Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/08/13 DAL BENEMERITO HOMESICK
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 23/08/13 07:49 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Ispirato alla leggenda di Frine, un peplum pre-stagione che nell’armonico bianco e nero mira a rendere con una certa accuratezza miti, personaggi e istituzioni della Grecia classica, piuttosto che perseguire le storie di eroi, battaglie, prove di forza e vendette presto abusate dal genere; a quest’ultimo si tramanda tuttavia la sensualità suggerita da morbidi panneggi o esplosa da carnali danze. Elena Kleus ha le labbia volitive e altezzose della cortigiana-patriota Frine, ma chi si fa ricordare più vividamente è Giulio Donnini, suo losco mezzano dallo sguardo rapace e dalla voce adulatoria.
MEMORABILE: I nomi scritti imitando i caratteri dell’alfabeto greco; il processo e l’arringa dell’oratore Iperide.

Saintgifts 22/06/16 10:14 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

L'etera Frine, in greco "rospo", famosa per la sua bellezza, carica di sensualità tutto il film, film che si sofferma anche sul versante politico del personaggio, interpretato da una Elena Kleus che incarna bene una delle più famose cortigiane del tempo. Film godibile nonostante risenta di una direzione datata (importante l'apporto di Sergio Leone, aiuto regista non accreditato) e di una sceneggiatura madre degli appena nati fotoromanzi. Buone le interpretazioni principali, dove spiccano quelle di Tamara Lees, Criside e Giulio Donnini, Lamaco.

Noodles 3/08/19 16:50 - 2331 commenti

I gusti di Noodles

La prima parte del film, girata con un taglio vagamente da sceneggiato. è piacevole. Col passare dei minuti, però, la pellicola rallenta e palesa i suoi anni; colpa soprattutto dei dialoghi. Con un ritmo maggiore tenuto per tutta la sua durata il film sarebbe stato migliore. La recitazione, di contro, è molto buona in quasicosì tutti gli attori (soprattutto Giulio Donnini), come è notevole la cura della fotografia e delle scenografie interne. Da guardare, ma molti si annoieranno.

Pessoa 15/03/22 20:59 - 2476 commenti

I gusti di Pessoa

Toltosi il pensiero dell'attendibilità storica, con nomi famosi distribuiti a casaccio Bonnard si concentra sulla storia, che in realtà sarebbe al limite pure interessante. L'anello debole è come al solito la sceneggiatura, con dialoghi che quando non sono altamente retorici precipitano in uno scontato andante, soprattutto nella sottotrama sentimentale. Modesta la prova dei protagonisti, superati da Donnini che interpreta un cattivo che non si dimentica. Buone le scene di massa, una specialità del regista, di cui un giovane Leone in seconda unità saprà far tesoro. Per appassionati.

Mario Bonnard HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Il ratto delle SabineSpazio vuotoLocandina Mi permette babbo!Spazio vuotoLocandina GastoneSpazio vuotoLocandina Campo de' fiori
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.