Il vizietto 2

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: La cage aux folles II
Anno: 1980
Genere: commedia (colore)
Note: Sequel di "Il vizietto". Aka "Il vizietto II".
Papiro: cartaceo
Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pigro 12/07/08 10:01 - 8792 commenti

I gusti di Pigro

Classico esempio di sequel raffazzonato: si prendono gli elementi ritenuti di successo e gli si sovrappone una trama banale e collaudata, pensando che possa funzionare, senza aver capito le vere leve del successo del primo film. Qui il ménage della stagionata coppia gay viene rotto da un plot avventuroso-noir a base di spie: quanto di più arbitrario e fallimentare ci si potesse inventare (ma come gli è venuto in mente?). Il risultato è noioso e a poco serve la professionalità dei protagonisti. Da evitare.

Caesars 16/10/08 13:33 - 3364 commenti

I gusti di Caesars

Raramente i sequel riescono a competere con gli originali, ma questa volta la delusione è fortissima. Il fatto che il cast fosse lo stesso del primo film faceva sperare in un prodotto quantomeno dignitoso, invece la storia devia sullo spy e quindi prende una piega inaspettata sì ma del tutto al di fuori delle corde dei personaggi originali. Scordiamoci pure il divertimento del primo film, qui è pura routine senza nessun sussulto di originalità.

Galbo 15/06/10 07:12 - 11876 commenti

I gusti di Galbo

All'illustrazione del menage della strana coppia, così deliziosamente mostrato nel piacevolissimo primo film, si aggiunge una trama avventuroso spionistica che porta i nostri eroi in Italia. Il registro di questo sequel è però clamorosamente sbagliato e il risultato è un film scadente dove l'indiscussa bravura dei protagonisti non riesce a compensare la mediocrità dell'impianto.

Markus 11/06/10 16:34 - 3512 commenti

I gusti di Markus

Pessimo sequel che conta ancora sulla presenza del surreale duo Serrault-Tognazzi, qui mal gestiti ed introdotti forzatamente in un'improbabile spy-movie di rara noia. Si presuppone che in fase di sceneggiatura il film potesse essere funzionale e, in effetti, l’idea in sè non è male: prendere una coppia di “checche” ed inserirla in un contesto cinematografico in genere molto maschile, ma l’occasione è stata male utilizzata. Pochi i momenti degni: il tedio prende il sopravvento sin da subito. Film inutile, tuttavia ne seguì un terzo capitolo nel 1985.

124c 11/06/10 17:38 - 2832 commenti

I gusti di 124c

Seguito girato solo per far botteghino. Nel primo film c'era una pièce teatrale dietro, in questo, completamente inventato per il cinema, un intreccio spionistico che non avvince, nonostante il duo Serrault/Tognazzi vada a riparare in Italia, sotto il tetto di una severa ma giusta Paola Borboni nella parte della madre di Renato. Se c'è da salvare qualcosa ne "Vizietto II", è la bravura degli attori, veramente di prima piano. Un applauso, anche a Oreste Lionello, voce italiana di Albin.
MEMORABILE: Serrault/Albin impara a fare la donna di casa sotto gli occhi della madre di Tognazzi/Renato (Paola Borboni).

Domino86 14/02/11 19:05 - 600 commenti

I gusti di Domino86

Ecco che Renato e Albin (i bravissimi Tognazzi e Serrault) sono tornati con al seguito la loro vita di coppia a tratti burrascosa. Sicuramente rispetto al primo si nota che la trama è proprio costruita per dare un seguito alle vicende e mettervi un po' di pepe. Comunque sia, se visto con la giusta leggerezza, il film diverte e anche tanto.

Daidae 10/05/11 14:33 - 2941 commenti

I gusti di Daidae

Bistrattato seguito del famoso e bellissimo Vizietto. La coppia Serrault-Tognazzi è perfetta e funziona benissimo nella storia di spionaggio, alcuni momenti divertenti altri un po' meno. Molto atipico, totalmente diverso dal primo ma la sufficienza la prende.

