LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 27/06/07 23:28 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Pozzetto e Greggio sono i protagonisti di questa commedia simil-on the road sulla falsariga di Non guardarmi non ti sento, commedia americana di discreto successo. Uno sulla sedia a rotelle con problemi matrimoniali l'altro cieco sempre pronto a truffare il prossimo, si ritroveranno in un mucchio di guai. Si ride veramente poco. Presenti nel cast Marina Suma, bella ma poco incisiva, e Yvonne Sciò (trascurabile).

Puppigallo 28/06/07 15:29 - 4591 commenti

I gusti di Puppigallo

Qua e là si sorride, ma quasi tutto il film è una pena (Greggio e Pozzetto avevano in mano un copione quasi inaccettabile). I due risultano comunque piuttosto simpatici (specialmente Pozzetto: buono e ingenuo fino al midollo); e il fatto che uno compensi le lacune fisiche dell'altro non è male. Purtroppo però le battute sono spesso di bassissima lega e il voler fare la morale è un ulteriore punto a sfavore (in un simile film non è proprio il caso). Evitabile.
MEMORABILE: Greggio parla al telefono con un tizio a cui a venduto un Rolex falso: "Scusi, se entra l'acqua quando fa il bagno in mare, nuoti col braccio fuori".

Galbo 26/03/08 07:29 - 11587 commenti

I gusti di Galbo

Trascurabile (ed evitabile) film diretto da Neri Parenti che scimmiotta malamente il buddy movie americano, confezionando (si fa per dire visto la sceneggiatura alquanto raffazzonata) una sorta di commedia colma di volgarità e doppi sensi (spesso a danno dei disabili) che non centra il bersaglio principale: quello di fare ridere. Così rimane ben poco (o per niente).

Redeyes 13/06/08 15:07 - 2256 commenti

I gusti di Redeyes

Filmetto che ogni tanto riappare in qualche palinsesto e che nonostante la Sciò si può pure guardare. La storia non brilla per originalità ed è, ovviamente, infarcita di situazioni scontate, ma ha pure qualche trovata, cinica, che non guasta. Greggio, che non adoro, non recita affatto male e forse fra i due è quello più a suo agio. C'e anche la Suma, sempre tanto bella quanto poco espressiva.

Cangaceiro 19/06/08 18:30 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Storia piuttosto impegnata sul tema della diversità in cui Parenti non sfrutta al meglio il più bel soggetto mai capitatogli tra le mani. La sua regia stanca e anonima non rende giustizia alla maiuscola prova di Greggio semplicemente perfetto nei panni del non vedente trafficone. Pozzetto invalido invece è molto frenato ma è il ruolo ad imporglielo. I due protagonisti poi, pur in buona sintonia, sono condannati a predicare nel deserto poiché l'intero resto del cast senza alcuna eccezione non lascia il minimo segno. Un'occasione sprecata?
MEMORABILE: Greggio al pianoforte.

Ciavazzaro 21/06/08 12:43 - 4768 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Discreto. Una buona prova d'attore per Greggio (cieco) e Pozzetto (paralitico), che insieme formano una riuscita coppia comica. Certo non si ride sempre e loro non sono certo la miglior coppia di sempre, ma il film rimane più che accettabile. Da vedere.

Lovejoy 12/11/08 17:52 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Ogni tanto si ride in questa tutto sommato accettabile ripresa di Non Guardarmi Non Ti Sento made in Italy. Diretto con la consueta professionalità da Parenti, ha i suoi pregi nel ritmo e in uno scatenato Ezio Greggio. Al contrario, Pozzetto per una volta delude, dando il peggio di sè. Mediocre anche il resto del cast. Vale solo per Greggio.

Pigro 25/01/09 10:07 - 8348 commenti

I gusti di Pigro

Cieco truffatore coinvolge paralitico nei suoi giri. Brutta sequela di scenette che dovrebbero far ridere, ma che riescono a smuovere i muscoli del volto soltanto per gli sbadigli. Film piatto, grossolano, volgare, di cattivo gusto e senza alcun senso. Greggio e Pozzetto ai minimi storici delle loro carriere. Insomma, come perdere un'ora e mezza...

