Il mio nome è Remo Williams - Film (1985)

Il mio nome è Remo Williams

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Guy Hamilton, il regista di GOLDFINGER e dei primi due 007 con Roger Moore, tenta di riavvicinarsi al genere girandone una semi-parodia che, almeno nella prima parte, offre effettivamente un super agente (il Remo Williams del titolo, interpretato da un ironico Fred Ward) meno impeccabile e più simpatico del suo “collega” inglese. Anche perché, salvato da morte certa da una misteriosa organizzazione segreta paragovernativa, viene rimesso a nuovo e affidato alle cure del maestro d’arti marziali coreano Chiun (Joel Grey), pronto a trasformarlo in un'arma letale capace di schivare le pallottole. Tutta la prima ora racconta...Leggi tutto l'addestramento di Remo seguendo schemi già ampiamente sperimentati nel cinema orientale e nelle sue deviazioni occidentali (col percorso iniziatico dell'allievo). Applicata però a un film d'azione e spettacolarizzata a dovere, l’idea ne guadagna, soprattutto per il bizzarro humour che la caratterizza (Chun odia l'America ma ne apprezza le telenovele). Dalla lunga scena acrobatica dell’agguato sulla Statua della Libertà (coperta dalle impalcature) in poi però il film scompare trasformandosi in un qualsiasi clone bondiano, stancamente piatto e ripetitivo. Remo non utilizza più le tecniche imparate dal suo maestro se non nei cinque minuti finali e noi vediamo presto tramontare le aspettative che ci avevano fatto pensare di assistere a un qualcosa di diverso rispetto agli standard dell’action tutto esplosioni e inseguimenti. Qualche rara gag inserita qua e là non è sufficiente a poter considerare il film quel piccolo cult di cui qualcuno parla.

Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lovejoy 16/07/08 15:36 - 1823 commenti

I gusti di Lovejoy

Mediocre action movies diretto con perizia da Hamilton, uno specialista del genere. Ma non basta il suo mestiere per salvare una pellicola il cui difetto maggiore sta nel manico, ovvero nella sceneggiatura. Storia scialba, personaggi poco interessanti e un cast ai minimi livelli. Discrete le scene d'azione.

Matalo! 27/07/08 12:32 - 1378 commenti

I gusti di Matalo!

Il titolo meriterebbe 5 palle!!! Una piccola leggenda di culto, ben superiore alle effettive qualità del film, che però presenta attimi gustosi. Come la filsofia della vita secondo soap opera del maestro o le corse sull'acqua e cemento del pietrificato ma simpatico Fred Ward. È domenica pomeriggio, fa caldo, sei stanco degli stravizi del sabato? Se fosse nel palinsesto tv questo film arriverebbe a fagiuolo. Tenero.

Galbo 14/03/09 05:44 - 12465 commenti

I gusti di Galbo

Poliziotto di New York simula la propria morte ed entra a fare parte di una segretissima organizzazione paragovernativa composta da sole 3 persone. E' questo il curioso incipit di questo particolare thriller diretto da Guy Hamilton che ha il pregio dell'originalità. Lo sviluppo della trama è infatti assolutamente inedito e presenta divertenti soluzioni narrative ed è interpretato da un cast privo di volti noti ma completamente all'altezza.

Daidae 8/03/09 19:08 - 3231 commenti

I gusti di Daidae

Grazioso. Di solito disdegno questo genere, ma il film è recitato bene ed è particolare. Ci sono alcune scene acrobatiche belle (come avranno fatto a far camminare su una corda un dobermann?), molta azione e parecchia filosofia orientale da parte di un non troppo realistico maestro coreano. Nel complesso è discreto, qualche fesseria andava comunque evitata.
MEMORABILE: Il maestro che cammina sull'acqua il vetro aperto con un diamante sul dente.

Tomastich 17/12/09 10:51 - 1258 commenti

I gusti di Tomastich

Per un ex regista di 007 adattarsi ad un action movie con parti autoironiche e semiparodiche non deve essere stato tanto difficile. Ed infatti in "Il mio nome è Remo Williams" presenta tutti questi argomenti in modo che lo spettatore si diverta, dall'inizio alla fine. Forse la lunghezza eccessiva ne dilata i contenuti, però basta il tema (chiamato appunto "Remo's Theme") di Tommy Shaw degli Styx per far scendere una lacrimuccia.

Magnetti 16/12/09 17:49 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Divertente e anomalo film che si ricorda per la valida accoppiata Remo Williams - Maestro. La parte iniziale è la migliore e l'addestramento è uno spasso, quasi una parodia del genere. Da cult l'interpretazine di Fred Ward. Nella seconda parte diventa un qualsivoglia film di azione senza peraltro inficiare il buon ricordo di quanto la precedeva. Alla data del presente commento (16/12/2009) il sottoscritto non rammenta che vecchissimi passaggi televisivi, il che è un peccato.

124c 1/04/10 16:28 - 2935 commenti

I gusti di 124c

Action movie degli anni '80, diretto dal regista di "Agente 007 - Missione Goldfinger". Il film è un fumettone divertente, spaccone e con un interprete, Fred Ward, più carismatico che bello. Tutto da gustare il rapporto fra Remo e il maestro coreano Chung (impersonato dall'attore teatrale Joel Grey), maestro di sinanju, l'arte marziale definitiva. Divertente, ma oggi, ingiustamente, dimenticato. Per i fan di Star Trek, la bella da salvare è Kate Mulgrew, il capitano Jenaway di "Star Trek - Voyager".
MEMORABILE: Il confronto finale fra Remo ed il cattivo, dove l'eroe, ormai esperto di sinanju, schiva le pallottole in stile Superman. Chun cammina sull'acqua.

