Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/11/11 DAL BENEMERITO TARABAS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Tarabas 11/12/11 16:24 - 1773 commenti

I gusti di Tarabas

Un Medio Evo parallelo, sette casate precariamente riunite in un regno, confini pericolosi al di là dei quali si estendono terre abitate da genti misteriose. Lotte politiche, intrighi, conflitti familiari, guerre. Qualcuno ha parlato dell'autore della saga letteraria come del Tolkien del XXI secolo. La serie ridefinisce i canoni del telefilm, con sfarzo produttivo incredibile, un cast interessante e una storia che merita di essere seguita (per quanto troppi antefatti siano lasciati in sospeso). In attesa della seconda stagione. "L'inverno sta arrivando".

Macguffin 15/12/11 11:48 - 124 commenti

I gusti di Macguffin

Un ricco medioevo immaginario in cui il contesto fantasy amplifica le possibilità narrative ma dove le passioni e i comportamenti sono visceralmente umani: lotta per il potere e legami di sangue, amore e amicizia, onore e tradimento. Grande sceneggiatura che riesce a restituirci la densità corale dell'epica vicenda, dandoci personaggi complessi e dialoghi memorabili; ottima la messa in scena, con un cast all'altezza e la giusta crudezza di sesso e violenza. Shakespeare + "Il signore degli anelli" + il meglio della moderna fiction Usa.

Galbo 29/12/11 07:15 - 11613 commenti

I gusti di Galbo

Di chiara derivazione "tolkeniana", Il trono di spade è una serie di genere intermedio tra l'epico e il fantasy. Tratta da un ciclo di romanzi di George RR Martin, è un prodotto realizzato con alti standard produttivi. Serie molto godibile, presenta una buona commistione tra azione e approfondimento dei personaggi con suggestive ambientazioni e un gruppo di attori calati bene (a partire da Sean Bean) nei propri personaggi.

Xamini 18/01/12 00:15 - 1052 commenti

I gusti di Xamini

Di questa prima stagione ho notato l'impianto scenico davvero credibile, il crudo cinismo di stampo realista nel trattare i personaggi (vittime dei giochi di potere, più che eroi romantici) e la notevole dose di sangue, nudi, sesso. Quasi a chiarire, sia a livello visivo che di narrativa, il sapore dell'epoca storica che viene parafrasata. I meccanismi di addiction, ovviamente, funzionano in pieno (anche se non ai livelli di Lost).
MEMORABILE: L'epilogo dell'episodio 9

Ryo 25/05/13 02:23 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Una superba saga fantasy tratta dai romanzi (scritti dalla brillante mente di George Martin) "Le cronache del ghiaccio e del fuoco". Fotografia, regia, costumi e scenografie degni di Hollywood. Cast che vede nomi del calibro di Sean Bean, Mark Addy, Peter Dinklage, Nikolaj Coster-Waldau, Iain Glen, Charles Dance... Una trama ricca di innovazioni nel genere, strategie politiche e belliche, numerosi intrighi... anche troppi, che rendono la serie molto impegnativa da seguire.
MEMORABILE: I cuccioli di meta-lupo; La "corona" che Khal Drogo regala a Viserys; L'ultimo episodio.

Darkknight 5/07/13 10:12 - 353 commenti

I gusti di Darkknight

Buona confezione, cattiva sostanza. Costruzione e ritmo da soap (con più trame parallele, portate avanti all’infinito senza intrecciarsi mai), un rosario interminabile di crudeltà e malefatte destinate a rimanere impunite e uno squallido messaggio di fondo: il mondo è cattivo, gli eroi non esistono e se vuoi vivere devi ingannare, tradire e uccidere tutti gli altri prima che loro lo facciano a te. Se questa è la qualità, ben vangano le trashate infantili tipo il cartone di He-Man o l’Hercules con Kevin Sorbo.

Belfagor 15/06/15 15:31 - 2637 commenti

I gusti di Belfagor

Il lato visivo, tra costumi medievaleggianti e location variegate, ricrea magnificamente l'atmosfera dei romanzi di Martin. Anche il cast, dagli attori più navigati a quelli più giovani, sorprende con delle interpretazioni eccellenti. Il problema è nella trama, che col procedere delle stagioni si è discostata sempre più da quella dei libri. Se le prime due stagioni erano eccellenti, dalla terza in poi le situazioni insensate e i personaggi stravolti hanno preso il sopravvento fino alla quinta, veramente terribile.
MEMORABILE: I cuccioli di metalupo; Gli Estranei; Le nozze di Joffrey; "Tu sei la principessa Shireen Baratheon. E sei mia figlia".

