LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/06/07 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 23/06/07 14:30 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Ennesimo seguito di Dracula. Anche in questa occasione però il film si rileva buono grazie all'ottima interpretazione di Lon Chaney, che riesce a sostituire egregiamente Bela Lugosi nel ruolo del vampiro. Apprezzabile la scenografia della palude e la fine di Dracula nel finale.

Herrkinski 24/08/10 11:14 - 6612 commenti

I gusti di Herrkinski

Si salva giusto il luciferino Lon Chaney in questa pellicola horror d'essai, dato che la trama e la sceneggiatura lasciano parecchio a desiderare; il ritmo soporifero di certo non migliora le cose. Si parla pur sempre di un prodotto di 70 anni fa, quindi sarebbe sbagliato avere determinate pretese, tuttavia qui non vengono sfruttati al meglio i vantaggi del B/N e del genere, come ad esempio le classiche atmosfere gotiche, rinvenibili solo in una manciata di scene. Sul tema dei vampiri è stato fatto decisamente di meglio all'epoca. Innocuo.

Myvincent 14/04/11 18:27 - 3191 commenti

I gusti di Myvincent

Smessi i panni (e i peli) dell'Uomo lupo, Lon Chaney jr. interpreta il ruolo del figlio del vampiro per antonomasia, qui piuttosto fascinoso e per di più interessato anche al denaro, oltre che al sangue. Risulterà alla fine raggirato da una dark lady tanto efficacemente descritta da far concorrenza al protagonista stesso. Nel complesso un buon esempio di b-movie, nonostante lo sfruttamento commerciale del tema.

Rigoletto 31/01/12 20:05 - 1714 commenti

I gusti di Rigoletto

Il filone vampiresco continua con questa pellicola ben girata e che può contare sulla buona prova di validissimi attori. Il buon Chaney jr è un vampiro elegante molto simile a Bela Lugosi ma non ha lo stesso magnetismo, lo stesso fascino, la stessa malignità nello sguardo che, a differenza del suo predecessore, ti faceva tenere il fiato sospeso. Un diverso carisma (ma non per questo meno importante) che non si sposa del tutto con questo ruolo. Resta comunque un film consigliato! ***
MEMORABILE: La dissolvenza in nebbia della vampiressa! Il finale!

Von Leppe 2/02/12 18:58 - 1141 commenti

I gusti di Von Leppe

Dracula inserito in un ambiente molto distante dal suo: nelle paludi del profondo Sud degli Stati Uniti, con una bella ricostruzione scenografica e ottima fotografia in bianco e nero; ci sono anche i domestici di colore come da tradizione di quelle zone. La cosa funziona poco: Lon Chaney jr non lo trovo un buon vampiro, specie se vestito con l'abito da sera e mantello (forse il volto di Lugosi in quell'ambiente sarebbe stato più adatto). Appropriata invece la vampira e ottimi gli effetti speciali delle trasformazioni in pipistrello e nebbia.
MEMORABILE: Alucard.

Pinhead80 15/12/12 12:35 - 4283 commenti

I gusti di Pinhead80

In questo film Siodmak si cimenta in un genere a lui non ancora sperimentato, ovvero l'horror. Il risultato non è male, anche se siamo lontani anni luce dai capolavori noir che il regista ci ha regalato. Il film paga a mio modo di vedere una sceneggiatura un po' affrettata che dà, soprattutto all'inizio, molte cose per scontate. Lon Chaney Jr. non ha assolutamente il carisma del padre e qui sembra un po' troppo somigliante a un Dracula in versione Clark Gable (e quindi poco credibile). Sufficiente ma niente di più.
MEMORABILE: Il personaggio di queen Zimba.

Lupoprezzo 27/03/14 02:41 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Classico prodotto dell'orrore degli anni quaranta, tutto atmosfera e zero effetti, che vedeva "il mostro" aleggiare tetro per tutta la durata (minima di solito) della pellicola. La sceneggiatura è fin troppo elusiva, gettando nel caldernone eventi e personaggi in maniera precipitosa e poco convincente (ma è pur sempre un b-movie). Il conte interpretato da Chaney jr., figlio del celeberrimo Lon Chaney (ecco forse spiegata l'allusione del titolo), non possiede il giusto carisma, risultando a tratti un po' ridicolo (assomiglia a Clarke Gable). Ordinario.
MEMORABILE: L'entrata in scena di Queen Zimba!

