LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Una delle tante “infermiere” della nostra commediaccia, ma l'unica a essere interpretata dalla “liceale” Gloria Guida. Il vecchio a letto da accudire è Mario Carotenuto, che si finge un moribondo zio straricco per poter entrare in casa di Lino Banfi e Francesca Romana Coluzzi e rubare un diamante che lui sa essere nascosto in un lampadario. Banfi, dentista con amante e aiutante un po' tonto (Alvaro Vitali, che nei titoli appare subito dopo Gloria Guida ma in realtà fa una parte secondaria in cui prende soprattutto un'interminabile serie di schiaffi in faccia), assume come infermiera di notte per il decrepito zio Gloria Guida, con la nemmeno troppo segreta speranza di portarsela a letto. Ma chi ci riuscirà è solo suo figlio, che Banfi...Leggi tutto reputa mezzo omosessuale e invece è solo timido. Naturalmente i momenti migliori sono quelli in cui Banfi parte a ruota libera infilando una sequenza interminabile di deliri verbali (spesso anche in rima e tirando in mezzo santi e beati): scatenato! Carotenuto, quando è solo con la Guida, monologa a bassa voce in romanesco inventando a sua volta volgarità e gag divertenti, mentre Vitali si mette in secondo piano lasciando gli altri a improvvisare (molto meglio nella prima parte, quando non esiste ancora la necessità di spiegare la storia). Un quadro vivace, elettrizzato in primo luogo da Banfi (eccezionale il suo duetto con Jimmy il Fenomeno postino, doppiato ma alle prese con una delle partecipazioni più “consistenti” della sua carriera); è quando in scena sono Gloria Guida e il suo giovane partner che il ritmo cala (come in discoteca, con Lucio Montanaro deejay e lei a cantare “La musica è...”). Ripetute esposizioni mammellari, finale in calando.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Renato 5/08/07 15:20 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Riuscita commedia di Laurenti con la Guida a spogliarsi e la coppia Banfi-Vitali che provvede alla parte comica (ma non dimentichiamo il grande Mario Carotenuto). Il meccanismo funziona bene, sono poche le digressioni inutili (giusto le canzoni della bionda protagonista in discoteca), mentre il dentista perennemente "ingriféto" interpretato da Banfi resterà uno dei suoi ruoli memorabili... Lo strano intreccio da giallo che accompagna la storia principale poteva anche essere evitato, a mio avviso.

Undying 6/08/07 00:38 - 3836 commenti

I gusti di Undying

Commedia sexy all'italiana di media qualità (a firmarne la regia non è Sergio Martino, ma nemmeno Michele M. Tarantini). Come sempre a tenere dèsta l'attenzione e smuovere qualche spontanea risata è l'inimitabile Banfi prima maniera (qui nei panni di "dentista" sui generìs), mentre l'occhio trae giovamento dalle perfette curve dell'acerba Gloria Guida (memorabile la scena con il termosifone e Banfi nascosto alla finestra). Resta titolo dignitoso, in grado di divertire per 90 minuti, al quale la Guida ha posto (come sugli altri) il vèto assoluto.

Homesick 7/08/07 21:03 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Bella prova di commedia erotica italiana: vivacissima, senza inutili volgarità, ideale per una serata divertente e serena. La Guida, la Senatore e la Clementi sono al top della bellezza, affiancate da un impareggiabile terzetto di caratteristi (Banfi, Carotenuto, Vitali), cui si aggiunge la simpatia della Coluzzi.

Lovejoy 29/06/08 16:27 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Divertente commedia sexy, forse la migliore del periodo. Diretta dall'esperto Laurenti con mano felice, si avvale di un copione leggero ma abile nell'evitare i cliche del genere, con battute e situazioni azzeccate e un cast particolarmente affiatato. Banfi e Vitali sono in grande spolvero, Carotenuto è immenso come sempre, la Coluzzi esilarante, la Guida splendida come non mai. Grande apparizione del mitico Jimmy Il Fenomeno.

