Grindhouse - Planet Terror

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Planet Terror
Anno: 2007
Genere: horror (colore)
Note: In America è uscito unito al film di Tarantino "Death proof".
Numero commenti presenti: 65
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Diamo a Cesare quel che è di Cesare: la strepitosa trovata del recupero visivo-formale esasperato dei vecchi B-movies che sta alla base dell'operazione GRINDHOUSE è farina del sacco di Rodriguez (anche se certo Tarantino è da sempre il maggior erede di quello stesso tipo di cinema): i salti di pellicola, le spuntinature, le bruciature tremendamente vintage che affliggono volutamente il quadro dall'inizio alla fine sono ancor più evidenti qui che in DEATH PROOF, ed è naturale che sia così. Forse ancor più filologico (e citazionista) del compare, Rodriguez infonde in PLANET TERROR tutto il suo estro dando vita a un action ultrasplatter che conta decine di momenti memorabili,...Leggi tutto costruiti ad arte a partire da una sceneggiatura (sempre sua, come le scatenate musiche) ricca di uscite esilaranti e della stessa scanzonata follia che aveva reso grande DAL TRAMONTO ALL'ALBA. PLANET TERROR è più action che horror, nonostante effetti speciali (della premiata ditta Nicotero & Berger) sanguinari come non mai e la presenza centrale di decine di zombi putrefatti. Rose McGowan con la gamba-mitragliatrice vale da sola il prezzo del biglietto (soprattutto per come la usa) e, per quanto il film sia cialtrone, è irresistibilmente trascinante. Tanto che quando l'azione manca ce ne accorgiamo fin troppo (difetto comune a quasi tutti i lavori del regista) e non riusciamo a gustarci alcune simpatiche finezze di sceneggiatura. Tantissima carne al fuoco (non solo metaforicamente), un mucchio di personaggi diversi, scorrettezze e cattiverie a non finire. Superfluo il personaggio interpretato da Tarantino (fenomenale uscita di scena a parte).
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/09/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 4/10/07
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 29/09/07 00:52 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Seconda metà dello spezzatino e - udite udite - la migliore. Un luna-park di cinema ignorantissimo, tamarrissimo e politicamente scorrettissimo, servito da uno chef di prim'ordine. Iper-citazionista (e anche il patriota che è in noi ha di che sollazzarsi, per non dire del fan dello spaghetti-western), esilarante, meticoloso nel gioco del pastiche 70's. Ah, e pieno di gnoccolone (da infarto la McGowan - vedere titoli di testa - e Fergie dei Black Eyed Peas). E il trailer di Machete, che apre, vale da solo il biglietto.

Puppigallo 29/09/07 08:47 - 4515 commenti

I gusti di Puppigallo

Se con Grindhouse - A prova di morte c'era da sfracellarsi gli zebedei con dialoghi fiume da vecchi film (dove per riempire la pellicola si faceva così), qui invece è l’azione a farla da padrone e il tutto ne giova; anche perché ci sono buone dosi di umorismo, di splatter e di demenza da b movie. Tornano gli effetti pellicola rovinata (bello quando fonde), come tornano anche Tarantino e Jungle Giulia (citata). Tom Savini fa il poliziotto tonto. Naturalmente, il vero succo del film è la ragazza mitragliatrice. Gli zombi sono bubbonridicoli, ma ci sta, proprio in puro stile b movie. Notevole.
MEMORABILE: Il trailer di "Machete". Tarantino con problemi ai genitali. L'esperto di carne alla brace.

Lercio 30/09/07 23:35 - 232 commenti

I gusti di Lercio

Era da Grosso guaio a Chinatown che non mi divertivo così, e infatti Rodriguez ci fa respirare armosfere Carpenteriane, oltre che colpirci con un frullato al tritolo di citazioni iper variopinte che se ne fregano di incastonarsi l'una con l'altra. Planet terror è cinema d'intrattenimenco con la C maiuscola, è la perfezione, il prodotto fatto per rapire lo spettatore e non permettergli minimamente di battere palpebra. Bizzarro, assurdo, sporco e maledettamente geniale!

G.Godardi 9/10/07 20:57 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

La differenza tra Rodriguez e Tarantino? Il primo fa film di genere, il secondo fa una critica riflessiva su tali film (il che non esclude comunque un'aderenza al genere stesso). E in questo film la si vede tutta tale differenza: l'omaggio ai film "grindhouse" qui è solo "superficiale", nel senso che sta solo nelle spuntinature della pellicola e non va in profondità come nell'episodio tarantiniano. Carpenteriano e romeriano, è un film divertentissimo secondo solo a Dal tramonto all'alba e poco meglio di The Faculty. Più immediato di Death proof ma meno stimolante.
MEMORABILE: L'ospedale è lo stesso di Death proof, così come tornano i personaggi di Parks e della dottoressa.

Venticello 10/10/07 11:48 - 63 commenti

I gusti di Venticello

Una cagata pazzesca!!! Non riesco a trovare altri termini per un filmetto così povero di idee, dai dialoghi aberranti e di una noia mortale. Ora vorrete convincermi degli omaggi al B-movie, dell'aderenza al progetto, fino al montaggio analogico e all'occhio della madre, ma io ci ho visto solo un mare di spazzatura (gnocca a parte, si intende) che non è nemmeno lontana parente della messa in scena tarantiniana. Rodriguez si conferma a mio parere modestissimo regista e ancor peggiore compositore di una colonna sonora insulsissima.
MEMORABILE: Quando sono uscito dal cinema.

Cinevision 14/10/07 01:19 - 72 commenti

I gusti di Cinevision

Eccolo il vero omaggio ai B-movies! Questa seconda parte dell'operazione grindhouse non ha nulla a che vedere con quella enorme presa per i fondelli di A prova di morte. Rodriguez realizza un incredibile mix di B-movie anni '80, Troma, Peter Jackson, senza dimenticare Romero e Carpenter e ci mette dentro delle trovate notevoli tipo il mitra al posto della gamba della McGowan o le palle cadenti del Taranta. Umorismo, azione e sano splatter come è giusto che sia. Evitabili i voli alla Matrix.
MEMORABILE: Il trailer di "Machete", una delle cose più geniali mai concepite da Rodriguez.

