LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/01/10 DAL BENEMERITO RAMBO90
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 26/01/10 14:13 - 6347 commenti

I gusti di Rambo90

Uno degli ultimi film con Van Damme che abbia avuto una distribuzione cinematografica (prima del ritorno con JCVD). La storia non è nuova, anzi è molto banale, ma il personaggio di Van Damme si carica di sfumature inedite e la regia di Avildsen (Rocky) sa come tenere in piedi un action con buon ritmo e buoni combattimenti. Il cast di contorno è divertente, a partire dal mitico Danny Trejo in un raro ruolo da coprotagonista. Non male.

Il Gobbo 25/09/10 12:00 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Ennesimo remake non dichiarato di Per un pugno di dollari, deliberatamente sgomberato di possibili sottotesti e ridotto alla quintessenza dell'action trucido, al cui pubblico è destinato. È un male? Niente affatto, biosgna conoscere i propri limit, come direbbe l'ispettore Callaghan, e Avildsen li conosce. Fracassone e divertente. Fra i caratteristi, oltre a Danny "Camoranesi" Trejo e Pat Morita, un sosia americano di Carlo Monni (Bill Erwin)!

Jcvd 26/12/10 18:06 - 258 commenti

I gusti di Jcvd

Niente male questo film del buon vecchio Jc. Sicuramente godibile e a tratti divertente. Ottimi combattimenti e scene d'azione al top, come sempre... Apprezzabile anche la storia d'amore tra Eddy Lomax, il protagonista e la cameriera Rhonda. Pat Morita eccellente.
MEMORABILE: L'incontro semi-comico tra Eddy e Rhonda.

Galbo 5/07/11 20:40 - 11387 commenti

I gusti di Galbo

Regista dall'illustre passato (ha diretto Rocky e Salvate la tigre tra gli altri), John G. Avildsen siede dietro la macchina da presa per dirigere il divo dell'action (già in fase calante Van Damme). Il risultato non dispiacerà ai cultori del genere. Per gli altri si tratta di pura routine e (discreto) artigianato cinematografico. Si dimentica in fretta.

Buiomega71 8/07/11 11:01 - 2266 commenti

I gusti di Buiomega71

Caduta libera per il regista de La formula: cita Lo straniero senza nome eastwoodiano, la butta sull'ironico (le gag con Pat Morita, il nonnetto con la bombola dell'ossigeno), non rinuncia a momenti sexy (le due sgalettate che Van Damme si porta in camera) e non gira malaccio le scene action (quella notturna con Van Damme e Trejo contro le due famiglie di narcotrafficanti). Tra Sergio Leone e Robert Rodriguez, senza averne le doti "epiche". Un western moderno comunque divertente e piuttosto tamarro. Ottimo, come sempre, Danny Trejo. Non malaccio.
MEMORABILE: Le due ochine si chiedono se Van Damme sia circonciso, lui si toglie l'accappatoio e...; i caccia che sorvolano la zona stile The hills have eyes.

Ryo 12/01/15 00:14 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Uno dei migliori film con Van Damme. Cast forbito, regia piacevole e, stranamente, Van Damme che recita in maniera discreta. Il film è un chiaro tributo ai film western con le moto al posto dei cavalli e le tavole calde al posto dei saloon, ma con tutti i canoni del genere. Parti secondarie di tutto rispetto. Ottimo il bilanciamento di azione/dramma/humor.
MEMORABILE: La scena di sesso a tre con la vecchia guardona; Il vecchio che tira una boccata di ossigeno e una di sigaretta.

Belfagor 28/04/15 21:24 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Questo remake non di chiarato di Per un pugno di dollari, nella sua essenza trash e fracassona, è forse il film più divertente con protagonista Van Damme. Avildsen alterna l'azione e il divertimento in un'atmosfera da western avvalendosi di un cast di tutto rispetto (Trejo ottimo come al solito) e rifacendosi in parte a Rodriguez per lo stile sopra le righe. Anche se il materiale è di grana grossa, la regia si mantiene su livelli discreti.
MEMORABILE: La donna devota che ama i cori gospel e i serpenti; Il vecchio che alterna fra ossigeno e sigaretta.

Pessoa 18/12/18 08:55 - 1159 commenti

I gusti di Pessoa

Dopo un inizio piuttosto lento e "intimista" entrano in scena pistole e motociclette che mettono il film sul binario dell'action vera e propria. Prodotto che rientra nella media del genere, con trama vista e rivista e sceneggiatura piuttosto curata. Avildsen è abile a stemperare la tensione con siparietti umoristici e amorazzi repentini. Cast professionale in cui brillano anche i comprimari, oltre a un Van Damme molto motivato che fornisce lo spunto della storia e coproduce la pellicola. Ci si diverte senza impegno, se si ama il genere.
MEMORABILE: I sogni premonitori di Pat Morita.