Iochisono 24/08/08 01:22 - 133 commenti

I gusti di Iochisono

Commedia sexy esemplare, per tempi comici e tecnica. Mai volgare e tenuta benissimo nonostante la semplicità dello spunto, ha un parco attori in stato di grazia, soprattutto Banfi e Carotenuto, capaci di veri pezzi di bravura, così come il regista Laurenti, che inanella disinvolto sequenze perfette, arrivando addirittura a far fare un campo-controcampo tra Banfi e Leo Colonna che parlano tra loro agli attori stessi, cambiando la loro posizione durante il dialogo. Gloria Guida non si discute, una dea, e in più canta la cultissima "La musica è".
MEMORABILE: BANFI: "Lo dice pure la suocera, se sei arrapeto a Martinafranca... beviti un Fernet Branca"

Schramm 26/09/08 00:27 - 2511 commenti

I gusti di Schramm

Non basta piazzare un pur volenteroso e scoppiettante Banfi come baricentro e sperare/aspettare che attorno alle sue prestazioni il film si faccia da sé. Un film è fatto anche di cura registica, di una sceneggiatura, di idee e di un ritmo capace di scandirle e sostenerle; tutte cose che a Laurenti paiono volare parecchi metri sopra la testa quando prova a dirigerne uno. Per chi è di facilissimi contentini.

B. Legnani 17/11/08 22:34 - 4864 commenti

I gusti di B. Legnani

La Guida è splendida, il film molto meno. Per arrivare a 90’ Gloria canta e balla. La storia (di Milizia e di Laurenti) è poca cosa. La "vis" del film sta tutta in un grande Lino Banfi, visto che Carotenuto ha meno spazio e meno battute. La Senatore e la Clementi si spogliano e basta. Trionfo di Pejo, J&B, Fernet Branca, Punt e Mes. Come se non bastasse, sugli scudi una discoteca di Ceglie ed un ristorante di Polignano...
MEMORABILE: Banfi vede la Coluzzi che ronfa a letto e la definisce “la lunga addormentata nel bosco”.

Redeyes 24/04/09 16:13 - 2231 commenti

I gusti di Redeyes

Sicuramente non uno dei nostri migliori film scollacciati. Tutto il film si sorregge sulle spalle di Banfi che, pur in forma, propina i suoi soliti tic e giochi di parole, pur tuttavia senza annoiare. La Guida è meno genuina e simpatica del solito e questo stona. Carotenuto non brilla come altrove così come Vitali. La Senatore in gran forma! I siparietti musicarelli della Guida, ripeto qui spocchiosa oltre modo, suonano molto come un tentativo di allungare la minestra! Vedibile ma nulla più!

Mco 12/10/09 02:05 - 2167 commenti

I gusti di Mco

Tre lampi: Carotenuto a letto che tenta di sedurre la bellissima Guida, Banfi che anela alla medesima cosa, Origene Soffrano alias Jimmy il fenomeno che fa il postino alquanto ottusetto. Ecco in estrema sintesi la pellicola, condita di erotismo raffinato, beandosi della grazia ed eleganza di una sensuale Gloria Guida e della vis comica di un "zio" Lino sempre in forma (non fisica!) perfetta. Da vedere assolutamente.

Stefania 29/11/09 13:44 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Paninazzo iperfarcito:c'è un intrigo truffaldino, un flirt tra ragazzi, una gara di ballo, un'esibizione canora della Guida, un'amante trascurata che cornifica Banfi con Vitali, la moglie del pugile che vuole cornificare il marito col figlio di Banfi... Ma soprattutto c'è Banfi, e le scene cult sono poi solo tre: Banfi e il portalettere, Banfi e il trucchetto della stufa, Banfi che tenta di sedurre Vitali che si è travestito da Guida. Carotenuto è un po' sacrificato. Molto divertente, nell'insieme.
MEMORABILE: "Quando sei arrapato a Martina Franca...", durante la tentata seduzione di Vitali imparruccato da Gloria Guida.

Gloria Guida HA RECITATO ANCHE IN...

