Il principe ladro

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The Prince Who Was a Thief
Anno: 1951
Genere: avventura (colore)
Note: E non "Il principe dei ladri"
Numero commenti presenti: 1
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Ancora bambino in culla, il principe ereditario del trono di Tangeri viene salvato in gran segreto dal criminale (Sloane) che aveva il compito di ucciderlo e allevato da questi come fosse suo figlio. Cresciuto col nome di Julna e ormai ventenne (e con le regali fattezze di un Tony Curtis al top della bellezza), affinata la sua abilità ladresca grazie agli insegnamenti di colui che crede suo padre, il protagonista studia come realizzare un furto alla tesoreria reale, apparentemente inattaccabile. Nel frattempo conoscerà la seducente principessa Yasmin (Castle) e Tina (Laurie), una simpatica ladruncola che parla sempre in terza persona, innamorata di lui e che grazie alle eccellenti qualità da ginnasta al limite del contorsionismo avrà il...Leggi tutto compito di aiutarlo a realizzare il colpo alla tesoreria. Non è tutto qui, perché c'è di mezzo anche il furto di una preziosissima perla ad aggiungere nuova linfa a una trama molto articolata ma a dire il vero spiegata con esemplare chiarezza. Naturalmente siamo nell'ambito dell'avventura semplice semplice, in parte oppressa dalle solite scenografie di cartapesta e in cui la sceneggiatura è optional non richiesto. Imbastita una storia sufficientemente complessa, ci pensano poi i volti espressivi di Tony Curtis e di una Piper Laurie dolcissima diciannovenne a rendere moderatamente spiritoso e godibile il tutto. Dall'altra ci sono i cattivi, coloro che alla ricerca della perla rubata son convinti che ad averla sottratta sia stato Yussef, il padre di Julna, dal passato criminale e che nessuno crede possibile si sia redento. La vera colpevole è invece quel peperino di Tina, curioso personaggio tra l'ingenuo e il furbo, che presto si metterà in società con Julna e suo padre per tentare come detto il grande colpo alla tesoreria. Se non si hanno grosse pretese (è evidente) e sapendo bene cosa aspettarsi, sarà difficile rimanere delusi da questo THE PRINCE WAS A THIEF. Cinema rimasto legato agli anni in cui veniva prodotto, oggi con non troppi estimatori e decisamente datato, ma in fondo onesto e ben recitato, avventuroso quanto basta per attrarre i fan del bel Curtis. Notevoli i contorsionismi di Piper Laurie, qualche inevitabile scena di danza e canto a palazzo reale (fortunatamente molto limitate), contenuti i baci e gli abbracci tra la coppia di ladri. Divertente notare come nei diciotto anni passati dal prologo al momento in cui si svolge l'azione, l'unico a essere cambiato è Julna...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/08/16 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 12/02/19 17:01 - 9206 commenti

I gusti di Daniela

Invece di ucciderlo come gli era stato ordinato dal reggente del regno di Tangeri, un ladro rapisce il principe ereditario ancora in fasce e lo alleva come suo figlio. Cresciuto, il ragazzo supera il babbo adottivo nell'arte del furto... Avventure esotiche alle mille ed una notte, movimentate ed improbabili, che richiedono una certa disponibilità a tornare fanciulli di mezzo secolo fa per essere apprezzate ai nostri giorni. Accanto a tante bellezze femminili, spicca quella morbidamente virile di Tony Curtis, a cui donano i panni damascati, qui in coppia con Laurie, graziosa ladra acrobata.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Digital • 4/06/19 11:14
    Segretario - 3026 interventi
    Dvd Golem (Restaurato in hd) disponibile dal 26/07/2019.