Il colpo maestro di Bruce Lee

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The crippled masters
Anno: 1979
Genere: arti marziali (colore)
Numero commenti presenti: 5
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Wangyu 22/02/08 19:11 - 93 commenti

I gusti di Wangyu

Film di arti marziali assolutamente straordinario. Incredibile ma vero i protagonisti sono due attori veramente storpi: a uno mancano le braccia e all'altro le gambe. Quello che fanno i due in questo film vi lascerà a bocca aperta. All'inizio non vanno d'accordo ma poi un maestro li convince ad allenarsi e a mettersi insieme per vendicarsi. Dopo duri allenamenti e varie umiliazioni riusciranno a vendicarsi? Comunque Bruce Lee non c'entra niente con questo film.

Daidae 9/01/15 15:12 - 2762 commenti

I gusti di Daidae

Nonostante sia evidentemente limitata nel budget resta un'operazione niente male. Le scene di combattimento non sono da buttare via; peccato per il doppiaggio veramente scandaloso e gli effetti sonori che rasentano il ridicolo. Nel genere arti marziali si è visto di ben peggio. Non un capolavoro, ma un'occhiata la merita.
MEMORABILE: Il maestro fachiro; Le gambe sciolte con l'acido.

Deepred89 7/10/14 22:14 - 3309 commenti

I gusti di Deepred89

Kung-fu movie di allucinante povertà, reso indimenticabile da due protagonisti invalidi ma abilissimi nella lotta. Realismo terzomondista allo stato puro: location improvvisate e impervie (quel vento perenne sullo sfondo...), piani frontali di non-attori che manco Pasolini (e si notino certe dentature), montaggio sgangherato e primitivo, un cattivo che pare un Freddie Mercury asiatico con sfregio e gobba, una folle colonna audio, una tramina pretestuosa che scatena risate involontarie sempre quando non vorrebbe. A suo modo imperdibile.
MEMORABILE: Dopo decine di pugni e calci dal suono sempre uguale, lo storpio ruota su se stesso regalando un inedito effetto mitragliata. Comicità alla Playtime?

Faggi 10/08/17 18:58 - 1508 commenti

I gusti di Faggi

Prodigi del cinema realizzato come uno scalcagnato, delirante - ma preciso, dettagliato e veloce - spettacolo da baraccone di freaks. Oggetto di realismo straniante la cui trama è un puro pretesto, l'ambientazione miserabile, il cast indimenticabile (certe facce sembrano incisioni pulp a puntasecca). La regia si prodiga con onore nell'esaltazione dei due protagonisti che - è da sottolineare - sono due veri storpi estremi capaci di incredibili prodezze marziali. Bruce Lee non c'entra niente: va bene così. Imperdibile per gli adepti del genere.

Schramm 1/12/18 18:04 - 2447 commenti

I gusti di Schramm

Premesso che erigere gli arti parziali ad arti marziali mostrando che la malattia è già nell’uovo medicina è un’enorme lezione di vita per il privilegiato occidente lagnoso, e che la diluizione a 80’ di una trovata jodorowskiana è viatico di ottimi auspici filmici, lo slancio encomiastico è già in riserva, e spiace annotare sul libro mastro delle delusioni un manufatto che intiepidisce anche i rabdomanti delle stranezze più esotiche come forse anche i più sfegatati fan del kung-fu movie. La messa in scena batte gran fiacca e trasuda inoperosità in ogni dove, lasciando sempre meno avvinti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Geppo • 29/11/09 12:51
    Addetto riparazione hardware - 4019 interventi
    Ecco la rara fascetta VHS Cinelux di "Il colpo maestro" direttamente dalla Geppo Collection.

    Ultima modifica: 30/11/09 12:09 da Zender
  • Homevideo Zender • 30/11/09 12:10
    Consigliere - 43725 interventi
    mammamia che copertine... Eheh, qui si va sul trash, la locandina aveva un a sua dignità... Grazie Geppo!