Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/01/19 DAL BENEMERITO FAGGI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Faggi 17/01/19 19:25 - 1531 commenti

I gusti di Faggi

In un delirante monologo Nerone (anche qui bistrattato) proclama, riferendosi soprattutto a se stesso, che "gli dei e i geni sono invulnerabili". Ciò dopo aver ordinato al riluttante console Marco Valerio di sterminare i cristiani e mentre Roma brucia (in un tripudio di cartapesta e modellini), ovvero quando questo noioso, stereotipato e prevedibilile peplum, zeppo di combattimenti alla spada, volge (finalmente) al termine. L'assenza di guizzi nella routinaria regia condannano l'ambaradan al contrappasso dell'inceneritore.

Reeves 9/04/21 21:10 - 1119 commenti

I gusti di Reeves

Tardo film mitologico uscito fuori tempo massimo e con evidenti problemi produttivi (ci sono personaggi, come Nerone e Seneca, che scompaiono senza lasciare traccia; ci sono molte scene riciclate da altri film). Iniziato a girare nel 1963, esce solo nel 1965, e anche questo è un segno di difficoltà produttive. Per il resto, tutto quello che ci si può aspettare; ma manca di idee e di scene madri, e anche i cattivi non sono particolarmente significativi.
MEMORABILE: Tigellino che spiega perché i cristiani sono nemici di Roma.

Ronax 24/01/22 01:16 - 1098 commenti

I gusti di Ronax

Che Nerone fosse un personaggio così caricaturale e che abbia suonato la cetra guardando Roma che bruciava è ormai smentito dagli storici, ma agli sceneggiatori dei peplum, a corto di idee una volta che il filone era giunto alla frutta, le leggende facevano sempre comodo. Vero tripudio di scenografie di cartapesta e di patetici effetti speciali, questo filmetto dall'andamento sconnesso, traboccante di incongruenze e dalla conclusione tanto confusa quanto grottesca, ha al suo attivo unicamente la provvidenziale brevità e le espressioni attonite della biondissima Cristina Gajoni.
MEMORABILE: I modellini avvolti dalle finte fiamme.

Pessoa 15/08/22 16:47 - 2362 commenti

I gusti di Pessoa

Peplum uscito quando ormai il genere agonizzava, la cui modestia si riflette nella evidente scarsità di mezzi di una produzione a singhiozzo. Il punto debole è come al solito la sceneggiatura, che sopperisce alla mancanza di idee con esagerazioni melodrammatiche (a tratti fastidiose) e interminabili quanto inconcludenti scene di combattimento. Peccato perché le premesse per realizzare un prodotto migliore c'erano pure, a cominciare dal cast non anonimo pieno di specialisti del genere. Anche le scene di massa hanno un loro perché, ma il resto è da dimenticare. Solo per completisti.

Guido Malatesta HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Reeves • 9/04/21 09:56
    Call center Davinotti - 465 interventi
    Sul carcere campeggia la scritta "Carcer", non si capisce la lingua.....
  • Discussione B. Legnani • 9/04/21 10:01
    Consigliere - 14698 interventi
    Reeves ebbe a dire:
    Sul carcere campeggia la scritta "Carcer", non si capisce la lingua.....

    Mi pare corretto.
    CARCER è "prigione, carcere" in latino.
    Ultima modifica: 9/04/21 10:02 da B. Legnani
  • Discussione Reeves • 9/04/21 10:58
    Call center Davinotti - 465 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Reeves ebbe a dire:
    Sul carcere campeggia la scritta "Carcer", non si capisce la lingua.....

    Mi pare corretto.
    CARCER è "prigione, carcere" in latino.

    Hai ragione, mi sono spiegato male. Mi sembra strano che lo scrivessero sulla porta, i romani non mi sembra nominassero con scritte i luoghi