Il bacio della morte

Media utenti
Titolo originale: Kiss of death
Anno: 1947
Genere: gangster/noir (bianco e nero)
Numero commenti presenti: 11

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/08/09 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 18/08/09 22:45 - 7749 commenti

I gusti di Cotola

Bel noir di Hathaway condito da un'efficace sceneggiatura firmata da Ben Hecth che rende avvicente il film, da una confezione molto efficace (specie la fotografia) e da un cast di tutto rispetto con un esordio molto positivo per un Widmark diabolicamente ghignante. Finale insolito, visto il genere. Da vedere.
MEMORABILE: Il ghigno satanico di Widmark. La donna paralizzata gettata giù dalle scale. La discesa in ascensore dopo la rapina.

Pau 13/07/10 11:23 - 125 commenti

I gusti di Pau

Docu-noir di gran pregio appartenente al periodo "realista" di Hathaway e forse migliore interpretazione in carriera per il macho Victor Mature. Gran parte del merito va a Richard Widmark e alla sua eccellente caratterizzazione di gangster psicopatico, nonchè all'intenso b/n di Norbert Brodine, ottimo artigiano che più volte costeggiò il noir (I corsari della strada, Il bandito senza nome). La sensazione è che, senza pressioni esterne, Hathaway avrebbe girato un finale più crudo e incisivo, in linea con il tono amaro e disilluso del film.
MEMORABILE: Widmark che si accanisce con indicibile crudeltà contro una povera paralitica, sequenza che impose l'esordiente attore all'attenzione del pubblico.

Homesick 16/07/10 18:03 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

A momenti di sicura efficacia – la fuga in ascensore, la paraplegica fatta ruzzolare dalle scale, l’attesa notturna, il confronto finale – se ne contrappongono altri di languido sentimentalismo importati dalla Gray e dai suoi inutili commenti fuori campo; ma più che sulle meccaniche classiche del poliziesco-noir la diseguale sceneggiatura presenta l’interessante novità (con effetto semi-documentaristico) di soffermarsi piuttosto sui dietro le quinte del carcere e sui patteggiamenti – non di rado amorali – con i detenuti. Esordio col botto per Widmark, criminale psicopatico e sghignazzante.

Tarabas 1/05/11 19:18 - 1749 commenti

I gusti di Tarabas

Un rapinatore di piccolo calibro viene convinto a denunciare la sua banda. Riabilitato, prova a rifarsi una vita, ma il suo passato si ripresenta con il ghigno sadico e folle del sicario Tommy Udo, un grande Widmark. Inizia con una pistola appoggiata su una sceneggiatura ("Shooting script", sceneggiatura per le riprese o sceneggiatura per la sparatoria?). Hathaway si colloca nel filone del noir realista, gira con pochi movimenti on location. Ma Mature non è granchè e il finale posticcio ci sta poco. Per amanti del genere.
MEMORABILE: L'omicidio della donna in carrozzina è una delle scene più dure del cinema dell'epoca.

Myvincent 3/05/11 08:58 - 2713 commenti

I gusti di Myvincent

Molta tensione in questo classico noir che descrive, come pochi, il riscatto interiore di un malavitoso e le sue sfortunate vicende di uomo e di carcerato. Le solide interpretazioni di Victor Mature e Richard Widmark (qui ghignante e giovanissimo) rendono la pellicola un'imperdibile occasione per tutti gli ammiratori del genere, ma non solo.

Saintgifts 4/02/13 11:25 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Una gioielleria al 24° piano non è molto comoda da rapinare, specie se si decide di "fuggire" in ascensore... ma così càpita e da qui prende spunto un gangster-movie che vede protagonisti due tipi di malavitosi agli antipodi tra loro: Nick (Victor Mature), che ama la propria famiglia e le sue bambine e Tommy (Richard Widmark), per il quale uccidere è una sorta di divertimento. Altri personaggi, come l'avvocato colluso con la malavita, la polizia stessa e i suoi metodi rappresentati senza mezze misure, ne fanno un film interessante e ben girato.
MEMORABILE: Il doppiaggio di Richard Widmark da parte di Paolo Stoppa.

