Il collezionista

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The collector
Anno: 1965
Genere: drammatico (colore)
Numero commenti presenti: 18
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/05/07 DAL BENEMERITO CAESARS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 12/01/14
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 3/05/07 15:05 - 2697 commenti

I gusti di Caesars

Bellissimo film di William Wyler che purtroppo risulta oggi praticamente scomparso. La trama è semplice e racconta dell'ossessione di Terence Stamp per Samantha Eggar che questi rapisce sperando di convincerla ad amarlo. L'interpretazione dei due attori è eccellente e, pur essendo praticamente in scena soltanto loro per quasi tutto il film, riescono a non far mai scadere la tensione del racconto. Bellissimo il finale. Sicuramente da vedere, sempre che sia possibile.

Daniela 18/06/09 14:34 - 9409 commenti

I gusti di Daniela

Terence Stamp allora era uno degli uomini più belli sulla faccia della Terra, quindi avrebbe potuto risultare poco verosimile che per far conversazione con una ragazza fosse costretto a rapirsela. Invece risulta credibilissimo nel ruolo di questo maniaco innamorato timido che suscita disgusto e pietà, come pure è eccellente Eggar, farfalla prigioniera. Interpreti straordinari e messa in scena classica e stringente che culmina in un bellissimo epilogo drammatico, appena compromesso da un accenno seriale che, a mio parere, sminuisce la forza di questo amore impossibile e disperato.
MEMORABILE: La conversazione sul Giovane Holden

Saintgifts 5/02/10 10:18 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Sicuramente i due attori protagonisti hanno più della metà del merito della riuscita di questo interessante film. Per quello che può valere, questo è uno dei pochi film che a distanza di tanti anni non ho mai scordato. Tutta la distorta personalità di Freddie è svelata benissimo nel film anche attraverso i suoi giudizi sull'arte e su un certo tipo di letteratura, tra lui e Miranda c'è un abisso e lui lo sa, ma lostesso vuole ad ogni costo, non solo il suo corpo, ma il suo incondizionato amore, anzi se non c'è l'amore non vuole nulla. Notevole.
MEMORABILE: La scena in cui Miranda si offre completamente a Freddie. Ambigua e commovente.

Undying 19/03/10 20:54 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Ispirato dal romanzo omonimo di John Fowles narra di un impiegato baciato, improvvisamente, dalla fortuna: una vincita alla lotteria gli permette di prendere possesso di un vecchio castello che, al tempo stesso, diventa simbolicamente pegno di un abisso sociale: quello che lo separa da una splendida ossessione (Samantha Eggar). Il film ricorre a un impianto ironico, puramente anglosassone, ma racconta di una claustrofobico sequestro finalizzato a "possedere" un corpo di donna. Nell'azione, ludica, intrapresa dal sequestratore, si manifesta la reale differenza di classe tra vittima e carnefice.

Capannelle 13/05/10 12:28 - 3723 commenti

I gusti di Capannelle

Nel film di Wiler trovano spazio elementi all'avanguardia per l'epoca. La follia, tanto lucida quanto tenera, del ragazzo affettivamente poco maturo. Il sadismo della prigionia e la strenua lotta della ragazza per sottrarvisi. L'erotismo che trasuda da situazioni diverse e che sfocia in momenti di tensione (in bagno, dopo la cena, sotto la pioggia). Portati avanti da due validi attori e da una regia eclettica ma attenta a non perdere il controllo. Unico limite un eccesso di teatralità e di dialoghi.

Cotola 2/08/10 18:27 - 7529 commenti

I gusti di Cotola

Gran film di Wyler che nonostante la sua chiara matrice teatrale (pochi ambienti e praticamente due personaggi) si mantiene a livelli altissimi di tensione. Merito non solo della storia ma anche di ottimi dialoghi e soprattutto di due personaggi che entrano dritti nella memoria per imprimervisi in maniera indelebile grazie agli immensi Stamp e la Eggar che reggono la scena da soli per quasi due ore incarnando due personaggi che suscitano forti sentimenti spesso in contrasto da loro. Da non perdere.

Homesick 13/03/11 18:22 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

La quasi unità di luogo e azione – la villa isolata con porte e finestre sprangate – accentua il senso di claustrofobia e il tetro romanticismo in cui si consuma il passo a due tra Terence Stamp, giovane inibito e a conti fatti involontario serial killer, e la sua ospite coatta Samantha Eggar. Un corposo dramma su incomunicabilità e frustrazione che in molti punti (la figura psicopatica del carceriere-entomologo e i suoi traumi pregressi, il vicino di casa curioso, i vani tentativi di fuga) si appropria dei meccanismi del thrilling, gestendoli con destrezza. Impeccabili i due interpreti.

Lucius 23/03/11 13:08 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

La solitudine può giocare brutti scherzi, soprattutto se si è deviati mentalmente e allora ecco che nasce dal disagio interiore la voglia di appagarla per non sentirsi più soli, per sentirsi vivi. Ennesimo capolavoro di Wyler che realizza una pellicola, con pochi interpreti ed una sola location, dimostrando che quando si conosce il mestiere bastano anche pochi mezzi per realizzare un cult. Claustrofobico, con suspence e due interpretazioni, quelle degli interpreti, mirabolanti.