Confusus 17/10/07 19:49 - 6 commenti

I gusti di Confusus

Lenzi, Mattei, Fragasso, Fulci, Margheriti, Deodato, Carpenter, Romero.. Zombi, asserragliati, contaminati, fine del mondo, sangue, infenzioni, morsi, no way out! Chi è cresciuto con questa roba deve arrendersi alla lacrimuccia che si fa largo nei nostri occhi durante la visione di Planet Terror. Rodriguez si fa e ci fa, un regalo comprimendo in 90 minuti tutto l'amore per gli zombi-movie (ispecie italiani). Ovviamente per godere pienamente del suo operato bisogna aver visto (e apprezzato!) gli "originali". Altrimenti saranno perle ai porci.
MEMORABILE: Ovviamente le citazioni a non finire! Anche Argento viene coinvolto, ma tanto nessuno se ne accorge... Sigh!

Schramm 21/11/07 15:28 - 2417 commenti

I gusti di Schramm

Delizioso exploit machetiano a parte, sola cosa che giustifica il biglietto, l'operazioncina è un'abominevole nerdata. Cialtrone e paracoolissimo come mai prima, Rodriguez riesce a irritare, annoiare e dimostrarsi inetto e insulso anche usando una gamba come kalashnikov o un elicottero come falciatrice. Con un piede su Jackson e l'altro sul trio ZAZ, il cuginetto cazzone di Quentin tarantineggia come può, senza capire che estro grandguignolesco e demenzialità sono per se stessi un'arte e amalgamarli una maestria. Doppiaggio da Citrosodina.

Capannelle 22/11/07 15:42 - 3732 commenti

I gusti di Capannelle

È un bel film di genere, con il giusto mix di azione, splatter, sarcasmo e demenzialità. Nessuno degli ingredienti predomina sugli altri e il ritmo, già sostenuto per se stesso, se ne avvale. Applausi scroscianti per Rose McGowan e la sua protesi, per la Shelton e le sue siringhe. Ma anche il medico e il gestore del barbecue fanno la loro sporca figura. Evito i confronti con Tarantino per non urtare l'ipersensibilità diffusa.
MEMORABILE: "E se si avvicina qualcuno, tu spara" "Anche se è papà?" "Soprattutto se è papà"

Deepred89 17/02/08 11:41 - 3292 commenti

I gusti di Deepred89

Decisamente superiore all'episodio di Tarantino ma comunque lontano dall'essere un gran film. L'intenzione di omaggiare i b-movie da grindhouse anche qui è evidente, grazie soprattutto a varie tecniche come l'effetto da pellicola rovinata o agli effetti speciali esageratissimi, ma il film di Rodriguez non riesce ad affascinare nonostante la regia di alto livello, movimenti di macchina impeccabili ed effetti speciali spassosissimi. Comunque non ci si annoia e il cast è azzeccato ed autoironico.

Galbo 22/02/08 13:09 - 11422 commenti

I gusti di Galbo

Il gusto citazionista nei confronti del b-movie, già mostrato da Tarantino in Death Proof (pellicola gemella di questa) viene portato all'ennesima potenza in questo Planet Terror che ne mostra gli stessi limiti. Dopo circa mezz'ora dall'inizio si avverte un pesante senso di già visto e il gioco dei rimandi ha già abbondantemente stancato; limita inoltre il film l'assenza di un volto carismatico tra gli attori principali. Stucchevole.

Flazich 25/02/08 07:12 - 658 commenti

I gusti di Flazich

Rodriguez è uno dei pochi registi che riesce a passare da produzioni per bambini ad altre molto più mature (vedi Sin City) con estrema facilità. Con questa pellicola ritorna a fare horror addentrandosi nel gore e nello splatter con ottimi risultati. La scelta stilistica di modificare la pellicola "rovinandola" è particolarmente azzeccata. Volutamente sopra le righe, il film è sempre piacevole e, per come la vedo, è un grande tributo alla Troma.

Undying 10/03/08 00:38 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Notevole esercizio di stile, che ben si affianca al complementare segmento (chiamiamolo così, anche se si tratta di un film) diretto da Tarantino, regista che, anche in questo caso (come già per Rodriguez, in Dal Tramonto all'Alba) è chiamato ad interpretare un sadico stupratore (non a caso il momento più delirante e divertente dell'intero film). L'infezione generale, il senso di smarrimento e caos che regna all'interno dell'ospedale e poi nella base militare ricordano -anche se non è palesemente voluto- Incubo sulla Città Contaminata. Bello.

Homesick 8/03/08 11:13 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Antologia zombesca con tutte le invenzioni e variazioni proposte da Romero, Fulci, Lenzi, Raimi, Carpenter e chi più ne ha più ne metta. Rodriguez non ha la passione e il rigore cinematografico del collega Tarantino e anche questa sua ultima fatica rientra in un’ottica di mero entertainment, pur ribadendo somma abilità nelle scene più cariche di movimento, ironia ed effetti speciali. Bene assortito il cast, con in testa la tornita ed atletica McGowan e l'irriducibile rosticciere Fahey. Eccessivi e fastidiosi i trattamenti vintage della pellicola.
MEMORABILE: La collezione di testicoli; "Ti piace Ava Gardner?"; il pene di Tarantino; il trailer di "Machete".

Redeyes 11/03/08 14:02 - 2148 commenti

I gusti di Redeyes

Questo è un coacervo, anzi, meglio, un delirio di citazioni ed assurde chincaglierie pseudo artistiche mutuate da tutto un generosissimo e spassosissimo filone B-Movie "maturato" negli anni. Non sarà cinema ma è esilarante, stupefacente, schizzato come sangue da crani spappolati. È Rodriguez, è un Dal tramonto all'alba fuori dal Titty Twister ed è geniale, nella sua idiozia. I personaggi: difficile evidenziarne qualcuno senza tralasciarne altri. Solo Tarantino vale poco. McGowan gamba mitragliatrice impareggiabile!
MEMORABILE: Il salto usando per propulsore la gamba mitragliatrice. I dialoghi.

Fabbiu 14/03/08 11:09 - 1950 commenti

I gusti di Fabbiu

Era da un sacco di tempo che non mi emozionavo così. Un film così cazzuto da farmi godere in ogni scena, senza farmi pensare nemmeno per un attimo a cose tipo "che americanata" oppure "questo è improbabile"; perché "Planet terror" non ha bisogno di queste considerazioni: è come quei film di una volta, quei polpettoni zeppi d'azione, tendenti alla spazzatura; ma è estremizzato e in un contesto più quotidiano, che ne riflette la stessa aria sporca avvalendosi di effetti visivi, fotografia molto curata e globuli rossi a non finire. Iper figo.

Tromeo 21/04/08 01:12 - 52 commenti

I gusti di Tromeo

Horror delirante e ipersplatter diretto da Robert Rodriguez, facente parte del progetto Grindhouse poi spezzato in due film. Ettolitri di sangue come in un film della Troma, situazioni allucinanti, ironia sempre presente. Uno dei migliori film del regista texano, che almeno in questo caso supera il maestro Quentin Tarantino.