Undying 4/12/15 01:19 - 3814 commenti

I gusti di Undying

Banale surrogato di Dracula, questo figlio putativo interpretato malamente da Lon Chaney. Le atmosfere gotiche sono l'unico motivo di forza per un film che non brilla per narrazione (l'esperto del vampirismo dice cose già, nel 1943, ben risapute), né tanto meno per effetti speciali, sintetizzati da qualche pipistrellone di cartapesta e da nuvolette di fumo nelle quali scompare - squagliandosi come pece nera - il fantomatico Alucard. Per fortuna Siodmak è un gran regista e riesce, nonostante il pirotecnico finale, a non mandare tutto in fumo.
MEMORABILE: L'anziana e inquietante veggente a Katherine (Louise Allbritton): "Vedo che ti sposerai con un cadavere e vivrai in una tomba!"

Rufus68 1/01/17 22:36 - 3542 commenti

I gusti di Rufus68

Il bianco e nero è meraviglioso e solo per questo il film va, se non guardato, spizzicato. Il resto, purtroppo, rileva esclusivamente come stanco bignamino di tutti i luoghi comuni (cinematografici) su vampirismo e dintorni. Anche gli attori non convincono: quasi tutti anonimi (con l'eccezione della bella Albritton), mentre Chaney, con gli occhi pesanti, più che un non-morto sembra un bolso frequentatore di bar. Lo sciocco palindromo "Alucard" pare venga di qui.

Cotola 21/04/19 19:13 - 8313 commenti

I gusti di Cotola

Più che il figlio, qui sembra di essere in presenza del fratello di Dracula: la storia, infatti, è molto simile a quella del romanzo di Stoker. I cambiamenti purtroppo sono quelli che la peggiorano, rispetto all'originale. La regia di Siodmak, uno che sa decisamente il fatto suo, tiene però in piedi la baracca con un paio di guizzi visivi (splendida l'apparizione del vampiro con la bara che si materializza sul fiume) e con un pizzico di ironia (si veda il personaggio di Queen Zimba e la sua previsione), probabilmente voluta, ma che va a segno. Un po' squinternato, ma non così malvagio.

Robert Siodmak HA DIRETTO ANCHE...

Daniela 13/12/19 08:21 - 11453 commenti

I gusti di Daniela

Il terzo Dracula della saga Universal propone un discendente del conte in trasferta negli USA in cerca di sangue fresco. A tratti molto ingenuo, presenta però un personaggio originale: quello di Kay, vittima consenziente che persegue proprie finalità e addirittura trama contro il marito/mostro. Lon Chaney Jr.non ha l'aria sinistra di Bela Lugosi, ed appare più facilmente vulnerabile, a tratti quasi patetico, mentre il tocco del regista si intravede in certi tagli espressionisti dell'inquadratura ed in piccoli tocchi ironici disseminati nelle trama. Opera minore ma non disprezzabile.
MEMORABILE: Dracula varca la soglia della casa con una bella donna tra le braccia, come da tradizione fa ogni buon neo-sposo, dato che si tratta della moglie

Rebis 17/04/20 16:47 - 2178 commenti

I gusti di Rebis

Atmosfere southern gothic per il terzo capitolo della saga che relega il Conte in secondo piano (un Chaney jr fin troppo umano) dando spazio alla tragica Kay (l'intensa Louise Allbritton) e al suo folle desiderio di immortalità. Siodmak coglie l'aspetto immaginifico dell'horror creando soluzioni visive sorprendenti, come i bellissimi effetti ottici che catturano le metamorfosi del vampiro in nebbia e pipistrello. Il romanzo epistolare di Stoker viene usato come documento da consultare. Gran finale incendiario.

