Fallen art

Media utenti
Titolo originale: Sztuka Spadania
Anno: 2004
Genere: corto/mediometraggio (colore)
Cast: (animazione)
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/04/11 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Hackett 25/10/13 07:53 - 1801 commenti

I gusti di Hackett

Piccolo gioiello antimilitarista che con semplicità, cinismo e humor nerissimo, mette al bando ogni velleità eroica legata al gesto del sacrificio fine a se stesso. In guerra sono sempre i "semplici" a morire, anche quando l'obbiettivo finale è effimero.

Puppigallo 30/04/11 09:30 - 4615 commenti

I gusti di Puppigallo

Un'idea tanto fulminante quanto intrigante e perversa, oltre ad essere di rara cattiveria. Ci troviamo in una base militare dimenticata, dove tre pazzoidi dell'esercito fanno un esperimento utilizzando soldati semplici, ma non prima di averli decorati con una medaglia al valore e aver reso loro omaggio. Anche visivamente è piuttosto accattivante, grazie alla scelta di rendere grotteschi e caricaturali i personaggi. Notevole.
MEMORABILE: I vari fotogrammi, ognuno dei quali ottenuto a carissimo prezzo; Lo scopo finale, tremendamente superfluo.

Zender 10/05/11 20:07 - 291 commenti

I gusti di Zender

Sottile metafora sull'inutilità del sacrificio fine a se stesso per compiacere superiori chissà se davvero sani di mente? Forse, ma anche semplice barzelletta animata con grande cura e gusto, in cui la ricercatezza di inquadrature e luci maschera subdolamente la spiazzante rivelazione finale (geniale, nella sua macabra ferocia). Ottimi il disegno dei personaggi e la fluidità dei movimenti per un corto che lascia il segno (anche sul terreno, volendo...).
MEMORABILE: La sorpresa finale, naturalmente, che racchiude in sè tutto il senso del corto.

Pigro 5/05/21 10:51 - 8415 commenti

I gusti di Pigro

L’estetica della guerra o la guerra dell’estetica: nel lancio del soldato dal trampolino in favor di fotografo si concentrano innumerevoli sensi che incontrano l’antimilitarismo, ma anche il sistema mediatico, lo sfruttamento della cronaca e naturalmente l’interrogazione sull’essenza dell’arte. Un’idea fulminante e geniale, supportata da un disegno di grande raffinatezza, che punta sul grottesco per esaltare il grottesco del tema, e che si dilata in un ritmo scandito da sospensioni che sanno ben tenere la curiosità e l’attenzione.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.