Pigro 4/08/11 22:43 - 7793 commenti

I gusti di Pigro

Come conquistare una ragazza? Basta rapirla! Eccoci dunque nei meandri di una follia tutta maschile e infantile di possesso portata all’estremo, dove la donna che si ama è come una farfalla da collezione. Film spietato nella sua linearità senza sorprese: lo stallo di una mente malata che diventa la non-azione di un film claustrofobico, giocato su una schermaglia squilibrata tra gatto e topo. La suadente violenza di un formidabile Stamp si riversa su una sensuale Eggar, che incarnano l’eterna impari lotta dei sessi e del potere. Inquietante.

Mdmaster 27/09/11 11:12 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Wyler arriva in anticipo sui tempi con un'originale storia di folle amore in cattività. Il volto giusto è l'ottimo Stamp, affascinante sì, ma anche disturbante nel suo desiderare senza limiti la deliziosa Eggar. Claustrofobico, ma mai troppo inquietante, il film si gioca le sue carte migliori con l'interessante introspezione psicologica e le venature thriller, anche se il risultato mi sembra in favore del disturbato protagonista (al di là del finale sardonico e un po' fuori luogo). Decisamente un titolo da recuperare.
MEMORABILE: Miranda tenta di sedurre il suo aguzzino; Le spettacolari inquadrature nella tentata fuga sotto la pioggia.

Desimax 12/10/11 08:05 - 11 commenti

I gusti di Desimax

Un uomo che colleziona tutto ciò che gli piace, anche una donna; l'assoluta insensibilità con cui questi persegue il suo scopo; la riduzione dell'essere umano a mero oggetto di collezione; lo spegnersi lento di una vita che era rigogliosa e frizzante... Quanto è triste questo film, quanto amaro lascia in bocca! Da vedere per rendersi conto a quali abiezioni può condurre la follia di un uomo. Bellissima (come sempre) Samantha Eggar, variopinta farfalla sacrificata alla pazzia.
MEMORABILE: Le splendide farfalle che non hanno più vita inchiodate nelle teche, la presa di coscienza della giovane di subire la stessa fine...

Matalo! 10/06/13 13:36 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Un film capostipite che ho finalmente trovato; di indubbio fascino e di ottima riuscita con una leggerissima patina di "datato", ma appena appena. In verità all'epoca fu una grossa novità. Stamp ha tutti gli elementi per creare un personaggio di culto. L'ambiguità tra ribrezzo e pena che suscita, il contrasto tra l'aspetto prestante e l'incapacità di stabilire relazioni sono elementi perfettamente centrati. Unico neo: il flashback, un po' ridicolo.
MEMORABILE: L'unica scusa NON usata per accalappiare la ragazza: la collezione di farfalle...

Rebis 14/01/16 12:43 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

Deriva dal kammerspiel il conflitto di classe e il turgore psicologico continuamente frustrato; e deriva dall'amor fou la claustrofobia emotiva e ambientale che erompe in ondate di panico convulso e sferzate di feroce sadismo. Vittima e carnefice sono promotori di un'ambiguità che è testimone delle contraddizioni della società e dell'io. Un thriller audace e avanguardista che deve spartire i suoi meriti tra le pagine di John Fowles e il rigore prospettico di Wyler. Stupendo Terence Stamp, perfetta Samantha Eggar.
MEMORABILE: Il rivolo d'aqcua che scivola lungo le scale; la lotta sotto la pioggia.

Alex1988 4/04/17 18:52 - 652 commenti

I gusti di Alex1988

Se alcune situazioni non fossero state diluite più del necessario, sarebbe stato anche un ottimo film. Si tratta di un thriller psicologico ambientato quasi tutto in un unico ambiente, che punta gran parte dell'esito finale sulla grandezza dei protagonisti (premiati entrambi a Cannes). Wyler dirige calibrando bene la tensione, un po' meno il ritmo. Molto buono.

Giùan 27/10/17 12:02 - 2992 commenti

I gusti di Giùan

Spietatamente elegante sul piano plastico e della forma filmica quanto perfidamente inquietante e disorientante dal punto di vista contenutistico-narrativo. Wyler, in piena fregola cinematografica, gioca magistralmente con scenografie e personaggi rendendo un clima claustrofobico e sordido, che la fotografia di Surtees e Krasker (anch'essi in stato di grazia) si perita di accendere di una luce abbacinante. Stamp, carceriere inesorabile e prigioniero della propria follia impotente, Eggar lepidottero sensuale e senza scampo. Finale ineffabilmente "immorale".
MEMORABILE: La corsa "fanciullesca" a perdifiato di Stamp dopo aver catturato la sua preda; La seduzione della Eggar; La lotta nella pioggia.