Gabigol 8/05/17 11:45 - 427 commenti

I gusti di Gabigol

La naturale evoluzione dall'high fantasy al low fantasy. Benjoff e Weiss sceneggiano con cura la saga scritta da Martin e bilanciano con dovizia intrighi politici beautifuleggianti e il sesso nelle sue più disparate forme. Lo spettatore diventa ostaggio di questo robusto intrattenimento, complice anche una certa intensità narrativa che tocca gli apici nei famosi colpi di scena. Peccato che dalla quinta stagione si registri un calo nell'intreccio, complice anche lo spaesamento dell'autore nel chiudere la sua opera più iconica.
MEMORABILE: Il colpo di scena della prima stagione; Le nozze rosse; Il processo.

Piero68 10/07/17 13:16 - 2831 commenti

I gusti di Piero68

Ormai HBO non perde un colpo e si conferma sempre più simbolo di qualità. E anche se la serie non convince sempre dal punto di vista del contenuto, sul contenitore è difficile trovare punti deboli. Di chiara ispirazione tolkeniana Game of Thrones abbraccia vari genere, dall'epico al fantasy passando dai film di cappa e spada ma anche altro. Convincente il cast, non troppo alcune scelte di sceneggiatura che vedono abbondanti scene di sesso e violenze gratuite che nulla aggiungono allo svolgimento della trama. Unico neo (forse): troppi personaggi.

Minitina80 14/05/18 06:59 - 2556 commenti

I gusti di Minitina80

Nell’era in cui predomina la serialità ovunque, anche nel cinema, ecco una serie a cui va riconosciuto il merito di aver saputo coniugare l’epico e il fantastico mantenendo una relativa credibilità di fondo. Il livello qualitativo è sempre alto in ogni stagione, avendo l’abilità di passare con destrezza da un personaggio all’altro senza far scemare l’interesse. Gli effetti speciali non sono mai invadenti e da essi non dipende l’esito di una scena. La bellezza degli scenari e i misteri che si celano dietro “la barriera” fanno il resto.

Vari HA DIRETTO ANCHE...

Bruce 25/03/19 12:26 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Splendida serie televisiva sorprendente per la cura nella produzione, la fotografia, le scenografie, i costumi, la recitazione, che per molti versi risultano superiori a quelle delle migliori pellicole destinate al cinema. Anche i dialoghi e la sceneggiatura sono ricchi e originali. Non mancano eccessi di violenza e scene di sesso che tutto considerato non stonano, nel quadro complessivo dell'epoca trattata. Sicuramente consigliabile.

Capannelle 17/04/19 23:32 - 3876 commenti

I gusti di Capannelle

La potenza della tripla V (violenza, viscere e vagine) trova sponda in una scrittura sempre abbastanza stratificata che dopo un inizio incerto dispiega tutte le frecce al suo arco. Lo sviluppo delle prime due stagioni è ogni tanto lento e artefatto, ma cinque o sei personaggi sono disegnati con estrema bravura e la varietà delle situazioni e degli intrecci regge bene, assicurando presa sul pubblico nonostante non ci siano dosi massicce di originalità.

Puppigallo 20/05/19 10:48 - 4613 commenti

I gusti di Puppigallo

Una delle tante, smisurate serie, che può però vantare un alto livello di violenza, carognate, con tanto di draghi, in grado di far sopportare allo spettatore, seppur a fatica, le fasi di quiete, inondate da sesso e dialoghi, spesso superflui che, nel migliore dei casi, sono utili a svelare gli intrighi e le macchinazioni per arrivare all'ambito trono spadato. Tra i personaggi più riusciti, spicca il nano, scaltro e opportunista, che però ha un certo senso della giustizia. Anche Cersei fa la sua figura, grazie a un misto di carisma e crudeltà. Segue Arya. Finale piuttosto moscio.
MEMORABILE: Gli Estranei (zombinvernali), che avanzano, col loro capo che non teme i draghi, anzi; Drago vs Trono (spesso la bestia ragiona più dei belli).

Ira72 27/05/19 15:32 - 1047 commenti

I gusti di Ira72

Ineccepibile a livello qualitativo, sotto ogni aspetto (dalle interpretazioni, alle ricostruzioni scenografiche, fino agli effetti speciali) e decisamente coinvolgente grazie anche al sapiente e ricorrente utilizzo di molteplici colpi di scena. Ma. Troppi re, principi e principesse per un solo trono. Troppi eserciti e battaglie. Troppi intrighi in contemporanea, con continue introduzioni di nuovi personaggi. Dopo un po' gira la testa e l'inaspettato diventa abitudine. Cruento nelle scene splatter e fin troppo generoso in quelle osé, molto esplicite.

