Il caro estinto

Media utenti
Titolo originale: The loved one
Anno: 1965
Genere: commedia (bianco e nero)
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/05/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 20/05/07 20:13 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Il giovane Dennis deve organizzare i funerali dello zio suicida a Los Angeles, e scopre i servizi di un'affermata industria di pompe funebri... Dal romanzo di Evelyn Waugh, ferocissima satira della way of life californiana da parte di un reazionarissimo, sarcastico inglese, una commedia eccessivamente virata al grottesco (sfruttando peraltro l'esca della trama); ampio spago a uno stuolo di attoroni, fra i quali il podio del gigionismo va, manco a dirlo, a un clamoroso Rod Steiger. Corrosivo, ma datato.

Pigro 12/10/08 08:54 - 7706 commenti

I gusti di Pigro

Giovane poetastro inglese deve seppellire lo zio negli Usa: attraverso questo pretesto Richardson si sbizzarrisce in una delle satire più graffianti nei confronti di una società americana superficiale e infingarda. Memorabile la rappresentazione grottesca (e profetica!) delle pompe funebri. Ma c'è solo l'imbarazzo della scelta fra i tanti bersagli, che oggi leggiamo tragicamente come anticipazioni. Forse la storia può risultare un po' sfilacciata, ma personaggi e invenzioni sono così potenti da rendere imperdibile questo film.

Daniela 27/12/11 13:35 - 9111 commenti

I gusti di Daniela

Giovane poeta inglese in terra hollywoodiana scopre, previo suicidio dello zio baronetto, le meraviglie delle pompe funebri per vip: maquillage delle care salme, bare imbottite di seta, cimiteri di lusso... Da un romanzo cattivo e divertente, una commedia satirica che non centra pienamente il bersaglio per eccesso grottesco, ma risulta comunque interessante e a tratti profetica. Nel cast di rilievo, Rod Steiner, imbalsamatore succube della mamma, gigioneggia a ruota libera, ma si fa anche notare Gielgud, baronetto che deve trasformare un divo bifolco in perfetto gentleman.
MEMORABILE: Le espressioni delle salme usate come messaggi amorosi; le bare con sorpresa per gli alti ufficiali

Cotola 21/04/13 23:58 - 7406 commenti

I gusti di Cotola

Una bella satira che attraverso soprattutto l'analisi del business funebre (ma non solo quello), bersaglia e colpisce a più riprese la società americana. C'è qualche pausa di troppo a causa di un andamento narrativo discontinuo, ma nell'insieme tiene più che bene e certi momenti sono irrestitibili ed a tratti lungimiranti. Ottimo ed in grande forma il cast. Riuscito e molto divertente.

Caesars 10/06/19 11:12 - 2656 commenti

I gusti di Caesars

Opera che risente sicuramente del tempo. Richardson confeziona una critica alla società americana (ma non solo a quella) affidandosi a buoni interpreti (veramente spassoso il grande Rod Steiger) e a una sceneggiatura che presenta però alti e bassi, con alcune fasi veramente troppo esagerate. Il film merita di essere visto, soprattutto per chi ha amato il "free-cinema" inglese di quegli anni. Esordio cinematografico per Paul Williams, futuro Swann depalmiano.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.