I predatori di Atlantide

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/05/07 DAL BENEMERITO HOMESICK
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 10/05/07 18:16 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Fantarcheologico e a tratti post-atomico, dominato da una costante ironia che permette agli intrepidi protagonisti di ridere e scherzare anche nei momenti di pericolo più grave: evidentemente essi non prendevano la vicenda troppo seriamente e pare altresì che lo stesso regista non fosse per nulla convinto di questo film... Le grandiose scene d'azione sono nel classico e competente stile di Deodato, con una discreta dose di violenza: musiche ad hoc dei fratelli De Angelis. Piaciuto.

Undying 15/11/07 17:59 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Gioia Scola (prima delle grane con la giustizia) è un bel vedere. Rassimov ed Hilton garantiscono un clima tipico "del genere". La buona mano di Deodato infonde al girato carattere ed un ritmo notevole. Vincenzo Mannino e Tito Carpi sanno sceneggiare. Ma i pregi (pur tanti per chi ama un certo tipo di cinema) finiscono qua. Per il resto regna l'approssimazione (data da un basso budget) degli effetti speciali, dei costumi e della scenografia. Resta interessante per lo strano connubio di generi che lo pervade e per il coraggio della trattazione.

Stubby 31/12/07 16:41 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Un bel po' confusionario e raffazzonato alla bell'e meglio, comunque nel complesso (nonostante alcune situazioni siano un po risibili causa gli scarsi mezzi a disposizione) il tutto lo si può tranquillamente vedere e a tratti diverte pure. Interessante soprattutto per la presenza di diversi caratteristi italiani. Non prendetelo seriamente.

Caesars 21/05/09 08:34 - 2769 commenti

I gusti di Caesars

Filmettino abbastanza strampalato che però si lascia seguire con piacere, soprattutto per gli amanti di certi prodotti tipici del cinema italiano ani '80. C'è veramente un po' di tutto, il film ne ricorda altri cento (Distretto 13, La notte dei morti viventi, 1997 fuga da N. Y., Indiana Jones solo per citarne alcuni). Non si riesce mai a capire che direzione voglia intrapprendere e la trama è sconclusionatissima; a ciò aggiungiamo che le recitazioni non sono da premio oscar... ma ha un suo fascino naif e Deodato ha senso del ritmo.

Herrkinski 6/12/09 14:45 - 5300 commenti

I gusti di Herrkinski

Tra il post-apocalittico (per il look dei cattivi), il fantascientifico e l'avventuroso stile Indiana Jones; il primo tempo ricorda molto Distretto 13 (i protagonisti asserragliati in una casa che ingaggiano un lungo conflitto a fuoco con dei killer sconosciuti), poi il film vira più verso l'avventuroso, con un finale delirante. Gli SPFX sono abbastanza tremendi, mentre il cast è da manuale del cinemabis nostrano (Connelly, Rassimov e Hilton tutti insieme, più il bravo King e la Scola). L'azione è continua, l'ironia non manca, belle le musiche.
MEMORABILE: Connelly a King: "Di che ti preoccupi, non c'è Allah ad aiutarti?" "In questo momento Allah sta aiutando qualcun'altro, evidentemente!".

Bmovie 15/12/09 13:14 - 110 commenti

I gusti di Bmovie

Un bel film (se ami i film brutti come me, ovvio): la trama è totalmente nosense e le cose accadono in maniera totalmente casuale, ma è da vedere per i costumi e per come sono gli abitanti di Atlantide nell'immaginario collettivo di Deodato. Bellissima Gioia Scola.

Puppigallo 4/02/10 12:13 - 4526 commenti

I gusti di Puppigallo

Baracconata bim bum bam (mazzate, mitragliate e fantaboiate) con due protagonisti piuttosto simpatici (si gioca la carta dell'ironia, con il nero in crisi mistica che vuole essere chiamato Mohamed), molta azione e una banda assurda, con capo munito di casco modello teschio trasparente, che sembra uscito da Interceptor. C'è persino qualche trovata, come la mega cupola che protegge l'isola e i risibili discendenti di Atlantide pronti a tornare. Ma la confezione è a dir poco approssimativa e i tecnosuoni da videogame anni 80 fanno piuttosto ridere. Un'occhiata, comunque, gliela si può anche dare.
MEMORABILE: Il fesso del gruppo decide di uscire a far ragionare la banda di psicopatici: "Dopotutto sono esseri umani" dice. Potete immaginare il risultato...

