LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/04/16 DAL BENEMERITO GEPPO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Geppo 23/04/16 14:09 - 288 commenti

I gusti di Geppo

Comedia in chiave grottesca non proprio del tutto riuscita, soprattutto a livello di sceneggiatura. Trama tipica siciliana che ironizza su tutti i luoghi comuni, le abitudini eccetera. C'è un ottimo cast di attori: Paola Quattrini, molto brava, interpreta un personaggio completamente fuori di testa (così come da copione), mentre Pino Caruso e Leopoldo Trieste se la cavano con la consueta professionalità. Più banali i personaggi di Karin Schubert ed Erika Blanc (trovo i loro ruoli un po' troppo minori). Ci sono anche buone idee, ma purtroppo sfruttate male.

Ronax 15/05/16 01:06 - 906 commenti

I gusti di Ronax

Insulsa farsa in salsa sicula che si stiracchia per oltre 90 minuti sciorinando tutti i luoghi comuni del genere fra mafiosi da operetta, mariti cornuti e vedove invasate. Ispirato a un romanzo di Ange Bastiani, pseudonimo del poco noto ma prolifico giallista francese Victor Marie Lepage e diretto dall'altrettanto poco noto Ignazio Dolce, il film si regge unicamente sulle spalle del bravo Pino Caruso e di valorosi caratteristi come Trieste, Caprioli e Cimarosa. Il piacevole cast femminile ci solleva dalla noia imperante con più di un nudo.
MEMORABILE: Il bollente numero erotico al night fra la Schubert e la Blanc, che costò al film il divieto ai minori di 18 anni.

B. Legnani 10/01/17 10:00 - 4717 commenti

I gusti di B. Legnani

Sballatissimo film, che si fa spesso pure noioso, il che, per un'opera che cerca di farsi ritmata con le varie vicende che si susseguono dopo metà film nella residenza del protagonista, la dice tutta sull'insuccesso dell'operazione. Si salva parzialissimamente per il professionismo di Caruso e di Trieste, nonché per la smagliante bellezza della Schubert (e della Blanc). Fa quasi male vedere il grande Caprioli costretto a gigioneggiare fastidiosamente per cercare di riempire il vuoto. Una palla e mezzo, con generosa indulgenza.
MEMORABILE: La scena al night fra le due bionde...

Markus 21/09/18 11:34 - 3289 commenti

I gusti di Markus

Un marito, preoccupato dall'idea di non ricevere l'eredità dal suocero perché vincolato dalla moglie pazza, escogita un sistema a dir poco mafioso. Esordio dietro la macchina da presa per Ignazio Dolce, che sceglie la via di una pochade in salsa sicula che attinge un po' alla farsa teatrale d'antan e un po' al sexy allora in voga. La "sicilianità" appare di maniera, fallendo quindi nel malcelato tentativo di fare del film una sorta di satira sociale. L'opera "regge" grazie al talento degli attori (in special modo il protagonista Pino Caruso).
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Zender • 18/10/16 18:26
    Consigliere - 43496 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film: