Il prezzo del demonio

Media utenti
Titolo originale: El Hombre Y El Monstruo
Anno: 1959
Genere: horror (bianco e nero)
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/07/08 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 1/07/08 12:46 - 4762 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Ottimo horror che fonde patti col diavolo, licantropia e la storia del dr Jekyll. Il più famoso pianista del mondo per ottenere successo ha stretto un patto col diavolo: ogni volta che suona il pezzo che lo ha reso famoso si trasforma in una bestia affamata di sangue umano. Con la star dell'horror messicano Salazar, l'ottimo Rambal, la bellissima Roth (in doppio ruolo) e la regale Guilman un bellissimo horror (anche doppiato in italiano). Da non perdere.
MEMORABILE: Il finale durante il concerto, molto teso.

Von Leppe 24/02/14 13:46 - 1026 commenti

I gusti di Von Leppe

Ottimo bianco e nero e scenografie come nei migliori horror messicani che si ispirano sopratutto ai film espressionisti. Alcune scene sono notevoli, tra cui il momento del patto col maligno, dove l'attore recita in una scenografia tra l'espressionismo e il metafisico. La trama è tutto sommato interessante, a cavallo tra il dottor Faust e il dottor Jekyll. Il trucco facciale del mostro oggi può risultare sorpassato e molto posticcio, ma è comunque piacevole e divertente da vedere.

Undying 15/10/16 14:15 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Dimenticato (e assai dimenticabile) horror messicano interpretato da Abel Salazar, già distintosi in ruoli horror nel duetto a firma di Fernando Méndez (La stirpe dei vampiri e La bara del vampiro). Qui si tenta di assemblare troppi elementi: Jekyll & Hyde, Il fantasma dell'Opera, Faust, L'uomo lupo. Alla fine ne esce un noioso pastrocchio che non diverte nemmeno quando maldestramente propone il ridicolo make-up (pre-fantozziano à la Jekyll & gentile signora!) della trasformazione in sovrimpressione. Sprecato pure il tema del patto diabolico.
MEMORABILE: I salti improvvisi del gatto nero!

Rufus68 27/01/18 23:56 - 3083 commenti

I gusti di Rufus68

Coraggioso pasticcio dove sono compressi Faust, Jekyll e pure M di Lang (la morte della bambina). Le nobili e assai variegate ascendenze rischiano di far precipitare la pellicola verso un ridicolo pot-pourri, eppure l'insieme tiene con decorosa solidità. Il regista si concede anche qualche raffinatezza (le forbici del primo omicidio) e ciò che il film perde in forza visiva (il trucco del mostro) guadagna in profondità psicologica (il dramma dell'invidia, il complesso edipico). D'inaspettata qualità.

Myvincent 18/09/19 08:50 - 2549 commenti

I gusti di Myvincent

Un pianista vende l'anima al diavolo per ottenere un talento che non ha, ma l'inganno è dietro l'angolo. Il bene contro il male si contendono il primato, proprio come in Dott. Jekyll e mr. Hyde, L'Uomo lupo, il Fantasma dell' Opera, il Faust, a cui il film attinge a piene mani per trarne ispirazione. Il risultato è caleidoscopico ed eclettico, con elementi surrealisti fuori tempo massimo. Imperdibile, senz'altro.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.