Fabbiu 20/08/10 23:28 - 1989 commenti

I gusti di Fabbiu

Gente che scappa dagli armadi e da sotto ai letti, quindi ancora una inutile storiella d'amore tra la bellissima Guida all'apice del successo (anche se sensualmente vale di piu la sempre nuda Clementi) e il giovane sfigato di turno come contorno a gag spesso efficaci e comunque con meno volgarità del solito; non molti caratteristi minori (si segnalano graziosi Jimmy Fenomeno e Lucio Montanaro) ma ancora è Lino Banfi il motore umoristico, ciò per cui il film vale la pena d'esser visto; Vitali incassa schiaffi da far concorrenza a Bombolo...
MEMORABILE: La moglie: "Zio, i soldi son tuoi e puoi darli a chi vuoi". Banfi contesta: "Equo canone, usufrutto... quando uno muore ci deve lasciar tutto!"

Funesto 6/10/10 13:57 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Esagererò evidentemente, ma lo trovo uno dei più alti esempi di commedia sexy e sicuramente la miglior commedia di Laurenti (o quasi). Pochi i motivi ma importanti: si ride a crepapelle (al contrario delle altre commedie dove più che altro si SORRIDE), Banfi (che tira in ballo Santi e Madonne in ogni occasione) ci dà una delle sue performances più memorabili, l'uso dell'erotismo è sublime e la Guida ci regala una delle sue prove d'attrice migliori. Il resto del cast segue senza brillare (ma Carotenuto è sempre bravo). Donne bellissime. Da vedere!
MEMORABILE: Massima banfiana: "Sant'Imelda delle Dolomiti... facci venire due gengiviti! Così io me la protaso tutta quanta nella capa e... GNAAAW! Smack!".

Trivex 18/04/11 13:36 - 1530 commenti

I gusti di Trivex

Commedia sexy appena oltre la media di riferimento. Storia dal profilo basso, ma con momenti divertenti e alcune belle presenze. La bionda è la fidanzatina ideale, con il viso angelico anche se un po' immaturo. Recita da copione, perché il suo riferimento è incline ai sorrisi, mentre poco ci mastica con la dialettica (ma va benissimo lo stesso). Il grande Lino è sempre in primo piano: altro spettacolo in cui dirige il tutto, da mattatore. I contorni sono solo comparsate, ma alla fine il fine ultimo richiede solo comprimari.
MEMORABILE: "Questo non ha solo la faccia da morto, ma da morto di fame".

Deepred89 29/08/12 20:51 - 3343 commenti

I gusti di Deepred89

Commedia scollacciata con tutti i pro e i contro del genere: un Banfi divertentissimo, una Guida fisicamente in stato di grazia (e anche bravina se vogliamo), uno spassoso cast secondario, una regia appena accettabile (anche se i vari sguardi in macchina nella scene in discoteca sono duri da mandare giù), una trama esilissima diluita con evitabili scene sentimentali e musicali. Un definitiva un filmetto poco più che mediocre, ma il ritmo c'è e le risate abbondano, così come i nudi femminili (non integrali).

John trent 6/08/13 13:34 - 326 commenti

I gusti di John trent

Celeberrimo titolone della commedia sexy nostrana che già da solo vale più di tante parole. Per l’occasione la Guida sveste (eh beh...) i panni dell’eterna liceale per diventare un’infermiera con il compito di accudire un vecchietto moribondo che poi tanto moribondo in realtà non è. Banfi è scatenato e regala battute e doppi sensi a tutto spiano duettando spesso con Alvaro Vitali al quale rifila sovente sonori schiaffoni degni della premiata coppia Milian-Bombolo. Simpatica la Coluzzi gelosa e superba la Senatore. E la Clementi è sempre nuda...
MEMORABILE: La Guida che canta "La musica è".

