LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 25/02/07 22:55 - 2016 commenti

I gusti di Fabbiu

Notevole abbassamento di qualità rispetto ai film precedenti ma non più brutto dei due tristi capitoli che seguiranno. Gli autori avevano ancora in serbo qualche trovata nuova da inserire quà e là tra i classici riciclaggi di gag. Ci sono episodi carini e altri abbastanza banali. Una notevole particolarità sta nel tipo di comicità che si sbilancia in scene commoventi che fanno riflettere sui tanti aspetti della vita difficile che con il passare degli anni giunge al termine. Finale molto simpatico e "strano".

Undying 4/08/07 14:15 - 3827 commenti

I gusti di Undying

Sono passati quasi venti anni da quando lo sfortunato Ugo Fantozzi è comparso sugli schermi, ma la iella, in questo lasso di tempo, non si è dimenticata di lui. Mai. La regia di Neri Parenti è ormai sinonimo di qualità e, nonostante la vicenda sia costretta a ripercorrere, contestualizzandole al periodo, le solite gag, qua viene affrontato (inizialmente con tema malinconico) il dramma della morte (a cui vanno incontro quasi tutti gli ex-colleghi del ragioniere). Grazie ad una bevanda afrodisiaca, Fantozzi possiederà la signorina Silvani!

Galbo 2/02/08 08:10 - 11639 commenti

I gusti di Galbo

Ennesimo tentativo di rivitalizzare l'ormai esausta saga di Fantozzi, il film di Parenti parte dalla morte del suo personaggio per realizzare un film che non ha ormai nulla in comune con i gloriosi capostipiti della serie ma è solo un'inutile accozzaglia di trovate comiche o pseudo tali che più che ridere inducono un senso di malinconia sul concetto del tempo e della decadenza di un autentico talento comico poco e male sfruttato da Villaggio. Meglio comunque la seconda parte rispetto alla prima.

Lovejoy 22/02/08 16:00 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Ennesimo capitolo della saga del ragioniere più sfigato d'Italia. Debole, a tratti scontato, con una regia mediocre di Parenti e con gag ormai strabusate, per tacer delle battute. Comunque qua e là si ride ancora e gli attori sono sempre in gamba. Ma il meglio ormai è già stato fatto, in passato. Ora si vive di rendita.

Ciavazzaro 31/05/08 15:25 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Sarebbe stato un ottimo capitolo conclusivo, col povero Fantozzi di fronte al più grande dilemma: la morte. Ottimo anche il cast di contorno, a partire dalla Silvani (memorabile il viaggio consolatorio col ragioniere a Cortina) e Filini. Simpatiche la rapina in banca, l'umanità data dalla Pina e molte gag. Deliziosamente bastardo il finale. Neri Parenti interpreta l'adetto del trampolino a cortina.
MEMORABILE: Fantozzi possiede la Silvani! Grazie a un micidiale concentrato preparatogli da un cameriere.

Pigro 20/12/08 17:03 - 8436 commenti

I gusti di Pigro

Il ragioniere più sfigato d'Italia viene sfrattato dalla figlia e dal genero scimmiesco, prima di scoprire di essere malato terminale. La maschera inventata da Villaggio doveva prima o poi incontrarsi con la morte, e lo fa naturalmente alla sua maniera, da perdente. La risata approda a lidi meno pirotecnici, riservando qua e là gag divertenti, ma sempre più basate su effetti di pura comicità stereotipata anziché su una reale capacità originale di descrizione (sia pure grottesca) della realtà.

Herrkinski 1/03/09 15:21 - 5859 commenti

I gusti di Herrkinski

Ennesimo episodio della saga fantozziana, dopo il non disprezzabile Fantozzi Alla Riscossa. Questa volta il film non è del tutto riuscito, seppur alcune scene comiche meritino sicuramente la visione. L'intero film ruota attorno al tema della vecchiaia e della morte e nonostante il tutto venga esorcizzato tramite un forte humour nero (d'altronde ci troviamo pur sempre di fronte a un film comico) permane una certa malinconia, caratteristica sempre più presente nelle ultime produzioni fantozziane. Alcune gag restano comunque memorabili. ** 1/2.

