False verità

Media utenti
Titolo originale: Where the Truth Lies
Anno: 2005
Genere: drammatico (colore)
Numero commenti presenti: 13

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/08/08 DAL BENEMERITO PIGRO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pigro 30/08/08 10:08 - 7897 commenti

I gusti di Pigro

Coppia di presentatori televisivi di successo scoppia quando una ragazza viene trovata morta nella loro suite d’albergo; 15 anni dopo una giornalista cerca la verità. Storia potenzialmente intrigante per tutto il rivoltolarsi di verità e menzogna (titolo originale bellissimo che può voler dire “dove sta la verità” o “dove la verità mente”!) su e giù nel tempo, e per tutte le complesse dinamiche relazionali e erotiche della trama. Peccato che il film sia di una noia mortale, che i bravi Bacon e Firth non riescono a sollevare.

Galbo 4/09/08 06:39 - 11445 commenti

I gusti di Galbo

La riapertura di un misterioso caso di omicidio fa emergere dal passato molte possibili interpretazioni della verità che come un prisma presenta più facce tutte egualmente plausibili. Il tema della fugacità della realtà e delle apparenze è una costante nel cinema di Egoyan e ritorna in questo film che aveva della buone potenzialità che sono andate in parte disattese dall'incapacità del regista di imprimere all'opera un ritmo che interessasse lo spettatore. Il film nonostante l'impegno del buon cast risulta piuttosto soporifero.

Stefania 21/12/09 16:27 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Secondo me, un passo falso di Egoyan! Glaciale apologo sull'inafferabilità della verità, sull'inganno delle apparenze, un "cold case" che parte freddo e non si scalda al fuoco di alcuna vera emozione. La ricostruzione mediante flash back e il punto di vista esterno della giovane giornalista (che comunque non è del tutto neutrale) non aiutano il coinvolgimento e non giovano al ritmo del film. Peccato, perché il dramma umano di quei due tristissimi clown da maratona televisiva poteva essere toccante e vivissimo, anziché "congelato"...

Hackett 10/05/12 19:19 - 1741 commenti

I gusti di Hackett

Buon film di Egoyan, regista che quando intraprende i suoi viaggi all'interno dei rimorsi e delle ossessioni umane raggiunge le vette più alte. Nonostante una narrazione abbastanza tradizionale e a tratti asettica (siamo lontani dall'atmosfera dello splendido Exotica) questo racconto destrutturante dello show businness televisivo americano regala emozioni e fa riflettere. I presunti colpevoli sono vittime e le vere vittime continuano a pagare il conto, mentre nel marcio spuntano brevi momenti di unamità.

Giùan 15/06/12 22:08 - 3044 commenti

I gusti di Giùan

Opera che si candida autorevolmente ad esser uno degli oggetti filmici più stranianti dell'ultima decade. Si resta con un amaro languore negli occhi di fronte alla visione di tale spoporzione fra presupposti teorici (grande cura formale, iperreale ricostruzione ambientale, andirivieni temporali) e anodinità di contenuto. Ne vien fuori un ampolloso elzeviro cinematografico senza nerbo, con Egoyan, ormai impegnato a decantar il proprio stile, ridotto a bruta copia di Lynch. Che il noir contemporaneo sia la tomba della verità lo sapevam gia dal Grande freddo.

Capannelle 25/07/12 16:36 - 3741 commenti

I gusti di Capannelle

Un Egoyan meno originale del solito, che tenta invano di dare anima ad un un noir patinato come tanti. Eppure la vicenda la sua parte torbida l'avrebbe, ma è spesso telefonata; l'andirivieni temporale avrebbe un suo fascino ma talvolta eccede e non permette di scavare nei personaggi. Si ha inoltre la sensazione che Bacon potesse dare di più e che l'attrice che impersona la giornalista non fosse proprio adatta a sostenere il ruolo. Nudi e incroci lynchiani a gogò, ma appaiono infilati a forza.

