LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/02/10 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 24/02/10 05:51 - 11424 commenti

I gusti di Galbo

Dopo la morte della moglie per un incidente stradale, un professore americano accetta un incarico lavorativo in Italia e si trasferisce a Genova con le due figlie. Realizzato in digitale, il film di Michael Winterbottom traccia un parallelo tra la solitudine interiore dei personaggi colpiti da una grave perdita e quella fisica dovuta alla città straniera, ed ha il pregio di utilizzare un contesto ambientale decisamente poco "da cartolina" ma estremamente realistico. Di contro la sceneggiatura non appare impeccabile. Buona la prova del cast.

Stefania 2/08/10 02:49 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Girato in digitale per dare una patina di immediatezza e di autenticità a un film finto, una specie di oleografia dell'elaborazione del lutto. Di maniera la rappresentazione degli italiani, di maniera lo spaesamento degli americani tra vicoli sporchi e linde chiesette. Di maniera la rappresentazione del dolore e del sotterraneo risentimento tra sorelle, le apparizioni ectoplasmatiche della madre sono veramente inopportune. Tutto si risolve poi nella maniera più elementare: un altro bell'evento traumatico e via! Film inutile, si salva Firth.

Delpiero89 2/10/14 16:57 - 263 commenti

I gusti di Delpiero89

Film di bassa levatura, la cui inutilità è tremendamente evidente. Nel vuoto totale della storia si innalza la bellezza di Genova (e dintorni), senza dubbio l'unico vero motivo per cui questo film possa meritare una visione. Poco da aggiungere se non la curiosità che la piccola Perla Haney-Jardine si era già vista in Kill Bill 2 nei panni della figlia di Uma Thurman.

Deepred89 18/01/15 17:55 - 3293 commenti

I gusti di Deepred89

Ovvero: come spacciare per film una gita in Liguria di una piccola troupe di cinematografari anglofoni. Buttiamoci dentro un lutto da "A Genova un'estate rosso shocking", qualche amorazzo di passaggio, qualche pianto, cenette borghesi, monumenti e chiese parlando inglese. E già che ci siamo teniamoci a casa luci e cavalletto: appesantiscono i bagagli. E pensare che Genova appare abbastanza vicina a quella reale, sarà l'effetto ripresa amatoriale. Firth - inadeguatissimo - manco ci prova a sembrare triste, in compenso seduce una giovane italica.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.