi comprimari (D'Angelo, Cannavale) si diportano con fare inutilmente grossolano. Commediaccia che ha il demerito di non essere così delirante tanto da residuare quale oggetto cult.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Rogerone • 19/12/12 21:39
    Galoppino - 178 interventi
    Il video non è eccezionale, però a me è sembrata di buonissima qualità, con una discreta definizione.
    Peggio l'audio : non si sono fatte migliorie, ma resta accettabile.

    I menù sono gradevoli e impostati nel corretto formato 16:9 anamorfico.

    Nel complesso è un'edizione soddisfacente da quel punto di vista.

    Purtroppo la cosa che fa incazzare un pochino è la scelta di rimontare l'inizio del film - non so per quale dannatissimo motivo.

    L'esordio del film è con i titoli di presentazione (che invece erano la seconda scena) e hanno messo - invece - come scena seguente l'originale scena d'apertura con Pea che si sveglia davanti all'orrida cameriera e poi le mostra il membro.
    E' irritante, però alla fine si tenta di accettarlo... tutto sommato rimane un danno ma non gravissimo... (ma poi perchè modificare l'originale? mistero...)

    La questione che mi interessa di più è l'integralità della pellicola.
    La durata al cinema era di 94/95 minuti, il dvd - che viene definito integrale dalla NoShame - è di 88 minuti e 55 secondi.
    Undying mi potresti dire con esattezza la scena che è stata tagliata e più o meno quanto può durare? E per il resto del film ci puoi confermare (o qualcun'altro del forum) l'uncut?
    Ultima modifica: 19/12/12 21:41 da Rogerone
  • Homevideo Undying • 20/12/12 01:46
    Scrivano - 7616 interventi
    Rogerone ebbe a dire:
    (...)
    Undying mi potresti dire con esattezza la scena che è stata tagliata e più o meno quanto può durare? E per il resto del film ci puoi confermare (o qualcun'altro del forum) l'uncut?


    Devo fare un confronto con la VHS. Ricordo solo che ho avuto questa sensazione durante la visione del DVD.
    Se ne avrò occasione ti farò volentieri sapere se c'è effettivamente questa differenza tra la versione televisiva e quella in DVD.
  • Homevideo Rogerone • 20/12/12 14:30
    Galoppino - 178 interventi
    Grazie mille per la disponibilità caro Undying.
  • Discussione Rogerone • 15/09/13 22:47
    Galoppino - 178 interventi
    chiedo a Zender un favore, una sua opinione del film (con il voto magari) e se è possibile sapere i voti di Undying e del Gobbo (che essendo preistorici non sono visibili).

    chiedo questo perché : ho rivisto il film ieri, devo dire che alla prima visione (all'epoca del mio voto) l'ho trovato non pessimo, gradevole considerato il genere, con interessanti spunti ma un po incompiuto.
    Mi è parso un po lento, come se mancasse qualcosa, come se non si fossero sfruttate delle potenzialità di base niente male.

    rivedendolo una seconda volta, tutto sommato ho apprezzato anche una buona costruzione del film, superiore alla media di quel genere.
    Con tutti i suoi limiti, il film ha un senso ed è ben costruito. Anche se confermo, si poteva sfruttare meglio un cast notevole.

    Insomma mi sembra superiore al **, ma non un **! pieno.
    Ultima modifica: 15/09/13 22:50 da Rogerone
  • Discussione Zender • 16/09/13 08:17
    Consigliere - 44557 interventi
    Io l'ho visto troppo tempo fa per assegnarli ora un pallinaggio "valido". Ricordo che non mi piacque granché ma ritengo tu abbia un bel po' di giudizi su cui riflettere e che sono sicuramente più attendibili di un mio pallinaggio dato a distanza di tanto tempo. I voti del Gobbo e di Undying sono (essendo due uguali) *!, ** o **! per entrambi, ma è impossibile stabilirli con esattezza proprio perché un tempo si mettevano solo freccia o uguale.
  • Discussione Marite • 19/10/13 15:54
    Disoccupato - 9 interventi
    Salve, qualcuno mi può confermare se Francesca Romana Coluzzi (che nel film interpreta l'energica mamma di Alfredo Pea, preoccupata della sua virilità) è doppiata da Gianfranco D'Angelo? Grazie.

    Altra domanda: chi è la doppiatrice "storica" della Fenech?
    Ultima modifica: 19/10/13 17:17 da Marite
  • Homevideo Deepred89 • 23/07/19 23:18
    Comunicazione esterna - 1439 interventi
    Mi segnala Alexpi che il dvd, a differenza della tagliatissima versione che passa sulle reti Mediaset, è assolutamente integrale. Unico problema è il già citato errore di montaggio in apertura.
  • Homevideo Alexpi94 • 23/07/19 23:51
    Pulizia ai piani - 179 interventi
    Concordo con quanto scritto sopra da Deep, le versioni censurate (V.M 14 e senza diveti) non superano gli 83-84 minuti di durata, mentre il DVD Noshame arriva a quasi a 89' (versione in cui sono presenti tutte le scene incriminate e gli amplessi). La copia censura (uscita nelle sale con il divieto rivolto ai minori di 18 anni) non subì alcun taglio e aveva una durata di circa 94 min a 24fps, che convertita a 25fps (cioè la velocità del supporto DVD) sarebbe di circa 89-90 minuti (esattamente come nel DVD Noshame).
  • Discussione Donnins • 13/06/21 22:10
    Galoppino - 13 interventi
    Sinceramente non è film della commedia all'italiana da sufficienza, anzi lo trovo il classico film pecoreccio con trama inesistente, peccato perchè il cast era veramente eccezionale infatti a parte vedere la meravigliosa Fenech mostrare le sue grazie e qualche battuta dei grandi Carotenuto, D'Angelo e Delle Piane per il resto uno dei peggiori film di questo genere, Vitali, D' Amato e Pea non fanno assolutamente ridere, poi Alfredo Pea conciato con quella pettinatura da metallaro è veramente brutto.
    Ultima modifica: 14/06/21 07:53 da Zender
  • Discussione Donnins • 14/06/21 19:58
    Galoppino - 13 interventi
    Marite ebbe a dire:
    Salve, qualcuno mi può confermare se Francesca Romana Coluzzi (che nel film interpreta l'energica mamma di Alfredo Pea, preoccupata della sua virilità) è doppiata da Gianfranco D'Angelo? Grazie.

    Altra domanda: chi è la doppiatrice "storica" della Fenech?
    Francesca Romana Coluzzi è stata doppiata da Oreste Lionello, la doppiatrice storica della Fenech era Vittoria Febbi, ma non ha doppiato la Fenech nel film L'Insegnante