Guilty of romance

Media utenti
Titolo originale: Koi no tsumi
Anno: 2011
Genere: drammatico (colore)
Regia: Sion Sono
Numero commenti presenti: 8

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/01/12 DAL BENEMERITO GREYMOUSER
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Greymouser 16/01/12 21:51 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

La vicenda della mogliettina remissiva e annoiata che scopre istinti oscuri e dionisiaci sembrava intrigante e morbosa al punto giusto, secondo la tipica sensibilità di Sono. Purtroppo il regista è bravo, ma non sempre accorto e sorvegliato, per cui lo svolgimento narrativo si fa ben presto tanto banale quanto sconclusionato. Deludente insomma, troppo forzato e sopra le righe, verboso e velleitario nelle sue ambizioni filosofiche ed autoriali.

Mickes2 17/12/12 17:03 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Sorvolando sulla facilità con la quale la mogliettina ligia e raffinata si trasforma in una ninfomane/prostituta, il vortice di trasgressione, senso del macabro (efficace la trama che si sviluppa in parallelo) e follia degenerante è discretamente reso. Merito di una regia che preferisce mostrare spingendo l’acceleratore sull’atmosfera macabra e perversa, sull’eros/thanatos che tornano ancora una volta rivelando gli angoli più bui e malsani dell’animo umano (femminile), la coscienza di se stessi in mezzo ad una società cinica e luciferina.
MEMORABILE: Il dialogo a tavola, tra Izuki e la madre di Mitsuko; I seni della protagonista.

Cotola 30/06/13 00:03 - 7556 commenti

I gusti di Cotola

Rispetto ad altri suoi film Sono si contiene abbastanza (soprattutto sul versante gore) e provoca meno, ma i risultati non brillano molto. A colpire negativamente è soprattutto una sceneggiatura dapprima facilona e frettolosa nel tratteggiare il radicale cambiamento della protagonista, poi goffa e poco credibile nel tirare le fila della storia. Come sempre la pellicola funziona a fasi alterne ed alla fine può essere l'irritazione il sentimento prevalente nello spettatore. Quasi mediocre ma forse senza un vero perché.

Daniela 15/07/14 07:50 - 9510 commenti

I gusti di Daniela

Divisa in capitoli ed incorniciata da un'indagine poliziesca, la discesa agli inferi di sesso/porno/prostituzione di una casalinga già sottomessa al marito padrone... Mica si risparmia Sono con l'accoppiata eros e thanatos, spingendo il pedale sull'eccesso verbale e visivo (qui poco splatteroso), adottando un ritmo sincopato e condendo il tutto con musica classica e sottofondo martellante. Il risultato stordisce ma, fatte salve alcune sequenze, raramente convince, a partire dalla metamorfosi della mogliettina insoddisfatta. Così così.
MEMORABILE: Nuda davanti allo specchio, le prove dell'offerta di salciccia; Una tazza di té in famiglia, con mamma e figlia che si scambiano convenevoli al veleno

Buiomega71 21/02/15 00:56 - 2281 commenti

I gusti di Buiomega71

Un China blue filtrato Dario Argento, un In cerca di mr. Goodbar rivisto da Lucio Fulci. Vorticoso e destabilizzante viaggio nei meandri oscuri dell'animo femminile, dove Siono non si risparmia in sesso (ruspante, sporco, quasi da film porno) e in feroci schegge gore da horror viscerale (il baviano e scioccante incipt, l'impressionante tronco umano corroso dai vermi durante l'esame autoptico). Il sangue si mischia con i colori purpurei dei palloncini colorati, la discesa negli inferi peccaminosi di Tokyo si abbaglia di luci suspiriane. Puro cinema di stomaco, che ammalia e seduce. A un passo dal capolavoro.
MEMORABILE: La telefonata al marito con sodomia; Izumi fà pipì davanti a due bambini; Le risate sguaiate di Mizuko mentre viene presa da dietro; Le borse con i resti umani.

Deepred89 4/05/15 15:29 - 3291 commenti

I gusti di Deepred89

Tra i pochi registi autoproclamatosi autori in grado di dimostrare (anche tecnicamente) il merito di tale nomea, Sono azzarda il kolossal sul sesso a tutti i suoi livelli (piacere, merce, perversione) fallendo parzialmente il bersaglio: crea un regno di sesso e mistero ma la struttura smorza sempre il fascino sul più bello, dà una soluzione all'intreccio giallo ma poi scivola nell'ermetico gratuito. Ma non si fraintenda: cinema folgorante, in grado di elevare ad arte ogni fotogramma, al quale si perdona l'uso supponente di Malher nella OST.

