LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/08/07 DAL BENEMERITO UNDYING
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 5/08/07 23:44 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Vagamente tratto da uno scritto dall'autore cinquecentesco Angelo Beolco, narra la vicenda di Fiorina, la vacca del titolo, che viene ceduta dal soldato di ventura Ruzante (Gastone Moschin), passando da padrone a padrone per una serie di curiose vicende. Il nome di Fiorina è però anche quello che porta (ironia della sorte?) la bella moglie del soldato (Angela Covello), destinata a finire tra le braccia di un riccastro (un esilarante Mario Carotenuto). Al di là del colorito titolo, già il notevole cast esplica la buona qualità di un decamerotico néttamente sopra alla media.

Lovejoy 9/05/08 15:32 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Divertente commediola ben scritta e diretta con mano felice da De Sisti. Il meglio è comunque l'esilarante quanto affiatato cast, tutti in grande spolvero. Menzion d'onore per un Montagnani sui generis, un Carotenuto come sempre esplosivo e un Moschin su livelli eccellenti. Splendide le varie protagoniste femminili. Da riscoprire.

B. Legnani 7/06/08 17:31 - 4778 commenti

I gusti di B. Legnani

Come noto, uno dei migliori esempi del decamerotico (pur ribadendo che fonte ne è il Ruzante). Siamo a livelli di sufficienza, anche perché le volgarità del testo sono fatte passare tranquillamente da un’ambientazione gradevole, da una regìa sicura (di De Sisti ho un bel ricordo del parimenti agreste Quando l’amore è sensualità) e da interpretazioni di buon livello. Gineceo splendido, con la Covello su tutte. Pure la Agren e la Tamburi riescono a recitare (la Muti, ahimè, assai meno).

Ciavazzaro 12/09/08 12:35 - 4766 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Decamerotico con un cast femminile di tutto rispetto, che si eleva rispetto alla media. Abbiamo la bellissima Agren ma non vanno dimenticate Aulin, Covello, Muti, Tamburi. Buono anche il cast maschile con l'ottimo Moschin, Andreasi e i nostri caratteristi. Molto meglio di tanti altri decamerotici che sarebbero stati fatti tempo dopo.

R.f.e. 5/05/09 13:19 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Indubbiamente uno dei Decamerotici meglio riusciti (o, se preferite dei "meno peggio") insieme al Boccaccio di Bruno Corbucci, a Quel gran pezzo della Ubalda, tutta nuda e tutta calda e a Fratello homo, sorella bona. Belle le attrici, simpatici e bravi gli attori (Moschin e Montagnani in testa).

Rambo90 1/07/10 16:03 - 6426 commenti

I gusti di Rambo90

Divertente decamerotico diviso in episodi grazie al passaggio della vacca Fiorina di padrone in padrone. Il cast è in gran forma, da un Montagnani contadino stupido e ignorante a un Carotenuto signore potente e ricco, fino a Moschin (nei panni di Ruzante) che apre e chiude il film con una performance esilarante. Cast femminile superbo con la Covello, la Agren, la Tamburi e tante altre.

Homesick 10/10/11 17:42 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

La vacca Fiorina passa di padrone in padrone e scopre tutto il corredo decamerotico di mogli gaudenti e mariti becchi, reso particolarmente pecoreccio da eccessi scatologici che contagiano persino il ricco comparto femminile. Eppure, rispetto a tante altre pellicole consorelle si compie un salto di qualità, evidenziato da una certa aderenza alla fonte ispiratrice del Ruzante – la genuina ambientazione rustico-popolaresca e qualche amara riflessione sulla guerra e le ingiustizie sociali – e dall’agile regia. Solidissimo il cast: telamoni Moschin, Andreasi, Montagnani e Carotenuto.
MEMORABILE: La Muti che si chiede da dove esca il suo «onore»; il sarto finto gay che prende le misure alla Covello.

Trivex 5/12/11 11:10 - 1505 commenti

I gusti di Trivex

Fiori di ragazze, un po' troppe parolacce, location abbastanza ben fatte ed una storia tutto sommato simpatica. Alla fine qualche sorriso lo strappa, ma in particolare emerge lo spessore di molti partecipanti (Moschin e Carotenuto in primis), comunque coinvolti nelle vicende. Ci sono la mitica Aulin (bellissima) e una strana Agren (che ho visto meglio altrove), mentre la Muti sembra spaesata (ma è anche il personaggio, così sprovveduto); gli altri funzionano comunque. Mi sono piaciute in particolare la parte col barone e quella della "famiglia in quattro".

Jurgen77 7/12/12 11:30 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Un'allegra commedia sexy in costume di come non se ne fanno più. Direi che, pur rimandendo nel grottesco, la rappresentazione è ben costruita con momenti "intelletuali" e scene erotiche che comunque non scadono mai nel volgare. Fantastiche tutte le starlette di questo film e superbi, come al solito, Montagnani, Moschin e Carotenuto. Erotismo d'altri tempi...

