Il vecchio e il mare

Media utenti
Titolo originale: The Old Man and the Sea
Anno: 1958
Genere: drammatico (colore)
Numero commenti presenti: 9

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/07/07 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 14/07/07 14:08 - 4523 commenti

I gusti di Puppigallo

Il film è tutto sulle spalle di Spencer Tracy, che non fa una piega e sfodera una grande interpretazione. Sarà un continuo soliloquio, dove il vecchio pescatore si farà coraggio, si darà forza e si rivolgerà persino al grande pesce che ha abboccato alla sua lenza e che cercherà di domare durante un’estenuante battaglia (il pesce è lungo come la barca e lui lo tira a braccia). Quasi una favola, anche se piuttosto dura, dove la natura mette alla prova il vecchio, spingendolo al limite delle sue possibilità. Da vedere.
MEMORABILE: L'amicizia col bambino. L'attacco degli squali.

Lovejoy 15/07/08 14:56 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Ormai un classico nel suo genere. Tratto dall'omonimo romanzo di Hemingway, un film in cui la fa da padrone assoluto il vecchio marinaio meravigliosamente interpretato dal grande Spencer Tracy, che a mio avviso avrebbe meritato l'Oscar. Nessun attore saprà, in seguito, riuscire a rendere alla perfezione il ruolo dell'anziano, ma mai domo, Vecchio. Intensa regia di Sturges, memorabile colonna sonora.
MEMORABILE: I lunghi giorni in barca, ovviamente, con l'attacco finale degli squali.

Rigoletto 2/12/16 12:34 - 1621 commenti

I gusti di Rigoletto

Un film fatto con due sole cose: la voce narrante (Gino Cervi) e Spencer Tracy (doppiato da Gazzolo padre); eppure non gli manca nulla per entrare nell'Olimpo del cinema e, in termini di comunicazione umana, descrive molto più di ciò che si vede. Lo spazio dato alla narrazione fa capire da subito la matrice letteraria che lo ha generato. Fantastico il rapporto tra il vecchio e il bambino: il primo con gli occhi di un fanciullo, il secondo già adulto abbastanza da avere cura dell'amico; una sorta di coetaneità che li rende anime empatiche.

Galbo 24/12/09 13:11 - 11445 commenti

I gusti di Galbo

Un classico della letteratura che è diventato (come non spesso accade) un classico del cinema grazie all'accoppiata tra l'ottimo regista John Sturges e il grandissimo Spencer Tracy. Nessun altro poteva interpretare con grande credibilità la storia del vecchio pescatore e Tracy dà un'immensa prova di recitazione ancora più incisiva se si pensa che l'attore è quasi sempre solo in scena.

Ciavazzaro 22/12/09 12:29 - 4766 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Un immenso Spencer Tracy per una buona riduzione cinematografica del classico di Hemingway. Basta anche solo l'interpretazione del protagonista per rendere il film memorabile (da citare la scena con lui in mare aperto), ma anche la regià è molto ispirata.

Cotola 25/12/09 22:08 - 7603 commenti

I gusti di Cotola

Dal romanzo che diede il Nobel a Hemingway, un film che riesce a restituire abbastanza "bene" le emozioni della pagina scritta. Il lento scorrere del tempo, il rapporto-scontro uomo e natura, il senso della vita. Su tutto domina una prova maiuscola di Spencer Tracy. Bello e intenso.

Saintgifts 24/11/15 13:35 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Dal romanzo di Hemingway, che più riassume il carattere dello scrittore e la sua filosofia di vita, un film che riesce a mantenerne, oltre che l'atmosfera, anche tutta la forza e la caparbietà umana nell'accettare, anzi nel cercare, le sfide più difficili, per dare un senso alla vita, per vincere temporaneamente una morte che si prospetta quotidianamente, sotto diversi aspetti. Tracy dà il giusto volto e le giuste mani al vecchio che, pur conoscendo la vita e la vacuità delle cose, vuole affermare la sua forza fisica e mentale sulla natura.
MEMORABILE: Ciò che rimane della bellezza del grande pesce.

Daniela 1/01/17 02:10 - 9624 commenti

I gusti di Daniela

Trasposizione di un celebre romanzo che, materializzando in dialogo interiore sentimenti ed emozioni solo descritte, riesce a restituirne almeno in parte il carattere di parabola del rapporto fra l'uomo e la natura, ovvero l'uomo e i suoi limiti. Il merito non è tanto della messa in scena, corretta ma un poco artificiosa, quanto di Tracy: il suo personaggio, pur corrispondendo poco fisicamente e caratterialmente a quello del romanzo, conquista grazie all'umanità pacata e non priva di ironia tipica di tanti altri da lui interpretati. Grande prova che eleva un film altrimenti modesto.

Paulaster 15/07/19 11:22 - 2859 commenti

I gusti di Paulaster

Vecchio pescatore affronterà un pescespada. Tratto dal celeberrimo romanzo imperniato sulla lotta tra l’uomo e la natura. Tracy incarna bene i panni resistenti e provati dell’uomo di mare e la voce narrante serve a descrivere il rapporto di forza e il senso di sconfitta dei contendenti. Evidenti le differenze tra le scene d’ambiente e quelle girate in studio; comunque i colori marini primeggiano e il valore educativo rimane.
MEMORABILE: La vela come la bandiera della sconfitta; L’incontro a braccio di ferro; L’infiocinata; La lisca gigante a riva.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 22/12/09 12:19
    Scrivano - 5606 interventi
    Dopo aver visto il film l'autore del libro dal quale è tratto (Hemingway) non fu per niente sodisfatto di Tracy come protagonista.

    Fonte:Imdb
  • Homevideo Gestarsh99 • 19/09/11 00:52
    Scrivano - 15027 interventi
    Disponibile in edizione dvd dal 22/09/2011 per A & R Production:



    DATI TECNICI

    * Lingue Italiano , Inglese
    * Schermo Anamorfico 16:9
    * Audio Dolby Digital 2.0