Gabrius79 7/08/13 02:30 - 1233 commenti

I gusti di Gabrius79

Piccante e divertente commediola sexy con una bella Gloria Guida attorniata da caratteristi divertenti e in forma come Banfi, Vitali, Carotenuto e la Coluzzi. Le risate non mancano, specie nei duetti Banfi-Vitali, anche se Carotenuto non è da meno. Per il resto l'infermiera mostra le sue grazie in modo piuttosto risicato. Il miglior nudo spetta a Paola Senatore, in una scena da antologia con Banfi che le sviene davanti.

Pinhead80 28/12/14 18:06 - 4042 commenti

I gusti di Pinhead80

Nonostante adori questo genere di film, qui Laurenti mi ha lasciato con l'amaro in bocca. Il trio Banfi-Vitali-Carotenuto andava sfruttato meglio. Pochissima azione e poche gag (non bastano gli schiaffoni di Banfi a Vitali a dare verve). Gloria Guida, splendida come al solito, fa la sua parte. Delusione.

Markus 24/02/15 16:20 - 3378 commenti

I gusti di Markus

Il titolo è di quelli epocali, il film decisamente meno. Certo la Guida infermierina col camice vedo-non-vedo sulla carta poteva far sperare in pruriginose immagini ma, in realtà, il tutto si tramuta in una sequela di fiacche gag allineate alla media del genere sexy-pecoreccio del periodo; tuttavia il ritmo alla pellicola non manca e la verve di Banfi aiuta non poco. Per la bionda bolognese c’è anche una parentesi disco-dance con il brano “La musica è” (tanto per far cadenzare il piedino allo spettatore).

Saintgifts 15/05/15 07:42 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Tra le bellezze desnude che animano la commedia (e che vede un Banfi scatenato) Paola Senatore è senz'altro la mia preferita. Senza nulla togliere alle altre la Senatore, anche se in una parte minore, alla prestanza fisica unisce una sensualità vincente. Parlo dell'aspetto del cast femminile perché per il resto trattasi di commedia che nulla aggiunge alla ricca produzione dell'epoca. Il contorno di bravi caratteristi fa il suo dovere e qualche risata ci scappa.

Herrkinski 11/08/16 03:14 - 5510 commenti

I gusti di Herrkinski

Non male. Al di là dei topoi classici della commedia sexy del periodo, tra corna, amanti, equivoci, travestimenti e via dicendo, viene inserita una sottotrama "spionistica" semplice-semplice ma comunque più originale della media, tenuta in piedi da un Carotenuto sempre pregevole; il resto del cast è in forma (soprattutto Banfi, che inanella diverse gag verbali e di mimica). La Guida offre un paio di gloriosi nudi e canta un discreto brano disco (un classico espediente per cavalcare la moda del momento); comica l'apparizione di Jimmy il Fenomeno.

Mariano Laurenti HA DIRETTO ANCHE...

Pessoa 9/07/17 23:38 - 1442 commenti

I gusti di Pessoa

Commedia erotica nella media per Laurenti, fortemente penalizzata da una storia banale e stravista sceneggiata con estrema sciatteria. A salvare parzialmente il film ci pensano Banfi (tanto per cambiare in forma smagliante), Vitali (meno sciocco del solito) e la Guida (più bella che mai) che qui fornisce anche una discreta prova da attrice e cantante. Il resto del cast, Carotenuto compreso, si limita al sindacale o peggio. Interminabili e noiosissimi siparietti danzanti e megaspot a ristoranti, discoteche e beveraggi vari. Solo per appassionati.
MEMORABILE: Tutti i santi che Banfi nomina, rigorosamente in rima; Banfi che dichiara il suo amore a Vitali di spalle credendolo la Guida.

Noodles 11/02/20 14:10 - 1037 commenti

I gusti di Noodles

Nell'ambito della commedia sexy italiana è sicuramente uno dei migliori esempi, soprattutto per la grande varietà di gag e di battute da ridere. Lino Banfi è in formissima: è soprattutto grazie a lui che il film funziona alla grande. Ottime le varie spalle, soprattutto Mario Carotenuto. Gloria Guida splendida e migliore che in altre pellicole. Tenuto sempre conto del genere, è sicuramente un buon film. Da vedere per farsi due risate.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Columbo • 14/07/11 11:56
    Magazziniere - 1102 interventi
    Geppo ebbe a dire:
    Funesto ebbe a dire:
    Impressionante la quantità di persone che guarda in camera (e ridacchia pure!) nella scena in cui Vitali torna da Banfi in taxi e Banfi lo prende a sberle perchè ha consumato il biglietto per taxi che spettava allo zio della Coluzzi!