Capannelle 23/12/15 00:49 - 3730 commenti

I gusti di Capannelle

Di carne al fuoco ce n'è tanta e Sono è a suo agio nel mischiare le carte e i personaggi. Non tutto torna, la regia appare legnosa, la fotografia ambiziosa ma qualitativamente scarsa. Però offre anche motivi di interesse e gustosi quadretti surreali (le salsicce, la madre). Non sono d'aiuto la versione estesa e il vederlo doppiato. Musiche classiche troppo insistite e accenti morriconiani a sottolineare un tono struggente che però convince solo in parte. Insomma strabordante come il seno della protagonista e sconclusionato, ma merita una visione.

Minitina80 26/11/19 22:52 - 2364 commenti

I gusti di Minitina80

Che si tratti di un’opera ambiziosa lo si intuisce fin dalle prime mosse. Tuttavia, l’impressione è che scavando bene sotto la coltre autoriale di cui si ammanta, la sostanza vera e propria non sia molta. Nemmeno si può definirlo più di tanto astruso oppure ermetico perché di fronte a un simile blocco di granito non si capisce dove il regista voglia andare a parare. Riesce molto bene, invece, nell’intento di far trasparire la malattia e i disturbi mentali che affliggono i vari protagonisti, ma non basta per fare il salto di qualità.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Buiomega71 • 21/02/15 09:48
    Pianificazione e progetti - 22003 interventi
    A dir poco STRAORDINARIO il BR targato Eye Division (che risalta brillantemente i bellissimi cromatismi della forografia baviana suspiriana di Sôhei Tanikawa) e con un audio da paura (si sente addirittura, di sottofondo, le musiche, il vociare e i rumori della notte di Tokyo)

    Unica pecca la durata del film

    Sul retro cover e riportata "truffaldinamente" la durata di 140' minuti (la versione uncut giapponese)

    In realtà è la versione internazionale e dura esattamente 1h, 53m e 07 s

    Quindi NON e la versione uncut.
    Ultima modifica: 21/02/15 11:53 da Buiomega71
  • Discussione Deepred89 • 16/05/15 00:02
    Comunicazione esterna - 1426 interventi
    Dopo un lungo scambio - diciamo - epistolare con il buon Buio, è emerso che tra versione breve (poco sotto le due ore, vista nelle sale) e versione lunga (poco sotto le 2 ore e mezzo, penso festivaliera, ma poi edita in bluray) la differenza sostanziale risiede nel personaggio della poliziotta, che nella long assume connotati viziosi e perversi completamenti assenti nella short.
    Segnalo che il mio commento fa riferimento all'edizione estesa e che potrà risultare non chiarissimo a chi ha visto la short (priva della chiusa "ermetica" e forse meno discontinua nel montaggio).
    In ogni caso, a giorni vedrò anche l'altra ediizone e scriverò sul forum il mio parere.
  • Discussione Buiomega71 • 16/05/15 00:26
    Pianificazione e progetti - 22003 interventi
    Deepred89 ebbe a dire:
    Dopo un lungo scambio - diciamo - epistolare con il buon Buio, è emerso che tra versione breve (poco sotto le due ore, vista nelle sale) e versione lunga (poco sotto le 2 ore e mezzo, penso festivaliera, ma poi edita in bluray) la differenza sostanziale risiede nel personaggio della poliziotta, che nella long assume connotati viziosi e perversi completamenti assenti nella short.
    Segnalo che il mio commento fa riferimento all'edizione estesa e che potrà risultare non chiarissimo a chi ha visto la short (priva della chiusa "ermetica" e forse meno discontinua nel montaggio).
    In ogni caso, a giorni vedrò anche l'altra ediizone e scriverò sul forum il mio parere.


    Curioso come nella versione "corta" la poliziotta sia integerrima e segua solo le indagini (e appare poco nel contesto), quasi "fredda" come la Dana Scully di X Files, mentre nella versione lunga (foto e descrizioni inviatemi gentilmente dall'amico Deep) è una ninfomane che tradisce il marito, con una libido quasi pari alla professoressa e alla casalinga.