Bmovie 9/02/10 16:24 - 110 commenti

I gusti di Bmovie

È tra lo spionistico e la parodia che si colloca questo cult degli anni ottanta. Basato su una serie a fumetti ("Remo Williams, the Destroyer") e diretto dall'esperto di spy story Guy Hamilton, riesce a divertire soprattutto grazie a due personaggi veramente riusciti come l'omonimo protagonista (interpretato dal buon Fred Ward) e dal suo maestro, il koreano Chiun, che lo indottrinerà nell'arte del Sinanju (arte marziale fittizia, coniata per l'occasione). Da guardare senza pretese, lo penalizza un po' la sua durata (2 ore piene).

Rigoletto 27/10/11 12:30 - 1798 commenti

I gusti di Rigoletto

Simpaticissimo action movie ben diretto da Guy Hamilton e diventato un piccolo cult grazie anche al tono da parodia che lo pervade. Fantastico Fred Ward nei suoi siparietti con il maestro. Peccato che sia riproposto raramente in televisione. Da vedere!
MEMORABILE: Il Maestro che cammina sull'acqua!

Puppigallo 24/12/10 18:40 - 5340 commenti

I gusti di Puppigallo

Bel tipo questo "Remo"; e il suo maestro non gli è da meno, anzi, dà quel tocco in più, umoristico-visivo, che consente alla pellicola di mantenersi su buoni livelli (il primo incontro, con le impressioni sul protagonista "E' lento, miseramente coordinato, goffo e si muove come un babbuino con piedi equini"; e l'addestramento). Dopodichè, uscito di scena lui, il film diventa un action con un ritmo quasi costante e qualche altra bella trovata (la scena sulla Statua della Libertà; i dobermann organizzati...). Senza alcuna pretesa, ma nel suo genere, decisamente riuscito.
MEMORABILE: Il capo a Remo: "Io so tutto. Posso sapere la temperatura del suo deretano, se voglio"; Il maestro che guarda la telenovela "Zitto, me la rovini!".

Fred Ward HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina L'età di Cosimo de MediciSpazio vuotoLocandina Fuga da AlcatrazSpazio vuotoLocandina I guerrieri della palude silenziosaSpazio vuotoLocandina Timerider - Una moto contro il muro del tempo

Rambo90 28/05/15 15:51 - 7746 commenti

I gusti di Rambo90

Divertente avventura a metà tra l'action e la commedia, diretta ottimo senso del ritmo da Hamilton, che sembra in parte parodiare i suoi 007. L'ironia è parte fondamentale grazie alla simpatica interpretazione di Grey, che nei suoi duetti con Ward strappa più di una risata. Non mancano momenti spettacolari (la scena sulla statua della libertà) e un finale abbastanza movimentato. Buono.

Herrkinski 6/09/22 15:21 - 8271 commenti

I gusti di Herrkinski

Basato su una serie di romanzi degli anni '60 e orchestrato da un regista e uno sceneggiatore responsabili di alcuni dei più significativi 007, è un mix tra spy-story e action aggiornato agli anni '80, con protagonista un simpatico Ward nei panni di un agente segreto "anomalo". Il film è davvero gustoso, con tanti momenti d'azione girati benissimo e un senso dell'umorismo costante ma mai sopra le righe; ottimo anche il resto del cast, con un Grey truccato da orientale davvero sorprendente. Due ore di intrattenimento puro che passano in un lampo, per un piccolo cult del decennio.
MEMORABILE: Tutto l'allenamento; Sopra la Statua della Libertà; I dobermann "intelligenti"; La mossa per schivare i proiettili.

Jena 11/09/23 17:53 - 1577 commenti

I gusti di Jena

Sicuramente è un film simpatico, ma forse per volerlo essere troppo non convince appieno. La prima parte è una specie di Karate Kid esagerato, con allenamenti semi parodistici (si insegna a schivare le pallottole, a camminare sull'acqua). Qui il Pat Morita di turno (che curiosamente non è un attore orientale ma Joel Grey) è troppo sopra le righe per essere veramente simpatico. La seconda è un action in stile James Bond (vedi il titolo) incerto se essere parodia o no, in ogni caso scontato. Sceneggiatura scialba e tirata per le lunghe. Fred Ward doppiato male se la cava più che bene.
MEMORABILE: La scazzottata iniziale; Le prese paralizzanti del Maestro; L'improbabile sfida sulla Statua della Libertà; L'uso del dente col diamante.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Buiomega71 • 31/05/16 22:06
    Consigliere - 26304 interventi
    Apprendo da Ciak che se nè andato un vecchio leone della cinepresa. Guy Hamilton si è spento alla veneranda età di 93 anni.

    Legato soprattutto agli 007, lo ricordo con piacere nel perfido e elegante Delitto sotto il sole, di raffinata regia.
  • Curiosità Buiomega71 • 26/05/17 10:46
    Consigliere - 26304 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (Ciclo: "Nati per vincere", martedì 17 novembre 1987) di Il mio nome è Remo Williams:

  • Discussione Mco • 26/05/17 12:00
    Risorse umane - 9970 interventi
    Bellissimo il flanetto di Sorrisi e Canzoni del 1987, pubblicato da Buio ed àuspice di sensazioni che furono!
    Ricordo vividamente quella prima visione, quando le serate televisive iniziavano alle 20:30.
    A casa di un amico con cena e Fred Ward davanti a noi.
    Il periodo era quello giusto, a tutta azione!!!
    Ed il film, complici questi effluvi sentimentali, rimane un cult.