Il delta di Venere

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/05/09 DAL BENEMERITO LUCIUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lucius 6/05/09 04:47 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Cavolavoro raffinato di erotismo. Cast perfetto, atmosfere intriganti, paesaggi poetici, situazioni all'estremo dell'erotismo puro per un piacere avvolgente. Nudi sconvolgenti. Il capolavoro assoluto di Zalman King, mai eguagliato neanche dal regista coi film successivi.

Giacomovie 31/05/09 17:47 - 1351 commenti

I gusti di Giacomovie

Tratto dall'omonimo romanzo di Anais Nin, con questo film, Zalman King riscatta l'opaca prova di "Orchidea selvaggia", con un certo impegno realizzativo nella ricerca di una confezione raffinata. L'erotismo è di buon livello e, grazie al connubio erotico-narrativo, viene mostrato e raccontato nel suo valore di istinto primordiale per l'essere umano. Le scene erotiche emanano sensuale realismo e i nudi sono artistici. Il contorno sentimentale non è eccessivo ma comunque accettabile. ***

R.f.e. 15/02/10 13:42 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Forse il miglior erotico-soft di Zalman King, questo eccellente adattamento dell'omonimo romanzo - stilato originalmente negli anni '40 - della scrittrice Anaïs Nin (1903–1977). Belle le atmosfere, erotismo raffinato e nudi femminili a livello delle intenzioni. Peccato che, almeno al momento in cui sto stendendo queste mie righe, non sia ancora uscita in Italia una degna versione in dvd.

Capannelle 13/01/11 09:22 - 3730 commenti

I gusti di Capannelle

Confezione rileccata ma terribilmente noioso e senz'anima. Qualcuno spieghi a King che avere un solo registro narrativo, fatto di immagini patinate - dialoghi finto poetici e musiche ambiziose (suadenti ma troppe) - annacqua ogni velleità artistica ed erotica (belle donne non mancano, ma il desiderio è artefatto). Non è un regista peregrino, ma questo più che un film assomiglia a un catalogo di scenette vanitose sceneggiate col Bignami. A metà tra gli eccessi di Caligola e Baaria.

Stefania 7/03/12 13:02 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

La Parigi anni '40, con la minaccia incombente dell'occupazione nazista, è in effetti uno scenario adeguato per un film che tratta della scoperta della sessualità da parte di una giovane scrittrice: l'imminenza della tragedia e il vitalismo dei sensi sono una bella coppia di opposti. Di fatto, trasporre cinematograficamente l'esperienza erotica è sempre un'operazione complessa: se, come qui, le psicologie dei personaggi non convincono, il rischio è quello di scadere nell'esibizionismo gratuito e artefatto. Cerebrale, ma non brillante.
MEMORABILE: L'episodio della prostituta dai capelli rossi e del veggente.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Lucius • 5/03/10 21:23
    Scrivano - 8319 interventi
    Anaïs Nin (Neuilly-sur-Seine, 21 febbraio 1903 – Los Angeles, 14 gennaio 1977) è stata una scrittrice statunitense ma francese di nascita.

    Considerata una delle più controverse autrici del Novecento: donna affascinante, cosmopolìta e dall'eleganza oriental-mitteleuropea, è cresciuta tra l'Europa e New York, destando scalpore nell'ambiente letterario con la pubblicazione dei suoi racconti a contenuto erotico.

    La sua opera maggiormente conosciuta è probabilmente il Diario, una raccolta di scritti autobiografici in forma, appunto, di diario iniziata nel 1931 (e aggiornata fino alla morte), che è stata pubblicata a partire dal 1966.

    Dal volume I dei Diari nel 1986 sono stati estratte parti che hanno costituito materia per il libro Henry and June: From the Unexpurgated Diary of Anais Nin - o Henry and June: From A Journal of Love: the Unexpurgated Diary of Anais Nin (1931-1932) - comprendenti estratti che vanno dall'ottobre 1931 all'ottobre dell'anno successivo, su cui è stato basato il film del 1990 Henry & June che racconta della sua relazione con lo scrittore Henry Miller e la moglie di questi, June Mansfield.

    In virtù dei suoi lavori, lo stile compositivo di Nin viene annoverato fra i maggiori contributi alla letteratura erotica, con scritti - redatti con stile da vera e propria grafòmane - dalle cui pagine emerge l'enorme passione per la scrittura che ha coltivato fin dalla più giovane età.
  • Discussione Lucius • 2/05/10 21:17
    Scrivano - 8319 interventi
    Il romanzo "incriminato":



    Un libro amaro ed eccitante.
    Da wikipedia:
    Il delta di Venere è un libro di racconti erotici scritto da Anaïs Nin e pubblicato nel 1978.
    I racconti furono scritti negli anni '40 su commissione di un cliente, conosciuto come "il collezionista", che ne faceva uso privato.
    Ultima modifica: 7/05/10 22:23 da Lucius
  • Homevideo Lucius • 21/10/10 01:16
    Scrivano - 8319 interventi
    La rara vhs:

    Ultima modifica: 28/06/11 19:02 da Lucius
  • Curiosità Lucius • 14/01/11 14:06
    Scrivano - 8319 interventi
    Inserito da Ciak nella lista dei 100 film più erotici di tutti i tempi.
  • Homevideo Buiomega71 • 29/06/11 10:25
    Pianificazione e progetti - 21985 interventi
    Questa, Lucius, mi manca. L'avevo vista a 3 euri su una bancarella, ma ahimè non sono un amante del cinema(patinato)di Zalman King.
  • Homevideo Lucius • 29/06/11 15:28
    Scrivano - 8319 interventi
    Eh, ma questo film è un gioiellino....
    Niente a che fare con gli altri suoi...