Daidae 28/04/09 15:45 - 2853 commenti

I gusti di Daidae

La saga del ragionere più famoso d'Italia ormai scricchiola e questo buon film potrebbe concludere degnamente l'epica saga del ragioniere, ma non sarà così. E' l'ultimo film in cui appare Plinio Fernando nel ruolo di Mariangela/Ughina e uno degli ultimi in cui ritroviamo Gigi Reder nel ruolo di Filini. Riuscito, anche se con qualche debolezza di troppo.
MEMORABILE: La rapina.

Disorder 15/09/09 14:38 - 1414 commenti

I gusti di Disorder

Qualche episodio da ricordare c'è: Fantozzi sfrattato dalla figlia, le scene in Paradiso, ma soprattutto la gita a Cortina, revival di quella del mitico primo episodio ma dall'esito ben diverso (Fantozzi finalmente riesce a 'consumare' il suo amore per la Silvani!). Ma resta un film malinconico, stanco: i protagonisti sono sempre bravi ma è impossibile dire qualcosa di veramente nuovo su una saga ormai alla frutta. Sufficiente.

Cangaceiro 16/09/09 20:32 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Forse il peggiore dell'intera saga. Ormai non si riescono più a contare le situazioni (difficile chiamarle gag) riciclate, per giunta in maniera stanca e meccanica. Villaggio, sempre più grasso e invecchiato, ci mette la faccia e quel minimo di impegno utile a non deludere troppo i suoi aficionados. Tuttavia è il compianto Gigi Reder a sembrare, per la prima volta, stralunato e fuori luogo. Si ride poco e ci si intristisce molto, sia per la parabola discendente di una leggendaria maschera della nostra commedia, che per il malinconico grigiore del film in sè.

Plinio Fernando HA RECITATO ANCHE IN...

Matalo! 16/09/09 09:59 - 1370 commenti

I gusti di Matalo!

Non malissimo: si sa che Villaggio ripete all'infinito le sue gag, che dissipa il suo genio per amore dei soldi, che i suoi Fantozzi hanno gli effetti speciali dei carnevali poveri. Ma momenti discreti ce ne sono e non è nemmeno così greve come poteva essere. Il funerale con la bara sottile, la ripresa (in triste) della scena della partita con rutto libero, le vacanze con la Silvani (vendetta sul secondo Fantozzi?). Di tanto in tanto parenti azzecca un ritmo scorrevole e non troppo triviale.
MEMORABILE: Il banana party e la micidiale canzone che Bongo e amici ascoltano mentre volteggiano tra le liane dell'appartamento di Fantozzi "rinnovato".

Ale nkf 22/03/11 18:53 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Per chi ama e ha amato lo spassoso Fantozzi degli anni d'oro è meglio che lasci perdere questo sequel triste, malinconico e anche piuttosto volgare. Certo, qualche gag divertente c'è sempre (Mariangela che butta fuori di casa Fantozzi e la Pina con conseguente lancio dei cornetti alla crema del rag.), ma vengono poi (purtroppo) presto dimenticate. Inutile.

Rambo90 28/12/11 17:10 - 6761 commenti

I gusti di Rambo90

Un capitolo della saga particolarmente malinconico, ma a suo modo riuscito. Molte gag sono riciclate dal altri film con Villaggio, ma il ritmo è scorrevole e l'ultimo segmento a Cortina davvero spassoso. Villaggio riesce ancora a far ridere ed è supportato dal solito ottimo cast (soprattutto la Vukotic). Simaptica anche la colonna sonora.
MEMORABILE: Il Banana Party; La stella alpina

Mutaforme 8/01/12 22:44 - 398 commenti

I gusti di Mutaforme

Nonostante la maggior parte del film si regga su situazioni teneramente patetiche (la rapina con Filini) o su gag completamente riciclate (lo scambio di cartelle), alcune scenette funzionano (lo sfratto) e completano il repertorio fantozziano. Peccato che la fortunata serie non si sia conclusa qui.
MEMORABILE: Fantozzi e la Silvani arrivano sulle nevi accompagnati dalla celebre colonna sonora del dottor Zivago.

Mco 18/03/12 23:14 - 2197 commenti

I gusti di Mco

Fantozzi deve morire. Così è scritto! Ma la moglie non vuole che calchi le scene dell'aldilà senza aver mai consumato un rapporto con la mitica signorina Silvani. In estrema sintesi, in un coacervo di situazioni più tristi che comiche (che comprendono anche una delle poche scene di coalizione genitoriale "anti-babbuina"), questo è il capitolo Paradiso per il ragioniere più amato di sempre. Simpatico, non eccelso, ma con qualche particolare che i cultori non dimenticano (la birra "Macho"...).
MEMORABILE: La miscela esplosiva per tirar su le sorti sessuali di Ugo in montagna...

