Il fiore che non colsi

Media utenti
Titolo originale: The Constant Nymph
Anno: 1943
Genere: sentimentale (B/N)
Note: Soggetto dal romanzo omonimo della scrittrice inglese Margaret Kennedy pubblicato nel 1924 che era stato portato sulle scene come dramma teatrale nel 1926 ed aveva avuto due trasposizioni cinematografiche nel 1928 e nel 1933.
Numero commenti presenti: 1

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/10/20 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 21/10/20 10:39 - 9636 commenti

I gusti di Daniela

A 14 anni Tessa si innamora di un compositore amico di famiglia.  Anche se trae nuova ninfa creativa dalla sua innocenza e dal suo entusiasmo, l'uomo non si accorge di questa adorazione e sposa una donna più matura... Melodramma sentimentale celebre soprattutto nei paesi anglosassoni, studiato per commovente ma che può lasciare perplessi: Fontaine per tutta la durata del film è abbigliata, pettinata e truccata come una scolaretta, accentuando con ciò la differenza d'età già marcata rispetto a Boyer, e questo fa aleggiare in certe sequenze suggestioni morbose certo involontarie.
MEMORABILE: L'epilogo, spudorato nel suo manifesto intento di suscitare commozione.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daniela • 21/10/20 10:49
    Consigliere massimo - 5294 interventi
    Per la sua interpretazione di Tessa, Joan Fontaine venne candidata all'Oscar come migliore attrice protagonista.

    All'epoca delle riprese, Fontaine aveva 24 anni ma interpreta una ragazzina di una decina di anni più giovane, vestita e pettinata come si conviene ad una collegiale, e questo fa apparire ancora più vistosa la differenza d'età rispetto a Boyer, allora 44enne.
    Da notare che Alexis Smith, che nel film ricopre il ruolo di una donna molto più matura rispetto a Tessa, nella realtà aveva solo 21 anni.

  • Discussione Daniela • 21/10/20 10:55
    Consigliere massimo - 5294 interventi
    Anche se non ho trovato conferme in merito, il titolo italiano del film si ispira probabilmente ai versi di una poesia del 1911 di Guido Gozzano dal titolo “Cocotte":

    Il mio sogno è nutrito d’abbandono,
    di rimpianto. Non amo che le rose
    che non colsi. Non amo che le cose
    che potevano essere e non sono
    state....