Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/10/13 DAL BENEMERITO DIGITAL
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Digital 3/10/13 20:10 - 1151 commenti

I gusti di Digital

Detective ha il compito di arrestare un killer che rapisce e successivamente uccide giovani donne, trovando in ciò la collaborazione di una sopravvissuta. Si tratta di un thriller basato su fatti realmente accaduti che cerca, senza mai riuscirci veramente, di instillare un clima di tensione. Cusack è davvero poco adatto nel ruolo di psicotico, ma anche lo stesso Cage non convince più di tanto in quello del nevrotico sbirro. L'ambientazione (Alaska) è affascinante, ma il film rimane un poco attraente insieme di cose già viste e sentite.

Cangaceiro 14/10/13 13:33 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Non è il solito thriller di piccolo cabotaggio che punta sui due famosi protagonisti per fare qualche soldo. È piuttosto un'operazione verità, un accorato film di denuncia su fatti realmente accaduti che mira più all'indignazione che all'intrattenimento. Lo sconosciuto Walker riesce nell'intento con una tangibile escalation finale, l'appassionato interrogatorio e la carrellata di foto delle vere vittime è un riuscito e struggente uno/due. Fin lì l'investigazione marcia all'insegna del già visto. Cage al solito dalla parte del giusto, glaciale Cusack.

Greymouser 8/10/13 18:44 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Uno di quei film assolutamente insignificanti che sono ormai il marchio di fabbrica delle ultime prove attoriali (absit iniuria verbis!) dell'inossidabile Cage. Inossidabile soprattutto perchè si lascia scivolare addosso le sceneggiature più banali e inconsistenti senza punto scomporsi, conservando le stesse espressioni manierate da recita scolastica per ogni genere di pellicola. La cronaca vera che sta dietro il soggetto poteva inquietare, ma la regia scolastica, e un Cusack totalmente fuori parte, disinnescano presto il "pericolo".

Saintgifts 13/10/13 19:22 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Alaska fredda e cupa, come freddo e cupo, ancorchè insospettabile, è questo vero serial killer, a cui dà il volto un John Cusack artisticamente maturo. Cage è in uno dei suoi momenti migliori (resta comunque prevedibile per chi già lo conosce) mentre Cindy (una Vanessa Hudgens in parte) interpreta bene il suo complesso personaggio. L'esordiente regista sceglie una strada non troppo urlata per raccontare la storia, durata tredici anni, ma ugualmente (e forse meglio) raggiunge lo scopo di introdurre in un clima e in un ambiente border-line.

Galbo 17/10/13 05:46 - 11579 commenti

I gusti di Galbo

Incentrato sulla figura di un efferato serial killer e tratto da una storia vera, Il cacciatore di donne è un film poco riuscito. Funziona l'ambientazione nordica (la storia si svolge in Alaska), che ricorda quella di Insomnia di Nolan, ma Scott Walker non ha il talento del suo più illustre collega. La vicenda scorre senza troppa tensione e i due interpreti principali non sono molto ispirati, Cusak in particolare. Discreto il finale.

Daniela 5/11/13 07:23 - 10151 commenti

I gusti di Daniela

Le rapisce, le stupra e poi le libera nel bosco per il gusto di ammazzarle a fucilate. Chi interpreta un simile bastardo assassino? Toh, Cusack, con quella faccia così, magari funziona, a volte il miscasting riserva belle sorprese... Ed invece qui no. E Cage? Non gli faranno mica fare il poliziotto testardo con trauma incorporato? Non puoi far interpretare un personaggio banale ad un attore che tende ad andare col pilota automatico... Ed invece si. Che salvare? L'ambientazione ghiacciata, il volto spaurito di Hudgens, la faccia da duro di Norris, colpevolmente sottoutilizzato. Sonnolento,

Furetto60 2/01/14 10:14 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Tratto dalla vera storia del serial killer Hansen, il film ricalca, rinunciando a ritmi spettacolareggianti, le indagini che portarono a incastrare il pericoloso assassino. Cage si ricalca il solito ruolo buonista, preferibile l’interpretazione glaciale e paranoica di Cusack. Una pellicola che nulla aggiunge al genere, ma che doveva essere fatto: nei titoli di coda sfilano le immagini delle reali vittime.
MEMORABILE: La caccia tra i boschi.