Daniela 9/01/14 10:48 - 11523 commenti

I gusti di Daniela

La coppia del Vizietto coinvolta in un intrigo spionistico di stampo tradizionale, con tanto di microfilm, elenchi compromettenti, agenti segreti, fughe all'estero e morti ammazzati. L'idea poteva anche funzionare sulla carta, ma si dimostra micidiale nella visione. Fuori dal contesto della Cage, il repertorio di mossette e gridolini appare ancora di più come un luogo comune cabarettistico e qui non c'è neppure l'interpretazione briosa del cast a riscattare la banalità dell'approccio. Sequel non solo inutile, pure noioso.

Rambo90 16/02/15 23:22 - 7109 commenti

I gusti di Rambo90

La costruzione stavolta è on the road e, sebbene non manchi qualche momento divertente, tutto sommato molto meno convincente del primo episodio. Tognazzi è quasi ombra di Serrault, qui troppo sopra le righe e particolarmente insopportabile. La prima parte è migliore, con Serrault che si improvvisa lavavetri e gli agenti segreti che si travestono tra i momenti più riusciti. Nella seconda regna la noia.

Gabrius79 12/07/15 22:56 - 1325 commenti

I gusti di Gabrius79

Secondo episodio della trilogia dove la sceneggiatura inizia a scricchiolare con momenti a volte noiosi alternati ad altri più frizzanti (specie nella prima mezz'ora). Serrault è anche questa volta infallibile e la performance migliore è la sua (grazie anche all'ottimo doppiaggio di Oreste Lionello), mentre Tognazzi seppur bravo appare più svogliato rispetto al primo film. Sviluppata piuttosto male la parte con Paola Borboni, che risulta sprecata.

Edouard Molinaro HA DIRETTO ANCHE...

Il ferrini 7/07/21 01:32 - 1952 commenti

I gusti di Il ferrini

Il più debole della trilogia ma comunque godibile e sempre ben recitato. Stavolta la folle coppia viene catapultata, suo malgrado, nientemeno che in un'operazione di spionaggio. La fuga per mettersi in salvo dai cattivi spingerà Albin e Renato in Italia, per cercare rifugio dalla madre di quest'ultimo. L'immagine del nostro paese non è delle più lusinghiere, ma probabilmente non è che meritassimo molto di meglio. Caratteristi all'altezza, dialoghi brillanti e un finale coraggiosamente romantico.

Nick franc 26/05/22 23:33 - 320 commenti

I gusti di Nick franc

Sequel piuttosto deludente che accentua i piccoli difetti del predecessore senza averne i pregi. La storia della coppia coinvolta in un intrigo spionistico mostra presto la corda e le situazioni troppo forzate rendono il film noioso e poco divertente (sembra incredibile che tra gli sceneggiatori ci sia Veber). Sul versante del cast i due protagonisti deludono (Tognazzi è poco incisivo, Serrault troppo spesso sopra le righe) mentre nei ruoli secondari Galabru si vede troppo poco e i migliori sono l'efficace Paola Borboni e il rude Glauco Onorato.
MEMORABILE: Albin e Renato insegnano a camminare agli agenti che li proteggono; Il finale romantico.

Androv 2/06/22 09:34 - 136 commenti

I gusti di Androv

Triste seguito. L'elemento spionistico è completamente fuori luogo e testimonia l'esaurimento di un soggetto nato e sviluppato in modo autoconclusivo. Tognazzi si rende conto della situazione e fa il minimo indispensabile, Serrault rimette in pista il suo personaggio eccedendo ancor di più. Del resto rimane poco, un progetto commerciale che nulla aggiunge a quanto già visto in precedenza.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Buiomega71 • 22/07/21 19:04
    Pianificazione e progetti - 23993 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71 il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima visione Tv (mercoledì 9 maggio 1984) di Il vizietto II:

    [img size=350]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images57/vizietto.jpg[/img]