    Ahaha... sì, è vero. Anch'io avevo notato questo particolare.
    Ecco a voi un fotogramma della scena descritta da Funesto:



    E' un finezza registica alla De Palma. E' scopofilia e meta-cinema, ma nessuno se ne è accorto.
  • Discussione Zender • 14/07/11 12:00
    Consigliere - 44122 interventi
    Eh eh, vero. Marian De Palma.
  • Discussione Funesto • 14/07/11 12:24
    Call center Davinotti - 1419 interventi
    Un altro di questi momenti c'é in Occhio Malocchio Prezzemolo e Finocchio, nella scena in cui Altomare ed Ellen vanno a fare jogging.
  • Discussione Zender • 15/07/11 09:24
    Consigliere - 44122 interventi
    Grazie Funesto, spostato nelle curiosità di Occhio malocchio prezzemolo e finocchio!
  • Homevideo Rogerone • 22/12/12 13:32
    Galoppino - 178 interventi
    Ahaha mi associo ai complimenti per Geppo..
    Non avevo ancora visto le foto del suo tesoro, veramente eccezionale !

    Sul dvd federal : si, è un' edizione onesta, il formato è corretto, la durata complessiva del film è 90 min 18 secondi.

    Geppo posso decretarne l'integralità? La versione della VHS è identica al dvd?
  • Homevideo Deepred89 • 22/12/12 16:01
    Comunicazione esterna - 1435 interventi
    Anche questo, pur non avendo mai visionato la vhs, mi sento di confermare che è uncut.
    Tra le commedie sexy editate dalla Federal gli unici scempi a livelli di integralità dovrebbero essere quelli perpetrati in occasione dei dvd di La professoressa di scienze naturali e L'insegnante al mare con tutta la classe.
  • Homevideo Rogerone • 22/12/12 16:20
    Galoppino - 178 interventi
    Ok grazie Deepred, mi rimane allora solo il dubbio sulla Liceale seduce i professori, infatti ti rimando sull'altro post.
    Ultima modifica: 22/12/12 16:20 da Rogerone
  • Homevideo Geppo • 22/12/12 18:44
    Capo call center Davinotti - 4068 interventi
    Sì, Rogerone, anche in questo caso la versione VHS SSV STAR VIDEO è identica a quella del DVD Federal.
    (Grazie per i complimenti) :-)
  • Musiche Markus • 27/04/14 18:41
    Scrivano - 4807 interventi
    Pregevole uscita su CD pubblicata dalla Digitmovies:

    http://www.beatrecords.it/shop.asp?idprodotto=CDDM239&lingua=i
  • Musiche Markus • 28/04/14 11:06
    Scrivano - 4807 interventi
    Ho acquistato il CD che contiene le colonne sonore dei film: L’INFERMIERA DI NOTTE e LA LICEALE SEDUCE I PROFESSORI. Entrambe le pellicole sono state girate nel 1979; una dopo l’altra. Colonne sonore curate dal M° Gianni Ferrio.
    Il periodo “disco” della seconda metà degli Anni ’70 si fa sentire con insistente ritmo “danzereccio” (archi, basso elettrico, cori e ampio uso del sintetizzatore); questi temi si alternano ad altri melodici/amorosi o divertenti con curiose sonorità “sinth” (presumo, ma ne sarei certo, fatte col celebre “Moog” o/e “Arp Odyseey”). Nella prima parte del disco dedicato al film L’INFERMIERA DI NOTTE è aggiunto il singolo “La musica è” cantato da Gloria Guida (uscì all'epoca il 45 giri).