Cotola 10/04/08 01:17 - 7560 commenti

I gusti di Cotola

Divertentissimo omaggio di Rodrigez ai film horror di una volta come, purtroppo, non se ne fanno più. Centone nostalgico in cui il regista mostra tutti il suo amore per il cinema di genere di una volta divertendosi a raccontare una storia talmente scombiccherata da risultare divertente. Alto tasso di emoglobina, esagerazioni e pacchianate a vagonate e tanto divertimento assicurato. Soprattutto per chi, come me, ha amato quel tipo di film. Gli altri potrebbero anche storcere, non poco, il naso.
MEMORABILE: Il trailer di "Machete". La gamba mitragliatrice.

Herrkinski 14/05/08 16:08 - 5205 commenti

I gusti di Herrkinski

Ce ne vorrebbero di più di film così. In omaggio ai Grindhouse degli anni '70, Rodriguez sforna un film pieno di citazioni ed atmosfere care al cinema di quegli anni, ma anche agli zombie-movies degli '80s. La fotografia, volutamente rovinata e piena di graffi, deformazioni e bruciature, ha fatto storcere il naso a molti, ma personalmente l'ho adorata. Il film è divertente e i personaggi azzeccati (Jeff Fahey su tutti). Una boccata d'aria (infetta) rispetto alle produzioni hollywoodiane d'oggi!

Ghostship 15/05/08 17:05 - 394 commenti

I gusti di Ghostship

Se il cinema di genere in Italia esistesse ancora, probabilmente questi sarebbero i film. Secondo me è il miglior Rodriguez, ed ha nello stesso punto sia la propria forza che la propria debolezza: è puro svago. Ma fatto bene, non con la sola professionalità, ma con vero amore. Il ritmo si sente come del resto la lezione dei nostri (e dei loro) maestri. Nostalgico.

Mascherato 21/06/08 23:48 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

La cosa migliore di Grindhouse sono i finti trailer. Trattasi, infatti, di spunti buoni per un cortometraggio, mentre sul lungo-metraggio Death Proof naufraga nella logorrea che qualche critico tarantalebano ha scambiato per speculazione teorica e Planet Terror nell'accumulo di trame e trovate splatter culminanti nel mitra innestato nella coscia di Cherry Darling, per non parlare del solito ripescaggio snobettino di meteore del mainstream come Jeff Fahey e Michael Biehn.
MEMORABILE: al sodale Quentin, dopo la battutona "tu mi hai colpito con un pezzo di legno ed ora io ti scopo con il mio pezzo di legno", si liquefa il membro

Straffuori 24/07/08 14:02 - 175 commenti

I gusti di Straffuori

Esaltante! Il migliore tra i 2 "Grindhouse Movies" con storia zombistica e tanta, tanta azione e adrenalina! Tra l'altro al cinema ti gusti come aperitivo il folle e fantastico trailer di "Machete"! Grandissimi i protagonisti Freddy Rodriguez, Rose Mc Gowan e l'inossidabile Michael Biehn. Colpi di scena, divertimento, azione a fiumi e tanto gore e violenza. Non ci si annoia!!!

Ciavazzaro 25/07/08 13:17 - 4765 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Come al solito vengono citati i cari b-movie nostrani, in questo ultragore diretto da Rodriguez (già autore del notevole Dal tramonto all'alba). Il cast presenta qualche nome curioso tra cui il caro Savini e Willis. Belle le scene nell'ospedale, il finale della base militare e le sequenze nel bosco. Divertente.

Stubby 27/07/08 09:23 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Che dire, è proprio un bel giocattolone per bambini che non vogliono crescere, condito di quei particolari che fanno la felicità degli appassionati del b-movie (gnocca, violenza, azione e splatter). Personalmente l'ho gradito ma non mi ha esaltato più di tanto, forse un po ha perso il fatto che non l'abbia visto al cinema. Denso di citazioni e particolari che ricordano altre pellicole, la cosa che mi è piaciuta di più, a parte Rose McGowan è sicuramente l'interpretazione di Josh Brolin. Divertente.

Matalo! 27/07/08 12:20 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Un giocattolone che lascia il tempo che trova (anche se divertente). I due compari Tarantino & Rodriguez si sono divertiti a creare questo "double feature", poi diviso in due film visto il flop americano. Pellicola consunta (che simula la celluloide visto il tipo di sbiadimento), situazioni paradossali come se ne creavano nei filmacci degli anni 70. Ma questo è un omaggio a quei film (seppure molto aderente alla fonte) e in sé contiene anche il fatto che sia una sciocchezza. Divertito, a tratti divertente ma una sciocchezza...
MEMORABILE: La gamba di Rose Mc Gowan; le palle di Tarantino; la lingua del paziente di Brolin.

Redvertigo 20/08/08 20:22 - 78 commenti

I gusti di Redvertigo

Anche per Planet terror, come per il gemello poi separato (Death proof), vale lo stesso discorso. Se lo si guarda con la mentalità dell'omaggio al cinema bis (o di serie b come direbbe qualcuno) ci si può anche divertire in questo colorato mix di gore, bruciature di pellicola, proiettili volanti, sangue e chi più ne ha più ne metta. Se lo si tratta come un film vero e proprio, viceversa, si fa quasi fatica a credere che sia stato girato dallo stesso regista di Sin City e Dal tramonto... Fracassone!
MEMORABILE: La scena iniziale del sexy balletto di Rose McGowan è semplicemente un capolavoro!

Kolly 21/09/08 18:43 - 34 commenti

I gusti di Kolly

Decisamente migliore della pellicola gemella Death proof. Demenziale allo stato puro a cominciare dalla bella Rose McGowan con la gamba incorporata mitragliatrice. Personaggi magnifici che catturano lo spettatore. Stupendi gli effetti quando la pellicola salta oppure appare rovinata: danno quel tocco in più. Film di azione che si intreccia ai classici mostri della cinematografia datata. Bellissimo e azzeccato. Un applauso anche a Bruce Willis.
MEMORABILE: La scena in cui Rose McGowan si risveglia senza gamba; la morte di Tarantino; "El" Wray sulla mini moto.

