I morti viventi sono tra noi

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: La revanche des Morts vivent
Anno: 1987
Genere: thriller (colore)
Note: Aka "I morti viventi sono fra noi".
Numero commenti presenti: 8
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 2/08/07 18:22 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Un film estremamente volgare, ricco di effetti sommamente ripugnanti (una spada infilata nella vulva, ad esempio), che ricorda il duo di pseudo-horror diretti da Miraglia (La Dama Rossa Uccide Sette Volte e La Notte che Evelyn Uscì dalla Tomba) per un finale deludente e adulterato. Sembra una pellicola diretta da Joe D'Amato, per la ferocia insistita, per i trucchi approssimativi (il look delle zombies) e per il sesso (contorto) esposto: non a caso sigla un regista con all'attivo decine di porno e che, curiosamente, esce così dalla scena.

Cotola 22/03/08 03:14 - 7630 commenti

I gusti di Cotola

Uno dei film horror più ridicoli che abbia mai visto, condito da una sceneggiatura delirante ai limiti della follia che millanta addirittura di essere tratta da un romanzo di Edgar Wallace (cosa poco probabile) e che fa succedere l'una dietro l'altra scene che spesso non si capisce quale legame abbiano tra loro. Per il resto gli effetti speciali, si fa per dire, sono di una rozzezza mai vista. Del cast posso dire che le attrici fanno a gara a chi si spoglia e a chi è più zoccola. Di paura manco a parlarne. In compenso risate assicurate!!!
MEMORABILE: Tutte le scene con le zombi vendicatrici ma su tutte quella del cimitero dove ogni personaggio fa i fatti propri e non si accorge di loro. RIDICOLO!!!

Herrkinski 22/02/11 01:54 - 5297 commenti

I gusti di Herrkinski

Abominevole Z-movie che ha l'unico pregio di poter essere annoverato a tutti gli effetti tra i veri "trash" del genere horror. Infatti si ride per quasi tutta la durata del film: la recitazione penosa (peggiorata oltretutto dal doppiaggio italiano), i numerosi nudi gratuiti, lo squallore di fotografia e messinscena (stile porno anni '70), la trucidaggine degli SPFX, l'assurdità della maggior parte delle scene... Insomma, un autentico disastro, da vedere solo per farsi quattro risate (sempre ammesso che si riesca a superare la volgarità).
MEMORABILE: La frase finale; tutti gli omicidi.

Myvincent 3/11/11 11:35 - 2604 commenti

I gusti di Myvincent

Sorta di porno-soft in salsa zombie, narra la storia di tre avvenenti fanciulle morte avvelenate che poi si vendicano ritornando in vita più fameliche che mai. Tutto è talmente scadente da rendere la pellicola inguardabile, se non per realizzare tutto ciò che non andrebbe fatto in un film horror. Sorprendenti le scene splatter del tacco che acceca una delle vittima e dell'evirazione di un'altra. Inclassificabile.

Daidae 7/11/11 18:03 - 2763 commenti

I gusti di Daidae

Orripilante filmaccio dell'orrore dai forti tratti erotici. Trama assurda e indescrivibile, attrici neppure tanto belle raccattate magari dai set di qualche film porno (genere che il regista conosce bene). Da zero assoluto, assieme a Delitti è uno dei film più assurdi, ridicoli e mal girati degli ultimi 30 anni.
MEMORABILE: "Non raccontate questo film agli amici... ve ne saranno grati!" Parole sante...

Puppigallo 25/05/16 21:57 - 4526 commenti

I gusti di Puppigallo

Tremenda e ridicola sciocchezza realizzata senza un minimo di vergogna. I dialoghi sono imbarazzanti, gli attori a dir poco incompetenti e la sceneggiatura è da non credere (per non parlare del "colpo di scena" finale). Non si salva nulla, comprese le uccisioni, realizzate con totale incompetenza (se non altro, c'è dello splatter). Ovviamente, non potevano mancare, nudi e scene di sesso, visto che risultava un'impresa riempire una tale pellicola. Consigliabile solo a chi vuole realizzare un buon film; basta che lo veda e poi faccia l'esatto opposto.
MEMORABILE: Le "morte" fregano l'auto...; L'assurda scena di pseudoaborto sotto la doccia.

Marcolino1 19/11/16 20:49 - 509 commenti

I gusti di Marcolino1

La contaminazione alimentare sembra un tema caro ai registi dell'horror francese, ma mentre in Les raisins de la mort di Rollin l'uva contaminata è la causa che scatena l'orrore, qui è il latte alterato che trasforma il puro (le fanciulle innocenti) in impuro (lo zombi). Il regista aveva pochi soldi - e si vede già dalle carnevalesche maschere zombi - ma si sente l'impegno nella realizzazione di sequenze fantasiose, senza mai arrivare alle vette di Fulci o agli effetti di Prestopino. Musica apprezzabile e in sintonia col film (mai però ai livelli nostrani).
MEMORABILE: Il crudele impalamento con la spada.