Rickblaine 7/02/10 11:43 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Sembra un'idea che ha lasciato poi ampio spazio all'improvvisazione. Con un cast pessimo e una sceneggiatura deludente il film dimostra di valere meno di quella mediocrità che ci si poteva aspettare. Ricco di assurde sequenze e personaggi che non suscitano interesse. È qui che il bravo regista dovrebbe distinguersi. Invece non si è cercato di limitare le lacune dell'intera pellicola. Unico alibi il bassissimo budget.

Losciamano 7/02/10 09:35 - 112 commenti

I gusti di Losciamano

Lo stereotipo di turno. La colpa non è tanto del soggetto che è pur accettabile (quanto l'ambientazione) e si salvano alcuni momenti di suspence (la scena della musica "graffiata"...). Purtroppo è la sceneggiatura il punto debole del film: troppo veloce e, di conseguenza, povera di attendibilità. Poi gli effetti speciali, sembrano risalire agli anni '60 pur se il film è stato girato negli anni '80.

Enzus79 7/02/10 09:45 - 1847 commenti

I gusti di Enzus79

Mix di fantascienza, azione e avventura. Non annoia ma nemmeno coinvolge. Anche se il duo principale è piuttosto simpatico il film proprio non attira. Ruggero Deodato è riuscito a far peggio di Cannibal holocaust. E non ci voleva molto...

Disorder 25/05/11 14:24 - 1410 commenti

I gusti di Disorder

Tanto semplice quanto divertente. Ad un B-movie in fondo non si chiede altro che di intrattenere e in questo senso Deodato centra il bersaglio. Discreti gli attori, gli effetti speciali sono poverissimi ma accettabili e si nota una certa cura nei costumi (belli quelli dei bikers assassini) e nelle ambientazioni: insomma si è cercato, una volta tanto, di fare le cose per bene. Certo è comunque una produzione di basso livello, ma almeno è girata professionalmente e alla fine non ci si annoia.
MEMORABILE: Il look dei bikers; l'auto dei "predatori" con rostri alle ruote stile Ben-Hur!

Markvale 1/09/11 09:05 - 143 commenti

I gusti di Markvale

Quel che si dice un film dalla bruttezza memorabile e difficilmente replicabile. Sulla base di uno script totalmente assurdo e risibile monsieur Le Cannibal (Deodato, il regista di Cannibal Holocaust) sfrutta il filone del cinema avventuroso, fantastico e d'azione di succcesso (I predatori dell'arca perduta, Fuga da New York ecc...) girando con la mano sinistra. La recitazione lascia a dir poco a desiderare, sui dialoghi è il caso di stendere un velo pietoso. Effetti speciali veramente scadenti e trascurati.

Modo 15/08/12 19:06 - 830 commenti

I gusti di Modo

Film che trova nel suo caotico divenire un suo perché. Siamo ad Atlantide, ritornata a galla per colpa di radiazioni atomiche di un sommergibile che deve essere recuperato. Azione spicciola e poco originale ma l'intento di non annoiare lo spettatore c'è. Alcuni momenti sono veramente imbarazzanti ma forse per questo fanno sorridere. Diciamo che c'è di peggio, nel panorama a "basso budget".

Daidae 26/10/12 14:00 - 2763 commenti

I gusti di Daidae

Tra i pochi film che ho apprezzato di Deodato. Non è niente di che, però per un'ora e mezzo abbondanti non ci si annoia affatto. Classico postatomico ricco di azione, con qualche elemento comico. Benissimo il cast, film piacevole che raggiunge la sufficienza piena. Tipicamente 80 la bella colonna sonora.
MEMORABILE: Il teschio di cristallo; George Hilton chiama Soavi e...