Giacomovie 7/04/15 19:27 - 1354 commenti

I gusti di Giacomovie

Basta leggere sui titoli di testa che le musiche sono curate da Morricone per avere il sospetto di stare per assistere a un “decamerotico” fuori dall’ordinario. La visione conferma tale sospetto, con la notazione che una valutazione sufficiente, per tale genere di film, è già un successo. L’ispirazione del soggetto è teatrale (dal Primo Dialogo de Ruzante del 1529) e ne viene mantenuta una buona ambientazione rurale, cornice delle divertenti peripezie comico-erotiche di un affiatato cast, nel quale spicca la bellezza della svedese Janet Agren.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione B. Legnani • 30/10/08 20:07
    Consigliere - 13980 interventi
    Renato ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:

    Ho guardato "Milano calibro 9" e devo dire che sono incerto. Il personaggio che si fa la Aulin vicino alle cascate (Tonino 'Stropabusi') mi pareva Guerra, ma posso senz'altro sbagliare. Il volto dell'attore è "sporcato" da barba e baffi e faccio fatica a capire chi sia dei due. Sei certo che sia Aricò?
    ***
    Non è che sai chi sia l'attrice che in "Fiorina" fa Mariannina (la moglie di Bonini Olas)?
    Grazie!


    No, non so chi sia questa Mariannina, mi dispiace.

    Su Aricò: in Fiorina la vacca non ha nè barba nè baffi (come da screen che ho postato); il film non ce l'ho più, ma ricordo che si faceva la Aulin in casa, poi arrivava l'uomo (marito? Boh) della Aulin e lui se ne andava. In Milano Calibro 9 l'avrai riconosciuto, è quello che fa Luca il barman...il traditore, insomma.

    ciao


    Gli altri ci dranno dei pazzi, ma forse l'enigma si svela: il film lo danno fra poco, pe cui potremo controllare.
    Probabilmente Guerra si fa la Aulin e poi se la fa Arico. Sospendiamo il giudizio in attesa del passaggio televisivo...
  • Homevideo Undying • 9/03/09 19:53
    Scrivano - 7630 interventi
    Sono rimasto fermo alla VHS (Shendene).

    Pare esistere anche in DVD, ma non ne ho mai visto in giro una copia.

    Trattasi di edizione poverella (anche in fullscreen, ovvero 4:3) attribuita alla misteriosa label Prima Distribuzione.

    Sotto: il fantomatico DVD Prima Distribuzione
    Ultima modifica: 26/10/13 11:33 da Zender
  • Curiosità Undying • 26/10/09 13:08
    Scrivano - 7630 interventi
    Doppi sensi in (falso) idioma antico
    Citazioni dal film

    Estratto del discorso tenuto da compare Michelon (Felice Andreasi) rivolto a Menego (Renzo Montagnani) in relazione alla moglie di quest'ultimo, ovvero Giacomina (Ewa Aulin):
    "Dicono che vostra moglie dà la passera a pigione e che, per mezzo ducato, si farebbe ciavar dai foresti di passaggio."

    Quando poi la bella moglie è in dubbio se abbandonare il marito interessato alla sola mucca e quindi seguire Tonino Stropabusi (Luigi Antonio Guerra) quest'ultimo le rivolge un invito che lei non riesce a rifiutare:
    "Con me, Giacomina, un tocco de pan non ve mancherà mai e neppure il companatico, perché un toco de osel ve lo darò tutti i giorni."

    Geniale, insomma...
  • Homevideo Rogerone • 26/10/13 11:32
    Galoppino - 178 interventi
    Ho registrato il passaggio di stasera su Italia 1, inanzitutto l'aspect ratio è quello corretto (16:9 anamorfico, 1:85:1), nel pomeriggio controllerò la durata.

    Dato che non conosco precedenti versioni (e il film lo vedo per la prima volta oggi) non saprei dirvi nel caso se sia cut on uncut. Qualcuno dovrebbe darmi delle informazioni, non so magari la durata della versione uncut
  • Homevideo Rogerone • 16/11/13 13:10
    Galoppino - 178 interventi
    allora ecco i dati precisi, che possono essere già un dato di riferimento per tutte le altre versioni.

    La durata del film al netto di pubblicità e tutto il resto esclusi i titoli di coda è esattamente di 91 minuti e 25 secondi

    ho notato un passaggio un po sospetto, ma non so dirvi se è cut oppure no (questa è la mia prima visione del film), attorno al minuto 21 del film, nella scena in cui Montagnani si finge straniero per verificare se la moglie fa la puttana, mi è sembrato di vedere un salto sospetto, quando Montagnani decide di prendere lo spadone... ma posso sbagliarmi
  • Homevideo Deepred89 • 16/11/13 13:50
    Comunicazione esterna - 1429 interventi
    Mai visto il film in nessuna versione, ma secondo Videoarcheologia il Dvd Prism durerebbe 96 minuti (ovviamente titoli di coda compresi), quindi stando a ciò la copia Mediaset dovrebbe essere cut.
  • Homevideo Geppo • 16/11/13 14:00
    Addetto riparazione hardware - 4019 interventi
    La durata effettiva del DVD Prism è di 01h35m48s.
  • Homevideo Rogerone • 16/11/13 15:06
    Galoppino - 178 interventi
    e infatti... ho avuto il sospetto che in due/tre passaggi fosse zombato...

    Geppo è da verificare la durata del dvd esclusi i titoli di coda, ma credo che comunque ci siano sempre un paio di minuti almeno di discrepanza
  • Homevideo E.m. • 12/06/16 12:24
    Galoppino - 65 interventi
    La versione passata stanotte su Iris dura 92'44'' compresi titoli di testa e di coda completi