Ip man

Media utenti
Titolo originale: Yip Man
Anno: 2008
Genere: biografico (colore)
Regia: Wilson Yip
Numero commenti presenti: 11

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/01/10 DAL BENEMERITO BMOVIE
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Bmovie 4/01/10 02:40 - 110 commenti

I gusti di Bmovie

Biografia del più grande artista marziale di tutti i tempi. Yip Man è un vero e proprio eroe per la Cina, un simbolo del dopoguerra. Wilson Yip tessa le sue gesta in un film dalle tinte grigie intrise di drammaticità e arricchito da coreografie marziali poetiche nella loro perfezione. Consigliato. Yip Man è stato anche il maestro del ben più noto Bruce Lee.

Greymouser 12/06/11 12:18 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Per gli appassionati dei gongfu che furono, "Yip man" è un film da amare. Era da tempo che non si vedeva un protagonista così bravo nella lotta e non del tutto privo di senso recitativo, non ancora imborghesito come Jet Li o Jackie Chan. Stupendi e realistici i combattimenti, ma c'è anche una storia articolata (più o meno vera) sullo sfondo dell'occupazione giapponese in Cina. Applausi, anche se ovviamente è un film per amatori.

Luctator 23/07/11 16:42 - 2 commenti

I gusti di Luctator

Yip Man è stato un grande maestro di arti marziali cinesi. Nato ricco, si era potuto permettere di dedicare la sua vita quasi interamente allo studio del Wing Chun (il suo stile di Kung Fu) e allo studio dei classici, Lao Tze e Confucio. Le sue gesta sono narrate in maniera molto elegante, con un crescendo che coinvolge lo spettatore, attratto dalla grande dignità e dal coraggio di un uomo che decide di seguire sempre la strada più giusta e non la più facile. Grande esempio di valori morali, contiene bellissime scene di azione.

Daniela 29/11/11 19:33 - 9536 commenti

I gusti di Daniela

Alcuni anni della vita del maestro d'arti marziali cinese Yip Man, dall'agiatezza e la fama fino a quelli durissimi dell'occupazione giapponese, durante i quali diventa per il suo popolo un simbolo di resistenza all'invasore. Racconto epico ed elegiaco su un uomo di pace costretto a costretto a combattere per difendere la propria dignità prima ancora della vita, impreziosito da combattimenti corpo a corpo coreografati come balletti. Efficace Donnie Yen, ieratico ed elegante, nel ruolo del protagonista, ma anche gli altri hanno le facce giuste.
MEMORABILE: Spolverino contro spada - il sacchetto di riso intriso di sangue

Belfagor 4/02/12 16:33 - 2625 commenti

I gusti di Belfagor

Nella Cina occupata e barbaramente umiliata dal Giappone, il maestro di arti marziali Yip Man divenne un simbolo della resistenza contro l'invasore e fece guadagnare notorietà mondiale allo stile Wing Chun. Nonostante il chiaro intento elegiaco, la narrazione biografica è elegante e ben costruita, sia nei combattimenti ottimamente coreografati che nelle scene di vita quotidiana. La rivalsa del protagonista si unisce così alla riacquistata dignità del suo paese, passando attraverso una serie di sfide drammatiche e coinvolgenti.

124c 13/02/12 12:43 - 2775 commenti

I gusti di 124c

Storia del maestro di arti marziali che insegnò anche al leggendario Bruce Lee. I molti combattimenti ben coreografati non nascondono i problemi di povertà che i cinesi avevano patito durante l'arrivo dei giapponesi. Mi ha colpito il fatto che per guadagnarsi un sacco di riso, gli operai cinesi venivano prelevati dai soldati giapponesi per combattere in un'arena, per il divertimento di un generale. L'interprete è un attore molto bravo, che sprizza simpatia non appena lo vedi, ma anche la donna che interpreta sua moglie è assai graziosa. Tre.

Galbo 14/02/12 16:28 - 11424 commenti

I gusti di Galbo

Un periodo tormentato (e in fondo poco conosciuto in Europa) della storia della Cina, quello dell'occupazione giapponese, rivive in questo film di Wilson Yip. Il protagonista non è solo un lottatore ma anche e soprattutto un simbolo della rivalsa del popolo cinese oppresso dallo straniero. Buona la ricostruzione storica, ottima la parte riguardante i combattimenti, coreografati in modo eccellente e valorizzati dall'ottimo e carismatico protagonista Donnie Yen.

Redeyes 24/12/14 07:44 - 2148 commenti

I gusti di Redeyes

Yip dirige una storia sul famosissimo Yip che rimanda per molti a Bruce Lee. La trama, per quanto decisamente scolastica nello svolgimento, muove i passi dalla disciplina del Wing Chun fino all'occupazione giapponese. Rispetto al successivo Grandmaster, attraverso un ritmo più incalzante e forse una direzione più europea ci si riesce ad avvicinare maggiormente al personaggio di Yip Man. Alcuni momenti sono e appaiono piuttosto romanzati, ma di certo coinvolgono lo spettatore e iconizzano il maestro. Scene di lotta molto ben fatte. Consigliabile.

Ultimo 1/07/15 11:36 - 1371 commenti

I gusti di Ultimo

Biografico basato sulla figura di uno dei migliori maestri di arti marziali: colui che insegnò a Bruce Lee l'arte del Wing-Chun. Convincente la prova di Donnie Yen, perfettamente calato nella parte sebbene poco espressivo. All'inizio vi sono momenti quasi divertenti, ma in seguito l'attenzione di sposta sull'occupazione e il tutto si fa più serio e si assiste, silenziosi, allo sviluppo della vicenda, ammirando le ottime scene di combattimento. Davvero notevole!

Ryo 11/06/17 01:05 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

La vita del maestro Yip Man molto prima di diventare il mentore di Bruce Lee. Al di sopra delle mie aspettative. Questo film, che ha molto di storico quanto di romanzato, riesce ad appassionare con l'ottima storia in cui convergono vari e ottimi ingredienti quali azione, commedia e dramma. Combattimenti spettacolari, per quanto rasentino l'assurdo e sfocino quasi nello stile wuxiapian classico. Bravissimo e credibile Donnie Yen.
MEMORABILE: I tentativi di salvare la mobilia di casa e i vasi durante lo scontro "te lo ripago!"; Yip Man contro 10 giapponesi; Il combattimento finale.

Puppigallo 29/07/17 09:42 - 4515 commenti

I gusti di Puppigallo

Storia delle vicissitudini di un grande maestro di arti marziali, vissuto per onorarle, unendole a valori come la giustizia e il rispetto. Girato con classe (i combattimenti, ma non solo), può vantare un protagonista tutto da gustare (imperturbabile e sempre pronto al dialogo, almeno finchè le cose non precipitano). Ma anche la moglie, saggia, devota, che gli ricorda che il figlio non è meno importante del kung fu, merita una menzione. Se poi si aggiungono, un colonnello fissato, ai limiti dello psicopatico, uno scagnozzo carogna e buoni dialoghi, il risulta non può che essere notevole.
MEMORABILE: Il combattimento con danni alle suppellettili "Mamma dice di attaccare, o si romperà tutto"; Dalla villa, al carbone; Il protagonista ne vuole dieci.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 16/11/11 13:29
    Scrivano - 14801 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc dal 18/01/2012 per Dolmen:



    DATI TECNICI

    * Lingue Italiano , Mandarino
    * Sottotitoli Italiano n/u
    * Schermo 2.35:1 Anamorfico 1080p High Definition
    * Audio Dolby Digital 5.1 Dts Hd