Il silenzio della città bianca

Media utenti
Titolo originale: El silencio de la ciudad blanca
Anno: 2019
Genere: thriller (colore)
Note: Soggetto dal omonimo best seller della scrittrice basca Eva García Sáenz de Urturi pubblicato nel 2016. Si tratta del primo romanzo di una trilogia, a cui hanno fatto seguito Los ritos del agua (2017) e Los señores del tiempo (2018).
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/03/20 DAL BENEMERITO DIDDA23
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 6/04/20 02:20 - 9201 commenti

I gusti di Daniela

Dopo 20 anni dall'arresto del presunto colpevole, torna in azione il "serial killer dei dormienti", chiamato così per la messa in scena esoterica dei suoi delitti... Dopo un inizio promettente, l'interesse si affievolisce a causa di una trama confusa che si perde in divagazioni inutili e concede troppo spazio ai problemi personali del profiler di turno, interpretato per giunta da un attore di scarsa espressività. Non bastano i pretenziosi richiami di carattere mistico/artistico per nobilitare un film confezionato discretamente ma mal sceneggiato e dall'epilogo che lascia tanti fili in sospeso.

Didda23 19/03/20 08:21 - 2282 commenti

I gusti di Didda23

Dopo anni di quiete, il killer dei "dormienti" (chiamato così per il macabro rituale di morte) torna alla ribalta, ma come è possibile visto che il presunto assassino sta scontando la pena in carcere? Discreto film spagnolo che gioca dignotosamente con le atmosfere, mescolando storia e religione in una storia dall'indubbio fascino visivo. Peccato che la sceneggiatura non svisceri a dovere le meravigliose idee del soggetto, arrancando - in termini di comprensione - in più di un punto. Il finale, fortunatamente, è comprensibile e non lascia adito ad interpretazioni.
MEMORABILE: Le visite del profiler (Rey) al presunto colpevole (Brendemühl); La spiegazione dell'affresco; L'amplesso sulle scale.

Ira72 1/07/20 17:35 - 919 commenti

I gusti di Ira72

Inizio che lasciava ben sperare grazie a un serial killer dal modus operandi atipico e a una fotografia piuttosto curata. Poi...comincia un susseguirsi di luoghi comuni scopiazzati nemmeno tanto bene e si accavallano incongruenze e facilonerie, pur di garantire il colpo di scena. Ci si ritrova così in un vortice che confonde, più che spaventare e pare l’epilogo non arrivi mai. Invece arriva, raffazzonato e a suo modo ricercato, eppur banale. Anche gli interpreti non spiccano e il profiler si fatica a prenderlo seriamente.

Nicola81 29/07/20 18:37 - 1924 commenti

I gusti di Nicola81

Da un romanzo di successo, un thriller che in effetti può contare su molte frecce al proprio arco, talmente tante che la sceneggiatura finisce col perdersi qualche spiegazione per strada. Comunque la trama è avvincente e non annoia mai, la tensione si mantiene costante sebbene l'identità del serial killer (il cui modus operandi è davvero particolare) venga svelata con largo anticipo, e anche lo location vengono sfruttate benissimo. Peccato che il cast, a parte la Garrido caparbia poliziotta, risulti poco incisivo (qualcuno dica alla Rueda che non ha più l'età per certi ruoli).
MEMORABILE: Gli omicidi; Gli innumerevoli simbolismi; Il finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.