Sunchaser 22/09/08 20:09 - 127 commenti

I gusti di Sunchaser

Ci si limita all'accumulo parossistico (di frattaglie, zombie, azione violenta, intermezzi umoristici) senza alcuna consapevole rielaborazione dietro (come accadeva invece negli ottimi Dal Tramonto all'alba e Sin City): all'inizio ci si diverte molto, ma il divertimento finisce in fretta e resta solo una sarabanda di effettacci demenziali, azione frenetica ed effetti speciali in una baracconata ripetitiva con poche idee veramente incisive e che alla lunga annoia. Rose McGowan con il mitra al posto della gamba è comunque indimenticabile.

Ford 3/11/08 10:08 - 582 commenti

I gusti di Ford

Meravigliosa tamarrata, citazionista e divertente. Effetti speciali artigianali e non, fotografia vintage, meravigliosi movimenti di camera, belle donne e trovate deliranti. Ovviamente si parla di cinema d'intrattenimento dalla trama abbastanza becera, ma il godimento "de panza" è tanto: ce ne fossero di film così oggidì.

Enzus79 25/12/08 19:50 - 1827 commenti

I gusti di Enzus79

Anche Rodriguez, come il suo amico Tarantino, prende spunto da numerosi film per dar vita a questo quasi capolavoro. Le immagini sono riprese alla perfezione, così come sono perfetti i dialoghi: tipico b-movie. La scena iniziale è da ricordare, così come il cameo di Tarantino.

Patrick78 14/01/09 17:23 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Perfetto complemento al fratello maggiore Death Proof, questo rutilante, esagerato, colto e divertente trash movie diretto da RR, ha il merito notevole di non prendersi sul serio e di questi tempi non è una qualità da poco. Classico esempio di ciò che significa grindhouse: la pellicola fila via che è un piacere, il tutto grazie ad effetti speciali digitali da leccarsi i baffi e interpretazioni più che buone del variegato cast (menzione per un mefistofelico Josh Brolin). Molto sangue, molti smembramenti, molteplici citazioni in classico stile Tarantino.
MEMORABILE: Il tentativo di stupro da parte di Tarantino.

Caesars 19/02/09 13:48 - 2725 commenti

I gusti di Caesars

Partito leggermente prevenuto (il complementare A prova di morte non mi era piaciuto molto) per circa un'oretta mi sono ricreduto: per quanto fracassone ed esagerato il film è pieno di "trovate" simpatiche che lo rendono piacevole; peccato invece per la parte finale, troppo esagerata e meno esplicitamente ironica. Fa piacere rivedere Tom Savini, oramai comunque spodestato dal suo vero ruolo di "mago degli effetti speciali", nel ruolo di un poliziotto assai pasticcione. Diciamo che 2 pallini e mezzo se li può portare a casa.

Ale56 26/03/09 19:33 - 225 commenti

I gusti di Ale56

Planet terror è il miglior horror che abbia visto negli ultimi anni. Robert Rodriguez ha omaggiato il cinema di genere internazionale con il Grindhouse americano ma anche il cinema di genere italiano con notevoli citazioni, dal make up dei contaminati (Incubo sulla città contaminata) fino alla famosa scena dell'occhio di Zombi 2. Un film di straordinario impatto visivo che, seppur contenuto nei costi, ha saputo essere migliore di certe mega produzioni hollywoodiane. Quasi cinque pallini.
MEMORABILE: La famosa scena dell'occhio, i cannibali sbranano un poliziotto, le scene in ospedale.

Brainiac 28/04/09 23:30 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Stessa premessa di Death proof. I film andavano visti insieme, solo così potevano essere apprezzati nel modo migliore. Sicuramente quello che riesce a Tarantino e non a Rodriguez nel suo progetto di segmento è il ritmo indiavolato (tranne nei dialoghi troppo lunghi). Ricercare un ritmo lento per omaggiare anche quell'aspetto (oltre ai finti salti di pellicola) dei propri cult è operazione originale, ma alla lunga stanca. Continua la fissazione di Rodriguez per le armi strane e francamente è un po' infantile. Film tamarro sì, ma troppo compiaciuto di esserlo. Non male.

Orson 1/07/09 23:51 - 64 commenti

I gusti di Orson

Il capolavoro di Rodriguez, che realizza un vero affresco pop del cinema splatter anni 80. A differenza di Death Proof, qui l'approccio si fa parodico e demenziale, quasi alla stregua dei primi film di Peter Jackson, dei quali restituisce anche l'irriverenza del "cattivo gusto". Planet Terror è difatti una enciclopedia di momenti cult e scult, di scene estreme e pugni nello stomaco, concentrando in un unico caleidoscopico film tutta la bizzarria di quel cinema di serie B. Su tutto domina la regia di Rodriguez, mai così esplosiva e in forma.

B. Legnani 26/10/09 18:03 - 4749 commenti

I gusti di B. Legnani

Arrivo a ***½ perché i primi quaranta minuti mi sono parsi invero ottimi. Fantastico il trailer iniziale e poi una serie di "tòpoi", dai colori grassi ai dialoghi, dai buchi di sceneggiatura alle folli semplificazioni che, uniti a un'irresistibile autoironia, catalizzano lo spettatore. Certo: è un'operazione pure furba, perché una sciocchezza reale può parere una sciocchezza cercata... Cala nella seconda parte, quando l'autoironia perde quota, ma non scende mai sotto il "buon film". Irresistibili i dialoghi fra i due medici. Rodriguez batte QT.
MEMORABILE: La visita medica al primo "morsicato".

Greymouser 28/04/10 22:15 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Il vero mattatore dell'operazione Grindhouse è lui, Rodriguez, che firma un gioiello traboccante di passione cinefila, un film deliziosamente vintage, che è una vera e propria catena di montaggio di citazioni mai fini a se stesse e un omaggio a un cinema povero e ingenuo, ma ricco di fantasia. La ricostruzione autoriale di un b-movie fantahorror prevede pellicola bruciata e sgranata, falsi trailers e addirittura una "bobina" mancante, che però non pregiudica la comprensione della trama. Immaginazione visiva potente e montaggio alla Rodriguez.

Supercruel 24/05/10 01:05 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Debordante omaggio di Robert Rodriguez al cinema grindhouse dei decenni passati, in particolare lo zombie-movie. Citazionista fino al midollo tanto da simulare la pellicola rovinata (una trovata magnifica), il film è uno sfavillante b-movie cazzone, divertente, pieno di azione, splatter e dialoghi favolosi. Si sprecano i momenti magnifici, su tutti la McGowan con il mitragliatore al posto della gamba mutilata alle prese con evoluzioni pirotecniche gustosamente assurde. Davvero notevole, ce ne fosse di roba del genere...