Sibenik 13/04/09 21:27 - 90 commenti

I gusti di Sibenik

L'amicizia improvvisata tra un cieco spregiudicato e trafficone (Greggio) e un ingenuo paraplegico dal cuore buono (Pozzetto), abbandonato dalla moglie intenzionata a spassarsela altrove (una Marina Suma agli sgoccioli) in un pensionato per l'estate. I due fuggono, dando vita ad un film senza senso che viene riscattato soltanto in zona Cesarini. Per la serie: Pozzetto era già alla frutta e Greggio al cinema non ha mai funzionato.
MEMORABILE: Un senso di giustizia c'è...

Disorder 14/09/09 10:43 - 1414 commenti

I gusti di Disorder

Nonostante una regia pessima, accostabile a quella dei peggiori cinepanettoni per fotografia (?) colori, musiche ecc, va detto che il film non è malaccio. La strana coppia funziona abbastanza bene, soprattutto Greggio nel ruolo che più gli è congeniale. Qualche nota di umorismo lievemente scorretto sui disabili, che qui comunque si prendono qualche rivincita sui parenti che li vorrebero solo 'scaricarè. Discreto!

Neri Parenti HA DIRETTO ANCHE...

Robertino 13/09/09 10:39 - 1 commenti

I gusti di Robertino

Sono due attori fenomenali, creano un'alchimia comica unica che solo loro avrebbero potuto ottenere. Il cast è perfetto ma sopratutto le location dove è girato il film lo rende piacevole. È un film che vale la pena rivedere: porta tanta allegria e fa dimenticare i soliti problemi di ogni giorno.
MEMORABILE: La corsa con la carrozzella sulla spiaggia a Portofino-Camogli.

Capannelle 1/01/10 23:33 - 3855 commenti

I gusti di Capannelle

Una certa comicità c'è nel film, prevedibile quanto si vuole ma efficace soprattutto nelle battute di Ezio Greggio. È lui infatti a dettare i tempi, Pozzetto scivola quindi nel ruolo della spalla. Trascurabili le interpreti rimane un film che, pur non mantenendo sempre lo stesso ritmo, assicura comunque qualche ilare momento in un contesto passabile e non troppo slegato.

Markus 6/01/10 23:52 - 3399 commenti

I gusti di Markus

Piacevole commedia che si avvale (forse per l'ultima volta) d'un Ezio Greggio cinematograficamente convincente e di un Renato Pozzetto ancora divertente ed in piena era di film in "coppia con...". Nel complesso la vicenda è fine a se stessa e scimmiotta in maniera palese l’americano Non guardami non ti sento, ma lo fa in maniera tutto sommato innocua. Regia abbastanza di circostanza ma adeguata... in fin de conti cosa si poteva fare di più? Film scacciapensieri.

Ale nkf 11/05/10 15:10 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Divertente commedia diretta da Neri Parenti con un Pozzetto e un Greggio in ottima forma. L'affinità dei due si nota sin dalle prime battute, infatti la scelta di mixare un cieco furbo e un disabile altrettanto sveglio è ottima, lanciando il messaggio che a chi manca qualcosa Dio ne dà un'altra (i due non si compiangono, anzi fanno dei loro difetti dei pregi). Al contrario le attrici non sono per niente al top, ma a fare da bilancio ci sono delle ottime gag tra Pozzetto e Greggio.

Nando 15/06/10 02:44 - 3541 commenti

I gusti di Nando

Greggio è un fenomenale frontman teatrale o televisivo che, talvolta, si propone a livello cinematografico con risultati scadenti. Probabilmente non ha colpe, ma da un comico del suo calibro dovrebbero uscire idee più valide. Il film è una commediola italica che cerca di analizzare, in maniera ironicamente truffaldina, il triste mondo dei disabili ma raggiunge dei risibili risultati, nonostante Greggio s'impegni, perché gli altri interpreti, Pozzetto in primis, lavorano al minimo sindacale.

Vstringer 8/01/11 22:38 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Parenti al minimo sindacale, Pozzetto con qualche sprazzo surreale ma in declino, un cast raccogliticcio (ci sono una Suma anonima, la solita macchietta del solito Bernabucci, Yvonne Sciò reduce da "Non è la Rai"): un peccato, perché il film ha un soggetto interessante, una sceneggiatura (di Sonego) superiore alla media del genere e un Greggio che nel genere è sicuramente alla sua migliore prova. È lui che fa funzionare gag tutt'altro che da buttare e ad aggiungere pepe in una commedia che raggiunge in qualche modo la sufficienza.