Piero68 30/04/12 09:23 - 2836 commenti

I gusti di Piero68

Nonostante si sia ormai al settimo capitolo e le gag sembrino essere sempre le stesse rivedute e corrette, questo film, dovendo affrontare il tema della morte, è sicuramente il più umano e malinconico della serie: riesce finalmente a far sentire ogni spettatore un po' Fantozzi. Obiettivo questo fissato sin dal primo film ma quasi mai raggiunto per i continui eccessi proposti. Fantozzi finalmente riesce a possedere la Silvani e, anche grazie a questo, rivaluta la moglie tanto bistrattata. Male la regia, che spreca quel poco di buono che c'era.
MEMORABILE: Dopo l'amplesso da "terremoto" la Silvani corre dietro Fantozzi urlando: "Me lo ridii" e Fantozzi "NO! Non glielo ridio, non glielo ridio".

Cotola 31/07/12 19:53 - 7930 commenti

I gusti di Cotola

Vista la qualità degli ultimi tre capitoli della saga pensavo peggio: invece alcune gag sono divertenti e riuscite. Certo ce ne sono altre bruttine, stantìe e volgarotte ma il risultato è globalmente sufficiente. Interessante l'idea di insistere sul grande rimosso dei nostri tempi: la morte. Eccessivo però, a mio avviso, continuare ad insistere con altri seguiti.

Trivex 25/06/13 14:45 - 1571 commenti

I gusti di Trivex

Il lato triste e malinconico prende complessivamente il sopravvento sulla comicità, escludendo parecchio il surreale ed evidenziando aspetti assolutamente seri della vita e della prospettiva di una morte certa e vicina. Evidentemente inferiore agli episodi principali (i primi), merita comunque l'onore delle armi. Alcune parti sono poi dei remake di fortunati momenti precedenti (la rapina, il viaggio in montagna), ma propri questi risultano i migliori, anche per il ricordo degli insuperati e insuperabili vecchi film di Fantozzi. **!

Gabrius79 29/06/13 01:51 - 1261 commenti

I gusti di Gabrius79

Ottavo capitolo fantozziano che raccoglie gli ultimi scampoli di risate, dato che i capitoli a seguire saranno i peggiori di questa saga lunga quasi 25 anni. In modo sorprendente la migliore della compagnia risulta essere Anna Mazzamauro nei panni della mitica signorina Silvani. Plinio Fernando nei panni di Mariangela è più cattivo del solito. Si sorride e poco più.
MEMORABILE: Lo sketch di Fantozzi e della Silvani in montagna e in albergo.

Nando 7/01/14 00:22 - 3564 commenti

I gusti di Nando

Si raschia il fondo del fiacco barile in una saga che già da tempo mostrava il fiato corto. Qui si torna a viaggi e situazioni del passato con risultati molto modesti. Villaggio appare oramai patetico e totalmente imbolsito; meglio la rinata Vukotic, che sembra migliore della Mazzamauro, attrice scadente e miracolata da un solo ruolo. Saga finita da un pezzo.

Neri Parenti HA DIRETTO ANCHE...

Redeyes 1/12/16 10:41 - 2264 commenti

I gusti di Redeyes

Si auspicava l'agognato eterno riposo per il povero Fantozzi, e invece si è deciso di continuare a spremere. In sé questo capitolo ha persino spunti gradevoli, per quanto sia l'eterna riproposizione del fallimento senza soluzione di continuità. Questa volta lo spunto è un'errata diagnosi che per certi versi di poco differisce dalla reazione già vista per l"agognata" pensione con la sola aggiunta dell'amplesso con la Silvani che, al solito, verrà a posteriori annichilito dall'eterno amore-affetto per la Pina.

Ultimo 15/02/16 11:35 - 1462 commenti

I gusti di Ultimo

Uno degli ultimi Fantozzi e anche uno dei meno riusciti. Villaggio è sempre una spanna sopra tutti, ma salvo una parte iniziale divertente (la rapina con Filini; il mercoledì di coppa; l'intervento del mega-direttore Paolo Paoloni), il film esterna un'eccessiva tristezza e malinconia. Brave la Vukotic e la solita Mazzamauro.