Noodles 13/10/19 00:15 - 951 commenti

I gusti di Noodles

Agghiacciante. Da quanto è brutto però. Un cocktail indigesto di softcore anni '80 del più squallido, recitazione terribile, fotografia pessima, regia idem, effetti speciali ridicoli. Alla base c'è una sceneggiatura squinternata, zeppa di dialoghi assurdi e una storia senza senso e che non genera paura manco per un istante. Millantava di essere ispirata a Edgar Wallace ma figurarsi. In tutto questo c'è una bellissima notizia: dura solo 75 minuti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Undying • 23/12/08 16:09
    Scrivano - 7630 interventi
    Opera conclusiva di un autore militante in ben altri settori (l'hard-core) I morti viventi sono tra noi è il classico esempio di porno-horror tout-court.

    Qualcosa sembra, però, apparentarlo a Creepshow: ovvero l'ispirazione fumettistica.

    Se nel film di Romero l'idea partiva dai prestigiosi (pur criticati) E.C. Comics degli anni Cinquanta, nel caso de I morti viventi sono tra noi la fonte sembra essere, più che altro, individuabile nei dozzinali fumetti italo-francesi tipo Oltretomba o Storie Blu...

    Il nome del regista è Pierre B. Reinhard qua nascosto dietro lo pseudonimo di John King.

    A livello internazionale il film è noto come The Revenge of the Living Dead Girls.
    Ultima modifica: 23/02/15 10:47 da Zender
  • Homevideo Undying • 1/02/10 23:54
    Scrivano - 7630 interventi
    Disponibile anche in DVD (catalogo Mosaico Media)...

  • Discussione Gestarsh99 • 23/08/12 11:58
    Scrivano - 15092 interventi
    Zender, il regista effettivo del film risulta essere l'hardista francese Pierre B. Reinhard, come riportato anche dalla maggior parte delle fonti internettiane, incluso IMDB (in Francia l'autore firmò il film col nick Peter B. Harsone).

    Jean-Claude Roy viene riportato sotto pseudonimo (John King) come semplice sceneggiatore, cosa plausibilissima, visti i suoi 26 script filmici all'attivo.
  • Discussione Buiomega71 • 23/08/12 12:25
    Pianificazione e progetti - 22112 interventi
    Gestarsh99 ebbe a dire:
    Zender, il regista effettivo del film risulta essere l'hardista francese Pierre B. Reinhard, come riportato anche dalla maggior parte delle fonti internettiane, incluso IMDB (in Francia l'autore firmò il film col nick Peter B. Harsone).

    Jean-Claude Roy viene riportato sotto pseudonimo (John King) come semplice sceneggiatore, cosa plausibilissima, visti i suoi 26 script filmici all'attivo.


    In realtà non si e mai capito bene...

    L'attendibilità di IMDB non mi convince poi tanto...

    Varie riviste e libri specializzati danno come regista Roy, altri Reinhard.

    Sinceramente propenderei per il primo, anche perchè ho visto Il testimone invisibile di Reinhard e ci passa un abisso in fatto di tecnica e riprese (non che sia un capolavoro, però...)

    Dubbia questione invero...
    Ultima modifica: 23/08/12 12:28 da Buiomega71
  • Discussione Gestarsh99 • 23/08/12 12:56
    Scrivano - 15092 interventi
    Anche IMDB riportava sino a qualche tempo fa il nome di Roy, poi però ho notato con sorpresa la recente sostituzione con quello di Reinhard.

    Ho notato che il nome di Roy resta solo in alcuni vecchi link di commenti e recensioni.
    Ti ho chiamato appunto per questa stranezza.

    Forse andrebbero per sicurezza indicati entrambi.
  • Discussione Buiomega71 • 23/08/12 13:01
    Pianificazione e progetti - 22112 interventi
    Gestarsh99 ebbe a dire:
    Anche IMDB riportava sino a qualche tempo fa il nome di Roy, poi però ho notato con sorpresa la recente sostituzione con quello di Reinhard.

    Ho notato che il nome di Roy resta solo in alcuni vecchi link di commenti e recensioni.
    Ti ho chiamato appunto per questa stranezza.

    Forse andrebbero per sicurezza indicati entrambi.


    Concordo Gest sull'indicarli entrambi.

    E un arcano che aggroviglia il gulliver di noi appassionati da diverso tempo...

    Sicuramente Roy e Reinhard hanno collaborato, non fosse altro che il primo ha diretto Educazione inglese e il secondo, il sequel, Dressage-La dolce punizione.

    Compagni di merende indissolubili i due simpatici "cugini" dell'hard transalpino.
    Ultima modifica: 23/08/12 13:02 da Buiomega71
  • Discussione Zender • 23/08/12 19:57
    Consigliere - 43743 interventi
    Decidete insieme come volete che si metta, qui non riesco a leggere tutti i post...
  • Discussione Buiomega71 • 23/08/12 20:00
    Pianificazione e progetti - 22112 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Decidete insieme come volete che si metta, qui non riesco a leggere tutti i post...

    Come dice giustamente Gest, indica i due registi Jean- Claude Roy e Pierre B. Reinhard .
    Ultima modifica: 23/08/12 20:01 da Buiomega71
  • Discussione Zender • 23/08/12 20:02
    Consigliere - 43743 interventi
    tutti e due accreditati?
  • Discussione Buiomega71 • 23/08/12 20:04
    Pianificazione e progetti - 22112 interventi
    Zender ebbe a dire:
    tutti e due accreditati?

    Yes...