Jurgen77 12/03/13 11:46 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Uno dei tanti B movies diretti dai nostri artigiani di genere (Deodato nella fattispecie). Contaminazione di genere: avventura, fantaarcheologia, post atomico, ecc. Parata di star di serie B. Budget povero, effetti speciali artigianali per un film che comunque (per gli appassionati) si lascia gradire. Comiche alcune trovate... buona dose di violenza e azione. Deodato ha fatto meglio però.

Tomastich 10/06/13 13:08 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Deodato imbastisce una pellicola in cui riesce a unire diversi filone cardine degli anni '80: l'avventura alla Indiana Jones, il postatomico alla 1997, l'ironia stalloniana e visioni violenti degne del suo passato di Monsieur Cannibal. Un cast folto di personalità del sottobosco italico (pure Michele Soavi fa una piccola parte) e non solo per un film che si contraddistingue per il mix di tanti filoni.

Markus 14/07/14 12:52 - 3333 commenti

I gusti di Markus

Sulla scia dell'allora prolifico genere post-atomico, ecco il supporto al gustoso tema di Ruggero Deodato che, va detto, mischia le carte con l’avventuroso traendo evidentemente spunto da alcune pellicole di successo uscite in quel periodo. Se da una parte l'arte tipica del mestierante si vede (in funzione di una distribuzione “da cassetta” destinata a un pubblico di poche pretese), dall'altra la povertà di mezzi e certi momenti di stanca non ne fanno di certo la migliore opera del regista.

Maik271 6/01/16 12:04 - 436 commenti

I gusti di Maik271

Poco riuscita pellicola di Deodato in cui un gruppo di persone si ritrova a fronteggiare una banda di sopravvissuti post atomici scopiazzati da Mad Max. Nel cast Connelly specialista dei B movie e Hilton praticamente a fine carriera. Purtroppo i dialoghi e un soggetto raffazzonato non possono, nonostante la tecnica del regista, che far naufragare la pellicola così come succede ai protagonisti. Da salvare l'azione sempre presente e la comicità forzata dei due protagonisti.
MEMORABILE: La scena della freccia e la decapitazione.

Noodles 4/11/19 22:44 - 954 commenti

I gusti di Noodles

Con dialoghi decenti e una sceneggiatura più ordinata sarebbe stato anche un buon lavoro. Ma il film inizia in maniera confusa, poi si risistema per tornare infine nella confusione più totale, con un'ora di splatter che diverte ma che risulta senza capo né coda. Tra i personaggi funzionano solamente i due protagonisti, gli altri in alcuni casi sono imbarazzanti (clamoroso il tizio che vuole fare ragionare gli assassini ed esce allo scoperto). Recitazione così così. Un'occhiata la vale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Caesars • 21/05/09 08:37
    Scrivano - 11339 interventi
    La versione da me vista (registrata da Italia 1, aveva titoli di testa in inglese anche se il titolo del film era quello italiano) è firmata con lo pseudonimo di Roger Franklyn. Non so se si può aggiungere nelle note al film.
  • Discussione Zender • 21/05/09 11:26
    Consigliere - 43742 interventi
    Non si può, si deve! Grazie Caesars.
  • Curiosità Herrkinski • 6/12/09 14:57
    Vice capo scrivano - 2305 interventi
    - Tony King, oltre alla carriera d'attore, è stato pastore di una chiesa del Texas, ha lavorato nella Air Force, ed è stato capo della security per la band Rap dei Public Enemy! (Fonte: IMDB)

    - Curiosamente, il personaggio di King si chiama Washington e durante il film si capisce che ha partecipato alla guerra del Vietnam insieme al personaggio di Connelly: "George Washington" era anche il nome del sergente interpretato da King nel film "L'ultimo cacciatore" di Margheriti, in cui era proprio un soldato in Vietnam.

    - Come in molti altri film di genere nostrani, il futuro regista Michele Soavi appare in un ruolo che lo impegna in parecchie sequenze, e tanto per cambiare fa una brutta fine. Ecco un fotogramma che lo ritrae:

  • Musiche Ciavazzaro • 3/05/10 20:59
    Scrivano - 5612 interventi
    Guido e Maurizio De Angelis:
    http://www.youtube.com/watch?v=QS0QReEMj9Q&feature=related