Homesick 19/12/12 08:36 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

L’“apparenza inganna” è un vecchio proverbio sempre valido, a maggior ragione nel mondo dello spettacolo, regno della mistificazione per eccellenza; l’opera di Egoyan è però sconnessa e confusa nel suo gorgo di incastri temporali e nell’abuso di voci off che appesantiscono la trama bloccando ogni accenno emotivo. Fra estetismi fotografici di gusto chic, Bacon e Firth si dividono equamente la scena, seguiti da una Lohmann sicura di sé ed onorata da un paio di bei nudi dopo un solleticante gioco di vedo e non vedo nella vasca da bagno: al regista l’erotico riesce meglio del drammatico.
MEMORABILE: La Lohmann sotto effetto della droga e il conseguente ricatto; il cadavere tra le aragoste.

Daniela 19/03/14 08:34 - 9623 commenti

I gusti di Daniela

Una coppia di intrattenitori di successo "scoppia" a seguito del ritrovamento nella loro suite del cadavere di una ragazza apparentemente suicida. Anni dopo, una giornalista ambiziosa cerca di scrivere un libro sulla vicenda... Trama intrigante, resa attraverso flashback in cui realtà e finzione si confondono, eleganza formale, due protagonisti complementari adatti ai rispettivi ruoli: se il risultato non convince del tutto, lo si deve all'aver adottato il punto di vista del personaggio meno riuscito, frammentando troppo il ritmo narrativo. Occasione in parte sprecata, ma merita la visione.

Saintgifts 7/07/15 11:49 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Barbiturici, champagne, aragoste, belle ragazze, sesso più o meno interessato e la televisione più brutale che coinvolge e annulla il pensiero. Ognuno ha la sua versione sulla giovane morta, morte che rimane l'unica certezza in mezzo alle tante false verità. Ottima la ricostruzione dell'epoca, con privilegi di classe che suscitano ancora stupore e divi del piccolo schermo osannati. Meno convincenti le interpretazioni, con Firth e Bacon perennemente spaesati nei loro ruoli (un po' meno Bacon, che ha il viso giusto per le circostanze più scabrose).

Nando 23/07/15 00:57 - 3495 commenti

I gusti di Nando

Discreta narrazione che offre uno spaccato marcio di un certo giornalismo e di certe forme di spettacolo. Nessuno è esente da colpe nello sviluppo narrativo, che mostra validi colpi di scena. Firth mostra le sue capacità ben assecondato da un laido Bacon e ambedue conducono lo spettatore in un girone infernale fatto di bugie, sesso e dubbi.

Giacomovie 23/08/18 10:27 - 1354 commenti

I gusti di Giacomovie

Gli showmen Morris & Collins nascondono diversi misteri, tra cui un possibile omicidio. Una giornalista indaga... A Egoyan piace lo stile patinato e le belle ambientazioni acquistano maggior risalto visivo. La trama è basata su un enigma sul quale gira una sceneggiatura dettagliata ma non sempre ben articolata. Definirlo un film notevole sarebbe una falsa verità, ma dargli del mediocre sarebbe una bugia.

Ira72 5/08/19 11:20 - 968 commenti

I gusti di Ira72

Molta cura per questa pellicola dallo stampo piuttosto erotico, ove l'omicidio di una cameriera compromette due star del cabaret supportate dalla mafia. Dunque: chi può essere il colpevole, se potrebbe essere chiunque dell'ambiente? Bacon, nel ruolo del mascalzone, non ha eguali, mentre Firth convince meno. Lohman irrompe eccessivamente con un narrato a tratti fiacco e quindi sfiancante. Comunque un thriller che si segue bene e che merita una visione, anche se non coinvolge mai pienamente.

Lou 5/08/19 19:25 - 981 commenti

I gusti di Lou

Intricata ricostruzione di un omicidio, ambientata negli anni Sttanta con continui flashback che riportano ai fatti risalenti a quindici anni prima. Sicuramente apprezzabili il cast e le atmosfere, mentre la vicenda si dipana in modo eccessivamente contorto e prolisso. Egoyan pone come sempre l'accento sulle perversioni umane, che portano inevitabilmente alla rovina.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.