Aal 18/08/10 12:58 - 322 commenti

I gusti di Aal

Devastante omaggio al cinema di genere e film divertentissimo. Esagerato e sguaiato come si conviene. Ad una trama non certo eccelsa sopperiscono scene memorabili e ironia profusa a piene mani. Grandi Josh Brolin e soprattutto Rose McGowan, vera e propria icona horror (era la fidanzata di Marylin Manson). La sua gamba-mitra è una trovata favolosa. E che dire della sosia di Fergie fatta a pezzi dagli zombi? O del trailer dell'ormai leggendario "Machete" che apre il film? Questo è cinema!

Satyricon 7/09/10 00:04 - 147 commenti

I gusti di Satyricon

Invasato dalla realizzazione del primo film, nel secondo sembra essere sotto effetto "LSD", tanto da decomporsi lui stesso in uno dei suoi soliti auto-camei. L'accoppiata Rodriguez e Tarantino è indubbiamente azzeccata e vincente, colprimo che monta in post produzione un efficace manicomio visivo, partorito dlla mente dell'amico Tarantino; purtroppo il film diventa una sovrabbondante citazione di film anni 70 e più di questo non dà.

Luchi78 7/09/10 18:33 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Rodriguez esagera pesantemente ed ottiene l'effetto voluto: rimaniamo a bocca aperta dal prologo "Machete" alla gamba-mitragliatrice della McGowan. Abbiamo tutto lo splatter che vogliamo, praticamente a tonnellate. Personalmente ritengo che il Death Proof di Tarantino abbia molto più stile, mentre il lavoro di Rodriguez punti esclusivamente sull'effetto visivo sconvolgente.

Markus 14/09/10 12:50 - 3310 commenti

I gusti di Markus

Delizioso film dal voluto sapore vintage ricco di spunti estrapolati dai b-movies splatter Anni Settanta e Ottanta. Vicenda piena d'azione, di violenza squisitamente gratuita e con tanto sano gore servito all'ingordo spettatore con intelligente senso dell'umorismo e del ridicolo fine a se stesso. Particolarmente sexy Rose McGowan anche se munita di protesi. Visto in un cinema a Parigi (ero in vacanza) in anticipo rispetto all'uscita in Italia.

Belfagor 2/03/11 12:14 - 2625 commenti

I gusti di Belfagor

Il trailer di Machete, la go-go dance da fibrillazione della McGowan, una coppia di improbabili medici alle prese con un'epidemia purulenta... i primi 40 minuti, trionfo di citazionismo tamarro, sono quanto di meglio ci si possa aspettare da Rodriguez. Sfortunatamente, nella seconda parte si constata quanto l'allungamento abbia nociuto alla pellicola: la narrazione sbanda e perde ritmo, come si può notare nella stiracchiata e raffazzonata sequenza della base militare. A mio parere, il progetto originale sarebbe stato decisamente migliore.
MEMORABILE: Le tre siringhe; la sexy protesi-mitragliatrice della McGowan; la pellicola volutamente rovinata.

Trivex 2/03/11 21:29 - 1497 commenti

I gusti di Trivex

Orgia farsesca di carne e sangue, in tutte le salse. La prima parte è notevole, con l'ospedale ed il localaccio quali componenti essenziali per rendere molto affascinante l'atmosfera, putrefatta e cattiva con gusto ed ironia. La seconda parte è invece sottotono, con gli aspetti caricaturali che si impossessano della storia, rendendola eccessivamente ridicola. La parte nella base militare è troppo lunga, con qualche momento d'efficace eccesso, quando compare il Quentin col "coso" marcio penzolante. Non l'ho trovato così bello, in definitiva.

Von Leppe 28/03/11 22:18 - 1032 commenti

I gusti di Von Leppe

Belle idee a cominciare dalla gamba/mitra della McGowan e la grande dose di splatter, che però viene stemperata dall'umorismo. Umorismo che trasforma una pellicola estrema in una, come si dice oggi, "politicamente corretta" (almeno per gli amanti dei generi più estremi di cinema). Influenze svariate, dal fumetto ai vari generi di film anni 70-80 con tanto di pellicola artificialmente rovinata. Divertente, esagerata e piena di effetti speciali ottimamente riusciti ma poco disturbante, viste le premesse.

Nando 13/04/11 00:48 - 3485 commenti

I gusti di Nando

La pellicola omaggia i B-movie nostrani e mostra un'enorme carica adrenalinica nonostante il finale fricchettone. La McGowen è unica nel suo improbabile quanto aggressivo mascheramento e la narrazione mostra un aspetto totalmente e violentemente splatter. Personalmente lo reputo scanzonato.

Giùan 16/06/11 15:56 - 3016 commenti

I gusti di Giùan

Tocca a Rodriguez la metà ludica della operazione nostalghia cinefila anni '70 di Grindhouse. Fracassone, ipertrofico, saturo di luoghi (magnifiche le parti in ospedale e al Bone Shack) e personaggi, molti dei quali meriterebbero uno Spin off (cosa che puntualmente accadrà per Machete). Uno di quei film a cui si perdonano gli errori in eccesso tanta è la perizia tecnica e la sincera autoironia con la quale sono girati. Il ragazzo Rodriguez non è più il reverente pivello di Dal tramonto all'alba: si è fatto grande... regista.

Mickes2 31/01/13 11:48 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Diluvio orgiastico di pura energia fumettosa, demenziale, citazionista e grandguignolesca. Rodriguez sceglie la strada della tamarraggine e ci sfreccia a tutta velocità infarcendo di tutto un po’ la sua opera probabilmente più coraggiosa e personale. Inferiore all’episodio di Tarantino, il discepolo confeziona un divertissment virtuoso e ironico, scorretto e ignorante, omaggiando e citando i maggiori esponenti di un Genere e arrovellandosi in voli pindarici esageratissimi e ruffiani, semplicemente godibili. Straordinaria la McGowan.
MEMORABILE: Brolin al medico orientale: "Che cazzo dici?". E se ne va.

Almicione 31/03/13 01:05 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Allo stesso modo che in Dal tramonto all'alba Rodriguez gira un film che comincia discretamente ma poi degrada progressivamente via via che l'intreccio si sviluppa, concludendo in modo orribile. Una narrazione coinvolgente per i primi 50 minuti rappresenta l'unico punto positivo tra i numerosi falli della pellicola, che vanno da un inizio un po' farraginoso a una trama piuttosto goffa, da evitabili elementi comici a frasi fatte inadatte tanto quanto la relazione amorosa. Interessanti alcuni spunti di Rodriguez, che comunque non eccelle.