Alex75 14/09/16 09:31 - 725 commenti

I gusti di Alex75

È l’ultimo episodio sensato della saga, anche se gli spunti amari su vecchiaia, morte e rapporto genitori-figli sono spesso avviliti da un evidente affanno creativo, con la solita ripetitività e il solito abuso di citazioni. Disuguali anche le prestazioni attoriali: Villaggio e Reder sembrano recitare in automatico, mentre più convinte e convincenti sono la Vukotic e la Mazzamauro. Plinio Fernando sorprende per cattiveria, riuscendo a rendere totalmente repellente il suo personaggio.
MEMORABILE: Mariangela e Bongo sfrattano Fantozzi e Pina; Il “Fantozzino”.

Il ferrini 1/10/16 23:04 - 1853 commenti

I gusti di Il ferrini

La saga, inevitabilmente, comincia a mostrare evidenti segni di logoramento. Per carità, in alcune situazioni ancora si sorride (la rapina alla megaditta, palesemente ispirata a quella del giovane Woody Allen), ma il black humor a seguire, sul cancro ai polmoni, non è proprio il terreno di Fantozzi. La signorina Silvani, già abbastanza volgare nei capitoli precedenti, qui diventa a tratti imbarazzante. Neri Parenti si concede un cameo. Se non si è fan accaniti, un capitolo trascurabile.

Claudius 4/03/17 12:46 - 471 commenti

I gusti di Claudius

Forse sarebbe stato meglio chiudere la saga fantozziana con questo film, imperfetto ma ancora in grado di reggere l'urto! si ride ma, al tempo stesso, viene affrontato il più grande tabù dell'esistenza (la commare secca per dirla con Bertolucci, ovvero il trapasso) e il finale mette molta tristezza). Bene Villaggio ma il migliore è Reder (eccellente la sua interpretazione), seguito dalla Vukotic.
MEMORABILE: Venghi, Fantozzi, venghi (occhio alle dighe).

Taxius 30/05/17 21:17 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

L'ottavo episodio del ragioniere più sfigato d'Italia è all'insegna della malinconia con il tema della morte che la fa da protagonista: ovviamente il tutto è visto in chiave comica e parodistica. Onestamente penso che la serie dovesse essere chiusa prima, quando ancora aveva qualcosa da dire, perché il nostro ragioniere ormai anziano è diventato ormai la parodia (in negativo) di se stesso. Dei primi film non è rimasto niente e i vari episodi sono di una tristezza unica... Salverei solo quello della rapina. Triste, più che brutto.

Pesten 17/08/18 06:44 - 655 commenti

I gusti di Pesten

Continua imperterrito il lavoro di Neri Parenti nell'affossare il mito fantozziano, complice forse Villaggio stesso. Il film in se stesso è mal riuscito, le gag che fanno ridere sono ben poche in quanto manca la profondità che era la base dei primi film. Il personaggio principale è ormai una macchietta che sembra fin troppo forzata anche nella sua mimica e nei suoi lamenti più tipici e la baracca si salva solo in pochi momenti, nei quali sicuramente molto si deve alla prova della Vukotic, attrice di spessore anche durante il naufragio.

Il Dandi 7/01/19 23:06 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Meno peggio del previsto, considerata la bassezza degli ultimi sequel precedenti. Invece nonostante molte siano le trovate riciclate (il genero scimmione) qualche gag divertente c'è e l'incontro di Fantozzi con la morte vera e propria (relegato al finale) avviene in maniera coerente e ben congegnata. Inevitabilmente malinconico, ma non triste suo malgrado (come erano e saranno altri episodi). Sarebbe stata una degna conclusione del ciclo, purtroppo ne seguiranno ancora altri ben due.
MEMORABILE: Il clamoroso rovesciamento di ruoli con la signorina Silvani dopo l'accoppiamento agognato per trent'anni ("Me lo dii, me lo ridii").

Deepred89 26/06/20 15:59 - 3390 commenti

I gusti di Deepred89

Il cambio di formato in 4/3 lascia inizialmente temere il passaggio alla temutissima atmosfera televisiva tipica di molte commedie coeve e invece anche stavolta il film bene o male regge. Come in Fantozzi va in pensione, un'idea di base tutt'altro che lieta fa da collante alla narrazione. Narrazione che talvolta rallenta oltre il necessario, come nella parentesi a Cortina, ma che altrove riserva dei bei momenti, a partire dalla riuscita parte finale un po' sulla scia di Totò e i re di Roma. Comicamente non troppo dinamico, per quanto girato con mestiere.  

