Grizzly man

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Grizzly-Man
Anno: 2005
Genere: documentario (colore)
Note: documentario sulla vita di Timothy Treadwell, l'uomo che visse tredici estati tra i Grizzly
Numero commenti presenti: 15
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 21/02/07
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Don Masino 21/02/07 10:37 - 63 commenti

I gusti di Don Masino

Testimonianza, straordinariamente montata da Herzog, di uno dei tanti esempi di follia umana: Timothy Treadwell si bea dei pericoli che corre vivendo a due passi dai suoi amati orsi e si autoconvince di essere un eroe, l'unico in grado di capire l'umanità di quei feroci animali. Peccato che uno di questi, dopo tredici anni, decida che è ora di farla finita e lo sbrana: sequenza non filmata ma che esiste come audio (sei minuti di grida che Herzog ascolta in cuffia, nel finale, e noi no).

Caesars 17/04/07 08:56 - 2670 commenti

I gusti di Caesars

Herzog si conferma regista molto particolare, forse non per tutti ma in grado di sfornare materiale sempre interessante. "Grizzly man" ci fornisce il ritratto di un uomo, Timoty Tredwell, molto problematico che non riuscendo ad integrarsi nella società decide di dedicare la sua vita agli orsi, autodichiarandosi loro paladino. Così per 13 estati si reca in un parco nazionale in Alaska a studiare, filmare e proteggere (non è ben chiaro in che modo) questi animali. La fine sarà tragica e probabilmente inevitabile. Bello.

Puppigallo 29/09/07 22:32 - 4494 commenti

I gusti di Puppigallo

Il protagonista di questo documentario era sicuramente unico nel suo genere; e lo dimostrano anche le riprese che solo lui riusciva a fare (praticamente, a tu per tu con enormi orsi). C’è chi ne parla male (un matto), chi bene (genitori, amici e ex ragazza) e chi si limita a descrivere ciò che faceva. In realtà, da quello che ho visto, doveva essere a dir poco ossessionato da questi splendidi e possenti animali, tanto da cercare di carpirne i segreti più intimi, da voler creare con loro un legame francamente impossibile (e infatti…). Da vedere.
MEMORABILE: Il racconto dell'uomo che lo andava a recuperare con l'aereo: "Vidi una cassa toracica...".

Domino86 19/05/10 11:09 - 535 commenti

I gusti di Domino86

La testimonianza della cercata impresa da parte dell'americano Timothy Treadwell viene montata molto bene da Herzog. Probabilmente si può parlare di tragedia annunciata poiché, seppur in modo benevolo, Treadwell ha cercato di dominare la natura e il risultato è stato tragico.

Jandileida 3/09/11 21:35 - 1246 commenti

I gusti di Jandileida

Poteva Herzog, sempre pronto a fare a pugni con fiumi ed alberi, esimersi dal raccontare la storia (e dal montare le riprese) di Tredwell, un uomo che doma i suoi demoni solo inseguendoli? Emerge la figura di un uomo totalmente proteso verso una convivenza impossibile ed insensata, pronto a battersi per una causa che viveva solo nella sua mente e che forse continuava ad inseguire una celebrità a cui anelava da tempo (vedi l'aneddoto su Cheers e la continua, per me fastidiosa, rimozione dalle immagini della sua fidanzata). A suo modo interessante.
MEMORABILE: Il direttore del Alutiiq Museum: "Noi da più o meno 7000 anni abbiamo capito che c'è una differenza tra noi ed un grizzly; "I can feel the poop".

Mickes2 9/11/11 18:48 - 1667 commenti

I gusti di Mickes2

Notevole Timothy Treadwell (nella sua pazzia) nel tentare una simbiosi uomo-animale. L’uomo descritto da Herzog è una persona spinta da un amore incondizionato nei confronti dei Grizzly: il modo in cui parla con loro, discute, riflette, amoreggia, lascia esterrefatti. Immagini affascinanti e mozzafiato scorrono e si alternano, mentre Herzog narra con la sua voce armoniosa le gesta del protagonista illuminando occhi e cervello di chi guarda. ***!
MEMORABILE: Timothy mentre parla con le volpi.

Daniela 5/07/12 11:52 - 9197 commenti

I gusti di Daniela

Herzog ha dato il meglio di se mettendo in scena epopee assurde, imprese folli, ritratti di megalomani o squilibrati, mostri fisici e/o morali. Per questo, era certo il regista adatto a portare sullo schermo la vicenda di questo amante degli animali convinto che, a forza di frequentazioni, i grizzly avrebbero finito per accettarlo come uno di loro... Come è andata è cosa nota, eppure il tizio non mi sembra tanto più matto di chi sfida la morte nei cosiddetti sport estremi. Gran bel documentario, che riesce a farci partecipi sia della "follia" del protagonista che del senso panico della natura

Nancy 7/11/12 02:16 - 772 commenti

I gusti di Nancy

Toccante e decisamente stupefacente, Herzog ha la fortuna di scovare la storia giusta per questo bio-documentario su Timothy Treadwell, un uomo che ha vissuto per 13 estate con i grizzly. Il merito della bellezza delle immagini, come riconosce lo stesso Herzog nel commento, è tutto dello stesso Treadwell, che con la sua telecamera non solo ha documentato la sua ossessione per gli orsi, ma ha creato veramente qualcosa di coinvolgente, captando immagini altrimenti difficilmente rappresentabili. Herzog ha sapientemente montato il tutto, riuscendo a emozionarci.
MEMORABILE: L'audio in cuffia di Herzog.