Greymouser 10/01/20 10:32 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Fino alla settima stagione è un'opera memorabile, che segna una svolta epocale nella storia della serialità televisiva. Purtroppo, una volta orfani del copione ricalcato sulle novelle disponibili di George Martin, i registi non sono riusciti a dare un degno finale alla storia, scontentando un po' tutti. Tuttavia, restano una grande ambientazione, personaggi indimenticabili e vicende coinvolgenti e spesso crudeli. In molti punti, la trama e la sua rappresentazione sfiorano il capolavoro. Mezzo pallino in meno per l'ultima sciagurata stagione.

Redeyes 16/12/20 07:13 - 2261 commenti

I gusti di Redeyes

E' quasi difficile accingersi a commentare una serie di una tale portata e riuscire a farlo in poche righe. Il trono di spade ha unito appassionati del fantasy e "babbani" grazie agli intrecci di potere e alla caratterizzazione dei suoi personaggi, grazie alla cura delle scene e al suo pathos. Cosa muovergli contro? Forse una stagione finale un po' sbrigativa rispetto alle altre, pur pur se da apprezzarsi per le chiusure e i colpi di scena decisamente interessanti. Musiche e fotografia eccellenti. Arduo non rammentarlo per molti anni.

Michdasv 23/02/21 09:00 - 14 commenti

I gusti di Michdasv

Un tempo nel genere epic fantasy (Tolkien e imitatori) (rarissime) femmine erano ridotte a due stereotipi (santa o strega). Ma nel 2011 HBO, un canale tv con un vasto pubblico non misogino, ha prodotto questa serie, con donne in ogni ruolo immaginabile. Imprescindibile: nessun fantasy da qui in avanti potrà “ignorare” questo telefilm. Creatore di innumerevoli modi di dire, proverbi, e meme e tropi cinematografici. Molti nudi frontali nelle prime due serie, sempre meno nelle successive. Rivoltanti le scene di tortura, ma recitate benissimo.
MEMORABILE: Dialogo: “Cosa diciamo alla Morte?" "Non Oggi” (Not Today); "In un bordello con un asino e un alveare"; "E chi ha una storia migliore di quella di..."

Teopanda 16/04/21 17:59 - 55 commenti

I gusti di Teopanda

Senza il disastroso finale parleremmo di una serie quasi perfetta, ma nonostante ciò è necessario riconoscere tutto il buon lavoro fatto. Personaggi scritti (quasi) tutti magnificamente fino alla sesta stagione, con un ottimo parco attori. La storia inizia a cadere nella settima, che si focalizza di più su effetti speciali e meno sulla sceneggiatura, con un finale definibile come “deludente” (per usare un eufemismo). Nonostante ciò si merita quattro pallini pieni.
MEMORABILE: Le nozze rosse; Il matrimonio di Re Joffrey; La Battaglia dei Bastardi.

Giufox 7/05/21 17:49 - 147 commenti

I gusti di Giufox

Bellissima trasposizione di una saga letteraria molto ricca ed eloquente nel rielaborare veri personaggi e battaglie storiche nel suo universo fantastico, spaziando dai Khan ai Franchi, dalla Battaglia di Canne alla Guerra delle due Rose. Le prime stagioni (basate sui libri) si contraddistinguono per un ritmo ben equilibrato e strutturato e danno vita a intrecci politici sadicamente rivoluzionari per la storia dei Tv Show. Nelle ultime due, per una serie di scelte sbagliate degli showrunners, saltano logiche geografiche e narrative e si cade molto in basso, sprecando anni di attesa.
MEMORABILE: La BO di Djawadi; La nascita dei Dragoni; Il rpocesso a Tyrion; La fine di Joffrey; La Battaglia dei Bastardi; Le visioni di Bran e il Night King.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Galbo • 21/05/19 13:53
    Consigliere massimo - 3844 interventi
    Didda23 ebbe a dire:
    Qui ne parlano:
    https://www.mondofox.it/2019/05/17/la-petizione-per-rifare-game-of-thrones-8-vola-verso-un-milione-di-firme/

    Non smetto mai di meravigliarmi di quanto sfaccendate siano certe persone :)
  • Discussione Rambo90 • 22/05/19 15:58
    Pianificazione e progetti - 349 interventi
    Piero68 ebbe a dire:
    A differenza di Rambo io invece vedo grandissime porte aperte per un eventuale stagione futura.