124c 3/04/14 14:27 - 2775 commenti

I gusti di 124c

Secondo film della serie Grindhouse, dove il fattore pulp diventa horror grazie alla regia di Robert Rodriguez. Dal set del serial Streghe il regista coinvolge la bella Rose McGowan, trasformandola in un'eroina che, col suo mitra al posto della gamba destra, fa strage di zombi e militari. Film horror pieno di citazioni e momenti trash, da giustarsi con popcorn e bibita in mano. Da non dimenticare il co-protragonista, Freddy Rodriguez, il bieco Josh Brolin e il cameo di Bruce Willis. Di culto.

Didda23 10/06/14 09:36 - 2288 commenti

I gusti di Didda23

Operazione Grindhouse: Rodriguez ridicolizza Tarantino confezionando un film strepitoso dal punto di vista visivo, con trovate oltremodo geniali e una sceneggiatura semplice che coglie lo spirito e l'essenza dei "b-movies" all'americana. Il regista è bravo nel valorizzare le facce giuste e nel "dosare" alla perfezione la tensione narrativa. Tutto è clamorosamente eccessivo e tamarro, ma manda in visibilio lo spettatore che cerca del sano intrattenimento. Quentin parla, Robert agisce!

Saintgifts 21/01/15 19:18 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Tarantino si riserva la parte più "forte", con gli attributi che si liquefanno proprio nel momento in cui potevano servire e gli occhi che di più non si potevano maltrattare. Non sono un conoscitore del genere ma mi sembra di poter dire che qui c'è proprio di tutto, una gioia per gli appassionati. Più che l'orrore c'è il divertimento per le tante invenzioni (basti pensare all'elicottero in decollo che de-colla) e per gli schizzi di sangue, trattenuti, per fortuna, dallo schermo del televisore. Possibilmente da non visionare durante i pasti.

Taxius 14/06/15 16:29 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Quel pazzo di Rodriguez omaggia alla grande molti B-movies anni 70 e 80 tra cui vari film di Lenzi e Fulci. Un tripudio di colori ed effetti splatter che divertono alla grande; poi l'effetto della pellicola invecchiata è azzeccatissimo, anche se in certi punti eccessivo (ma probabilmente era quello che voleva Rodriguez). Nel film non c'è un secondo di noia e il ritmo è sempre alle stelle. Bellissima la McGowan con un fucile al posto della gamba.

Daniela 16/02/16 12:17 - 9520 commenti

I gusti di Daniela

In un paesotto del Texas, la fuga di un gas creato per usi bellici trasforma gli infetti in mostri aggressivi mangiatori di carne umana. Al primo incontro con loro, la spogliarellista Cherry Darling perde una gamba ma mica si perde d'animo... A sorpresa, la prima parte dell'originario dittico si rivela migliore di quella a regia tarantiniana: più scalcinata e caciarona, volutamente naif nella messa in scena, piena di eccessi splatterosi, ma anche dotata di un ritmo indiavolato, zeppa di citazioni, con goduriosi camei di special guests come Willis e lo stesso Tarantino.
MEMORABILE: Il falso trailer di Machete

Il ferrini 11/02/16 23:18 - 1702 commenti

I gusti di Il ferrini

Capolavoro del trash firmato da quel genio di Rodriguez. I più scafati ci riconosceranno Incubo sulla città contaminata, ma anche Milano calibro 9 e - ovviamente - Dal tramonto all'alba. Bravo Freddy Rodríguez ma soprattutto una Rose McGowan davvero in gamba, una sola. A completare il supercast "Machete" Trejo (personaggio che nasce proprio qui, in un finto trailer), Bruce Willis e un cattivissimo Naveen Andrews, il Sayid di Lost. Le trovate del film sono tante e perlopiù raccapriccianti, ma condite dalla contagiosa ironia di Rodriguez. Spassoso.

Jurgen77 15/02/16 09:24 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Più che altro un superbo e ben fatto tributo (con grande dispiego di mezzi e risorse) a tutto il filone dei b-movie italici, romeriani e jacksoniani. Rodriguez e lo zampino malefico di Tarantino ci regalano un bel "frullato" di Zombi 2, La notte dei morti viventi, Incubo sulla città contaminata e Splatters gli schizzacervelli. Flm nel complesso divertente con delle autentiche chicche quali le comparsate di Willis, Savini e Tarantino stesso.
MEMORABILE: "...mi sei sempre stato sulle palle!"

Jena 19/03/16 18:17 - 1207 commenti

I gusti di Jena

Ogni tanto anche Rodriguez ci azzecca e stavolta sforna il suo capolavoro dai tempi di Dal tramonto all'alba. Crea un geniale pastiche che omaggia alla grande tutto il cinema horror che abbiamo amato: i grandi (Romero, Carpenter, Fulci, Argento) ma anche la serie B che qui diventa serie A a suon di dollaroni. Lungi dal mero citazionismo qui però si ha geniale e moderna reinvenzione, sempre un passo prima della parodia. Grandioso il recupero di attori bolliti come Michael Biehn e Jeff Fahey (sorprendente). Divertentissimo e pulp!
MEMORABILE: Il macellaio di Jeff Fahey; La spogliarellista di Rose McGowan; Il militare Quentin Tarantino; Tom Savini.

Pesten 16/01/18 10:03 - 639 commenti

I gusti di Pesten

Il progetto di Rodriguez e Tarantino vede il secondo vincere per via di una pellicola più lineare; al contrario di quella di Rodriguez che, se di base allo stesso modo omaggia tutta una serie di cult B e Z movie del passato, nello svolgimento crea un calderone assurdo che supera i limiti del trash in più di un momento, sfornando una pellicola così inverosimile da risultare comunque divertente. Splatter, gore e pus a profusione e una serie di personaggi sì minori ma usati bene (vedi Brolin, Savini e Fahey).
MEMORABILE: La salsa di Fahey; Le evoluzioni della McGowan.

Elduende 12/12/18 10:29 - 20 commenti

I gusti di Elduende

Discreto, ma va sottolineato che non si distingue per originalità. Per quanto riguarda l'idea di base è debitore a Incubo sulla città contaminata di Umberto Lenzi. Qua e là saccheggia idee da altre vecchie pellicole (per la protesi-fucile si veda Io, Beau Geste e la legione straniera di Marty Feldman). Il risultato è convulso e ironico e non si prende troppo sul serio; ma è ben curato e si lascia guardare, dispensando poca paura ma un bel po’ di divertimento.
MEMORABILE: La dottoressa Dakota McGraw; Il soldato interpretato da Quentin Tarantino.

