I cavalieri della tavola rotonda

Media utenti
Titolo originale: Knights of the Round Table
Anno: 1953
Genere: avventura (colore)
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/11/13 DAL BENEMERITO GIACOMOVIE
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Giacomovie 14/11/13 01:06 - 1341 commenti

I gusti di Giacomovie

Film sgargiante. Sgargianti sono i colori al punto che a volte sembrano innaturali. Ogni elemento scenico, dalle scarpe degli attori alle strane coperte dei cavalli, è vistosamente colorato. Sgargiante è anche Ava Gardner. Per lei il colore esalta la sua grande bellezza, anche nelle scene in cui recita col capo semicoperto e si notano solo i lineamenti del viso. La vita di corte viene trasformata nel piacevole spettacolo di una parata in costume, con l’alternarsi di avventurosi combattimenti, momenti romantici e flash di misticismo sul Graal.

Galbo 3/02/15 07:10 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Nulla di più hollywoodiano delle vicende leggendarie di Re Artù e dei suoi cavalieri. Il cinema americano se ne appropria in una versione che prevede larga profusione di mezzi e benché sia stata certamente apprezzata dai contemporanei, appare oggi inevitabilmente datata. Troppo forte il marchio "made in USA" per un film che appare fantasmagorico ma altrettanto evidentemente di cartapesta e finto con dialoghi e situazioni che strappano il sorriso per la loro ingenuità. Gli attori si impegnano ma convincono poco.

Daniela 2/02/19 11:41 - 9206 commenti

I gusti di Daniela

Avete presente Lancillotto e Ginevra di Bresson, con i suoi toni spenti terrosi frammisti ai luccicori delle armature? Ecco, questo film mal invecchiato di Thorpe è cromaticamente all'esatto opposto: un tripudio di colori squillanti e iper-saturi da parata carnevalesca. A parte lo sfarzo fantasioso dei costumi dei cavalieri e la grazia leggiadra di quelli femminili, ben poco altro da segnalare: la trama non riserva certo sorprese e gli attori, costretti a recitare con tono solenne dialoghi che sfiorano spesso il ridicolo, poco possono per non sembrare statue di cera animate.

Noodles 25/09/19 15:55 - 805 commenti

I gusti di Noodles

E meno male che i fulgidi colori di questa pellicola ci tengono svegli, altrimenti sarebbe dura arrivare svegli sino alla fine. Questa rivisitazione del mito di Artù è tra le più noiose mai realizzate, anche per una sceneggiatura che si perde in mille inutili fronzoli e che presenta dialoghi improponibili in un'aura di finta serietà. Buone le ricostruzioni e la recitazione, ma si può fare ben poco. Adatto agli appassionati dell'argomento, ma non è sicuro che piacerà neanche a loro.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Digital • 15/08/19 15:40
    Segretario - 3026 interventi
    Dvd Golem disponibile dal 23/10/2019.