    Mah io no, nel senso che trovo quelle porte aperte comunque conclusioni di un ciclo per determinati personaggi, che trovano l'oblio o la pace o comunque scoprono la loro natura. Per me non c'è molto altro da dire, ma ovviamente se un giorno vorranno continuare diventeranno spiragli percorribili.
    Ultima modifica: 22/05/19 18:10 da Zender
  • Discussione Redeyes • 4/06/19 15:28
    Formatore stagisti - 884 interventi
    STAGIONE 8 (2019)
    **** Giunti non già alle porte coi sassi, ma coi morti alle porte, giocoforza investiamo emozioni per la sfida esiziale per un verso e mortale per l’altro per contradditorio che possa apparire. Gli episodi si allungano per cercare di chiudere i cerchi, ed in tutta onestà il tratto delle circonferenze è gradevolmente punteggiato di acidità, ma assaporandolo a fondo non si può non apprezzarmi la coerenza se visto nell’integrità dell’arco.
    Il percorso di mutazione di Daenerys ha il suo apice, cristallizzato nella splendida scena delle ali di drago dietro di lei per il discorso al popolo ad Approdo del re. Tutto è andato come diceva la memoria del tempo e quindi come già scritto, ma in fondo ne siamo felici. (Redeyes)
  • Discussione Zender • 4/06/19 16:31
    Consigliere - 44557 interventi
    Grazie Red, aggiunto.
  • Discussione Ryo • 6/06/19 12:22
    Formatore stagisti - 111 interventi
    STAGIONE 8

    Senza infamia ne lode, la seria arriva ad una conclusione che rende poco omaggio nel rappresentare la morte dei personaggi che più hanno rappresentato la serie in questi 8 anni. L'assenza di Martin al soggetto è pesante e si vide tutta la differenza di idee sbrigative con pochi intrecci e sconvolgimenti delle caratterizzazioni dei personaggi che a tratti sembrano irriconoscibili. Molte le scelte di dubbia credibilità, ma tant'è che è finita e questa serie vuoi o non vuoi resterà nella storia

    **!
  • Discussione Zender • 6/06/19 15:44
    Consigliere - 44557 interventi
    Grazie Ryo, aggiunto.
  • Discussione Michdasv • 23/02/21 09:12
    Galoppino - 30 interventi
    Esiste una vera e propria Geografia del Turismo che ha spinto migliaia di fan a visitare le principali location di Trono di Spade, soprattutto a Siviglia, a Dubrovnik e a Malta...
    Io avevo scattato le foto all'Alcazar di Siviglia (il Palazzo e il Giardino della Casata Martell) ma le ho smarrite...
    come minimo, le location note e confermate sui siti anglofoni sono queste, ma non so se per il Davinotti sia necessario creare un post per ciascuna, riportando tutti i singoli episodi in cui compare...
    Spagna: Alcazar di Siviglia, Plaza de Toros a Osuna, Ponte Romano di Cordoba;
    Marocco: Aït-Ben-Haddou, Essaouira, Quarzazate;  
    Islanda: Griotagja, Dimmuborgir, Vatnajökull, Höfðabrekka, Þingvellir,;
    Croazia: Dubrovnik, Torre di Min?eta, Lovrijenac, Lokrum, Trsteno, Sibenik, Split, Clissa, Krka, Pond;
    Irlanda del Nord: Tollymore, Ward, Mussenden, Dark Hedges, Ballintoy, Cushendun, Larrybane, Murlough, Magheramorne;
    Malta: Mdina, Forte Ricasoli, Azure Window, Palazzo di Verdala e San Anton, Forte St Angelo e Monoel;
    Scozia: Castello di Doune.
  • Discussione Michdasv • 23/02/21 09:19
    Galoppino - 30 interventi
    La guerra delle Due Rose è stata combattuta tra le casate di York e Lancaster tra il 1455 e il 1485.
    Le due denominazioni sono riecheggiate nelle due principali casate del romanzo, Stark e Lannister. Il sistema feudale (con alleanze e tradimenti), il livello di tecnologia, gli stemmi, le armi, i veicoli e in generale gli oggetti che si vedono nella serie tv (tranne gli elementi magici) sono generalmente coerenti con l'Inghilterra della metà del XV secolo; tranne che per la religione cristiana, completamente assente e sostituta da diversi culti politeisti.
  • Discussione Zender • 23/02/21 14:51
    Consigliere - 44557 interventi
    No, essendo prodotto estero girato all'estero evitiamo di mettere le foto delle location. Peraltro ne ho visitate un bel po' un paio di anni fa in irlanda e dietro di me c'era sempre un bus con i fanatici del Trono che scendeva a visitarle.