Anthonyvm 27/01/19 00:10 - 2028 commenti

I gusti di Anthonyvm

Rodriguez supera Tarantino imbastendo uno spettacolone sopra le righe: gore a profusione, azione frenetica, bimbi e animali morti, acrobazie del tutto implausibili e ben consce di esserlo, erotismo più o meno marcio. Insomma, c'è da divertirsi. La confezione è molto ben curata, anche troppo: per quanti finti graffi possano tentare di dare un tocco retrò al tutto, l'efficacia degli effetti speciali e la perizia tecnica sono quanto di più distante si possa immaginare dal cinema grindhouse dei '70. Intrattenimento malato e ben fatto: da vedere!
MEMORABILE: La lingua piena di pustole purulente che esplodono in faccia a Brolin; La finaccia del bambino in macchina; La McGowan con un M4 al posto della gamba.

Gabigol 7/08/19 15:05 - 417 commenti

I gusti di Gabigol

Emoglobina versata a fiume e autoironia senza freni: questi due gli ingredienti principali della pellicola, un vero e proprio fiume in piena che si fa beffe dei cliché (politicamente scorretto e ricerca volontaria delle banalità di sceneggiatura). Rodriguez e Tarantino attingono ai film del cinema di genere - Lenzi e Fulci in primis - per restituire allo spettatore un omaggio a tutto tondo, ben girato e dal ritmo forsennato. Meravigliose la McGowan e Shelton, tra gambe-mitragliette e siringhe; irresistibili Fahey e Tarantino.
MEMORABILE: Il trailer di Machete; La prima visita all'infetto; La Shelton anestetizzata; Tom Savini e la discutibile mira; Tarantino e la scarsa "forma fisica".

Vito 4/11/19 02:27 - 662 commenti

I gusti di Vito

Incredibile zombie-movie di Rodriguez (anche se sono contaminati!) dal ritmo forsennato e zeppo di idee geniali dall'inizio alla fine. L'amico di Tarantino pesca a piene mani da George Romero ma anche dal filone italiano di Fulci e Lenzi regalandoci un prodotto divertentissimo, innaffiato dal buon vecchio splatter. Ottimo il cast. Un cultone imperdibile.
MEMORABILE: La McGowan con mitragliatrice al posto della gamba; Le figure di contorno, del calibro di Savini, Willis, Parks e Biehn.

Pinhead80 21/01/20 14:10 - 3969 commenti

I gusti di Pinhead80

Un film stile Grindhouse con i fiocchi nel quale si capisce che chi sta dietro alla macchina da presa si diverte tanto quanto i protagonisti. Un morbo che trasforma le persone in esseri mostruosi è il pretesto per mostrare una carrellata di scene a metà tra il feticismo (tanto caro a Tarantino) e lo splatter. La macelleria è abbondante e pezzi di carne putrefatta finiscono per inondare lo schermo per poi esplodere in una massa informe e maleodorante. Cast stellare, qualche buona idea e una Rose McGowan in splendida forma fanno il resto.
MEMORABILE: L'indimenticabile gamba mitragliatrice.

Bruce 25/04/20 11:20 - 1005 commenti

I gusti di Bruce

Se vi siete divertiti guardando la seconda parte di Dal tramonto all'alba non potete perdere questo action horror splatter di Rodriguez, palese omaggio agli zombie movie anni Settanta. Uno spettacolo senza tregua, dal ritmo serrato, con tantissima ironia e mille trovate sceniche originali, frutto di una fantasia quasi infantile. La trama è assurda, l'avventura pirotecnica, con riprese notturne fantastiche e notevoli musiche di sottofondo dello stesso regista. Tarantino è produttore e attore. Quando il cinema è puro delirio visivo, senza limiti.

Thedude94 2/08/20 17:37 - 587 commenti

I gusti di Thedude94

Questa parte di Grindhouse, diretta, scritta e montata in maniera ottima da parte di Rodriguez, tende ad omaggiare il cinema d'azione più puro, con rimandi horrorifici e splatter che rendono il tutto esaltante e ritmato. La fotografia particolare, con la pellicola sgranata dall'inizio alla fine, subito ci fa intendere la volontà del regista di sorprendere lo spettatore e regalargli momenti adrenalinici allo stato puro. Bello e bravo l'intero cast, che mette in risalto l'intesa tra gli attori che è sinonimo anche di bravura direzionale. Omaggio a dir poco notevole al cinema di genere.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Blutarsky • 9/05/10 13:01
    Servizio caffè - 327 interventi
    continuo a pensare che nel progetto Grindhouse ci sia un errore di fondo, nel voler ricreare a tavolino la sgangheratezza di certi prodotti di genere dei 70-80, che nella maggior parte dei casi non era minimamente voluta ma frutto di errori (o del poco talento a disposizione), e di produzioni improvvisate e senza una lira.

    cercare di clonare questo cinema (nei pregi e sopratutto nei difetti) con una valangata di milioni a disposizione e una messa in scena di prima categoria, mi ha sempre fatto trovare questi due film artefatti e in definitiva deludenti perchè mancano l'obbiettivo che si prefiggevano.

    sarebbe interessante per un giudizio definitivo visionare la versione americana che accorpava in un unico film le due pellicole (in versioni più ridotte di minutaggio) con l'aggiunta dei Fake trailer.

    segnalo per gli amanti del progetto Grindhouse che uno dei falsi trailer è diventato vero!
    Rodriguez ha finito di girare tutte le parti "mancanti" del film Machete, e il trailer ufficiale 2010 è pronto:

    http://www.youtube.com/watch?v=dxnrcweOmho&playnext_from=TL&videos=f9jY5sW-mp4&feature=rec-LGOUT-farside_rn-3r-2-HM

    a onor del vero sembra divertente, sperem!
  • Discussione Greymouser • 9/05/10 13:10
    Capo call center Davinotti - 561 interventi
    Brainiac ebbe a dire:

    Hai lo stomaco foderato d'amianto, evidentemente ;)



    No, carissimo, non ho lo stomaco tanto refrattario. Solo che la mia soglia di impressionabilità è sensibile ad altro genere di cose. Spesso mi disturbano scene in cui non ci sono litri di sangue o arti mozzati, ma altri elementi di cui non sto qui adesso a dire. Siamo sempre, insomma, alle differenze individuali (e meno male che ci sono, altrimenti sai che palle).