Anthonyvm 16/01/22 15:32 - 3781 commenti

I gusti di Anthonyvm

Dopo La figlia di Dracula non poteva mancare la controparte maschile. Ma in questo caso l'erotismo soffuso e persino audace viene rimpiazzato da una storia più romanzesca e divertente, in cui il conte di Lon Chaney Jr. (ottimo uomo lupo ma poco indicato come aristocratico succhiasangue) viene di fatto oscurato dalla diabolica Allbritton, fra le prime antieroine del cinema a ritenere apertamente la figura del vampiro desiderabile se non "trendy". Notevoli alcuni effetti visivi retrò (la nebbia da cui si materializza Dracula, la trasformazione del pipistrello in silhouette). Simpatico.
MEMORABILE: Il pipistrello si trasforma in Alucard; Le visite della vampira in galera; Lo scontro finale a suon di bare bruciate; La mano scheletrica con anello.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daniela • 13/12/19 02:28
    Gran Burattinaio - 5804 interventi
    A proposito di figli di Dracula

    Il protagonista di questo film non è Lon Chaney indimenticabile fantasma dell'Opera, che era morto da alcuni anni, ma suo figlio Lon Chaney jr. Tuttavia nei titoli di testa e di coda del film si legge Lon Chaney senza "jr."

    Nonostante non possedesse le doti di espressività e trasformismo del padre, Lon Chaney jr. riuscì a conquistare una vasta popolarità grazie alle interpretazioni in varie pellicole Universal: fu infatti di volta in volta l'Uomo lupo, il mostro di di Frankenstein, la mummia Kharis ed infine il figlio di Dracula.
    Ultima modifica: 13/12/19 07:26 da Zender
  • Curiosità Daniela • 13/12/19 08:39
    Gran Burattinaio - 5804 interventi
    Il figlio di Dracula è generalmente indicato come il terzo capitolo della saga Universal dedicata al personaggio, inaugurata nel 1931 dal film diretto da Tod Browning con Bela Lugosi, anche se filologicamente era stato preceduto da tre pellicole.

    Questo perché nel 1931 fu girato in parallelo al Dracula in inglese un'altra versione della stesso film in lingua spagnola ed ungherese, con identica storia ed ambientazione ma diverso regista (George Melford) e diverso cast.
    Era una maniera per ottimizzare l'uso del set, utilizzato di giorno da Browning e di notte da Melford.

    Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Dracula_nella_cinematografia#Film_della_Universal
  • Discussione Caesars • 13/12/19 11:30
    Scrivano - 15393 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    Il figlio di Dracula è generalmente indicato come il terzo capitolo della saga Universal dedicata al personaggio, inaugurata nel 1931 dal film diretto da Tod Browning con Bela Lugosi, anche se filologicamente era stato preceduto da tre pellicole.

    Questo perché nel 1931 fu girato in parallelo al Dracula in inglese un'altra versione della stesso film in lingua spagnola ed ungherese, con identica storia ed ambientazione ma diverso regista (George Melford) e diverso cast.
    Era una maniera per ottimizzare l'uso del set, utilizzato di giorno da Browning e di notte da Melford.

    Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Dracula_nella_cinematografia#Film_della_Universal

    Bella curiosità Dani.
    In effetti la sapevo già, ma me la ero completamente scordata (effetto "gioventù"?).
    Chissà se si riesce a trovare la versione spagnola con sub almeno in inglese...
    Ultima modifica: 15/12/19 12:23 da Zender
  • Discussione Daniela • 15/12/19 10:46
    Gran Burattinaio - 5804 interventi
    Caesars ebbe a dire:
    Bella curiosità Dani.
    In effetti la sapevo già, ma me la ero completamente scordata (effetto "gioventù"?).
    Chissà se si riesce a trovare la versione spagnola con sub almeno in inglese...


    La versione originale in spagnolo si trova ma non ho rintracciato sub. Se li trovi tu, fammi un fischio, mi piacerebbe confrontarla con quella in lingua inglese.
  • Discussione Caesars • 16/12/19 08:44
    Scrivano - 15393 interventi
    Dani,
    qui:
    https://www.opensubtitles.org/an/search/sublanguageid-all/idmovie-30182

    trovi vari sub per il film. Ci sono anche in lingua italica.
  • Discussione Daniela • 16/12/19 09:32
    Gran Burattinaio - 5804 interventi
    Caesars ebbe a dire:
    Dani,
    qui:
    https://www.opensubtitles.org/an/search/sublanguageid-all/idmovie-30182

    trovi vari sub per il film. Ci sono anche in lingua italica.


    Santa polenta, eppure li avevo cercati anche lì... perdo colpi:O( Grazie carissimo, stasera ho un appuntamento con il Dracula spagnolo
  • Discussione Caesars • 16/12/19 10:40
    Scrivano - 15393 interventi
    Leggerò molto volentieri il tuo commento (la mia visione del film non avverrà in tempi brevissimi...)