Anthonyvm 1/08/18 00:39 - 1944 commenti

I gusti di Anthonyvm

Ottimo dramma a tinte molto, molto fosche che mette in scena uno stalker dalla follia lucida e la sua giovane vittima, rapita, segregata e curatissima dall'innamorato criminale. Il meccanismo alla base è semplice e diretto: un gioco ambiguo fra due personaggi, le loro strategie psicologiche, le loro debolezze. Molta e ben gestita la suspense, in un film che non si riesce a capire dove andrà a parare, dato che la strada percorsa dal plot alterna oscurità e sprazzi luminosi con grande maestria, stuzzicando lo spettatore e torturandolo. Da vedere!

Fedeerra 14/10/18 00:30 - 422 commenti

I gusti di Fedeerra

L'ossessione morbosa descritta da William Wyler è reale, tangibile, minacciosa. Il Collezionista è un film, o meglio dire un teatro, di guerra; una guerra tra vittima e carnefice, tra pulsioni (sessuali) represse e regressioni emotive. Terence Stamp e Samantha Eggar sovrastano lo schermo e ci regalano un tour de force recitativo veramente magnifico.

Kinodrop 3/01/20 18:46 - 1504 commenti

I gusti di Kinodrop

Un giovane affettivamente problematico, dai modesti orizzonti intellettuali e collezionista di farfalle, sequestra una brillante studentessa d'arte facendone l'oggetto della sua distorta sensibilità. Dramma di struttura teatrale nell'ambientazione e nei dialoghi, che punta tutto sullo charme e il talento dei due protagonisti, che tengono alto il livello di tensione anche laddove si palesa qualche scena di troppo (allungata a cloroformio e lacci). La congruità del finale viene però spezzata da un epilogo che va verso la serialità patologica.
MEMORABILE: La gentilezza, la sottomissione di Freddie; I tentativi di evasione di Miranda; Il bagno; La vangata e la lotta sotto la pioggia.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Cotola • 7/06/11 23:41
    Consigliere avanzato - 3629 interventi
    Posto qui poichè devo chiedere qualcosa su un
    film di Wyler non inserito in database.

    Chiedo aiuto a Buio: nella tre giorni davinottica, ad un certo punto hai detto una frase, Il silenzio si paga con la vita. Mi sembrava familiare e poi mi sono reso conto che
    è il titolo di un film di Wyler che cerco da
    tantissimi anni. Per caso ne possiedi una copia
    in vhs? Sai se è mai uscito?

    P.S.

    Zender, ti ho chiamato per sbaglio.
    Ultima modifica: 7/06/11 23:42 da Cotola
  • Discussione Buiomega71 • 8/06/11 01:32
    Pianificazione e progetti - 21912 interventi
    Purtroppo , Cotola, quel ferocissimo film di Wyler(tra l'altro, suo ultimo film) è praticamente scomparso nell'oblio. Lo cerco da una vita(appunto). Non esiste su nessun supporto(almeno da noi), e non fù mai editato in vhs. Per quanto nè so, lo dettero su Canale 5 nel lontanissimo 1982, poi più nulla. Quanto darei per poterlo possedere. Mi fà piacere Cotola che tu abbia colto questa mia citazione ;)
    Ultima modifica: 8/06/11 10:02 da Buiomega71
  • Discussione Cotola • 8/06/11 22:52
    Consigliere avanzato - 3629 interventi
    Grande citazione Buio! Peccato che mi rechi notizie brutte. Speravo che nella tua mega collezione ci fosse un posticino per la pellicola in questione. Vabbè, vorrà dire che
    quanto la reperiremo (se mai succederà) saremo
    in due a festeggiare.
  • Discussione Buiomega71 • 9/06/11 00:58
    Pianificazione e progetti - 21912 interventi
    Esatto Cotola. Spero in un edizione del film di Wyler in dvd, quanto prima. Purtroppo è caduto nell'oblio! :(
  • Homevideo Patrick78 • 16/11/12 17:24
    Magazziniere - 546 interventi
    DVD disponibile dal 22/01/2013 etichetta SINISTER FILM.
  • Homevideo Digital • 16/11/12 17:32
    Segretario - 3036 interventi
    Bellissimo film, era l'ora che uscisse in dvd! (anche se il sottoscritto si terrà ben stretto il fantastico dvdmux di un mio caro friend).
  • Homevideo Buiomega71 • 16/11/12 17:48
    Pianificazione e progetti - 21912 interventi
    Io ho la vecchia vhs Rca Columbia, che tra l'altro esiste solo da ex-nolo, non essendo mai uscita per la vendita

    Per il resto sono d'accordo con il buon Digital
  • Homevideo Ciavazzaro • 16/11/12 21:18
    Vice capo scrivano - 5600 interventi
    La Sinister si conferma sempre portatrice di titoli di elevata qualità !
  • Homevideo Caesars • 21/11/12 14:12
    Scrivano - 10736 interventi
    Ottima notizia. Veramente un ottimo film del quale si sentiva la mancanza su supporto digitale. Acquisto (per me) obbligato.