Il re leone

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The Lion King
Anno: 2019
Genere: animazione (colore)
Cast: (animazione)
Note: Remake live action dell'omonimo film del 1994.
Numero commenti presenti: 11
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Il difetto principale di un'operazione che mira a "svecchiare" uno dei più gloriosi esempi dello strapotere Disney nel campo dei cartoni animati è presto detto: questo remake digitale ricalca fin troppo (nella trama ma finanche nelle inquadrature) l'originale, limitandosi in pratica a rivestirlo di un realismo inimmaginabile: gli animali "parlano" (si è lavorato molto anche sul labiale) e l'effetto è a tratti straniante, visto quanto somigliano alle loro controparti esistenti in natura. In questo senso - e nell'ariosità dei paesaggi africani - il film colpisce nel segno, accompagnato da una colonna sonora che nelle parti strumentali di Hans Zimmer si pone a livelli di assoluta eccellenza....Leggi tutto Sulle canzoni invece poco da dire: sono quelle di allora reinterpretate, in buona parte dalla coppia Marco Mengoni/Elisa (in originale Donald Glover/Beyoncé) che ha - ahinoi - l'incombenza di dover anche dar voce al Simba adulto e alla futura regina Nala. Se infatti dal punto di vista musicale poco si può rimproverare alle performance dei due, altrettanto non si può dire del loro valore come doppiatori (d'altra parte non sono attori e la cosa è giustificabile, ha sbagliato semmai chi ha scelto di assegnare loro due ruoli tanto importanti). Lo stacco rispetto ai due fratelli leoni senior doppiati da Luca Ward (Mufasa) e Massimo Popolizio (Scar) è enorme, ma lo è anche se si considera la celebre coppia di "Akuna Matata": Timon ha la voce di Edoardo Leo e Pumbaa quella di Stefano Fresi (rispettivamente Billy Eichner e Seth Rogen in originale). Il nuovo Re Leone è comunque prima di tutto un film di immagini, e se l'antropomorfizzazione degli animali non può raggiungere nelle espressioni quella sorniona, umana e complice della versione disegnata, il confronto immediato con quella fa d'altro canto sembrare questo remake decisamente un'altra cosa, più vicina al documentario. Ed è proprio contando su questa evidentissima differenza che forse si è deciso di ricalcare la sceneggiatura originale per filo e per segno senza preoccuparsi del fatto che potesse suonare come una scialba replica. Il risultato manca di vera personalità: mette sì in luce il valore di una storia semplice quanto indubbiamente efficace e “formativa”, ma nel contempo evidenzia la scarsa utilità dell'operazione. Dal punto di vista della simpatia e della comunicativa gli antichi disegni animati vincono a mani basse: la rigidità della resa digitale è dovuta alle costrizioni “naturali” degli animali, che impediscono la grottesca efficacia tipica del cartoon, caricaturale ed eccessiva fin dalla sua nascita. Le creature fotorealistiche non potranno mai esplicitare i sentimenti come le loro controparti disegnate, mentre lascia più di un dubbio la resa grafica di alcuni movimenti (storicamente uno dei punti deboli della CG), non sempre “naturali”. Ci si avvicina comunque a un verismo che porta sempre più a confondere realtà e ricostruzione animata e il risultato (se non ci fosse già stato IL LIBRO DELLA GIUNGLA, diretto sempre da Favreau) lascia spesso a bocca aperta: il godimento nell'osservare i selvaggi paesaggi africani e la variegata fauna è garantito da uno spettacolo nettamente superiore a quello del 1994.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/08/19 DAL BENEMERITO TAXIUS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 21/09/19
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 21/09/19 11:17 - 3223 commenti

I gusti di Markus

Mera operazione commerciale, nel più classico stile Disney. Nel 1994 era una cartone animato e oggi, per le nuove generazioni, si passa all'animazione computerizzata che regala spazi e animali (parlanti, of course) straordinariamente realistici. Al di là della logora vicenda del Bene contro il Male, è una buona occasione per poter fare il punto sulle moderne tecniche, in grado di poter realizzare di tutto senza attori (anche se non scevre di qualche movimento talvolta "meccanico"). Film scacciapensieri pensato per un pubblico infantile.

Puppigallo 28/08/19 10:04 - 4485 commenti

I gusti di Puppigallo

Il capostipite era un grande esempio di cinema d'animazione, con ottimo doppiaggio. Questo ne segue pedissequamente le orme, con una computer grafica notevole, tanto da far credere al cervello, in alcuni momenti, che si tratti di animali parlanti. Purtroppo però, il doppiaggio non è all'altezza del predecessore; e per chi lo ricorda, è un grosso punto a sfavore. In più, ci si domanda a cosa possa servire una copia carbone, che pare realizzata soprattutto per mostrare i passi avanti della computer grafica. Un buon prodotto per le nuove generazioni, un'operazione piuttosto superflua per gli altri.
MEMORABILE: La figura del fratello del Re, sempre accattivante nella sua perfidia, camuffata dai modi gentili e dall'aspetto sottomesso.

