Il diario di Anna Frank

Media utenti
Titolo originale: The diary of Anna Frank
Anno: 1959
Genere: drammatico (colore)
Note: Il film è la trasposizione dell'omonimo dramma teatrale di Frances Goodrich e Albert Hackett, rappresentato per la prima volta a Broadway nel 1955, a volta ispirato al Diario di Anna Frank, la cui prima edizione era avvenuta nel 1947.
Numero commenti presenti: 8

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/09/09 DAL BENEMERITO LUCIUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lucius 6/09/09 18:02 - 2864 commenti

I gusti di Lucius

Profondo, emozionante, commovente, b/n da brividi per una storia che tocca nell'anima. Ricostruzione molto fedele della vita disperata di Anna Frank e delle vicissitudini che la portarono prima a nascondersi dai nazisti, poi a sopravvivere e infine, dopo la cattura, a morire di stenti in un campo di concentramento. Diretto con mestiere, vincitore di un Premio Oscar per la fotografia, il film incanta e commuove. Shelly Winters brava come mai.

Galbo 12/09/09 07:17 - 11549 commenti

I gusti di Galbo

Tratto dalla celeberrima opera letteraria, Il diario di Anna Frank è un film che il bravo regista George Stevens ha realizzato con passione. La vicenda è ricostruita con uso attento dei dettagli e un'ottima caratterizzazione ambientale. Ottima la prova della Winters mentre la protagonista è palesemente più adulta del personaggio e reale e questo toglie al film un po' di veridicità.

Pigro 22/09/09 08:57 - 8236 commenti

I gusti di Pigro

Trasposizione del dramma ispirato al celebre diario, il film fonda la sua potente emozione proprio nella storia della ragazza ebrea nascosta in soffitta per sfuggire ai nazisti, riuscendo a scuotere e commuovere il pubblico nonostante le prevedibili alterazioni. L'inevitabile retorica sentimentale, accompagnata da un espressivo e drammatico b/n e da una regia capace di combinare poesia e suspense, serve proprio a sostenere l'angosciante vicenda e il suo insegnamento etico. Un film da vedere, tratto da un libro che tutti dovrebbero leggere.

Saintgifts 28/01/10 00:23 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Il film commuove fino alle lacrime. L'inizio è la parte più bella e riesce a trasmettere bene la grande difficoltà di stare nascosti e rispettare regole difficili per non essere scoperti. Qui la tragedia della Shoah è doppia: prima costringe a vivere due anni in condizioni disumane, dove solo la vitalità di Anna e il suo passaggio adolescenziale portano un po' di luce in quella prigione, poi mostra tutte le sofferenze prima della morte, unico modo per ritrovare la libertà. Oscar meritati alla fotografia e a Shelley Winters.

Noodles 18/03/20 17:21 - 1039 commenti

I gusti di Noodles

Splendida trasposizione cinematografica del celeberrimo Diario di Anna Frank, girata benissimo dosanso momenti più e meno drammatici con sapienza, non rinunciando a qualche momento thriller e quasi horror (la scena in cui Anna sogna la sua amica nel campo di concentramento è da brividi). La seconda parte ha un calo ritmico, poichè si concentra più su Anna e il suo rapporto con Peter relegando il dramma delle due famiglie in secondo piano per poi farlo riesplodere alla fine. Ottimo il cast.

Paulaster 10/04/20 14:26 - 3000 commenti

I gusti di Paulaster

Narrazione dei due anni in cui la ragazza ebrea si nascose dai nazisti. Piega troppo leggera nella parte iniziale, in cui si sottolinea il lato infantile della protagonista. A rimarcare la situazione da reclusi per sopravvivere ci pensa qualche visita sgradita dei tedeschi, che porta il livello di tensione ad alti livelli. Ultima parte che vira nel melodramma (nei dialoghi) durante l'infatuazione col ragazzo per piombare poi nella cattura. La tragedia dell'Olocausto è incarnata nella figura del padre. Ben girato, anche se quasi tutto in interni.
MEMORABILE: Il furto del pane di notte; Il gatto che rischia di farli scoprire; La pelliccia per scambiare le sigarette.

Daniela 26/04/20 08:13 - 9989 commenti

I gusti di Daniela

Dal dramma teatrale tratto dal Diario, un film sincero che riesce con naturalezza a coinvolgere e commuovere. Stevens si conferma regista sensibile ma, data la natura del film, l'apporto più rilevante è demandato al cast, quasi tutto ben scelto ed in parte: particolarmente convincente la prova di Winters nel ruolo non facile della querula signora Van Daan, mentre il punto debole è costituito proprio dall'esordiente protagonista: Perkins si impegna ma da ventenne non può risultare credibile come Anna Frank, che all'epoca dei fatti narrati era poco più di una bambina.

Renato 7/10/20 13:11 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Portare sul grande schermo il diario di Anna Frank non era un'operazione semplice, dato che l'intero libro è ambientato nei pochi metri quadri di una soffitta di Amsterdam. George Stevens è riuscito nell'impresa, sfornando oltretutto un film che tocca le tre ore, pur con qualche lungaggine francamente evitabile (le interminabili sequenze con Anna e Petter che tubano rallentano terribilmente la seconda parte della pellicola). Ed Wynn è delizioso nel ruolo del dottor Dussel, mentre Millie Perkins non funziona per niente, purtroppo.
MEMORABILE: La scena del gatto che rischia di far scoprire il nascondiglio, facendo cadere un piattino.

Joseph Schildkraut HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 13/08/11 14:42
    Scrivano - 15901 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per 20th Century Fox:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 1.0 Dolby Digital: Spagnolo
    2.0 Surround Dolby Digital: Italiano Tedesco Spagnolo Castigliano Polacco
    4.0 Dolby Digital: Inglese Francese
    5.1 DTS HD: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Francese Tedesco Spagnolo Castigliano Spagnolo Latino-Americano Polacco Olandese Danese Finlandese Norvegese Svedese Inglese per non udenti
    * Extra Commento audio di George Stevens Jr. e Millie Perkins (Anna Frank)
    Introduzione: George Stevens Jr. e la Seconda Guerra Mondiale
    "Making of" de Il Diario di Anna Frank: Memorie di un figlio
    Il Diario di Anna Frank: Memorie di Millie Perkins and Diane Baker (Margot Frank)
    Shelley Winters e Il Diario di Anna Frank
    La musica Il Diario di Anna Frank: uno sguardo al leggendario compositore Alfred Newman
    Il Diario di Anna Frank: Corrispondenza - Lettere tra George Stevens e suo figlio, scritte durante le riprese del film
    Fox Movie Channel presenta: Tom Rothman ed i film memorabilia della Fox
    Il Diario di Anna Frank: Echi dal passato
    Il Diario di Anna Frank: Estratti da "George Stevens: A Filmmaker's Journey"
    Conferenza stampa di George Stevens
    Provino cinematografico di Millie Perkins
    Movietone News
    Millie Perkins, essere Anna Frank in un film diario
    Premio Nobel per la Pace al sacerdote belga
    Preparativi per la prima del film
    Riflettori sul Premio Oscar
    Millie Perkins visita il County Museum of Art di Los Angeles
    La grandiosa Prima di Los Angeles de Il Diario di Anna Frank
    Trailer cinematografico
    Trailer internazionale
    Galleria interattiva del materiale pubblicitario del film
    Galleria del dietro le quinte