Minitina80 21/08/20 17:05 - 2572 commenti

I gusti di Minitina80

Molto triste e malinconico, ma altrettanto brutto e palesemente inutile. Ormai il personaggio ha dato tutto quello che poteva dare e ripetere le stesse situazioni per l’ennesima volta non giova a nessuno. La parentesi con la Mazzamauro è terribile e le poche scene comiche non fanno ridere. La Vukotic conferma di essere un’attrice molto brava e dotata anche in acque basse come queste. Passabile con fatica una volta appena, con il rammarico di veder svilire delle maschere che hanno scritto la storia della commedia italiana.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Smoker85 19/06/21 12:33 - 420 commenti

I gusti di Smoker85

Vicina all'epilogo, la saga di Fantozzi riserva ancora qualche guizzo. La trama mantiene una buona omogeneità senza apparire l'ormai consueta catena di scenette senza filo conduttore. La prematura scomparsa di Anatrelli lascia il cast senza un personaggio-chiave, ma la Mazzamauro e, soprattutto, un Reder in ottima forma sopperiscono adeguatamente a tale assenza. Più spigliato del solito anche il personaggio di Fernando, che sembra esser passato dalla parte dei vessatori del disgraziato ragioniere. Pur tra diverse gag stanche e scontate, si sorride ancora. Canto del cigno.
MEMORABILE: Il nuovo arredamento di casa Fantozzi, con annesso banana party; Il cocktail afrodisiaco; I dialoghi con Filini sui giovani d'oggi.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Fedemelis • 19/07/13 10:52
    Fotocopista - 1881 interventi
    Il mese di aprile che vediamo sul calendario utilizzato dall'iscruttore di sci del trampolino di lancio è in realtà il mese di Settembre 1993.

    Il regista ha utilizzato questo mese per far capitare il giorno della dipartita di Fantozzi di venerdì (il 17 aprile 1993 è sabato), ma ha dimenticato di riportare nel finto mese di aprile i santi che si festeggiano in quel mese, lasciando quelli di settembre.

    Bastava utilizzare un calendario dell'anno 1992 nel quale il 17 aprile capita proprio di venerdì, senza complicarsi la vita con tanti taglia ed incolla di giorni della settimana.

    Aggiunge Mauro che nelle scene girate all'esterno dell'hotel di Cortina si vedono le luminarie natalizie in funzione (nelle scene dell'amplesso amoroso tra Fantozzi e la Silvani), che di certo non ci sono né a settembre né ad aprile (così come la neve).

  • Discussione Motorship • 13/08/14 22:54
    Fotocopista - 274 interventi
    Rivedendo il film, mi sono accorto che nel suo cameo il regista Neri Parenti, anziché parlare con la sua vera voce, è doppiato da Franco Zucca. La voce l'ho confrontata con quella del capofamiglia di "Otto sotto un tetto".
  • Curiosità Mauro • 25/01/15 13:59
    Disoccupato - 10096 interventi
    La scena dell’esplosione della diga, inserita nel mezzo della "travolgente" notte di sesso tra Fantozzi e la signorina Silvani, non fu girata appositamente; fu riciclato uno spezzone di Porca vacca (1982), cambiandone la luminosità perchè le due scene sono rispettivamente ambientate di notte e di giorno.

  • Discussione Zender • 25/01/15 17:11
    Consigliere - 44610 interventi
    Mauro ebbe a dire:
    La scena dell’esplosione della diga, inserita nel mezzo della "travolgente" notte di sesso tra Fantozzi e la signorina Silvani, non fu girata appositamente, ma fu riciclata uno spezzone di Porca vacca (1982), cambiandone la luminosità perchè le due scene sono rispettivamente ambientate di notte e di giorno.


