Il grande giorno di Jim Flagg

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/04/11 DAL BENEMERITO SAINTGIFTS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Saintgifts 25/04/11 19:26 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Si chiama Progress la cittadina con Martin Balsam come sindaco, ed è proprio in nome del progresso (siamo agli inizi del 900 e ci sono già le automobili a fianco dei carri) che lo sceriffo vecchio stampo Jim Flagg (Mitchum) viene mandato in pensione. In chiave di commedia (ma ci sono anche le sparatorie vere) un episodio che ben descrive il passaggio di un'epoca (il selvaggio West) in direzione di un nuovo modo "ordinato" di gestire la società e la legge. Ma i vecchi metodi risultano ancora buoni. Qualche momento di stanca, in generale buono e divertente.
MEMORABILE: L'inseguimento al treno con ogni mezzo: cavalli, carri, auto, moto, un carrello sui binari...

Galbo 31/08/13 05:51 - 11574 commenti

I gusti di Galbo

Western dai toni ironici, la cui vicenda viene collocata alla fine dell'epopea della frontiera che lascia il posto alla modernità tecnologica. Particolarmente simboliche e "iconiche" le figure dei protagonisti, ultimi simboli romantici di un passato che non vuole farsi da parte. Atipico ma godibile, è un film segnato positivamente dall'interpretazione cinica e "sorniona" di Robert Mitchum.

Rambo90 20/10/14 21:55 - 6670 commenti

I gusti di Rambo90

Western ironico, con trama semplice ma che sfrutta abbastanza bene il tema della vecchiaia e della responsabilità. Mitchum e Kennedy sono una bella coppia e incarnano bene i rispettivi personaggi, mentre Balsam provvede alla parte più comica con una divertente macchietta nel ruolo del sindaco preoccupato solo delle elezioni. Poco movimento e un finale un po' sottotono, ma nel complesso piacevole.

Puppigallo 30/05/19 17:09 - 4583 commenti

I gusti di Puppigallo

Western, tra il serio e il faceto, che finisce per non convincere proprio a causa di questa oscillazione, quasi da giramento di testa, tra un omicidio a sangue freddo (il vecchio) e scene (la maggior parte), che sfiorano la comica (lo scontro con i due ferrovieri; l'inseguimento con auto, cavalli, carri e un carrello). Anche gli attori ("bisonte" buono a parte) non brillano particolarmente, per colpa di un copione stiracchiato, che non offre particolari spunti, finendo quasi per irritare. Si può vedere, ma perderlo non è motivo di disperazione.
MEMORABILE: "Girari!". E mentre lo dice, gli spara alla schiena.

Daniela 10/02/20 00:18 - 10118 commenti

I gusti di Daniela

Pensionato antitempocontro la sua volontà, l'ex sceriffo Jim Flagg intente comunque sventare una rapina, con l'aiuto aiuto inaspettato in un bandito appena scaricato dalla banda di cui era capo perché ritenuto troppo rammollito... Tardivo come ambientazione (inizio '900), un western dai contenuti crepuscolari ma narrato con toni scanzonati e farseschi, poggiato sulle solide spalle dell'affiatata coppia Mitchum-Kennedy, anagraficamente invecchiati per esigenze di copione, affiancati da Martin Balsam, brillante nelle vesti di un politico ipocrita ed opportunista sempre a caccia di voti.

Burt Kennedy HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Digital • 2/02/18 17:48
    Portaborse - 3179 interventi
    Dvd A&R Productions disponibile dal 23/02/2018.
  • Curiosità Daniela • 10/02/20 00:35
    Gran Burattinaio - 5461 interventi
    E' il primo film in cui compaiono nel cast sia John Carradine che il figlio David: il primo è un ferroviere che viaggia a bordo del treno che sta per essere rapinato, il secondo è il capo della banda di fuorilegge.

    Successivamente padre e figlio si ritrovarono sul set di un film di Martin Scorsese (America 1929 - Sterminateli senza pietà) e in qualche episodio della serie tv Kung Fu di cui David Carradine era protagonista.