Taxius 27/08/19 11:14 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

A 25 anni di distanza il Re Leone torna sotto forma di live action in un iper-realismo sconvolgente; i leoni e i vari animali della savana sembrano veri e la cura nei dettagli è certosina. La storia è la stessa, stesse scene e stesse battute, con pochissime differenze e circa 30 minuti di girato in più. Le emozioni, soprattutto nelle scene madri, non mancano e non commuoversi è difficile. Il film purtroppo paga un po' l'ovvia inespressività degli "attori" e un doppiaggio italiano terribile (Elisa e Mengoni in special modo).
MEMORABILE: Il tradimento di Scar; Il riflesso nell'acqua; Il combattimento finale tra Simba e Scar.

Gabrius79 28/08/19 02:37 - 1182 commenti

I gusti di Gabrius79

Un rifacimento del celebre cartone animato con animali che sembrano veri al punto da rimanere stupefatti. Si colgono molti momenti gradevoli in cui emozionarsi è piuttosto comprensibile. Il doppiaggio di Marco Mengoni e Elisa non è proprio dei migliori, mentre quello di Edoardo Leo e di Stefano Fresi è godibilissimo. Un film quindi per grandi e piccoli che lascia il segno.

Galbo 7/09/19 06:17 - 11307 commenti

I gusti di Galbo

Grande operazione commerciale e prodigiosa resa tecnica ma resta il dubbio sulla validità artistica di un’operazione del genere che non può che scontentare gli estimatori del capolavoro animato, ma piacerà senz’altro alle nuove generazioni. Più che i caratteri dei personaggi, si ammirano gli incredibili scenari africani (una credibile rappresentazione dell’eden) e la fluidità dell’animazione digitale. Il doppiaggio dei personaggi principali è mediocre, ottimo quello del “cattivo” Scar da parte di Popolizio.

Xamini 5/09/19 22:03 - 988 commenti

I gusti di Xamini

Prosegue l'operazione rinfresco dei più noti marchi Disney (scopo del gioco è modernizzare il brand e bypassare le scadenze naturali dei copyright) e questa volta tocca a Il re leone, favola che deve qualche tributo a Simba e all'Amleto shakespeariano. La CG fa impressione: gli animali sembrano reali, i colori dell'Africa sono stupendi, la colonna sonora richiama quella clamorosa dell'originale (qualche canzone identica) e in generale quella sensazione di magia è intatta, così come l'inevitabile lacrimuccia.

124c 7/09/19 20:36 - 2755 commenti

I gusti di 124c

Operazione in stile Il libro della giungla di uno dei classici Disney degli anni '90 che hanno incassato di più. Peccato che non basti affidare proprio a Favreau questa versione de Il re leone che, rispetto a quella del '94, riserva poche sorprese, a parte le iene che fanno davvero paura (specie la capa) e un doppiaggio italiano che fa rimpiangere molto il primo. Inoltre già quello ricordava troppo un'avventura animata di Kimba il leone bianco, del giapponese Osamu Tezuka...

Ultimo 14/09/19 17:37 - 1335 commenti

I gusti di Ultimo

Se vi piace il capolavoro Disney originale non potrete non apprezzare questo remake moderno, che sfrutta gli effetti speciali per riproporre la medesima vicenda con animali ben lontani dall'animazione di un tempo. Ottimi paesaggi e grande colonna sonora per un film che non aggiunge nulla alla storia ma risulta più che godibile. L'originale resta superiore, ma in ogni caso siamo dinanzi a un buon film.
MEMORABILE: L'inizio con "Il cerchio della vita".

Ryo 16/09/19 23:41 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Fantastico dal punto di vista della grafica fotorealistica: talmente alta la qualità che la sensazione è che che le riprese degli ambienti siano di reali panorami naturali. La sceneggiatura non offre molto di nuovo per quelli che hanno visto e rivisto il cartone originale degli anni 90, se non delle piccole microvariazioni. Nota dolente il doppiaggio italiano, soprattuto per la scelta di affidare le voci di Simba e Nala a due cantanti e non a doppiatori professionisti.

Giùan 5/11/19 10:26 - 2864 commenti

I gusti di Giùan

Mah! L'interiezione aggettivata di rassegnata amarezza potrebbe già esaurire il commento. Remake profondamente inutile nella sua anodinità, nella sua totale mancanza di una benché minima personalità e che per forza di cose obbliga a parlar dell'aspetto tecnico/commerciale (il live action) come unica chiave programmatica del (pedissequo) rifacimento. Favreau abbandona la magica esemplarità de Il libro della giungla per una sovrapposizione all'originale che gioca impietosamente a suo sfavore. Peloso lo spazio extra per Nala. Aridatece lo Psycho di Van Sant.

Belfagor 10/11/19 09:02 - 2619 commenti

I gusti di Belfagor

Dei tanti remake Disney, questo è uno dei più inutili. A cosa serve il realismo quando la forza dell'originale risiede nell'animazione classica, con colori, movimenti ed espressioni che fanno sfigurare questi leoni in CGI tecnicamente impressionanti ma abulici, anche se le iene riescono a trasmettere una certa inquietudine. I personaggi secondari guadagnano un po' di spazio mentre Scar è ridotto all'ombra di sé stesso, senza contare il trattamento riservato alla sua canzone. Doppiaggio italiano poco convinto (a parte Leo e Fresi).
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.