Samuel1979 3/09/20 02:52 - 471 commenti

I gusti di Samuel1979

Probabilmente l'ultimo lavoro degno di nota del bravo Jean-Claude prima dell'inevitabile declino che di lì a poco segnerà  la sua onesta carriera. Il film, che si avvale di un buon soggetto, alterna con discreti risultati sequenze di violenza a momenti comici grazie alla scelta di un cast ben assortito. Le varie apparizioni di Pat Morita e di Bill Erwin (il tizio con la bombola di ossigeno) servono ad attenuare (e anche a sdrammatizzare) la brutalità tipica di certi film.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Il Gobbo • 25/09/10 12:00
    Contratto a progetto - 771 interventi
    Uscito anni fa in dvd per CDI-Medusa
  • Discussione Daniela • 17/06/17 09:14
    Consigliere massimo - 5134 interventi
    E' morto a 81 anni il regista John Avildsen, il cui nome è legato soprattutto a Rocky, per il quale vinse un Oscar nel 1977.

    Da ricordare almeno un altro film, Salvate la tigre, Oscar 1973 a Jack Lemmon come miglior attore protagonista.
  • Discussione Buiomega71 • 17/06/17 09:26
    Pianificazione e progetti - 21911 interventi
    E mancato il grande John G.Avildsen, regista che ho sempre amato soprattutto per il suo passare da cinema "basso" (Il pornocchio) fino a vincere l'Oscar (Rocky, che non ho mai amato granchè, svilito dalla presenza di uno Stallone troppo ingombrante)

    Non aveva mezze misure il grande John e di lui ho amato La guerra privata del cittadino Joe (grande esempio di exploitation di , quasi, serie "A"), La Formula (meraviglioso spionaggistico con un George C.Scott in stato di grazia) e il tumultuoso e divertentissimo (e anche un pò inquietante) I Vicini di casa, che per me resta la più bella e misurata interpretazione di John Belushi (anche se i due, sul set, non si potevano soffrire) e l'intenso e sottovalutato dramma Ballando lo Slow nella grande città

    Un altro gran pezzo di cinema americano che se ne va...
    Ultima modifica: 17/06/17 09:30 da Buiomega71
  • Discussione Zender • 17/06/17 10:24
    Consigliere - 43527 interventi
    Per me resterà sempre il gran regista del primo immenso Rocky e per il grande pubblico anche della trilogia di Karate Kid. Poi anche dei Vicini di casa, che amavo molto ma che quando ho rivisto mi ha un po' deluso. Ad ogni modo il suo segno nel cinema l'ha lasciato.
  • Discussione Capannelle • 17/06/17 10:50
    Scrivano - 2505 interventi
    Sì soprattutto per il primo Rocky.
    Oserei fare un parallelo, come iconicità non come stile o abilità, tra la triade Leone-Eastwood-Morricone e Avildsen-Stallone-Conti.
  • Discussione Zender • 17/06/17 11:49
    Consigliere - 43527 interventi
    Sì, anche se Stallone faceva molto di più di Eastwood, in Rocky (nel senso che Stallone fu nominato agli Oscar, colla sceneggiatura di Rocky, oltre ad averci vinto l'Oscar come miglior attore)
  • Discussione Caesars • 18/06/17 14:45
    Scrivano - 10722 interventi
    Spiace molto.
  • Discussione Galbo • 18/06/17 19:08
    Gran Burattinaio - 3755 interventi
    Daniela ebbe a dire:

    Da ricordare almeno un altro film, Salvate la tigre, Oscar 1973 a Jack Lemmon come miglior attore protagonista.


    a mio parere il suo capolavoro
  • Discussione Buiomega71 • 18/06/17 19:12
    Pianificazione e progetti - 21911 interventi
    Galbo ebbe a dire:
    Daniela ebbe a dire:

    Da ricordare almeno un altro film, Salvate la tigre, Oscar 1973 a Jack Lemmon come miglior attore protagonista.


    a mio parere il suo capolavoro


    Difatti mi rimane sempre un mistero perchè Avildsen non abbia vinto l'Oscar come miglior regista nel dramma/metropolitano con Jack Lemmon che nemmeno nel tronfio Rocky