I giochi proibiti de l'Aretino Pietro

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/03/09 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 6/03/09 23:46 - 5173 commenti

I gusti di B. Legnani

Meno peggio del temuto. Pur con tutti i limiti del genere, è assai meglio di produzioni consimili (penso ai tremendi Novelle licenziose... o a ...E si salvò solo l'aretino Pietro...). Qui c’è una certa accuratezza formale, la recitazione è più che decente e qualche risata arriva per davvero (specialmente nell’episodio con De Luca e la Benussi, qui proprio brava). Gineceo straordinario (Covello, Torosh, Corrigan, Orchidea...) all’interno del quale brilla, stupenda, Rosemarie Lindt, meglio della miglior cioccolata.

Ronax 8/12/09 01:41 - 1053 commenti

I gusti di Ronax

La presenza di Femi, di Orchidea e di un'appetitosissima Rosemarie Lindt fanno chiudere volentieri un occhio sulle inevitabili pecche di questo decamerotico che, comunque, non è poi peggiore di tanti altri prodotti confratelli. Girato in stretta economia - lo testimonia fra l'altro la presenza dello stesso Kendall in due episodi diversi - il film scorre con accettabile scioltezza verso un finale canagliescamente allegro che forse non sarebbe dispiaciuto al vero Aretino. L'episodio della finta miracolata compare in più decamerotici.

Undying 27/01/10 02:01 - 3814 commenti

I gusti di Undying

Quattro episodi diretti senza troppo brio e con poche risorse dal prolifico Regnoli, nome di punta per numerose e stravaganti sceneggiature del cinema bis italiano. Al di là dell'intreccio giudiziario (in anticipo su certe commedie sexy di molto successive, tipo 40 gradi all'ombra del lenzuolo) il film può almeno contare su un cast di tutto rispetto, soprattutto per quel che concerne il lato femminile, composto dalla stupenda Angela Covello, la sempre sveglia e vispa Benussi e dalla teutonica Rosemarie Lindt. L'episodio della "miracolata" è stato ripreso dal Decameron 2 di Guerrini.

Homesick 23/02/12 17:23 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Quattro imputate dinanzi al tribunale di un insolito decamerotico “giudiziario” tratto dai “Ragionamenti” di Pietro l’Aretino. Il segmento migliore è “4 mogli”, con i cenni femministi di una Benussi che esorta le amiche a vendicarsi dei mariti adulteri; gli altri tre non si discostano dai soliti intrallazzi previsti dal genere (servette, padroni, consorti gelosi, suore, frati e vescovi). Ricchissimo il comparto starlets, peraltro assai incline a concedersi allegramente da tergo...
MEMORABILE: La Lindt mentre “risorge”, nuda, dal pozzo.

Panza 22/09/17 17:41 - 1637 commenti

I gusti di Panza

Con un classico schema a episodi si ripercorrono quattro casi davvero particolari e singolari di adulterio dove, seppur rientrando nei soliti schemi del decamerotico, si passa un'ora e mezza in simpatia. Il più divertente è l'episodio "Il miracolo". C'è da mettere in conto una certa prevedibilità negli equivoci proposti: si capisce senza troppa fatica dove si va a parare. Ad abbellire le storie ci pensano le ottime bellezze femminili, tra cui spiccano la Benussi e la Lindt. Vivace il commento musicale di Fidenco.

Il Dandi 15/03/20 14:50 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Quattro episodi introdotti dal pretesto di un processo inquisitorio, quindi quasi una versione boccaccesca di Un giorno in pretura per un decamerotico nella media. Qualche anacronismo (soprattutto nei dialoghi, mentre il reparto costumi e location mantiene sempre una sua dignità) e grande uso di parlate regionali (bolognese e umbro) di spirito buffonesco. Bellezze muliebri fuori discussione, facce adeguate anche nel reparto maschile (De Luca, Murgia, Crivello).
MEMORABILE: La rima sulle chiavi "di tutti i santi/e di San Pietro: una apre davanti/e una di dietro".

Trivex 16/03/20 22:27 - 1624 commenti

I gusti di Trivex

Con i suoi limiti, ma anche con suo deciso perché. Piuttosto curato nella fotografia e nei costumi, senza eccessi nel linguaggio e con nudi femminili discreti, anche se il passaggio in censura qualcosa ha purtroppo prodotto. Episodi legati da un evento processuale ove imputate son le dame che comunque fan più bella figura, in tutto, rispetto ai loro "cavalieri". Se si vince l'iniziale torpore per il ritmo non certo elevato, il film può risultare gradevole per i fan del genere e non impossibile da vedersi per gli altri. Tenace e coraggioso, a suo modo.
MEMORABILE: Il sesso alla finestra; Il frate del giorno ("meglio quello della domenica"); La "giustizia" finale.

Ben Carra HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Undying • 27/01/10 02:17
    Scrivano - 7604 interventi
    Titoli dei quattro episodi:
    Una suora
    con Paola Corazzi, Rosita Torosh e Angela Covello
    La truffa
    con Shirley Corrigan e Orchidea De Santis
    4 mogli
    con Femi Benussi e Enza Sbordone
    Il miracolo
    con Rosemarie Lindt


    Musiche di Nico Fidenco; da segnalare, inoltre, la presenza di Alessandro Perrella (nei panni di un frate gaudente) nel segmento finale Il miracolo, ispirato dai Ragionamenti di Pietro Aretino e già visto - pressoché uguale - nel Decameron n.2 (1972) di Mino Guerrini.