Infedeltà

Media utenti
Titolo originale: Dodsworth
Anno: 1936
Genere: drammatico (bianco e nero)
Note: Dall'omonima novella di Sinclair Lewis.
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/08/11 DAL BENEMERITO MDMASTER
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Mdmaster 2/08/11 08:50 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Wyler firma un adattamento perfetto della novella di Lewis, scegliendo di soffermarsi, più che sulla differenza tra i costumi europei e americani, sulle irriconciliabili differenze di una coppia sposata da tanto tempo. Huston è bravissimo nella parte del magnate provincialotto in pensione, ma la Chatterton non è da meno nel non facile ruolo della giovine moglie. Certo sarà difficile parteggiare per quest'ultima e la sua gran voglia di vivere, visto che sembra tradursi quasi solo in "avventure" poco serie. La Astor è meravigliosa. Molto bello.
MEMORABILE: "Mi sono ricordato oggi di dirti che ti adoro?" mentre il treno parte... da fazzoletto obbligatorio.

Addison 10/07/12 22:06 - 90 commenti

I gusti di Addison

Un gioiello: sembra girato sette anni fa, non settanta. Un matrimonio si sgretola durante un viaggio in Europa e la dinamica del rapporto tra marito e moglie è descritta con singolare finezza. Walter Huston è il marito e la sua interpetazione, asciutta ma espressiva, è una delle migliori che io personalmente abbia mai visto in un film americano. Ruth Chatterton è la moglie, più manierata forse, ma efficacissima nella sua disarmante nevrosi. Ottima Mary Astor. L'Europa descritta dal regista (europeo) è credibile benchè ricostruita in studio.

Faggi 19/01/19 20:03 - 1508 commenti

I gusti di Faggi

Il segmento con David Niven, nella parte iniziale, sulla nave verso l'Europa, sospeso ma inesorabile nelle sottili sfumature mondane, è di rara perfezione fulminante: introduce molto bene nel clima emozionale (anche danneggiante) di ciò che seguirà. Sensibilità e asciuttezza, rigore e naturalismo sono le parole chiave (per la regia, le interpretazioni, il dipanarsi della vicenda, l'ambientazione). Perfetto Walter Huston, la sua prova è la più notevole; precisa, nell'espressività d'antan, Ruth Chatterton; radiosa Mary Astor.

Daniela 3/06/20 10:15 - 9634 commenti

I gusti di Daniela

Convinto dalla moglie, un ricco industriale lascia gli affari per intraprendere un lungo viaggio in Europa durante il quale emergeranno dissapori all'interno della coppia per l'incapacità della donna di accettare la prospettiva di una vita serena ma senza troppe emozioni... Bella trasposizione di lavoro teatrale ispirato al romanzo di Lewis: Wyler si conferma un maestro nel vivisezionare i turbamenti sentimentali ed i personaggi, delineati con finezza, sono affidati ad un cast molto in parte: ottimo Huston, radiosa Astor, efficace Chatterton nel ruolo ingrato della moglie egoista.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 16/09/11 00:39
    Scrivano - 15052 interventi
    Disponibile in edizione dvd dal 19/10/2011 per Kinos:



    DATI TECNICI

    * Lingue Italiano
    * Schermo Anamorfico 16:9 B/n
    * Audio Dolby Digital 2.0
  • Curiosità Siska80 • 29/07/20 13:55
    Call center Davinotti - 422 interventi
    David Niven dichiarò in seguito di essere stato "maledettamente miserabile" ad accettare di lavorare con William Wyler, che ha descritto come "Jekyll e Hyde, ossia una persona gentile, divertente e accogliente nella vita reale, ma un figlio di puttana sul set". Anche Wyler non fu terribilmente impressionato dal talento di Niven, definendolo poco più che "un playboy di città". Tuttavia, il regista trovò che fosse perfetto per il ruolo dell'incantevole capitano Lockert.

    Fonte: Imdb