LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/09/17 DAL BENEMERITO LOU
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lou 24/09/17 01:03 - 981 commenti

I gusti di Lou

Lodevole l'intento di Soldini di affrontare il tema della disabilità e interessante il confronto tra chi vive nelle apparenze e chi, proprio perché non vedente, sa andare invece in profondità. La Golino offre una buona prova, il tocco del regista è lieve, ma è la sceneggiatura a non convincere fino in fondo: la storia del pubblicitario sciupafemmine che si redime frequentando la ragazza non vedente è debole e si sviluppa con lentezza senza riuscire a evitare alcune banalità e cadute di stile.

Maxx g 2/01/18 18:40 - 492 commenti

I gusti di Maxx g

Bella prova attoriale per la Golino nel ruolo di una non-vedente. Il film ha la sua poesia ma sicuramente andava realizzato meglio, se non altro a livello di sceneggiatura e situazioni. Sicuramente merita una visione, ma è un peccato perché con maggiori accorgimenti sarebbe stata un'opera da ricordare. Giannini è discreto, di puro mestiere gli altri. Nel cast anche Mattia Sbragia, noto al grande pubblico per il ruolo di Moretti ne Il caso Moro.

Galbo 7/02/18 05:56 - 11447 commenti

I gusti di Galbo

Soldini racconta l’handicap della cecità, evitando i toni drammatici e compassionevoli e realizzando il ritratto di una donna forte e pienamente contemporanea, a cui presta il volto la brava Valeria Golino. La forza del racconto risiede tutta nel personaggio principale mentre il “contorno” è più debole, a partire dal personaggio maschile (Giannini) la cui descrizione sembra incerta e irrisolta. Rimane un film meritevole di visione perché racconta uno spaccato attuale ignoto ai più.

Jandileida 7/03/18 10:48 - 1274 commenti

I gusti di Jandileida

Discreto film di Soldini (che ha fatto di meglio): non dispiace l'idea di mettere al centro una protagonista con una invalidità non sempre testimoniata dal cinema. Piace un po' meno invece la storia che vira al banale sia nel disegnare la figura maschile (il solito italiano con le amanti e il bisogno di tornare dalla mamma) sia in un finale tirato per le lunghe e scontato. Il lavoro di regia è sempre buono, la Golino per una volta non si agita come se fosse stata punta da un tafano e anche Giannini non dispiace. Vedibile ma anche dimenticabile.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.