Redeyes 12/01/14 17:32 - 2253 commenti

I gusti di Redeyes

L'ambientazione è efficace e per quanto lento questo suo incedere nei primi venti minuti non dispiace. Poi ci mettiamo dentro Cusak e Cage. Il primo, al di là di un ruolo costruito malissimo, riesce persino a risultare credibile, il secondo va col pilota automatico e interpreta l'ennesimo ruolo nel modo di sempre. La pecca maggiore è in una sceneggiatura che non regala spunti e in una regia che si adagia a portare a casa il compitino. Perdibile.

Nadir 6/02/14 17:45 - 56 commenti

I gusti di Nadir

Lavoro riuscito solo a metà per un regista che sicuramente può fare molto di più; secondo me anche per colpa dei due protagonisti, che rendono una prova tra l'appena sufficiente (Cage) e sul limite della mediocrità (Cusack). Bella e terribile l'ambientazione in un gelido Alaska.
MEMORABILE: I titoli di coda con le foto delle vittime.

Gestarsh99 9/08/14 20:18 - 1377 commenti

I gusti di Gestarsh99

Mediocre poliziesco che trasfonde ordinariamente su celluloide una truce vicenda di cronaca nera avvenuta in Alaska tra i '70 e gli '80: il ritrovamento dei corpi di una serie di ragazze assassinate e sepolte nel permafrost. Walker segue come uno spalaneve il tratturo gelato e carminio dei thriller subartici, organizzando un trigono acchiapparello alla Tom & Jerry & Spike in cui il cagnone poliziotto (un Cage camuffato da teledrin umano) salva a ripetizione la topolina fuggiasca dalle grinfie dell'ingordo gattaccio, tra svolte citofonate e tonte coincidenze da "sceneggia-turismo" principiante.
MEMORABILE: I ciclici e ridicoli salvataggi in extremis della sbandatissima Hudgens da parte dell'eroico e ubiquo Cage...

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Piero68 13/10/14 08:55 - 2808 commenti

I gusti di Piero68

Cage trova una parte in cui non deve gigioneggiare e finalmente esce di nuovo fuori l'attore che c'è in lui. La sceneggiatura mette una sorta di sordina al film e va bene così. Trattandosi di storia vera si mantiene il massimo del pudore possibile. Il film non si annovera certo tra i capolavori ma almeno ha una confezione migliore di alcune recenti porcherie e Cusack versione cattivissimo non demerita affatto. Buoni la fotografia e l'impegno. Alcune scelte erano forse evitabili, ma a me è piaciuto e il finale, con tanto di foto vere, mi ha molto commosso.

Pinhead80 5/01/15 03:48 - 4064 commenti

I gusti di Pinhead80

Tratto dalla storia vera di un killer spietato e senza scrupoli. La coppia Cage/Cusack regge bene, mentre il personaggio interpretato da Vanessa Hudgens appare decisamente sopra le righe. L'ambientazione è stimolante dal punto di vista visivo. Niente di eccezionale ma comunque passabile.

Jandileida 18/10/15 11:40 - 1299 commenti

I gusti di Jandileida

Modesto thrillerino tratto dalla storia vera di un killer seriale che mieté numerose giovani donne nell'Alaska degli anni '70/'80. Modesto perché si tiene su binari abbastanza scontati sia dal punto di vista della scrittura della storia sia di abilità dietro la mdp; tra l'altro i momenti girati in notturna possono "contare" su di una fotografia così scura che non si vede nulla. Cage e Cusack, oltre a condividere la tinta per capelli color "ala di corvo/Pavarotti", vanno di mestiere (leggasi con il pilotone automatico). Televisivo e dimenticabile.

Rambo90 18/01/17 15:58 - 6683 commenti

I gusti di Rambo90

Walker dirige un thriller interessante, lento e con pochi colpi di scena ma che si fa seguire grazie a un'atmosfera riuscita e alle buone prove di Cage e Cusack. Il primo in una delle rare occasioni buone degli ultimi anni, il secondo perfetto in un ruolo lontanissimo da quelli a cui ci ha abituato. Tra loro la Hudgens, non troppo incisiva ma adeguata al ruolo. L'ambientazione contribuisce molto alla riuscita dell'insieme, per un film che coinvolge quanto basta.

Il ferrini 12/05/17 00:20 - 1798 commenti

I gusti di Il ferrini

Un film piuttosto incolore, che vorrebbe essere Zodiac ma finisce per sembrare una puntata di CSI. Cage monoespressivo, la Hudgens frigna tutto il tempo, Cusack cattivo non è minimamente credibile, si salva Dean Norris (l'Hank di Breaking Bad). Molto belle le location alla Fargo e musiche adeguate del discreto Balfe. Occasione sprecata perché il soggetto non era male (oltre a essere vero), ma il tutto viene appiattito da una regia poco dinamica e da una narrazione televisiva. Se ne può serenamente fare a meno.

