LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/06/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 9/07/13
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 7/06/07 00:17 - 4751 commenti

I gusti di B. Legnani

Commediuccia noiosetta (è un remake, peraltro, con idea che richiama Arrivano i dollari! e forse, risalendo, chissà quanti altri film), d'ambientazione pisana, che punta sulle grazie (invero venuste) di una smagliante Edwige Fenech. Il resto, però, scade, più che nel pecoreccio, nel banale e nel ripetitivo (si pensi al personaggio di Gianfranco D'Angelo). Curioso trovarvi Giusva Fioravanti, la cui attuale celebrità prescinde dalla sua giovanile e non trascurabile carriera nel mondo dello spettacolo.
MEMORABILE: Il mezzo spogliarello di Valeria Fabrizi.

Undying 2/09/07 00:37 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Titolo dei sexy "familiari" o meglio incestuosi che, per un bel lasso di tempo, si affiancarono alla corrente della (florida) commedia; commedia dalla quale preleva, di peso, l'icona Fenech, ma rimane debitrice dell'interessante pellicola diretta, nel 1968, da Samperi Grazie, Zia. L'erotismo è blando (Edwige è qui meno aggraziata che mai) e la storia è davvero difficile da digerire, dilungata com'è nei tempi e indebolita dai pessimi dialoghi. Si ricorda solo per la presenza di Giusva Fioravanti che diventerà -di lì a poco- famoso per vicende giudiziarie...

Lovejoy 26/12/07 15:07 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Commediaccia sexy, incentrata unicamente sulle prosperose forme di una radiosa Edwige Fenech (che comunque ha fatto di meglio). Per il resto è meglio tacere, visto che già si fa fatica a cavare un sorriso, figuriamoci a ridere. Sprecato Gianfranco D'Angelo in un ruolo davvero ridicolo. Il resto del cast, a partire da un Fioravanti più ricordato per altro che per questo film, è penoso.

Markus 11/05/08 12:02 - 3310 commenti

I gusti di Markus

Facente parte a pieno diritto del sottogenere sexy-familiare, “Grazie… nonna” è uno strano quanto delizioso film che conta su un cast - salvo la Fenech e D’Angelo - un po’ anomalo nel panorama cinematografico: l’elegante verve del poliedrico Enrico Simonetti (che sciaguratamente ci lasciò tre anni dopo il film), l’inquietante quanto perfetta presenza di Giusva Fioravanti (con un passato di dolce pargoletto ed un amaro futuro da terrorista sanguinario) e una vasta schiera di volti anonimi. Pochade stuzzicante e amabile OST dal sapore "argentiano".

Plauto 11/05/08 23:56 - 119 commenti

I gusti di Plauto

Che sia un film erotico è indiscusso... che sia un po' perverso anche (di incesto si tratta, in fondo), ma è anche incredibilmente comico! Come si fa a non ridere di fronte una nonna che si chiama Marijuana Persichetti? Nonostante questo, la carica erotica rimane... Inquietante la figura di Giusva Fioravanti: con gli occhi semichiusi ha un'aria ambigua e spaventosa...

Cotola 19/11/08 23:33 - 7564 commenti

I gusti di Cotola

L’arrivo di una nonna più giovane e procace della media sconvolge gli appetiti ormonali di una famiglia. Chi godrà il “frutto del piacere”? Prevedibile commediola italiana con tutti gli ingredienti tipici dell’epoca e del genere anche se meno scollacciata e volgare del solito. Poco o nulla da segnalare. Solo per amanti del genere.

Ilfigo 1/10/09 17:05 - 75 commenti

I gusti di Ilfigo

Pur essendoci Edwige Fenech, una delle attrici più belle e desiderate da tutti gli adolescenti del passato, presente e futuro, il film ha una storia scontata e annoia; anche nelle scene cosiddette sexy non incide per niente. Gianfranco D'Angelo simpaticissimo.

Mco 15/12/09 16:30 - 2155 commenti

I gusti di Mco

Questo filmetto, riproposizione di un tema già espresso da Samperi con Grazie zia tempo addietro, viene perlopiù ricordato non tanto per la bellezza della Fenech (il che è davvero strano), bensì per il protagonista maschile, quel Fioravanti che da lì a poco il mondo conobbe per questioni non attinenti al cinema (e dire che oltretutto come attore non era affatto malaccio). La morbosità c'è eccome, così come gli spazi umoristici; per un adolescente in vena di ormoni alla riscossa rappresenta un eden...

Daidae 14/03/10 01:37 - 2749 commenti

I gusti di Daidae

Gradevole film. Siamo sul terreno della commedia sexy all'italiana, quindi i soliti equivoci, spogliarelli, mature "nonne" conturbanti e via dicendo. Girata a Pisa, se siete appassionati del genere non fatevelo scappare. Buona la prova degli attori, la Fenech stupenda come sempre.