Dengus 14/07/11 08:40 - 354 commenti

I gusti di Dengus

Coppia inedita che funziona benone; da una parte l'ingenuo e bonaccione Pozzetto e dall'altra uno scatenatissimo Greggio, nella parte del cieco truffaldino; c'è anche una bellissima Marina Suma, moglie fedifraga che tradisce il marito (Pozzetto), a sua insaputa, con colui che lo ha investito e ridotto alla carrozzina. Il film nella figura di Greggio sfata un tabù, quello secondo il quale il disabile è sempre onesto e vittima.
MEMORABILE: Greggio irrompe nella stanza della sorella di Pozzetto e ci va a letto; Le lacrime di lei, della nipote e di Pozzetto stesso.

Mcfly87 29/09/11 16:07 - 75 commenti

I gusti di Mcfly87

Pellicola nella quale brilla Ezio Greggio, forse alla sua migliore interpretazione cinematografica (anche se questa volta un Pozzetto più compassato del solito non lo complementa così bene quanto il Paolo Rossi di Montecarlo Gran Casinò). Film piacevole, scorrevole e spensierato; le peripezie dei due disabili allo sbaraglio non dispiacciono. Poteva essere evitata un po' di volgarità gratuita, non congeniale alla comicità surreale di un Pozzetto che in tempi migliori non ne avrebbe avuto bisogno. La Suma, bella ma poco in vena. ** e mezza.

Rambo90 21/09/12 02:09 - 6694 commenti

I gusti di Rambo90

Una commedia amara ma che mette molta allegria e serenità, sarà che riesce a rendere leggeri i problemi gravi dei portatori di handicap. Tutto è merito della coppia Greggio-Pozzetto, stranamente molto affiatati, entrambi a loro agio con i personaggi. Neri Parenti in regia non è granchéma sa dare ritmo e si salva completamente in fase di sceneggiatura (a cui collabora con il grande Sonego). Azzeccata la colonna sonora. Buono.

Gabrius79 24/07/13 15:28 - 1253 commenti

I gusti di Gabrius79

Commedia capitanata dall'insolita coppia Greggio-Pozzetto che nonostante una vaga idea di riciclaggio da Non guardarmi non ti sento ci regala comunque una serie di gag godibili con piccole punte di amaro. Se il tutto fosse stato sviluppato in modo più convincente saremmo stati di fronte a un bel gioiellino.

Ezio Greggio HA RECITATO ANCHE IN...

Modo 27/11/13 12:38 - 846 commenti

I gusti di Modo

Gradevole. I due attori rispecchiano la propria comicità senza strafare e si denota come la coppia sia effettivamente ben affiatata. Si ride e il tutto è molto leggero e spensierato. Qualche calo durante il film c'è, ma nel complesso il tutto risulta discreto.

Hackett 18/01/14 12:28 - 1800 commenti

I gusti di Hackett

Un Pozzetto che timbra il cartellino senza entusiasmi e un Greggio che funziona impersonando il solito truffaldino furbetto sono la colonna portante di un film senza troppe pretese che regala però qualche sorriso. La coppia gatto-volpe alla fine se la cava e la sceneggiatura piatta si salva grazie al cinismo inatteso del finale. C'è di peggio.

Manfrin 22/07/14 16:15 - 335 commenti

I gusti di Manfrin

Una coppia un po' forzata ma che tutto sommato funziona, più per merito di un Greggio in parte che di un impacciato Pozzetto, forse poco adatto a interpretare un personaggio in carrozzina. Niente di trascendentale, intendiamoci, ma un pseudo road-movie che offre qualche spunto divertente e si può visionare con spensieratezza.

Panza 30/08/14 18:31 - 1542 commenti

I gusti di Panza

Avventure liguri per Greggio e Pozzetto impegnati nel solito incontro tra contrari. Parenti vorrebbe addirittura fare critica sociale sulla disabilità ma fa invece impantanare notevolmente la pellicola che non sempre ha i giusti tempi a causa della regia morta. Esilarante la parte all'albergo con twist assurdo, peggio la trama di contorno. Così così, ma la coppia aveva i numeri e se fosse stato vent'anni fa, magari...

Herrkinski 27/11/14 23:46 - 5677 commenti

I gusti di Herrkinski

Pozzetto col pilota automatico, Greggio in forma smagliante; quest'ultimo riesce a far da contraltare alla pigrizia del Renatone nazionale, che a parte qualche discreta battuta non-sense è abbastanza sottotono (farà di molto meglio con De Sica nel successivo Ricky & Barabba). La sceneggiatura tenta la via della commedia agrodolce con flebili pretese di denuncia sociale, azzeccando qualche momento verso il finale; purtroppo la cosa principale, far ridere, passa in secondo piano, anche a causa di una regia sonnolenta di Parenti. Discreto.
MEMORABILE: Greggio a cena con la famiglia della sorella di Pozzetto.