    Concordo con te: FD2 è da adorare! :-)
    Ultima modifica: 9/05/10 19:46 da Greymouser
  • Discussione Magnetti • 3/02/11 09:36
    Call center Davinotti - 212 interventi
    Caro archivista,
    mi sembra che nel cast manchi Danny Trejo... e visto che dal personaggio di Machete è nato addirittura uno spin off si deve assolutamente aggiungere! :)
    Ciao e grazie
  • Discussione Zender • 3/02/11 09:56
    Consigliere - 43612 interventi
    D'accordo, capisco l'esigenza :)
  • Musiche Gestarsh99 • 11/03/11 16:56
    Scrivano - 14764 interventi
    La soundtrack del film, composta dallo stesso Rodriguez (e risultato anche dell'imprevista defezione del convocato John Carpenter), è stata pubblicata in edizione digitale il 16/04/2007, sotto etichetta Varèse Sarabande:



    Questo il commento riportato nella confezione:

    "A differenza di Quentin Tarantino, che per ricreare la sensazione "old style" evidenziata anche nel film, si era valso di musiche del passato - da Ennio Morricone a T Rex, da Pino Donaggio agli Smith -, Robert Rodriguez fa da sé (e per tre, anzi per cinque). Insieme ai fidi collaboratori Carl Thiel, Graeme Revell, Rick Del Castillo, George Oldziey e alla sorella Rebecca, il regista texano compone quello che è da considerarsi lo score perfetto per un perfetto horror, ovvero un insieme di suoni cupi e spaventosi. I francesi Nouvelle Vague offrono all'album una rivisitazione in chiave bossa nova di "Too Drunk to Fuck" dei Dead Kennedys, mentre i messicani Chingon - che Rodriguez aveva già ingaggiato per la colonna sonora di C'era una volta in Messico - rileggono la titletrack dando una sferzata rock a "Grindhouse". Se per rivestire musicalmente la lap dance della bella Vanessa Ferlito Tarantino aveva scelto "Down In Mexico" dei Coasters, per la pole dance di Rose McGowan Rodriguez preferisce le sonorità erotiche cariche di garage rock del brano che apre l'album. Oltre a comparire nel film come protagonista, l'attrice - nota per essere stata la fidanzata di Marilyn Manson - si presta anche come cantante, interpretando con estrema sensualità tre dei brani proposti dal soundtrack. Il cantato e il mood di "You Belong to Me" ricordano vagamente la versione di "Blue Velvet" di Isabella Rossellini; "Useless Talent #32" è un remix techno-garage di "Two Against the World", ammorbidito da una sequenza di vocalizzi; "Two Against the World" è una soffice e seducente ballata dal sapore latinoamericano che ben si adatta al finale del film. Il pianeta del terrore è servito sulla lunga distanza. "

    Questa invece la tracklist relativa:

    1 Grindhouse (Main Titles) (Robert Rodriguez)
    2. Doc Block (Robert Rodriguez & Carl Thiel) 2:03
    3. The Sickos (Robert Rodriguez & Graeme Revell) 1:39
    4. "You Belong to Me" - Rose McGowan 2:15
    5. Go Go Not Cry Cry (Robert Rodriguez & Rick Del Castillo) 1:09
    6. Hospital Epidemic (Graeme Revell & Robert Rodriguez) 1:16
    7. "Useless Talent #32" - Rose McGowan 3:11
    8. His Prescription... Pain (Robert Rodriguez & Carl Thiel) 0:55
    9. Cherry Darling (Robert Rodriguez) 1:01
    10. The Grindhouse Blues (Robert Rodriguez) 3:01
    11. El Wray (Robert Rodriguez) 1:18
    12. Police Station Assault (Robert Rodriguez) 1:33
    13. Dakota (Robert Rodriguez & Carl Thiel) 2:27
    14. Zero to Fifty in Four (Robert Rodriguez) 1:35
    15. Fury Road (Robert Rodriguez) 2:03
    16. Helicopter Sicko Chopper (Graeme Revell & Robert Rodriguez) 1:22
    17. The Ring in the Jacket (Robert Rodriguez & George Oldziey) 1:34
    18. Killer Legs (Robert Rodriguez & Rick Del Castillo) 2:14
    19. Melting Member (Graeme Revell & Robert Rodriguez) 1:51
    20. "Too Drunk to fuck" - Nouvelle Vague 2:12
    21. "Cherry's Dance of Death" - Chingon 3:26
    22. "Two Against the World" - Rose McGowan 2:08
    Ultima modifica: 23/04/19 20:56 da Gestarsh99
  • Homevideo John trent • 2/02/14 11:40
    Servizio caffè - 511 interventi
    Solo dopo aver preso il blu ray ho scoperto che il formato video del dvd (1,85:1) era sbagliato!!! :(
    Il formato video del blu ray è, infatti, 2:35:1 anamorfico e mi sembra anche più logico perchè anche "A prova di morte" aveva questo formato...
  • Homevideo Zender • 2/02/14 18:42
    Consigliere - 43612 interventi
    Ah mi considero fortunato ad aver saltato il dvd allora, ed aver atteso per prendere direttamente il bd.
  • Discussione Ruber • 13/02/14 03:22
    Compilatore d’emergenza - 8999 interventi
    Che paciocco questa pellicola! Ho fatto fatica a vederla fino alla fine (dopo 2 volte in cui mi ero fermato a metà) e per me che sono un grande fans del genere grindhouse è stata un vera delusione un polpettone mica da ridere!

    Non solo non regge il confronto con il grande (che ormai reputo già cult) "A prova di morte", ma e anche molto inferiore a pellicole fatte con poche risorse e mi riferisco ai tanti bmovies di genere "zombesco" e se ci aggiungete che il fake trailer "Machete" e poi diventato un film (!!) beh questi due non arrivano neanche a fare l'occhiolino al film di Tarantino. Patetico e assurdo poi il finale!! Si qualche cosa si salva: il mitra nella gamba è una buona trovata e anche le siringhe sparate non sono male, ma ci vuole ben altro!
  • Homevideo John trent • 22/03/14 18:29
    Servizio caffè - 511 interventi
    Devo purtroppo fare ammenda e cospargermi il capo di genere per essermi ingenuamente fidato della fascetta del blu ray.
    Sulla stessa, infatti, viene riportato il formato 2,35:1 anamorfico ma solo OGGI ho inserito il blu ray nel lettore e ho scoperto che non è così.
    Il formato è 1,85:1 anamorfico come quello del dvd.
    Chiedo venia per la disinformazione.
  • Homevideo Zender • 23/03/14 08:12
    Consigliere - 43612 interventi
    Infatti non è mai esistito questo film in 2.35:1 che io sappia. Il formato unico e corretto di ogni edizione è sempre stato 1.85:1; per tutte le edizioni, per fortuna. L'unico errore sta quindi nell'ingannevole fascetta del bluray. Ok, l'importante è saperlo.