Herrkinski 1/07/12 01:03 - 5214 commenti

I gusti di Herrkinski

Ispirato palesemente dai classici samperiani Grazie zia e Malizia (da cui prende in prestito anche la scena madre), questa commedia (poco) erotica riesce a divertire, pur non presentando situazioni particolarmente originali; ma ha brio, non annoia, mette in campo un cast di attori affiatati e simpatici. A posteriori, piuttosto inquietante la presenza del terrorista di destra Fioravanti, che si fa ricordare anche in altri film e offre qui comunque una buona interpretazione. Nel complesso, prevedibile e poco originale, ma comunque molto gradevole.

Trivex 3/07/12 09:39 - 1498 commenti

I gusti di Trivex

Morboso di facciata, ma senza eccessi nelle immagini, questo è un film "scollacciato": difficile infatti trovare qualche inquadratura della protagonista senza scollature arditissime. La storia segue la traccia del décolleté e indirizza quasi subito verso lo scontato (e non mostrato nei particolari) finale. Comunque il clima "settanta" è palpabile e la Fenech, seppur con un taglio di capelli che non piace troppo allo scrivente, è sempre bellissima. Gli altri sono discreti comprimari, con l'ambiguo ragazzo che fa davvero impressione, nelle sue espressioni.
MEMORABILE: L'assedio alla bellissima; La frase finale che dice tutto.

Stefania 29/10/12 13:00 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Grazie, nonna... e son notevoli le grazie di cotanta nonna, una Fenech in versione latino-americana muy caliente; tra l'altro il suo nome è Mari-Juana e, senza far d'ogni erba un fascio, possiamo dire che ella possiede proprietà euforizzanti superiori a quelle dei cannabinoidi! Se in Franco, Ciccio e le vedove allegre un analogo spunto si risolveva in una delicatamente ammiccante micro-commedia degli equivoci, qui si sale sopra le righe e ci si scollaccia, ma Simonetti e D'Angelo danno prova di garbo e di misura. Simpatico e ridanciano alquanto!
MEMORABILE: Il pistolotto della Fenech alla ragazzina che ha tentato il suicidio per amore; lo sguardo adulto e il sorriso bambino di Fioravanti.

Rogerone 5/02/13 18:49 - 55 commenti

I gusti di Rogerone

Devo dire che mi aspettavo peggio. Il soggetto non è un granché, ma si sviluppa con una buona sceneggiatura, risulta gradevole, con una sua logica e non ci sono momenti morti; morbosa (l'ultima scena è palesemente ispirata a Malizia), pruriginosa ma casta (qualche nudo soft e azzeccato). Chi è un appassionato di tennis non può non aver notato la mitica Wilson T2000 (in mano a Giorgio), usata dal n°1 del mondo Jimmy Connors (il film venne girato nel '74 e usci nel marzo '75, nel periodo del massimo apogeo di Jimbo). Guardabile, senza dubbio.
MEMORABILE: Carletto che si masturba in bagno; La T2000 in mano alla Fenech; Carletto al circolo con lo stesso maglioncino usato da Jimmy Connors a Wimbledon '74.

Jurgen77 21/02/13 11:05 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Una Fenech sempre altamente intrigante qui impersona una "giovanissima" nonna, portando voglie pruriginose tra i maschi della casa. Qualche inquadratura da "buco della serratura" che mette sempre in evidenza lo splendore dell'attrice francese. Tematica morbosa e ad alta carica erotica. Inquietante Fioravanti, che come noto diventerà terrorista.

Pol 21/05/13 23:31 - 589 commenti

I gusti di Pol

Esaltazione massima del corpo più famoso della commedia sexy al cui altare viene sacrificato tutto rendendo il film poco più che una seria di striptease intervallati dai tentativi di abbordaggio di Fioravanti e fratello, due autentici tonni. Chi ne esce meglio è Simonetti, l'unico ad avere un po' di pepe in corpo e l'unico a cercare la via della commedia quando è evidente che si è puntato tutto sull'erotico. Edwige è sempre incantevole, l'atmosfera seventies non ha prezzo, ma speravo in qualcosa di più frizzante.

Homesick 5/06/13 07:40 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Nell’aria c’è Samperi, non tanto per il titolo, quanto per le pruriginose situazioni casalinghe affini a Malizia. Una commedia senza pretese che scorre leggera e lepida giovandosi di alcune belle vedute di Pisa, degli interventi del frate mangione Gianfranco D’Angelo e della signorile presenza del musicista Enrico Simonetti. La “nonna” Fenech è stata più conturbante altrove, mentre la Mossini, compagna di classe gelosa e innamorata del dongiovanni in erba Fioravanti, si aggancia al filone scolastico, così come il prologo. In bella mostra una scatola di Baci Perugina **/**!
MEMORABILE: Fioravanti spiega alla Fenech il significato della parola “cazzo” mostrandole un pezzo di pane dalla forma fallica.