Ira72 18/09/18 11:48 - 1007 commenti

I gusti di Ira72

Il problema di questo film è che, non brillando per sceneggiatura, interpretazioni e colpi di scena, rischia l'anonimato a breve dalla visione. Peccato: ispirandosi all'efferatezza (per usare un eufemismo) del serial killer Robert Hansen, sarebbe bastato fare un copia-incolla della sua vita per ottenere qualcosa di scioccante e indelebile. Invece si opta più per le vicissitudini di una delle vittime. Buone le atmosfere boschive e i titoli di coda dedicati ad alcune donne scomparse.

Ultimo 15/11/19 10:00 - 1440 commenti

I gusti di Ultimo

Thriller piuttosto scialbo, con una vicenda pur interessante ma non sfruttata come dovrebbe. I due protagonisti (Cusack e Cage) paiono impacciati e non riescono a ravvivare un film dalle buone intenzioni ma destinato a finire nel dimenticatoio. Meglio la seconda parte, con una discreta attenzione nella ricostruzione delle vicende passate. Buoni i paesaggi dell'Alaska e le ambientazioni più in generale. Mediocre.

Taxius 8/04/20 23:43 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Tratto da una storia vera il film di Scott Walker racconta le gesta di uno dei tanti pazzi serial killer battenti bandiera americana. Il film non brilla ma funziona a dovere grazie alla bella ambientazione gelida di un'Alaska periferica in cui malaffare e prostituzione regnano e al cast, con un viscido John Cusak, una bella Vanessa Hudgens e un Nicolas Cage in uno dei suoi migliori ruoli degli anni 10. Forse l'unico punto debole è una regia un po' insicura, ma nonostante questo il film regge.

Lupus73 22/02/21 15:22 - 865 commenti

I gusti di Lupus73

Ispirato a una storia vera (una delle poche cose degne di nota) e ambientato in Alaska, un thriller-crime veramente routinario in cui tutto è negli standard del genere: dall'ambientazione innevata non eccezionale alla sceneggiatura che è tutto tranne che avvincente fino alle interpretazioni di Cage e Cusack (che non riescono a trasmettere nulla che non sia "ordinario") e alle dinamiche. Dato che il genere è veramente saturo di prodotti simili, il risultato di questo stare a pelo negli standard è la mediocrità. C'è decisamente di meglio, in giro.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daniela • 11/11/13 09:34
    Gran Burattinaio - 5467 interventi
    Nel mio commento ho accennato al colpevole sottoutilizzo di Dean Norris, qui impegnato in un ruolo da comparsa che avrebbe potuto essere ricoperto dal primo postino di passaggio (senza offesa per le capacità recitative dei postini). Per chi non l'avesse presente o, peggio ancora, non lo conoscesse proprio: si tratta di Hank, il cognato di Walter White in Breaking Bad, ossia il grande interprete di un formidabile personaggio nel migliore serial tv mai apparso sugli schermi. Esagero con i superlativi?
    No, scommetto che il 99% di chi conosce il serial la pensa come me.
    Ultima modifica: 11/11/13 16:37 da Daniela
  • Discussione Galbo • 11/11/13 11:26
    Consigliere massimo - 3829 interventi
    Condivido, poco più di una comparsata per un attore che meritava di più
  • Homevideo Buiomega71 • 20/12/13 01:13
    Pianificazione e progetti - 22571 interventi
    In dvd (e BR) per CDE/VIDEA, disponibile dal 26/02/2014

    http://www.amazon.it/gp/product/B00H8WOOA0/ref=ox_sc_sfl_image_1?ie=UTF8&psc=1&smid=A11IL2PNWYJU7H
  • Discussione Raremirko • 17/06/17 04:39
    Addetto riparazione hardware - 3638 interventi
    Piatto da una parte, contenuto e capace di evitare spettacolarizzazioni dall'altra, il film di Walker è più che sufficiente seppur siam lontani da Fincher, chiaro ispiratore.

    Buon cast (bene la Hudgens in un ruolo opposto a quello degli High school musical; poi ci son pure Fuller e 50 Cent. Cage accetta sempre tutto ma non è neanche questo attore atroce che tanti dicono...), poca noia ma praticamente, a più riprese, pare che la storia venga evitata, concentrandosi su altro.

    100 minuti passano senza problemi, ok, ma a fine visioni si è un pò delusi.

    A questo punto non è un film troppo pudico, è che ci son proprio problemi a livello di script.

    Film medio.