Vesco 29/01/15 17:37 - 42 commenti

I gusti di Vesco

Uno dei migliori film comici italiani dagli anni novanta a oggi. Una bella storia, piacevole, con molti cambi di scena. L'accoppiata Greggio Pozzetto è insolita ma funziona bene; lo stesso Greggio, nel cinema poco quotato, trova in questa pellicola la sua migliore interpretazione. Buona comicità, ritmo e alternanza tra scene all'aperto e al chiuso. Riflessivo all'occhio dello spettatore il tema dell'abbandono, sia delle persone disabili che degli animali.

Medicinema 6/11/15 13:01 - 94 commenti

I gusti di Medicinema

Sulla falsariga del cugino made in Usa Non guardarmi, non ti sento, Neri Parenti assembla l'anomala coppia comica Greggio-Pozzetto inserendo anche poco velati spunti di critica sociale, in maniera forse un po' grossolana. Nonostante i momenti divertenti non manchino, il film si dilunga un po' troppo, apparendo slegato in diversi punti. Il buon Renato, inoltre, appare (esigenze sceniche?) giù di corda, con rari sprazzi di vitalità. Il finale assume inattese tinte amare, assolutamente non disprezzabili; buona prova per Marina Suma.
MEMORABILE: I pianti a dirotto in auto dopo la scoperta del rapporto tra Greggio e la sorella di Pozzetto; Il finale.

Ultimo 29/06/16 08:41 - 1444 commenti

I gusti di Ultimo

Prodotto gradevole con due buoni interpreti: Pozzetto (costretto alla sedia a rotelle dopo un incidente) e Greggio (il cieco) si intendono molto bene e danno vita a una serie di gag azzeccate (su tutte la scena del pianto collettivo sull'auto...). Manca al film una sceneggiatura degna di far rendere i due interpreti al meglio, specie nella seconda parte, ove si cerca la via della morale per colmare le lacune della trama. Viene anche parzialmente toccato il delicato problema delle barriere architettoniche (a casa Pozzetto; in albergo). Non male.
MEMORABILE: Greggio al piano bar; Al casinò.

Hoffmann 2/08/16 09:36 - 5 commenti

I gusti di Hoffmann

Fosse stato girato negli anni '80, magari anche dallo stesso Parenti, ma senza quella sciatteria d'interni tipica degli anni Novanta, questo grazioso "Infelici e contenti" avrebbe potuto ambire a qualcosa di più. Già così questo film giocato sugli handicap di Pozzetto (su carrozzina) e Greggio (non vedente) riesce a divertire, intrattenere e lascia pure un brivido di mystery in coda. Si sarebbe potuto far di più, a partire dalla colonna sonora orrida.

Saintgifts 27/09/16 11:17 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Assolutamente non disprezzabile questa commedia "comicamara": l'accoppiata Pozzetto Greggio funziona bene, merito anche delle disabilità dei due protagonisti, costretti a muoversi in un certo modo; in più, a Greggio, gli occhiali scuri "donano" molto. La comicità a volte è di grana grossa ma non fastidiosa, non scade mai in vera volgarità ed è comunque sempre pertinente, non dà mai la sensazione di barzelletta risaputa e appiccicata. Film che riesce a mantenersi leggero e che usa il tema della disabilità in modo consolatorio, mai offensivo.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Il ferrini 14/01/18 00:55 - 1807 commenti

I gusti di Il ferrini

Esteticamente tremendo e con un Pozzetto in netta fase discendente, il film trova però - incredibile a dirsi - parziale riscatto nella prova di Greggio, merito di un personaggio che gli calza particolarmente bene. Yvonne Sciò assai deludente, non va meglio alla Suma e in generale a tutto il cast secondario ed è un peccato, perché il soggetto non sarebbe neanche male e di certo è il migliore capitato al regista dopo il pensionamento di Fantozzi.

Caveman 12/07/18 22:47 - 269 commenti

I gusti di Caveman

Filmetto un po' così che porta sullo schermo l'amicizia tra due portatori di handicap. Purtoppo Parenti qui dirige in maniera che pare svogliata e Pozzetto non è il solito istrione; poco poteva fare Greggio che non è mai stato un "vero" attore. E così il film scivola stancamente verso lidi noiosi e banali; pure un comprimario che solitamente è garanzia di risata (grezza) quale Bernabucci qui stecca, anche perché il suo ruolo è odioso e pure limitatissimo. Evitabile.