Deepred89 9/02/15 22:21 - 3293 commenti

I gusti di Deepred89

Guardabile commediola erotica sulla scia di Malizia con confezione nella media e musiche godibili. Più provocante che divertente, tenendo anche conto di come la tempesta ormonale di un quasi truffautiano Giusva Fioravanti risulti alla fine ben più spassosa delle varie scene programmaticamente comiche. Nulla di eccezionale ma tutto sommato potabile; imperdibile invece per i fan della Fenech, qui in gran forma, oltre che integralmente nuda in un paio di occasioni.

Special 11/02/15 20:14 - 21 commenti

I gusti di Special

Uno dei film più garbati della Edwige: garbo inteso come graziosità della cornice e tutto sommato anche nella messa in scena, pruriginosa sì ma senza chissà quali particolari volgarità. In questo senso mi ricorda Giovannona coscialunga o almeno una copia meno riuscita (quello è un film ancora più fine e sopratutto migliore). Confermo per i malati di tennis (e io sono fra questi) la Wilson T2000, attrezzo che caratterizzò un mito come Jimmy Connors. Da ricordare nel cast Simonetti, che purtroppo morirà tre anni dopo.
MEMORABILE: Edwige.

Saintgifts 22/12/16 09:53 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Forse uno dei film più brutti dell'epoca, ha il solo scopo di portare una volta di più sullo schermo le forme della conturbante Edwige. Non gli si può attribuire nemmeno il pregio di aver valorizzato come si deve le forme dell'attrice, se non viste attraverso il solito buco della serratura. Inutile parlare di sceneggiatura o di dialoghi, mentre tra i coprotagonisti salverei solo Valeria Fabrizi, unica a recitare degnamente, mentre Simonetti, valente musicista, è costretto in una parte oltremodo ridicola ma che non fa ridere.

Faggi 15/04/19 21:58 - 1507 commenti

I gusti di Faggi

Scadente reperto (ormai archeologico, palesemente derivativo) dell'italica commedia sexy (castigato per il genere, quasi timido in certi passaggi e dunque dalla temperatura erotica prossima allo zero). Non manca di situazioni che possono divertire ma da un certo punto in poi lo si guarda per inerzia, per curiosità immarcescibile, per nostalgia di certe produzioni, per devozione a Edwige Fenech. La presenza del giovane Valerio Fioravanti, futuro esponente dell'eversione di destra, aggiunge un ulteriore tono da documento d'archivio.

Bruce 11/06/19 12:01 - 1005 commenti

I gusti di Bruce

Trascurabile commedia sexy all'italiana con Giusva Fioravanti, Enrico Simonetti, Valeria Fabrizi, Gianfranco D'Angelo che ruota, ovviamente, intorno alla protagonista Edwige Fenech, splendida donna quanto improbabile nonna. Evidente e non solo nel titolo è il richiamo al precedente Grazie zia di Samperi. Difficile trovare una ragione per seguire il film diversa dal guardare e rimirare lo splendido corpo della giovane Edwige.

Il Dandi 28/03/20 15:07 - 1821 commenti

I gusti di Il Dandi

Spunto già ampiamente risaputo (la vedova del nonno defunto risulta una donna giovane e bellissima anziché la vecchietta che tutti si attendevano) ma efficacemente impresso da un titolo che ne iperbolizza un precedente illustre di Samperi. Principale motivo di interesse è il cast curiosamente assemblato, che a una vedette di primo piano come la Fenech all'apice della forma affianca il musicista Simonetti e l'ultima apparizione di un Fioravanti non più bambino, la cui metamorfosi era in corso proprio allora.
MEMORABILE: Le incursioni di Gianfranco D'Angelo in tonaca da frate.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Dusso • 23/05/13 19:05
    Segretario - 1621 interventi
    Markus questo lo hai visto in versione integrale?
  • Homevideo Markus • 23/05/13 22:08
    Scrivano - 4795 interventi
    Non mi pare, o meglio avevo una VHS presa in edicola vent'anni fa da cui poi ho fatto un rip. Speravo nell'uscita del DVD, ma evidentemente c'è qualche problema di diritti (se no suppongo sarebbe già uscito da tempo).
    Ultima modifica: 2/12/13 14:06 da Markus
  • Homevideo Rogerone • 16/11/13 01:22
    Galoppino - 178 interventi
    Non so per quale motivo questo b-movie non sia mai stato editato in dvd, ma io ho notato questo : che alcuni film di relativa importanza per il genere come
    - Innocenza e turbamento
    - La moglie vergine
    - Grazie Nonna

    e ci aggiungo anche Italia a mano armata per il genere poliziesco (questo è veramente assurdo) siano tutti della Fida cinematografica, e nei passaggi mediaset sono tutti contraddistinti dalla stessa qualità abbastanza approssimativa, più o meno con la stessa grana. L'impressione è che i master non siano in buone condizioni.