Jurgen77 10/12/12 08:40 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Un bel film-documentario. Herzog, come suo solito, ci mostra scenari grandiosi e ci fa assaporare la natura per quello che è... nel bene e nel male. L'indole selvaggia prevale sull'uomo che vuole "addomesticare" l'orso. Odioso il report che, a mio parere, varcando il confine che divide razionalità ed istinto ha quello che si merita.

Cotola 11/08/14 10:22 - 7447 commenti

I gusti di Cotola

La passione herzoghiana per personaggi e situazioni folli trova pane per i suoi denti in chi pensava di poter vivere insieme ai feroci grizzly come se nulla fosse, pagandone il fio. Il documentario è molto bello (con momenti di grande cinema) e rigore sonoro (non ci fa ascoltare le strazianti urla degli ultimi momenti di Treadwell e comagna) ed ideologico poiché sebbene si capisca che il regista apprezzi Treadwell se ne mantiene a debita distanza e non giudica: non né fa un santo né ci nasconde alcuni aspetti sgradevoli della sua vita. Una delle migliori prove di Herzog degli ultimi anni.

Matalo! 24/02/15 08:16 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Sconvolgente. All'inizio non ero a fuoco, ma poco dopo ero rapito da questo racconto di un ennesimo titanico fallito, alla Fitzcarraldo. Film su commissione che si trasforma in un'occasione per tornare sulle proprie ossessioni. La telecamera come ennesimo tentativo fallimentare di conoscersi e comunicare, se non afferrando la casualità. La natura indifferente e spietata. L'uomo sciocco animista che fa danno laddove crede di fare del bene. Ma molto altro ancora; Herzog non giudica Treadwell, constata l'insensatezza del creato e l'estraneità dell'uomo nel mondo.
MEMORABILE: Treadwell dorme con l'orsacchiotto; Il rifiuto di ascoltare e far ascoltare l'audio della morte di Treadwell e fidanzata; I commenti del medico legale.

Viccrowley 24/06/15 02:30 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Timothy Treadwell era un pazzo. O forse semplicemente un sognatore arrogante e anarchico. E solo Herzog poteva dedicargli un documentario senza scadere nel retorico o nel didascalico. Treadwell presenta infatti innumerevoli analogie con molti personaggi di finzione herzoghiani, in primis quel Fitzcarraldo che viveva in un mondo tutto suo arso dal fuoco della pazzia e del delirio. Solo la pretesa di convivere nell'habitat del grizzly è sufficiente a inquadrare un uomo che ha dato letteralmente la vita pur di realizzare quel sogno ossessivo.

Homesick 30/07/17 17:21 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Due dei tracciati seguiti da Herzog nella sua lunga carriera di cineasta - il documentario e l'impresa titanica dell'uomo che ardisce sfidare e dominare la natura - si incrociano in questo docufiction sulla vita tra i grizzly dell'animalista Timothy Treadwell. Punto debole è lo scarto profondo tra le coinvolgenti riprese dal vero dei plantigradi, da una parte e, dall'altra, i dialoghi-fiume dell'invasato protagonista e le interviste, ridondanti e tediose, ai suoi conoscenti e amici: ma, in fondo, gli uomini sono molto meno interessanti degli animali e non c'è quindi da stupirsi.
MEMORABILE: Le preghiere per la pioggia, rivolte alle divinità delle varie religioni.

Galbo 1/12/17 07:20 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Portatore di un messaggio ecologista potenzialmente positivo, il naturalista protagonista di questo documentario di Herzog lo declina in modo decisamente distorto, finendo per stravolgere il senso dell’opera che non riguarda più tanto gli orsi quanto la personalità bipolare dell’uomo che li osserva e la sua pretesa di assurgere al ruolo di guardiano di un ecosistema. Ancora una volta il regista tedesco parla di ossessioni e il suo personaggio assume il ruolo di elemento disturbante al centro di un magnifico affresco naturale.

Raremirko 30/06/19 22:53 - 510 commenti

I gusti di Raremirko

Altro gran documentario per Herzog, su tale ambientalista che viveva con gli orsi; notevoli certe sequenze amatoriali nelle quali, come dice il regista, entra all'improvviso l''inaspettata magia del cinema. Per taluni forse sin troppo ricreato e fasullo (sia da parte del naturalista, sia da parte di Herzog), ma è originale e aperto a infinite riflessioni. Di Treadwll esce una figura positiva; inquietante il file audio non fatto ascoltare... Ottimo anche a una seconda visione.
MEMORABILE: Le apparizioni di volpe con prole.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.