Follia ad alta quota

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Deadly Mile High Club
Anno: 2020
Genere: thriller (colore)
Note: E non "Follie ad alta quota".
Numero commenti presenti: 1
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Strampalato thriller che ha il pregio, se non altro, di proporre un'istruttrice di volo nel ruolo di stalker fuori di testa generando situazioni talvolta al limite del grottesco, con piloti automatici in funzione mentre a bordo capita di tutto... La donna in questione si chiama Tanya (McAtee) e nell'incipit è già alle prese con una situazione ad altissimo rischio in aereo, conclusa con un incidente catastrofico in cui lei salva la pelle e Jake, il ragazzo con cui aveva una relazione, ce la lascia. Un autentico shock che si riaffaccia quando, riprese le lezioni, le si presenta come allievo un altro Jake (Hermann), sexy quanto basta per farle perdere la testa all'istante: Tanya non gli stacca un attimo gli occhi di dosso,...Leggi tutto ma lui è sposato da sei anni con la bella Annie (Dobbs), giovane scrittrice che di dosso invece non si toglie mai un brutto cappello rosa. Tra loro tutto bene, almeno fino a quando la diabolica istruttrice capisce che per conquistare il suo Jake deve agire in modo che creda di essere tradito dalla moglie. Presto fatto: durante un giretto in aereo i due passano sopra la casa del giovane dove – ma guarda un po' la concidenza – vedono dall'alto Annie che bacia un tizio appena arrivato in auto per portarselo poi fin dentro casa. Orrore! Jake chiede la classica “pausa di riflessione” e Tanya, che peraltro sebbene non più giovanissima è ancora assai appetitosa, ha così modo di combattere la recalcitranza del ragazzo a colpi di avance spudorate. A questo punto subentra la suocera (Robin), che aveva sempre considerato il genero Jake un idiota con l'intelligenza di una capra. Sarebbe felicissima del divorzio, se non fosse che sua figlia è disperata e non si capacita delle accuse, a sua detta infondate. Riuscirà la perfida stalker con look alla Patsy Kensit a conquistare il cuore del suo aspirante aviatore? La trama prevede molte sequenze (pure hot) in aria e una Allison McAtee brava a interpretare la stalker travolta dalla passione, incapace di accettare un rifiuto dal bel maritino fedele e macchiavellica nell'inventare stratagemmi per superare gli ostacoli che si frappongono tra lei e l'oggetto del suo desiderio. Marc Hermann è il bravo ragazzo un po' tonto, incapace di fare 2 + 2 e capire chi gli sta tramando alle spalle, Diane Robin una suocera perfetta; spesso sono infatti i personaggi ad alzare i ritmi di un thriller che sembra timidamente nascondere tracce di commedia; o forse è un'impressione data da certe accelerazioni che portano a sconfinare nei territori del comico involontario... Eppure la storia regge, non manca una certa tensione, per quanto grossolana, e nonostante tutto suoni un po' fasullo (e non esattamente di gran qualità) il film si lascia vedere, con la sua goffa citazione finale all'Hitchcock più spettacolare, le sue sciocchezze improbabili (il cappello rosa sempre in testa) e un epilogo simpatico che non ci si aspettava (né era richiesto). Per essere un tv-movie da quattro soldi il suo dovere lo fa ed è sufficientemente inusuale. Poi d'accordo, il buon cinema sta da un'altra parte...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/09/21 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Anthonyvm 17/09/21 15:32 - 3031 commenti

I gusti di Anthonyvm

Un giro di giostra nel so-bad-it's-good televisivo, con un'istruttrice di volo suonata che rivede in un giovane allievo il suo ex deceduto (non si somigliano molto, ma hanno lo stesso nome). Lo script è una collezione di incongruenze e assurdità (la suocera del protagonista odia il genero ma si fa in quattro perché non lasci la figlia), fra dialoghi che sfidano ogni buonsenso (il mangime per delfini con sistema GPS incorporato merita un plauso per la creatività) e personaggi macchiettistici (il pilota borioso). Ci scappa pure un omaggio a Intrigo internazionale alla fine. Da ridere.
MEMORABILE: Il montaggio dell'incidente aereo, con green-screen da barzelletta e stacchi parodistici sul primo piano del pilota che urla; Sesso durante il volo.

Doug Campbell HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.