Lythops 13/07/18 15:32 - 980 commenti

I gusti di Lythops

Neri Parenti non è certo garanzia di qualità, nel piccolo panorama della commedia all'italiana recente. Il film non sfugge alla regola e ben poco possono Greggio, che peraltro ripropone in versione meno caricata il personaggio di "Drive in" di fine anni '80 e Pozzetto, simpatico come sempre. È un film che non decolla mai, che al limite strappa qualche sorriso, ma il rimando a situazioni simili proposte in altri film è inevitabile.

Maxx g 27/06/19 23:37 - 516 commenti

I gusti di Maxx g

Strana la coppia formata da Ezio Greggio e Renato Pozzetto. A dirigerli è Neri Parenti, che pare abbia perso un bel po' della propria verve. La vicenda è invero banalotta: due persone (un cieco e un paraplegico) si incontrano in una pensione dove Pozzetto (il paraplegico, appunto) viene abbandonato a se stesso. Qui si trova coinvolto con Vittorio (Ezio Greggio) in un giro di affari loschi. Il film è vedibile ma manca un ingrediente fondamentale: le risate. Peccato perché Greggio offre una prova dignitosa.

Donarfio 21/04/20 16:29 - 38 commenti

I gusti di Donarfio

Cosa potrà succedere unendo in coppia un grande cabarettista con un esperto comico televisivo in una commedia giocata sugli handicap fisici? Un buon risultato. La storia, nonostante risulti lontanissima dal realismo tipico delle commedie italiane, cattura l'attenzione; Parenti si dimostra un regista versatile quando lo desidera e il resto lo fanno i due protagonisti. Pozzetto ha la capacità di far funzionare qualsiasi coppia (Celentano, Verdone, Villaggio, Montesano) e con uno standardizzato Greggio (ma atipico sul finale) non fa eccezione.
MEMORABILE: La cena dalla sorella di Pozzetto; Greggio che alla fine dovrà andare a vendere bistecche finte.

Deepred89 5/01/21 21:06 - 3378 commenti

I gusti di Deepred89

L'idea di base poteva dar luogo a qualcosa di interessante, con una tematica - la disabilità - non particolarmente frequente nel cinema nostrano, tantomeno quello umoristico. Purtroppo lo sviluppo è da fiacchissima commedia on the road tra discoteche, truffe e casinò, senza alcuna trovata comica efficace e una confezione piuttosto trascurata, nonostante un ritmo abbastanza costante. A sorpresa, Greggio funziona molto meglio del qui imbolsito Pozzetto. Mezzo punto in più per il finale, consolatorio ma cattivo al tempo stesso.

Daidae 25/04/21 12:53 - 2839 commenti

I gusti di Daidae

Riuscito perché lancia un messaggio contro l'abbandono (tuttora presente, ma in quegli anni il fenomeno soprattutto ai danni di animali era molto diffuso) di persone disabili e animali da compagnia. Buona la prova del cast con i rodati Pozzetto e Greggio, affiancati da una discreta Marina Suma e una giovane (e molto bella) Yvonne Sciò. Discrete musiche e bei paesaggi anni 90, fotografia purtroppo scialba dai colori "caldi" molto simile a quella delle sitcom Mediaset di fine anni 80. Vedibile.
MEMORABILE: Il manifesto contro l'abbandono degli animali.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Columbo • 15/07/11 11:45
    Magazziniere - 1102 interventi
    Il brano cantato da Greggio in albergo è la celeberrima Let's Twist Again di Chubby Checker del 1961:

    http://www.youtube.com/watch?v=LVQ0MXp-8ds
  • Homevideo Xtron • 10/04/12 17:11
    Servizio caffè - 1856 interventi
    Il dvd Cecchi Gori

    Audio italiano
    Sottotitoli in italiano
    Formato video fullscreen
    Durata 1h33m58s
    Extra: Intervista a Neri Parenti

    Immagine a 05:54

    Ultima modifica: 11/08/19 16:07 da Zender
  • Discussione Mauro • 27/07/17 21:40
    Disoccupato - 9940 interventi
    Il 14 luglio scorso è scomparso Dino Emanuelli.

    R.I.P.