    Ottimo Mauro, riesci a scrivere anche in Porca Vacca utilizzando la stessa immagine e dicendo che verrà riutilizzata?
  • Musiche Daidae • 8/08/15 02:26
    Compilatore d’emergenza - 933 interventi
    Credo di aver trovato un altro "riciclo".
    La musichetta che si sente in sottofondo quando fantozzi dopo aver bevuto il ronfabien spinge
    la Silvani verso l'ascensore non è la stessa che si sente nelle Comiche 2 quando Villaggio e Pozzetto escono dal reparto "malattie tropicali"?
    Ultima modifica: 8/08/15 02:27 da Daidae
  • Musiche Mauro • 8/08/15 08:31
    Disoccupato - 10096 interventi
    Il riciclo delle musichette non è una novità nei film di Villaggio e Parenti. Se ne parlava anche nella scheda de Fantozzi alla riscossa (1990)
    Ultima modifica: 8/08/15 08:32 da Mauro
  • Musiche Mauro • 16/12/16 08:40
    Disoccupato - 10096 interventi
    Daidae ebbe a dire:
    Credo di aver trovato un altro "riciclo".
    La musichetta che si sente in sottofondo quando fantozzi dopo aver bevuto il ronfabien spinge
    la Silvani verso l'ascensore non è la stessa che si sente nelle Comiche 2 quando Villaggio e Pozzetto escono dal reparto "malattie tropicali"?


    esatto

    La scena del “Ronfabien” la trovate al minuto 24.30 del primo link, quella delle Comiche nel secondo link (relativo solo a quello spezzone)

    http://www.dailymotion.com/video/x41q6z1

    https://www.youtube.com/watch?v=-HwcDlmhEZo
  • Discussione Alex75 • 30/01/17 17:46
    Call center Davinotti - 649 interventi
    Herrkinski ebbe a dire:
    Veramente ridicolo. Si sa che il personaggio di Fantozzi ha sempre vissuto di situazioni drammatiche, stemperate tramite l'arma della commedia surreale. La scena "incriminata" non è da meno. Capisco che le vittime reali di quel genere di gesti possano trovarla di pessimo gusto, ci mancherebbe, ma la forza eversiva di Fantozzi sta proprio nel mostrare situazioni che dovrebbero far vergognare gli esseri umani del proprio comportamento. Le vessazioni che il ragioniere subisce in tutti i film non sono mortali come un sasso dal cavalcavia, ma non sono meno orribili secondo me. Non credo che un individuo sano di mente potrebbe essere ispirato da Fantozzi a tirare un sasso dal cavalcavia! In realtà, la cosa che mi potrebbe dar fastidio è che, se la memoria mi assiste, nel film erano dei capelloni a lanciare il sasso: mai successo che tale "categoria" (triste generalizzare, ma tant'è) si sia mai macchiata di codesto crimine. Piuttosto, sarebbe stato meglio metterci dei "figli di papà", come nella vita reale...

    Mi ricordo di quella polemica, che fu anche oggetto di un servizio del TG2; non è stata la prima volta (e nemmeno l'ultima) che Villaggio ha lanciato provocazioni sgradevoli, ma abbastanza centrate; effettivamente, quella scena (che comunque fu saltata nelle proiezioni di un cinema in una città dove aveva vissuto una delle vittime dei lanci di massi) sarebbe potuta essere un buon soggetto per una "Pubblicità Progresso" un po' fuori dagli schemi (anche se l'ho trovata patetica, più che altro per l'abbigliamento di Villaggio e Reder; immaginando la scarsa conoscenza del mondo giovanile da parte dei due "ragionieri", suppongo che per loro solo dei capelloni potessero fare una cosa del genere).
  • Discussione Alex75 • 31/01/17 16:51
    Call center Davinotti - 649 interventi
    Cangaceiro ebbe a dire:
    Davvero poca la cura dei particolari in questa scialba fantozzata. Ad esempio mentre Fantozzi guarda alla tv il mercoledì di coppa, esulta dopo il primo gol del Milan, ma subito dopo si mette a cantare "chi non salta rossonero è!".

    Peraltro, la fede calcistica del ragioniere è sempre stata un mistero: l'unica costante è la passione per la Nazionale. Nel primo libro viene descritto come juventino ai tempi di Pietro Rava (anni '40) e sostenitore di una squadretta amatoriale che perdeva abitualmente e in cui giocava il gigantesco Bulbem, suo collega all'ufficio sinistri. Nel libro "Le lettere di Fantozzi", si dichiara un tifoso della Roma, squadra che una volta ha seguìto pure in trasferta, a Terni.
    Ultima modifica: 1/02/17 13:37 da Alex75
  • Curiosità Lodger • 4/07/17 00:19
    Magazziniere - 1500 interventi
    Coincidenza macabra: il 3 luglio 2017, giorno della morte di Paolo Villaggio, NoveTV aveva già in programmazione la trasmissione del film "Fantozzi va in paradiso":