    Io del film ho la registrazione fatta su Iris nel giugno 2012, in dvd ed impostato nel corretto formato cinematografico 16:9 anamorfico, per cui che esca a me cambia poco.. il problema è solo per l'integralità. L'amplesso finale è tagliato, e la versione che ho dura 87 minuti al netto di pubblicità e quant'altro, per cui confermo la versione di Mirko.

    Il problema è che di questi film non ho mai visto le versioni integre, quindi non so dire con esattezza se siano cut o uncut.
    Lo ripeto anche qui, per il film 40 gradi all'ombra del lenzuolo (che è uscito sempre cut negli ultimi 10 anni nei passaggi mediaset), nella versione passata a luglio su mediaset era incredibilmente integra (che sia stato un errore?)... e l'ho pure cancellato perché solo poi ho scoperto che la versione solita è lievemente scorciata.

    Quindi, sarebbe meglio ricontrollare tutti i passaggi, potrebbero esserci delle speranze.
    Per esempio, ho registrato il passaggio di Fiorina la vacca dello scorso ottobre, e la durata del dvd è di 91 minuti, il problema è che non ho mai visto il film prima d'ora per cui non ho nessun punto di riferimento per dire che sia cut o meno. Devo essere sincero, vedendo il film ho intravisto due passaggi sospetti che mi puzzavano di taglio, ma non posso stabilirlo.

    Comunque Grazie Nonna dovrebbe ripassare prossimamente su Iris, dove stanno facendo l'ennesimo ciclo sulla Fenech
    Ultima modifica: 16/11/13 01:32 da Rogerone
  • Homevideo Rogerone • 30/11/13 19:15
    Galoppino - 178 interventi
    ricontrollerò il passaggio di stasera su Iris, magari sperando di beccare la sequenza tagliata ma credo che passerà il solito master
  • Homevideo Rogerone • 1/12/13 00:56
    Galoppino - 178 interventi
    confermo, solito master con l'amplesso tagliato (roba comunque di una manciata di secondi)
  • Homevideo Rogerone • 1/12/13 11:29
    Galoppino - 178 interventi
    durata del master mediaset, al netto di pubblicità e con i titoli di testa completi inclusi è di 87 minuti e 58 secondi
  • Musiche Markus • 27/02/14 12:41
    Scrivano - 4795 interventi
    Signori, da non credere:

    http://www.beatrecords.it/shop.asp?lingua=i&idprodotto=DDJ033&uscita=prox

    La si aspettava senza speranza da decenni!
  • Musiche Zender • 27/02/14 16:50
    Consigliere - 43620 interventi
    Ah, meglio tardi che mai! Per gli aficionados dei Goblin una bella uscita.
  • Musiche Markus • 13/03/14 12:11
    Scrivano - 4795 interventi
    Eccellente e clamoroso il recupero di questa OST (fino ad oggi inedita) da parte della solerte Beat Records di Roma. Un cd contenente i vari brani scritti dal compianto M° Enrico Simonetti che, come già detto, ha fatto suonare (insieme alla sua orchestra) anche i “Goblin” i quali mi pare alquanto evidente gestirono i suoni elettronici (il basso elettrico di Piagntelli, il sintetizzatore “mimi-moog” di Claudio Simonetti). Il tutto nell'anno del loro exploit con la OST di “Profondo rosso”. Il tema principale è risuonato, come consuetudine nelle pellicole di quel tempo, con differenti arrangiamenti per porre l’accento a momenti sexy, di tensione, allegri ecc., più un paio di brani appositamente scritti per la scena danzereccia del night. Per i collezionisti dei “Goblin” un cd da avere.
    Ultima modifica: 13/03/14 12:13 da Markus
  • Homevideo Ruber • 13/03/16 19:14
    Compilatore d’emergenza - 8999 interventi
    Possibile che di questo film non riesco a trovare un edizioen decente, i rip in rete sono veramente disastrosi con risoluzioni basse, ma non voglio neanche comprarmi una ltra vhs dell'era preistorica, possibile che nessun distributore ne fccia uscire un decente dvd ? (mi accontento anche di un audio 1.0!)