    Non saprei, ma a saperla troieggiare così mi ha fatto un pò specie (dopo averla vista nella versione corta)

    A ogni modo e un film che mi e entrato dentro come una lama di coltello nel più profondo dei visceri.
    Ultima modifica: 16/05/15 00:29 da Buiomega71
  • Discussione Schramm • 16/05/15 00:49
    Risorse umane - 6712 interventi
    buio è davvero un grandissimo peccato leggere solo ora le disavventure che narri in questo post, le avessi intercettate prima avrei potuto impedirti di cestinare il dvd (m'ha preso un male enorme nel leggere che l'hai buttato via, era molto probabilmente operabile) e soprattutto di riacquistarlo ex novo.

    ebbene provvedo subito a stroncare eventuali prossimi intoppi di questo genere. to begin with, dai un'occhiata qui: https://www.youtube.com/watch?v=l1ZPBMjnciY

    dopodiché corri subito ai ripari comprandoti questo prezioso gingillo: http://www.hamletcom.com/products/xdvdrepair.aspx

    tempo addietro lo trovavi a nemmeno 40 euro su nierle, a me ha rimesso in sesto parecchia roba sottraendomi a disperazione certa e lutti infiniti.

    non buttare più niente! mettili da parte in attesa di acquistare questo, e comunque in alternativa procurati un po' di polish e in alcuni casi dovresti tirare anche così un sospiro di sollievo e riprendere la visione come se niente fosse!!
    Ultima modifica: 16/05/15 00:50 da Schramm
  • Discussione Buiomega71 • 16/05/15 00:54
    Pianificazione e progetti - 22003 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    buio è davvero un grandissimo peccato leggere solo ora le disavventure che narri in questo post, le avessi intercettate prima avrei potuto impedirti di cestinare il dvd (m'ha preso un male enorme nel leggere che l'hai buttato via, era molto probabilmente operabile) e soprattutto di riacquistarlo ex novo.

    ebbene provvedo subito a stroncare eventuali prossimi intoppi di questo genere. to begin with, dai un'occhiata qui: https://www.youtube.com/watch?v=l1ZPBMjnciY

    dopodiché corri subito ai ripari comprandoti questo prezioso gingillo: http://www.hamletcom.com/products/xdvdrepair.aspx

    tempo addietro lo trovavi a nemmeno 40 euro su nierle, a me ha rimesso in sesto parecchia roba sottraendomi a disperazione certa e lutti infiniti.

    non buttare più niente! mettili da parte in attesa di acquistare questo, e comunque in alternativa procurati un po' di polish e in alcuni casi dovresti tirare anche così un sospiro di sollievo e riprendere la visione come se niente fosse!!


    Grazie Schrammy, ma alla fine il dvd fallato non l'ho buttato. L'ho ripreso in BR e mi tengo pure il dvd che tanto mi ha fatto sacramentare (togliendomi 10 anni di vita)

    Preziosissima non poco la tua dritta dell'aggeggio che ripristina i dvd con qualche problemino...Very thanks!
    Ultima modifica: 16/05/15 00:57 da Buiomega71
  • Discussione Buiomega71 • 21/12/15 18:12
    Pianificazione e progetti - 22003 interventi
    Palma d'oro "buiesca" per il miglior film visto nel 2015 (travolgente, sconvolgente, carnale e sanguigno come pochi, il nuovo China Blue dal Sol Levante resta dentro per sempre e sfiora il capolavoro)
    Ultima modifica: 21/12/15 18:13 da Buiomega71
  • Discussione Capannelle • 23/12/15 00:51
    Scrivano - 2506 interventi
    Grazie della segnalazione e di tutte le descrizioni Buio, mi ha convinto a metà ma sono contento di averlo visto.
    Ultima modifica: 23/12/15 00:53 da Capannelle
  • Discussione Buiomega71 • 23/12/15 10:07
    Pianificazione e progetti - 22003 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Grazie della segnalazione e di tutte le descrizioni Buio, mi ha convinto a metà ma sono contento di averlo visto.

    Mi fà piacere, Capa...Per me il film più travolgente e fiammeggiante visto nel 2015, ad un passo dal capolavoro. Sembra un China Blue rivisto dall'Argento dei tempi d'oro.

    Palma d'oro "buiesca" annuale senza se e senza ma...
  • Discussione Capannelle • 23/12/15 19:41
    Scrivano - 2506 interventi
    Ah bè, la ipermaggiorata, al secolo Megumi Kagurazaka, è la moglie del regista.
    Ultima modifica: 23/12/15 19:49 da Capannelle
  • Discussione Buiomega71 • 23/12/15 19:45
    Pianificazione e progetti - 22003 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Ah bè, la maggiorata al secolo Megumi Kagurazaka è la moglie del regista.

    "Ne assaggi una prego...Assaggi anche me"

    Davanti allo specchio...Mai visto due tette da museo Moma così...

    Era da tempo che un film non mi travolgeva così, e non solo per le mega tette della Kagurazaka
    Ultima modifica: 23/12/15 21:23 da Buiomega71