Daniela 15/04/16 20:09 - 9977 commenti

I gusti di Daniela

Rapinatore in galera dopo un colpo andato male canta con il procuratore per ottenere il condono causa affetti familiari, ma uno degli incastrati medita vendetta... Ricordato soprattutto per il folgorante esordio di Widmark nel ruolo di uno psicopatico anche troppo ghignante, che spicca ancor di più accanto alla serietà marmorea di Mature, il film di H. contiene scene magistrali, ma è penalizzato dall'eccessivo sentimentalismo del personaggio di Nettie, al quale è affidata anche la ricattatoria voce off che apre e chiude la storia, e da un epilogo troppo conciliante.
MEMORABILE: All'inizio, dopo la rapina, la fuga al rallentatore in ascensore per oltre 30 piani; L'invalida in carrozzina giù per le scale

Jdelarge 18/04/16 14:21 - 897 commenti

I gusti di Jdelarge

Noir atipico e non eccessivamente riuscito. La vicenda si sviluppa seguendo ritmiche ben diverse da quelle del genere, focalizzando molto di più l'attenzione sull'aspetto drammatico e psicologico del protagonista. Eppure la lentezza con cui si sviluppa la trama non riesce ugualmente a rendere chiari e limpidi i caratteri e i sentimenti dei protagonisti, che mutano quasi per caso da un momento all'altro. Widmark è fantastico e riesce da solo a conferire qualità e spregiudicatezza a un film un po' troppo per bene.

Alex1988 4/04/19 18:26 - 695 commenti

I gusti di Alex1988

Noir tipico di fine anni '40 rimasto un cult soprattutto per la performance dell'allora esordiente Richard Widmark, che per tale ruolo si aggiudicò una nomination all'Oscar. Per quanto riguarda il film, un qualsiasi amante del noir privo di venature sentimentali difficilment ne rimarrà soddisfatto, visto il discreto tasso di romanticismo presente. Comunque sia, resta tra i più citati, nel suo genere.
MEMORABILE: La famosa uccisione da parte di Tommy Udo (Widmark) di una donna su una sedia a rotelle.

Rigoletto 7/07/19 14:49 - 1626 commenti

I gusti di Rigoletto

In un periodo nel quale i gangster-movie hanno avuto un certo successo, esce questo bel film di Hathaway (l'anno prima era uscito I gangsters, che segnava il debutto di Burt Lancaster). Protagonista Victor Mature, ladruncolo ma con un codice d'onore tutto suo. Vicissitudini lo porteranno a riconsiderare il mondo dal quale proviene. Mature troneggia, sia per prestanza fisica che per bravura interpretativa, ma a contendergli lo scettro troviamo gli ottimi Widmark e Donlevy. Merita una riscoperta importante.

Henry Hathaway HA DIRETTO ANCHE...

Noodles 19/01/21 20:02 - 1037 commenti

I gusti di Noodles

Noir deludente, con una trama scarna che viene prolungata sino all'eccesso, pochi momenti degni di nota e pochissimi momenti di vera tensione, se non qualcuno nel finale. Anche i rapporti tra i personaggi sono spesso forzati (la storia d'amore a metà film per esempio). Delude anche sul fronte cast: nonostante la presenza di mostri sacri del calibro di Victor Mature e Karl Malden, la recitazione appare spesso forzata e fasulla. Notevole però la performance di Richard Widmark, perfettamente nella parte. Il film non annoia, ma convince veramente poco.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Patrick78 • 21/04/10 15:22
    Magazziniere - 546 interventi
    Disponibile in DVD dal 29/06/2010 etichetta SINISTER FILM.
  • Homevideo Undying • 21/04/10 17:31
    Scrivano - 7619 interventi
    Bella notizia, Patrick78...
  • Homevideo Digital • 15/09/12 08:45
    Segretario - 3154 interventi
    Il dvd della Sinister non vide mai la luce, ci pensa però la Dynit a immetterlo nel mercato, il 28/11/2012.
  • Discussione Daniela • 15/04/16 20:17
    Gran Burattinaio - 5411 interventi
    x Zender

    Da aggiungere al cast Coleen Gray, che ha l'importante ruolo di Nettie a cui è anche affidata la voce off narrante e, già che ci siano, anche la povera Mildred Dunnock: compare in una sola sequenza, ma si tratta di quella più famosa del film. E' infatti l'anziana invalida in carrozzina che Widmark fa ruzzolare per le scale.

    Nella versione Richard Widmark, qui al suo esordio cinematografico, è doppiato da Paolo Stoppa.